Quotazioni moto&scooter

Cerca

Seguici con



Prove della redazione

Voge Trofeo 500AC: il passato CHE NON C'ERA

Christian Cavaciuti
di Christian Cavaciuti foto Massimo Di Trapani© il 27/06/2022 in Prove della redazione

Non è solo il prezzo l'arma della Trofeo 500AC. La prima neo-rétro di Voge è una moto elegante, ben costruita e amichevole nell'approccio

Voge Trofeo 500AC: il passato CHE NON C'ERA
Voge Trofeo 500 AC
471 / 34,5 kW (46,9 CV) / 2 cilindri orizzontale / EURO 5
€ 6.590 c.i.m.

Voge identifica i suoi modelli con delle sigle, ma l’importatore italiano aggiunge sempre un nome di forte impatto: dopo le naked R diventate “Brivido” e le crossover DS diventate “Valico”, ecco le nuove AC diventare “Trofeo”. AC sta per Advanced Classic, vale a dire “Neo rétro”: moto contemporanee nel progetto, ma con proporzioni e stile classici.

Può un nome fare la differenza? Beh, anche Voge dopotutto è solo un nome. Alle sue spalle c’è il gruppo Loncin, fondato nel 1984 e che oggi, con la sua capacità produttiva di 2.500.000 moto l’anno, è una delle più grandi aziende cinesi del settore, che vanta fin dal 2005 anche una solida collaborazione con BMW. La maggior parte di questi milioni di moto sono di piccola cilindrata, ma Loncin ha anche una produzione premium, per la quale  ha scelto di non acquistare marchi europei, ma di svilupparne uno nuovo: Voge appunto.

Voge Trofeo 500AC: il passato CHE NON C'ERA

Voge Trofeo 500AC

6.590 euro c.i.m.

Advanced Classic

Eccoci quindi alla Trofeo 500AC, la prima “Advanced Classic” cinese (con la sorellina 350 monocilindrica) ad arrivare sul nostro mercato. Si tratta di una media tradizionale nella concezione ma non per questo banale, ben fatta e che punta tutto su uno stile accattivante e sulla facilità di approccio. 

Dal punto di vista tecnico abbiamo un telaio in tubi di acciaio che ospita un bicilindrico 500 parallelo a iniezione elettronica, raffreddato a liquido, da 47 CV a 8.500 giri/min e 44,5 Nm a 7.000. Il cambio è a 6 marce e la frizione a cavo. Il comparto sospensioni conta su una forcella rovesciata KYB da 41 mm e su un monoammortizzatore collegato tramite leveraggio al forcellone asimmetrico in alluminio. I freni sono Nissin, con doppio disco da 298 mm davanti e disco singolo da 240 mm dietro, sorvegliati da ABS. La scelta degli pneumatici è caduta sui validi Pirelli Angel GT nelle misure da 120/70-17 e 160/60-17, accoppiata che da sempre garantisce un eccellente bilanciamento tra agilità e tenuta nella guida su strada.

Quanto alla cura costruttiva questa è piuttosto buona, anche nei dettagli: la verniciatura è brillante, la sella ben rifinita, lo scarico conico ha la paratia anticalore e le frecce, cave nell’interno, sono originali. La strumentazione conta su un display TFT da 5” a colori, con regolazione automatica della luminosità in base alla luce esterna e dotato di collegamento Bluetooth che permette di visualizzare le notifiche del telefono o utilizzarlo per la navigazione. Non mancano il sensore della temperatura esterna e persino l’indicazione della pressione gomme.

Voge Trofeo 500AC: il passato CHE NON C'ERA

Semplicità e buon gusto

Con la serie Trofeo, Voge dimostra di aver definitivamente superato la passione cinese per gli eccessi. La Trofeo 500AC è una moto semplice ed elegante, organizzata sia visivamente che in termini ergonomici attorno al grande serbatoio in metallo da 19 litri. Questo, con una piccola parte del codino, è l’unico elemento verniciato della moto, cui è affidata buona parte del colpo d’occhio. Il resto è in tonalità neutre, con le plastiche dei fianchetti che non mancano di originalità nelle forme e nel motivo a rombi, ripeso dalle manopole. Pulito anche il layout del motore, ordinati i cablaggi, ben fatte le saldature. Interessante la forma “a lama” della luce posteriore, resa più evidente dal portatarga a filo ruota. Da segnalare le leve regolabili, una rarità in questa categoria.

Oltre ad essere un elemento centrale nello stile della Trofeo 500AC, il serbatoio assicura un’autonomia superiore ai 400 km grazie a consumi che non scendono praticamente mai sotto i 20 km/l. In caso di viaggio la protezione aerodinamica è ridotta come su tutte le naked medie; in compenso è piacevole l’ospitalità per il passeggero cui è riservata una buona porzione di sella, pedane non troppo vicine e un robusto maniglione in alluminio.

Voge Trofeo 500AC: il passato CHE NON C'ERA

Compatta e accogliente

Compatta senza essere minuta, la naked Voge ospita senza difficoltà anche piloti sopra il metro e 80. Accoglie in sella con facilità – la seduta è a 810 mm – e il manubrio piuttosto rivolto all’indietro regala una postura rilassata. Snella, addirittura esile tra le gambe, da ferma la Trofeo appare ben bilanciata e facile da manovrare pur sfiorando i 200 kg con il pieno.

Le pedane sono alte il giusto e non tengono le gambe troppo raccolte; anche l’imbottitura della sella è un buon compromesso tra comfort e sostegno, fornito soprattutto dal piccolo scalino tra la porzione anteriore e quella posteriore. Il cruscotto LED è ricco di informazioni (alcune un po’ piccole) e semplice nella presentazione, ma entrando nel menu di configurazione si rivela comunque più sofisticato della media di categoria. Un plauso al faro led, che garantisce un fascio luminoso ampio e potente.

Voge Trofeo 500AC: il passato CHE NON C'ERA

Facile facile

La tecnologia del bicilindrico 500 ormai è ampiamente alla portata delle Case asiatiche, che realizzano propulsori dalla buona verve e parchi nei consumi. In questa categoria non si richiede una personalità particolarmente spiccata, ma piuttosto la capacità di assistere la guida nel modo più naturale e intuitivo possibile. E la Trofeo 500AC è proprio una di quelle moto che guidi senza pensarci: intuitiva nelle geometrie e facile nell’erogazione. Il suo twin riprende bene già dai 2.000 giri e spinge con decisione dai 3.000, con un carattere molto lineare senza picchi e senza buchi. Rende tutto semplice , accompagnato da un cambio corto e preciso (tranne che da fermi) e da una frizione morbida, pur se corta nella corsa. 

Ci è piaciuta la scorrevolezza della forcella, dalla taratura confortevole senza essere cedevole e che assorbe bene anche i tratti sconnessi della strada; il mono invece risulta secco sulle buche, nonostante il leveraggio. Non per questo la Voge risulta scomoda, anzi è piuttosto rilassante. Questo suo carattere non invoglia a spremerla sulle strade guidate, dove predilige una guida rotonda, aiutata dalla rapportatura corta che consente di tenere quasi sempre una marcia in più del preventivato. Accetta anche la guida sportiva, con un avantreno comunicativo ma il limite dovuto alla risposta del mono che tende a scomporre l’assetto se il fondo è mosso.

Voge Trofeo 500AC: il passato CHE NON C'ERA

OK, il prezzo è giusto

Perfetta a velocità fino a 100 km/h, la Trofeo 500 AC affronta senza difficoltà le andature autostradali e a 130 km/h si posiziona sui 7.000 giri: ne mancano 1.500 alla zona rossa ma il twin cinese inizia a vibrare un po’ nella zona delle pedane; la visibilità agli specchietti rimane però ottima. Nemmeno l’attitudine ai viaggi risulta compromessa: il limite arriva piuttosto dalla completa esposizione all’aria. In città è facile e agile, e le sospensioni tarate sul morbido aiutano anche sul pavé. I freni Nissin sono in linea con il resto della moto: tendenzialmente “morbidi” nell’intervento, garantiscono buone decelerazioni se spremuti a dovere. L’ABS interviene di rado, mentre l’assenza del traction control su una moto di questa potenza non è un dramma. 

La Voge Trofeo 500 AC è già in vendita a un prezzo di 6.290 euro franco concessionario, ma è al momento in promozione con uno sconto di 500 euro. Ciò significa averla chiavi in mano a circa 6.000 euro, prezzo interessante alla luce dei contenuti tecnici e della buona personalità di questa moto.

IL RADAR DI DUERUOTE

Voge Trofeo 500AC: il passato CHE NON C'ERA

Una moto gradevole e ben equilibrata in tutti i comparti: anche il radar conferma  che la Trofeo 500AC ha le carte in regola per inserirsi in un segmento sempre più affollato, nel quale il prezzo – dove peraltro la Voge spunta un voto molto alto – non è più l’unico parametro che venga preso in considerazione. La Trofeo 500AC si segnala per la facilità di approccio e la buona cura costruttiva; in particolare ci sono piaciute la trasmissione e l’avantreno, dove sia la forcella che l’impianto frenante lavorano molto bene.

Per il resto non ci sono cadute di tono da segnalare, se non la perdonabile mancanza di accessori, una capacità di carico sacrificata alle esigenze dello stile e un’elettronica minimale lato assistenza alla guida (c’è solo l’ABS), anche se non da quello della connettività offerta dal pannello TFT. Con un’ottima ergonomia e una versatilità più che discreta, la Trofeo 500AC è una bella esponente del nuovo e già molto vitale filone delle medie semplici ed economiche, ma non povere.

Voge Trofeo 500AC: il passato CHE NON C'ERA
Voge Trofeo 500AC: il passato CHE NON C'ERA
Voge Trofeo 500AC: il passato CHE NON C'ERA
Voge Trofeo 500AC: il passato CHE NON C'ERA
Voge Trofeo 500AC: il passato CHE NON C'ERA
Voge Trofeo 500AC: il passato CHE NON C'ERA
Voge Trofeo 500AC: il passato CHE NON C'ERA
Voge Trofeo 500AC: il passato CHE NON C'ERA
Voge Trofeo 500AC: il passato CHE NON C'ERA
Voge Trofeo 500AC: il passato CHE NON C'ERA
Voge Trofeo 500AC: il passato CHE NON C'ERA
Voge Trofeo 500AC: il passato CHE NON C'ERA
Voge Trofeo 500AC: il passato CHE NON C'ERA
Voge Trofeo 500AC: il passato CHE NON C'ERA
Voge Trofeo 500AC: il passato CHE NON C'ERA
Voge Trofeo 500AC: il passato CHE NON C'ERA
Voge Trofeo 500AC: il passato CHE NON C'ERA
Voge Trofeo 500AC: il passato CHE NON C'ERA
Voge Trofeo 500AC: il passato CHE NON C'ERA
Voge Trofeo 500AC: il passato CHE NON C'ERA
Voge Trofeo 500AC: il passato CHE NON C'ERA
Voge Trofeo 500AC: il passato CHE NON C'ERA
Voge Trofeo 500AC: il passato CHE NON C'ERA
Voge Trofeo 500AC: il passato CHE NON C'ERA
Voge Trofeo 500AC: il passato CHE NON C'ERA
Voge Trofeo 500AC: il passato CHE NON C'ERA
Voge Trofeo 500AC: il passato CHE NON C'ERA
Voge Trofeo 500AC: il passato CHE NON C'ERA
Voge Trofeo 500AC: il passato CHE NON C'ERA
Voge Trofeo 500AC: il passato CHE NON C'ERA
Voge Trofeo 500AC: il passato CHE NON C'ERA
Voge Trofeo 500AC: il passato CHE NON C'ERA
Voge Trofeo 500AC: il passato CHE NON C'ERA
Voge Trofeo 500AC: il passato CHE NON C'ERA
Voge Trofeo 500AC: il passato CHE NON C'ERA
Voge Trofeo 500AC: il passato CHE NON C'ERA
Voge Trofeo 500AC: il passato CHE NON C'ERA
Voge Trofeo 500AC: il passato CHE NON C'ERA
Voge Trofeo 500AC: il passato CHE NON C'ERA
Voge Trofeo 500AC: il passato CHE NON C'ERA
Voge Trofeo 500AC: il passato CHE NON C'ERA
Voge Trofeo 500AC: il passato CHE NON C'ERA
Voge Trofeo 500AC: il passato CHE NON C'ERA
Voge Trofeo 500AC: il passato CHE NON C'ERA
Voge Trofeo 500AC: il passato CHE NON C'ERA
Voge Trofeo 500AC: il passato CHE NON C'ERA
Voge Trofeo 500AC: il passato CHE NON C'ERA
Voge Trofeo 500AC: il passato CHE NON C'ERA
Voge Trofeo 500AC: il passato CHE NON C'ERA
Voge Trofeo 500AC: il passato CHE NON C'ERA
Voge Trofeo 500AC: il passato CHE NON C'ERA
Voge Trofeo 500AC: il passato CHE NON C'ERA

Dati Tecnici

 
Voge
Trofeo 500 AC

Motore

2 cilindri orizzontale

Raffreddamento

Liquido

Alesaggio corsa

67x66,8

Cilindrata (cc)

471

Rapporto di compressione

10,7:1

Distribuzione

2 assi a camme in testa

Alimentazione

Iniezione

Frizione

In bagno d'olio

Telaio

Traliccio

Materiale

Acciaio

Sospensione ant/regolazioni

Forcella rovesciata

Sospensione post/regolazioni

Forcellone

Pneumatico ant/post

120/70 ZR17 38Q-17";160/60 ZR17 60Q-17"

Freno anteriore

Doppio disco con ABS da 300 mm

Freno posteriore

Disco con ABS da 220 mm

Lunghezza

2.100 mm

Altezza sella

800 mm

Interasse

1.450 mm

Potenza max/giri

34,5 kW (46,9 CV) a 8500 giri

Coppia max/giri

40,5 Nm (4,1 kgm) a 7000 giri

Prestazioni

Il commento del centro prove

A parità di motore, la Trofeo 500AC è appena più brillante della Valico 500DS, più alta e più pesante di quasi 20 kg. Nel confronto con le altre neo-rétro citate qui a fianco, questa Voge è più o meno allineata, anche se complessivamente più lenta: fa appena meglio della Royal Enfield Interceptor (più pesante di quasi 30 kg) ed è subito dietro alla leggerissima (160 kg in ordine di marcia) Husqvarna Svartpilen 401.

La Brixton Crossfire 500 taglia però il traguardo dei 400 m con quasi mezzo secondo di vantaggio. La Trofeo 500AC si rifà nella prova sorpasso, dove riesce a primeggiare a dire il vero più per la sesta molto corta che per una maggiore elasticità del motore; la rapportatura corta non pare comunque penalizzare i consumi, sempre molto contenuti. Buoni anche gli spazi di frenata di questa Voge, grazie al peso ridotto e alla buona potenza dell’impianto Nissin.

Condizione della prova

Cielo SERENO
Vento 1,4 m/s
Temperatura aria 20,0 °C
Pressione atmosferica 1.004 mb
Temperatura asfalto 28,0 *C

Rilevamenti

 
Voge
Trofeo 500 AC

RILEVAMENTI

Velocità a 1500 m con partenza da fermo (tempo) 153,0 km/h (42,0 s)

ACCELERAZIONE

0-400 m 15,2 s (136,1 km/h)
0-1000 m 30,1 s (149,8 km/h)
0-90 km/h 5,4 s (79,9 m)
0-130 km/h 13,2 s (324,7 m)

PROVA SORPASSO (nella marcia più alta)

80-130 km/h 10,6 s (317,5 m)

FRENATA (compreso tempo di reazione convenzionale pari a 1 s)

130-80 km/h 2,5 s (79,7 m)
50-0 km/h 2,5 s (24,3 m)

CONSUMO

PESO

In ordine di marcia e serbatoio pieno 192,4 kg
Distribuzione masse senza conducente (% ant./post.) 48/52
Distribuzione masse con conducente (% ant./post.) 45/55

Pagelle

 
Voge
Trofeo 500 AC

Pregi e difetti

 
Voge
Trofeo 500 AC

PREGI

DIFETTI

Gallery

Voge Trofeo 500AC: il passato CHE NON C'ERA
Chiudi

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.

  • pensionato60
    Non Sarebbe Neanche Male ... se NON avesse Adottato quello Schifoso Codino Troncato ... Abbinato a quell' Obrobrio di PORTA TARGA !!!!!!

Listino

Voge

Voge

Trofeo 500 AC

Correlate

Annunci usato