Quotazioni moto&scooter

Cerca

Seguici con

Tutto ciò che serve per muoversi agilmente in città: dalle biciclette elettriche agli scooter, dai monopattini ai mezzi in sharing. Dueruote e Quattroruote uniscono le proprie competenze per offrire una guida alla mobilità urbana nell’era post-Covid.

Vai allo speciale
Urban Mobility

Trek District+ 4: nata per la città

foto Marcello Mannoni© Marco Boni il 23/06/2022 in Urban Mobility
Trek District+ 4: nata per la città
Chiudi

Semplice ed elegante, la Trek District+ 4 è l’e-bike adatta alla città grazie alla trasmissione interna che necessita poca manutenzione e al motore Bosch che rende il commuting rapido. In vendita a 3.279 euro

La District+4 di Trek è un mezzo ideale per il commuting urbano. Il look è quello di una bici da passeggio, ma il suo motore Bosch la rende scattante e comoda in città in particolare se ci sono da affrontare delle salite. Dotata di tutti gli accessori utili per la città, girare con questa Trek è davvero piacevole, ma prima di vedere come va scopriamo com’è fatta.

Trek District+ 4: nata per la città

Il motore Bosch da 50 Nm è un ottimo compromesso tra autonomia e coppia. La forza è sufficiente a viaggiare svelti sulle piste ciclabili e affrontare le salite delle città

Motore dalla giusta coppia

Come molti modelli della gamma Trek anche la District+4 adotta il sistema elettronico Bosch. La scelta dell'Active Line da 50 Nm per un'e-bike da città è l'ideale: è sufficiente per affrontare le salite più ripide e la minor potenza, rispetto a modelli con motori più performanti, consente di risparmiare sulla carica della batteria. Quest'ultima è selezionabile all’acquisto tra i modelli Powerpack 300 Wh, 400 Wh e 500 Wh, che garantiscono rispettivamente circa 50, 70 e 85 km di autonomia in utilizzo urbano. Montato sotto il portapacchi posteriore, l’accumulatore è estraibile per trasportarlo in uno zaino o per la ricarica che richiede dalle 2,5 alle 4,5 h a seconda del modello. La batteria montata dietro inoltre ha permesso di mantenere snello il telaio in alluminio.

Come comando è stato scelto il Bosch Intuvia, con schermo al centro del manubrio. Il display ben dimensionato mostra tutti i dati di viaggio chiaramente e per modificare le modalità di assistenza basta agire sulla pulsantiera sulla manopola sinistra.

Trek District+ 4: nata per la città

Facile e comoda

La District+4 sembra una muscolare da passeggio e la sensazione in sella è proprio quella. Il comfort è massimo; schiena eretta, braccia non troppo allungate e il manubrio alla olandese, regolabile in altezza e lunghezza, consentono il massimo della praticità durante la guida mantenendo tutto il corpo rilassato. Inoltre, il reggisella ammortizzato abbinato a una sella ergonomica e imbottita mantengono alta la sensazione di comodità anche negli spostamenti più lunghi. 

Trek District+ 4: nata per la città

L'elevato comfort della District+4 si mantiene anche nei tragitti più lunghi. Il mix di reggisella, forcella e sella riduce al minimo le vibrazioni su strade sconnesse

La prova

Siamo a Milano, il vero habitat della Trek Distrcit+4, per testare a pieno l’e-bike nell’ambito del commuting.
L’e-bike è intuitiva già dalla prima pedalata; per l’accensione si utilizza il pulsante sul display Intuvia e si è pronti a partire. Il motore è perfetto per la città, è fluido e accompagna bene sia sul piano che in salita senza mai strattonare. I 4 livelli di assistenza sono ben spalmati su tutta la potenza e consentono di avere la giusta spinta per ogni occasione oppure per risparmiare energia sulle piane piste ciclabili.

Anche la ciclistica svolge bene il suo lavoro: la sospensione anteriore riesce ad assorbire bene le asperità del terreno riducendo a zero le vibrazioni sul manubrio e qualche urto sulle buche risulta meno violento. Non si può dire lo stesso sul pavé, a causa dell’escursione contenuta, i passaggi risultano abbastanza fastidiosi e nemmeno il reggisella riesce ad attutire bene.
Ottime le gomme Bontrager che con il loro spessore e una curvatura lineare tengono bene in curva, facendo arrivare al rider un’elevata sensazione di sicurezza e allo stesso tempo risultano scorrevoli sui rettilinei riducendo la fatica. Parlando sempre di sicurezza, la Trek District+4 è frenata dall’impianto idraulico a disco Shimano MT200, che con dischi da 160 mm consente sempre il massimo controllo in mezzo al traffico e non esita in caso di emergenza.

La trasmissione è un punto forte; si tratta di un cambio al mozzo Shimano Nexus a 7 velocità con collegamento a cinghia. Una soluzione che riduce di molto la manutenzione ordinaria e aiuta il rider con la possibilità di poter cambiare rapporto anche da fermo. Le 7 velocità hanno un range ben studiato per tutte le situazioni, sia urbane che no. L'unico vantaggio che si perde con i cambi al mozzo però, per come sono costruiti rispetto ai deragliatori, è la possibilità di cambiare durante la pedalata: per meglio dire, l'effetto "frizione" in questo caso deve essere molto accentuato, quasi bisogna smettere un attimo di pedalare, perciò è meglio prepararsi prima per una salita.

Anche uscire dalla città è divertente. La District+4 è un'affidabile compagna per un giro nel weekend e l’esperienza rimane piacevole grazie alla facilità di guida e alla scorrevolezza delle gomme. Facendo un test misto abbiamo potuto testare l’autonomia della Powerpack 500 Wh che effettivamente si aggira intorno ai 75/80 km. Un buon risultato e senza carica si continua a pedalare senza troppa fatica nonostante il peso di circa 24 kg.

Trek District+ 4: nata per la città

Dotazione per la città

La Trek District+4 è dotata di tutti i componenti studiati per il commuting urbano a partire dall’ampio portapacchi con portata massima di 25 kg (fornito di serie di elastici per assicurare il carico), ai telaietti laterali utili per agganciare le borse da bici. 

I parafanghi in alluminio sono molto robusti, tendono solo a fare un po’ rumore quando si passa sulla ghiaia ma nulla di fastidioso. Per aumentare la durata ed evitare di sporcarsi la cinghia è stata completamente coperta con un carter.
L’impianto luci è di serie: il faro è integrato nel parafango anteriore, mentre al posteriore le luci sono montate sul portapacchi.

Sulla ruota posteriore è montato un lucchetto ruota, comodo per le soste brevi.

Non manca il cavalletto laterale, questo si trova all’altezza del mozzo posteriore consente facili manovre di parcheggio senza intralciare gambe e pedali.

Trek District+ 4: nata per la città

Prezzo e considerazioni

La Trek District+4 è disponibili tramite rivenditori Trek visualizzabili sul sito trekbikes.com. Disponibile nelle taglie M, L e XL e nell’unica colorazione nera, l’e-bike è acquistabile rispettivamente a 2.879, 3.079 e 3.279 euro a seconda della scelta tra le batterie da 300 Wh, 400 Wh e 500 Wh.

La District+4 è un’e-bike pensata proprio per la città. Estetica, componenti e comfort sono in pieno stile urban, inoltre la poca manutenzione di cui necessita, rende il commuting davvero semplice e divertente. Il prezzo non è dei più alti considerando la qualità di assemblaggio e produzione e del sistema elettronico Bosch. Quest’e-bike è quindi un buon compromesso: mantiene le caratteristiche che si apprezzano sulle classiche muscolari ma offre in più la spinta del propulsore che rende tutti gli spostamenti più facili e meno faticosi.


Pregi

Praticità

Facilità di guida

Difetti

Comfort su pavé

Scheda tecnica Trek District+4

Batteria

Bosch Powerpack

Valore energetico: 300/400/500Wh

Capacità nominale: 8,3/11,11/14Ah

Tensione: 36V

Autonomia max: 50/70/85km

Ricaricabile estraendola dall’alloggio oppure con collegamento sulla batteria

Tempo di ricarica: 2,5/3,5/4,5 ore

Peso: -

Motore

Bosch Active Line

Potenza: 250W

Coppia: 50Nm

Velocità max: 25km/h

4 livelli di assistenza

Installato all’altezza dei pedali

Comando: Bosch Intuvia

Ciclistica

Telaio: Alluminio

Cambio: Shimano Nexus 7-speed

Pneumatici: Bontrager E6 Hard-Case Lite

Forcella: Forklight 3.0 with integrated 50LUX lighting

Reggisella: Comfort suspension, 31.6mm

Freni: Shimano MT200, a disco idraulici 160mm

Taglie: M, L, XL

Peso: 23 kg senza batteria

Trek District+ 4: nata per la città
Trek District+ 4: nata per la città
Trek District+ 4: nata per la città
Trek District+ 4: nata per la città
Trek District+ 4: nata per la città
Trek District+ 4: nata per la città
Trek District+ 4: nata per la città
Trek District+ 4: nata per la città
Trek District+ 4: nata per la città
Trek District+ 4: nata per la città
Trek District+ 4: nata per la città
Trek District+ 4: nata per la città
Trek District+ 4: nata per la città
Trek District+ 4: nata per la città
Trek District+ 4: nata per la città
Trek District+ 4: nata per la città
Trek District+ 4: nata per la città
Trek District+ 4: nata per la città
Trek District+ 4: nata per la città
Trek District+ 4: nata per la città
Trek District+ 4: nata per la città
Trek District+ 4: nata per la città
Trek District+ 4: nata per la città
Trek District+ 4: nata per la città
Trek District+ 4: nata per la città
Trek District+ 4: nata per la città
Trek District+ 4: nata per la città
Trek District+ 4: nata per la città
Trek District+ 4: nata per la città
Trek District+ 4: nata per la città
Trek District+ 4: nata per la città
Trek District+ 4: nata per la città
Trek District+ 4: nata per la città
Trek District+ 4: nata per la città
Trek District+ 4: nata per la città
Trek District+ 4: nata per la città

Tutto ciò che serve per muoversi agilmente in città: dalle biciclette elettriche agli scooter, dai monopattini ai mezzi in sharing. Dueruote e Quattroruote uniscono le proprie competenze per offrire una guida alla mobilità urbana nell’era post-Covid.

Torna allo speciale

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.