Quotazioni moto&scooter

Cerca

Seguici con

Anteprime

WOW 775: la PROVA!

Stefano  Borzacchiello
Stefano Borzacchiello foto Max Serra© il 04/05/2022 in Anteprime
WOW 775: la PROVA!
Chiudi

Il WOW 775 è silenzioso come tutti gli elettrici, ma con il suo stile fa “rumore” e in città ha tutte le carte in regola per essere un’alternativa interessante

WOW 775: la PROVA!

WOW 775

In vendita a partire da 5.710 euro c.i.m.

Gli scooter elettrici sono tutti silenziosi... ma alcuni riescono comunque a far voltare le testa al loro passaggio, quando il loro design rompe gli schemi classici. Un chiaro esempio è lo scooter elettrico WOW 775, sviluppato e progettato in Italia dalla startup lombarda WOW: un mezzo che con le sue forme tese e squadrate cattura l’attenzione ad ogni semaforo. Forma e sostanza sono integrati e armonizzati, come dimostra l’originale posizione delle batterie sistemate ai lati della sella del passeggero, e protette da solide valigie in alluminio. Le due batterie sono così facilmente estraibili, per permettere di trasportarle ovunque e di ricaricarle in casa o in ufficio grazie alla base di ricarica disponibile come optional. Il peso è contenuto in 9 kg per unità. In alternativa, si possono lasciare montate e collegare il caricatore direttamente allo scooter.

WOW 775: la PROVA!

le Batterie, inserite all’interno delle valigie laterali in alluminio, sono estraibili per ricaricarle ovunque

Questa scelta stilistico-funzionale ha permesso di aumentare la capacità di carico: il vano sottosella, a cui si accede alzando la seduta del pilota è ampio (50 litri) e profondo, tanto da consentire di sistemarci il casco jet, il caricabatterie esterno e qualche altro oggetto. Restando in tema praticità la pedana è piatta, spaziosa e consente di trasportare in mezzo alle gambe uno zaino fissandolo al gancio portaborse. Di serie anche un piccolo portapacchi, nel quale sono integrate le maniglie del passeggero e gli indicatori di direzione. Nella dotazione c’è anche la presa USB nel retroscudo, a cui collegare lo smartphone che si può inserire nella profonda tasca da cui è sì facilmente accessibile, ma anche poco stabile nel caso si passi su un fondo accidentato.

WOW 775: la PROVA!

WOW 775: la prova

Niente chiavi sul WOW 775: c’è la smart-key. Dal piccolo telecomando si attiva lo scooter ed è sufficiente girare la manopolina del commutatore per essere pronti a partire. Non ci sono altri tasti da premere. Sempre dal telecomando si sblocca anche il sistema che sgancia il sellino del passeggero, che va rimosso per consentire di sfilare le batterie ed evitarne... il furto.

In sella al WOW lo spazio è più che adeguato ai piloti di tutte le taglie: la pedana è ampia, la seduta è ben dimensionata e il manubrio largo si impugna bene. Comodi da raggiungere i pulsanti che, tuttavia hanno un aspetto un po’ datato su uno scooter che nasce come innovativo; manca poi la possibilità di navigare e gestire dal manubrio le informazioni della strumentazione.

Facile e intuitivo, il WOW 775 è spinto da un motore elettrico brushless montato centralmente, abbinato ad una silenziosa trasmissione a cinghia dentata. Tre le modalità di guida, impostabili dal manubrio: la prima, la Eco, si rivela adatta per affrontare la vie del centro anche per la velocità limitata a 45 Km/h; con la seconda, la City aumentano le prestazioni, e si arriva a 75 Km/h indicati; con la terza, la Sport, utile anche da impostare anche per affrontare un sorpasso, si arriva a sfiorare i 90 Km/h.

WOW 775: la PROVA!

Nel traffico quello che colpisce del WOW è il suo spunto in partenza con qualsiasi modalità inserita, grazie anche alla prontezza della trasmissione; notevole poi la silenziosità di motore e trasmissione. Anche con la modalità meno potente, al semaforo è scattante e nel traffico del centro non si sente quasi la necessità di usare le altre due mappe, questo a vantaggio di aumentare l’autonomia. La carica residua delle batterie è sempre visualizzata sulla strumentazione digitale, manca però un indicatore dei km residui e questo è un limite per poter pianificare un trasferimento imprevisto nel corso della giornata senza correre il rischio di rimanere a piedi.

WOW 775: la PROVA!

L’alternativo

Stabile grazie all’interasse di 1.437 mm e alle ruote alte - entrambe da 16” con pneumatici ben dimensionati - il WOW 775 trasmette una bella sensazione di sicurezza alla guida. È ben bilanciato e questo consente di gestirlo con facilità nei passaggi nel traffico. Non ha l’ABS, ma i freni con CBS si rivelano pronti, pur non avendo un grande mordente. C’è poi da dire che in poco tempo si impara a sfruttare anche la frenata rigenerativa che, grazie al pulsantino sul manubrio, calcolando bene gli spazi di frenata consente un utilizzo ridotto dei freni e trasforma l’80% dell’energia cinetica in ricarica della batteria.

Rapido nelle svolte e svelto nei cambi di direzione, il WOW 775 ha una forcella ben sostenuta al pari del mono che mostra il fianco solo sulle sconnessioni più marcate. Lato comfort la protezione offerta dallo scudo è più che buona, mentre il contributo del piccolo parabrezza è impercettibile. Anche il passeggero ha una porzione più che dignitosa, comode pedane estraibili, le maniglie alla giusta distanza e le batterie ai lati, non infastidiscono.

WOW 775: la PROVA!

L'autonomia e il prezzo

Venendo ai consumi, l’autonomia dichiarata è di circa 95 km con mappa City. Le batterie lavorano insieme, e nel nostro test con un utilizzo misto delle tre mappe sulle strade di Milano siamo arrivati a percorrerne circa 65 km, un discreto traguardo nell’ambito degli spostamenti urbani. Certo come per altri scooter elettrici va messa in conto la difficoltà nell’affrontare un imprevisto considerando che poi per una ricarica completa ci vogliono circa 4 ore.

In conclusione, in città il WOW ha le carte in regola per essere un’alternativa a un classico scooter 125 a ruote alte: dalla sua ha le prestazioni, le batterie estraibili e un peso che consente di gestirlo senza difficoltà nelle operazioni di parcheggio in cui volendo si può sfruttare il pulsantino della retromarcia.

Il WOW 775 è in vendita a partire da 5.710 euro c.i.m. un prezzo superiore ai bestseller 125 ma che si riduce grazie agli incentivi, e lo pone quindi come una soluzione interessante nel panorama degli scooter elettrici in particolare... per chi cerca un mezzo con cui non passare inosservato fra un semaforo e l’altro.

WOW 775: la PROVA!

Il wow 775 è disponibile nei colori nero, bianco o grigio a 5.710 euro c.im. e nelle varianti blu elettrico, verde petrolio o antracite a 5.860 euro c.i.m.

WOW 775: la PROVA!
Il radar
Il WOW 775 (omologato L3e) colpisce per il design, si fa apprezzare per la posizione di guida, per le soluzioni originali e per le prestazioni del suo motore che consente partenze scattanti e di viaggiare rapidi per le vie della città senza rimpiangere un ruote alte 125 di pari cilindrata con cui se la gioca per quanto riguarda la guida, ma rispetto a cui, nonostante la buona autonomia in ambito urbano, è sempre un po’ penalizzato qualora si abbia un fuoriprogramma inatteso e non il tempo di caricare lo scooter. Molto buona la capacità di carico: le batterie estraibili posizionate lateralmente consentono di aver un sottosella più spazioso della media. Il suo prezzo lo pone nella fascia medio-alta del segmento a giocarsela con Seat MÓ125, ME 6.0, NIU NQi GT e Askoll eS3.
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
WOW 775: la PROVA!
 
WOW
WOW 775 Plus (42Ah)

Motore

0 cilindri

Telaio

Monotrave

Sospensione anteriore

Forcella telescopica

Sospensione post./regolazioni

Forcellone

Pneumatico ant./post.

100/80 R16 50P-16";120/80 R16 60P-16"

Freno ant./post.

Disco da 220 mm ; Disco da 220 mm

Interasse

1.437 mm

Lunghezza

2.056 mm

Larghezza

729 mm

Altezza sella

785 mm

Peso in ordine di marcia

113 kg

Potenza max/giri

5 kW (7 CV)

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.

  • Utente_3971822711
    non ho capito una cosa, con la frase "Le batterie lavorano insieme" si intende che devono avere medesima carica residua? E quindi devono essere sempre ricaricate assieme? Visto che una batteria pesa 9 kg, si può portare in ufficio una batteria al giorno e ricaricarle alternatamente?
  • multimarco
    Il problema è sempre quello con questi nuovi mezzi elettrici ,la lentezza di ricarica ,un problema anche automobilistico che non esiste "solo" se abiti a fianco di un supercharger

Correlate

Annunci usato