Cerca

Seguici con

Motogp

MotoGP (PRIMA DEL MUGELLO) fra presente e futuro

il 30/05/2018 in Motogp

In attesa che i motori si accendano sul circuito toscano il mercato tiene banco… Jorge Lorenzo resterà in Ducati? Mir debutterà in MotoGP e Iannone andrà in Aprilia? La speranza è che al Mugello arrivi qualche risposta

MotoGP (PRIMA DEL MUGELLO) fra presente e futuro
Chiudi
Il Gp d’Italia in programma al Mugello questo fine settimana, sesta prova del Mondiale, si avvicina e in attesa che si accendano i motori sul tracciato toscano è il mercato e lo scenario futuro della MotoGP a catalizzare le attenzioni.
Confermate le posizioni di Marc Marquez in Honda, di Valentino Rossi e Maverick Vinales in Yamaha, il passaggio di Johann Zarco in KTM e con il rinnovo di Andrea Dovizioso in Ducati per altre due stagioni, resta ancora incerto il futuro del compagno, Jorge Lorenzo. Le speranze che il cinque volte iridato resti nel team di Borgo Panigale si sono affievolite, non è ancora detta l’ultima parola ma le recenti dichiarazioni dell’AD di Ducati Claudio Domenicali della scorsa settimana non sembrano andare in quella direzione... 

Lorenzo guarda al Mugello

Per Lorenzo l'opzione Suzuki - con il probabile passaggio del campione della Moto3 Joan Mir alla top class - è probabilmente sfumata e nelle ultime ore si delinea un’ipotesi di vederlo tornare sulla Yamaha, ma quale? Il team ufficiale è al completo e l’alternativa sarebbe un satellite, ma con Tech3 in orbita KTM e Marc VDS che ancora non ha ufficializzato con chi proseguirà un'ipotesi sarebbe quella di fare un team ad hoc per Jorge, sempre che uno sponsor sostenga l’operazione.

Sta di fatto che se Yamaha nelle recenti dichiarazioni di Lin Jarvis Managing Director Yamaha ai microfoni di Sky non esclude questa ipotesi, il proseguimento della stagione di Lorenzo non sarà facile, ma lo spagnolo non demorde: “Arrivo al GP d’Italia con il massimo entusiasmo per ottenere un risultato positivo che confermi la giusta direzione in cui stiamo lavorando ultimamente – ha dichiarato Lorenzo – ci manca poco per lottare per il podio, e abbiamo solo bisogno di un altro piccolo passo avanti per essere davvero competitivi: penso che al Mugello potremo riuscirci. Il test di Barcellona della scorsa settimana è andato molto bene e qui avremo qualcosa di nuovo per migliorare l’ergonomia della mia moto che penso possa aiutarmi a essere più costante durante l’intera gara. Il Mugello è un posto speciale, è tra i miei circuiti preferiti e su questa pista ho tanti bei ricordi. Sono pronto e davvero carico”.

Il futuro di Petrucci e Iannone

Nel team Ducati in lizza per la sella ufficiale, che potrebbe essere lasciata libera da Lorenzo, ci sono Jack Miller e Danilo Petrucci, con quest’ultimo che dopo il secondo posto di Le Mans al Mugello darà ancora il massimo per convincere Borgo Panigale. Il futuro è incerto anche per Andrea Iannone che potrebbe iniziare una nuova avventura in Aprilia al fianco di Aleix Espargaro. Nell’orbita Honda anche la posizione di Dani Pedrosa non è ancora stata definita così come fino a quando non ci sarà l’ufficialità di Marc VDS resta da definire anche il futuro di Franco Morbidelli e di Thomas Luthi. In attesa di sviluppi e di ufficialità non ci resta che aspettare il GP del Mugello dove forse avremo delle risposte.
MotoGP (PRIMA DEL MUGELLO) fra presente e futuro
Chiudi

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.