Quotazioni moto&scooter

Cerca

Seguici con



Anteprime

Anteprima mondiale: Aprilia Tuono 660, la PROVA!

foto Massimo Di Trapani©, Thomas Maccabelli© Stefano Gaeta il 12/02/2021 in Anteprime
Anteprima mondiale: Aprilia Tuono 660, la PROVA!
Chiudi

Lei non ha paura di nessuno, perché ha un manubrio largo, una ciclistica a punto, un bicilindrico frizzante. È la ricetta perfetta per far assaporare al suo pilota il gusto pieno della guida

Nella puntata 55 di DueruoteTG abbiamo provato la nuova Aprilia Tuono 660 e vi spieghiamo perché questa naked è pronta per diventare il riferimento della categoria. Dopo le prova vediamo da vicino le futuristiche scarpe TCX Ikasu e scopriamo quali sono state le moto (e gli scooter) più venduti in Europa nel 2020

Poco più di 200 km separano Milano da Noale. Due ore d’auto nelle quali non possiamo non ripensare all’ultima volta che eravamo stati al quartier generale Aprilia, pochi mesi fa, per l’esaltante presa di contatto con la RS 660. E non solo per quello, perché – ora ve lo possiamo confessare – poco prima di rientrare verso casa ci avevano fatto promettere che, se avessimo mantenuto un rigoroso silenzio, avremmo potuto dare una sbirciata al prototipo quasi definitivo della Tuono 660. Così ci venne immediata l’acquolina in bocca, al solo pensiero di poter metterle presto sopra le mani. O il sedere, forse è meglio.

Anteprima mondiale: Aprilia Tuono 660, la PROVA!

Aprilia Tuono 660

 In vendita a 10.750 euro c.i.m.

Con la RS e la Tuono 660 in Aprilia hanno ritrovato quell’entusiasmo di spirito che si rifletteva, in maniera inevitabile, sulle qualità dinamiche delle loro moto di piccola cilindrata negli anni 80/90

L'attesa è finita

Quel momento è arrivato: quindi a noi due, piccola monella. Com’è fatta ve lo abbiamo già raccontato in modo approfondito. Non vi annoieremo con le ripetizioni, ma prima di dar fuoco alle polveri del bicilindrico frontemarcia da 95 CV a 10.500 giri è d’obbligo qualche rapida precisazione. Con la Tuono 660 Aprilia entra (o per meglio dire rientra) nel segmento delle naked di media cilindrata: ma lo fa con un prodotto che non ha, di fatto, concorrenti dirette. Naturalmente il risultato della Tuono non è arrivato solo mettendo un manubrio alto alla RS 660. Per aumentare il feeling del pilota nella guida su strada e renderla ancora più facile e immediata, sono arrivate significative modifiche a livello di ciclistica, dal fissaggio del motore nel telaio alle quote dell’avantreno. Il risultato è quindi una moto intuitiva, equilibrata oltre ogni ragionevole immaginazione ma, allo stesso tempo, performante ed estremamente efficace.

Anteprima mondiale: Aprilia Tuono 660, la PROVA!

NELLO SVILUPPO DELLA TUONO, IN APRILIA, HANNO MESSO AL CENTRO LA GUIDA. STOP. FOCUS ON RIDE

Prova a prendermi

Fatta questa premessa, infiliamo la chiave nel quadro e ci prepariamo a godere del suono del “baby V4”. Sì, lo sappiamo: qui i cilindri sono due, e in linea per giunta. Ma il gruppo termico della 660 si può definire in modo dozzinale una “bancata del V4”. E la fasatura degli scoppi è a 270°. Messo tutto insieme, questo twin riesce ad avere una voce simile a quella del leggendario parente. E come antipasto, naturalmente, ci piace moltissimo.

Anteprima mondiale: Aprilia Tuono 660, la PROVA!

Ma concentriamoci sulla posizione in sella, la differenza più macroscopica rispetto alla RS: manubrio aperto il giusto che, abbinato all’altezza sella, regala una corretta postura per il busto, mentre le pedane impongono un naturale grado di flessione alle ginocchia (chi scrive è alto poco più di 170 cm).

L’esemplare a nostra disposizione è dotato della piattaforma inerziale a sei assi (optional), alla quale viene abbinato il quick shifter. Muoviamo i primi metri, lasciandoci alle spalle lo stabilimento di Noale. Siamo guidati da un paio di figure mitologiche per la Casa veneta, i collaudatori che hanno seguito tutto il progetto 660. La Tuono è stretta tra le gambe e il peso ridotto – 183 kg in ordine di marcia – la rendono facile da gestire anche a bassa velocità. Procedendo al piccolo trotto tutto funziona già alla perfezione, con la risposta del ride-by-wire così a punto che sembra di avere le mani sul pneumatico posteriore. Anche cambiando rapporto a un basso numero di giri la resa del cambio elettronico non presta il fianco a critiche.

Anteprima mondiale: Aprilia Tuono 660, la PROVA!
Anteprima mondiale: Aprilia Tuono 660, la PROVA!

Le sospensioni pluriregolabili KYB regalano una risposta molto simile a quella che avevamo trovato sulla RS (anche se il settaggio è ovviamente dedicato alla Tuono), con un’incredibile capacità di assorbire ogni asperità senza risultare “molli” quando si viene presi dalla voglia di alzare il ritmo. La strada si “apre” e la Tuono ci fa capire di essere pronta a farci divertire. Più alziamo il ritmo e tutto sembra trovare - ancora di più - la giusta collocazione, ogni singolo componente pare iniziare a dare il massimo.

Il motore ha un passaggio ai medi privo di incertezze, una “bella schiena” come si dice in gergo. Ti spinge fuori dalle curve con veemenza ed è un piacere sentire la manopola del gas andare a fondo corsa senza essere presi dai patemi che le potenze stratosferiche degli ultimi anni tendono a regalarci. Qui c’è “soltanto” una spinta sempre pronta, grazie anche alla scelta di una rapportatura un po’ più corta rispetto a quella della RS 660. Il twin veneto non disdegna però di allungare fino all’intervento del limitatore, che anzi arriva quando, a sensazione, lui avrebbe ancora qualche cosa da dire.

Anteprima mondiale: Aprilia Tuono 660, la PROVA!

95 CV BASTANO (E AVANZANO) PER DIVERTIRSI, SOPRATTUTTO SE LA CICLISTICA È QUELLA DELLA TUONO 660

Una reattività sorprendente

Come su tutte le Aprilia del terzo millennio, l’elettronica gioca un ruolo fondamentale nella resa della Tuono. Le ampie possibilità di regolazione permettono al pilota di modellarsi le risposte della moto davvero in base ai propri gusti. I setting preimpostati dei riding mode (tre dedicati alla strada e due alla guida in circuito) agevolano le cose all’utente che deve quindi limitarsi a scegliere quello più indicato al percorso che sta affrontando.

Stupisce quanto siano reattive le risposte della Tuono ad ogni indicazione del suo pilota, rimanendo sempre molto neutra e davvero mai nervosa. Anche quando, volontariamente, andiamo a cercare qualche reazione scomposta nei cambi di direzione più repentini. “Tutto qui quello che sai fare, uomo?”, sembra volerci dire la Tuono. L’ingresso in curva è di una precisione assoluta, la tenuta della traiettoria è così puntuale che permette al pilota di concentrarsi solo sulla curva successiva. E quando capita di battezzare male il raggio di una curva che, magari, chiude all’ultimo, la Tuono si accontenta di uno spostamento un po’ più accentuato del busto per accompagnarci a chiudere la svolta. Efficacia assoluta. A fronte, tra l’altro, di un davvero ridotto impegno psico-fisico.

Anteprima mondiale: Aprilia Tuono 660, la PROVA!

Il 660 è un motore dalle grandi prestazioni; essendo destinato a un’ampia famiglia di moto, comunque, non è un twin “tirato

Non è una naked, è una Tuono!

Siamo convinti che la Tuono 660, nelle mani giuste e su un percorso guidato, sia in grado di mostrare il codino a moto dalle prestazioni ben più elevate. Difetti? Difficile trovarne qualcuno. Ci sarebbe piaciuto un primo attacco della frenata un filo meno aggressivo, vista la destinazione in primis stradale della Tuono. E la qualità di alcune plastiche, pur se di buona fattura, non ci ha proprio fatto gridare WOW.

Sportiva ma fruibile, performante ma alla portata di molti, la Tuono 660 è in vendita a 10.750 euro c.i.m. e va quindi a sgomitare in una fascia di prezzo dove i suoi valori - il piacere di guida puro e le prestazioni sfruttabili - sono obiettivi condivisi da alcune apprezzate colleghe, anche di cilindrata superiore.

Ma lei, la Tuono 660, non ha paura di nessuno, soprattutto in virtù della sua unicità: è diversa da tutte, anche nel design. Più che una naked, si può definire una sportiva con meno sovrastrutture: cupolino minimal affusolato, ali aerodinamiche studiate in galleria del vento per indirizzare aria fresca verso le gambe del pilota, codino sfuggente. Lei non è una naked, lei è una Tuono.

Anteprima mondiale: Aprilia Tuono 660, la PROVA!
Il radar

Giotto. Così potremmo definire l’Aprilia Tuono 660, una moto capace di disegnare un cerchio quasi perfetto sul nostro radar. Questo tipo di diagramma è molto semplice: più la linea rossa segue in maniera uniforme e senza sbalzi la circonferenza più esterna del cerchio, più la moto è omogenea in ogni comparto. Raramente ci si imbatte in una geometria così “pulita”, ma la Tuono 660 ha strappato votazioni altissime in tutte le aree, al top in quelle che interessano la guida e la meccanica. È la dinamica di guida a sconvolgere, a renderla un benchmark nella categoria delle naked di media cilindrata. Un benchmark sia perché tecnicamente è affinata in ogni comparto - dall’elettronica al motore, dalle sospensioni alla trasmissione - sia perché i fornitori della componentistica - Pirelli, KYB, Brembo - sono tutti di prima fascia. Una moto elettrizzante e che in sella - a livello di ergonomia - non si rivela mai ostica. Anche il codino non disdegna l’eventualità di caricare un passeggero in maniera accettabile. La curva del grafico flette un po’ alla voce qualità per qualche finitura delle plastiche non verniciate (quelle nere per capirci) e per qualche dettaglio che poteva essere curato meglio, come le viti di fissaggio del cupolino.

 

Pregi e difetti

Pregi

Guida

Prestazioni sfruttabili

Difetti

Finiture migliorabili

Dati tecnici

Motore
2 cilindri frontemarcia, 659 cc
AlesaggioXcorsa 81x63,9 mm
Raffreddamento a liquido
Rapporto di compressione 13,5:1
Distribuzione bialbero
Comando a catena
4 valvole per cilindro
Iniezione elettronica
2 corpi farfallati RbW da 48 mm
Trasmissione

Finale a catena (17/43)
Frizione multidisco in bagno d’olio
Comando meccanico
Sistema antisaltellamento
Cambio a 6 rapporti
Quickshifter bidirezionale (optional)

Controlli elettronici
gestibili dal pilota

5 riding mode (3 per la strada, 2 per la pista)
3 mappe motore
Controllo trazione 8 posizioni + off
Freno motore 3 posizioni
Wheelie control + off
Cruise control
ABS Cornering (optional) 3 mappe + off posteriore
Pit limiter (optional)

Ciclistica

Telaio perimetrale in alluminio
Inclinazione cannotto di sterzo 24,1°
Avancorsa 104,7 mm
Forcella upside down da 41 mm
Regolaz. precarico, compressione e ritorno
Forcellone in alluminio
Monoammortizzatore senza leveraggio
Regolaz. precarico, compressione e ritorno
Escursione 110/130 mm

Freni

Ant. 2 dischi da 320 mm
Pinze Brembo radiali a 4 pistoncini
Post. disco da 220 mm
Pinza Brembo a 2 pistoncini
ABS multimappa (cornering optional)

Pneumatici

Ant. 120/70-ZR17
Post. 180/55-ZR17

Anteprima mondiale: Aprilia Tuono 660, la PROVA!
Anteprima mondiale: Aprilia Tuono 660, la PROVA!
Anteprima mondiale: Aprilia Tuono 660, la PROVA!
Anteprima mondiale: Aprilia Tuono 660, la PROVA!
Anteprima mondiale: Aprilia Tuono 660, la PROVA!
Anteprima mondiale: Aprilia Tuono 660, la PROVA!
Anteprima mondiale: Aprilia Tuono 660, la PROVA!
Anteprima mondiale: Aprilia Tuono 660, la PROVA!
Anteprima mondiale: Aprilia Tuono 660, la PROVA!
Anteprima mondiale: Aprilia Tuono 660, la PROVA!
Anteprima mondiale: Aprilia Tuono 660, la PROVA!
Anteprima mondiale: Aprilia Tuono 660, la PROVA!
Anteprima mondiale: Aprilia Tuono 660, la PROVA!
Anteprima mondiale: Aprilia Tuono 660, la PROVA!
Anteprima mondiale: Aprilia Tuono 660, la PROVA!
Anteprima mondiale: Aprilia Tuono 660, la PROVA!
Anteprima mondiale: Aprilia Tuono 660, la PROVA!
Anteprima mondiale: Aprilia Tuono 660, la PROVA!
Anteprima mondiale: Aprilia Tuono 660, la PROVA!
Anteprima mondiale: Aprilia Tuono 660, la PROVA!
Anteprima mondiale: Aprilia Tuono 660, la PROVA!
Anteprima mondiale: Aprilia Tuono 660, la PROVA!
Anteprima mondiale: Aprilia Tuono 660, la PROVA!
Anteprima mondiale: Aprilia Tuono 660, la PROVA!
Anteprima mondiale: Aprilia Tuono 660, la PROVA!
Anteprima mondiale: Aprilia Tuono 660, la PROVA!
Anteprima mondiale: Aprilia Tuono 660, la PROVA!
Anteprima mondiale: Aprilia Tuono 660, la PROVA!
Anteprima mondiale: Aprilia Tuono 660, la PROVA!
Anteprima mondiale: Aprilia Tuono 660, la PROVA!
Anteprima mondiale: Aprilia Tuono 660, la PROVA!
Anteprima mondiale: Aprilia Tuono 660, la PROVA!
Anteprima mondiale: Aprilia Tuono 660, la PROVA!
Anteprima mondiale: Aprilia Tuono 660, la PROVA!
Anteprima mondiale: Aprilia Tuono 660, la PROVA!
Anteprima mondiale: Aprilia Tuono 660, la PROVA!
Anteprima mondiale: Aprilia Tuono 660, la PROVA!
Anteprima mondiale: Aprilia Tuono 660, la PROVA!
Anteprima mondiale: Aprilia Tuono 660, la PROVA!
Anteprima mondiale: Aprilia Tuono 660, la PROVA!
Anteprima mondiale: Aprilia Tuono 660, la PROVA!
Anteprima mondiale: Aprilia Tuono 660, la PROVA!
Anteprima mondiale: Aprilia Tuono 660, la PROVA!
Anteprima mondiale: Aprilia Tuono 660, la PROVA!
Anteprima mondiale: Aprilia Tuono 660, la PROVA!
Anteprima mondiale: Aprilia Tuono 660, la PROVA!
Anteprima mondiale: Aprilia Tuono 660, la PROVA!
Anteprima mondiale: Aprilia Tuono 660, la PROVA!
Anteprima mondiale: Aprilia Tuono 660, la PROVA!
Anteprima mondiale: Aprilia Tuono 660, la PROVA!
Anteprima mondiale: Aprilia Tuono 660, la PROVA!
Anteprima mondiale: Aprilia Tuono 660, la PROVA!
Anteprima mondiale: Aprilia Tuono 660, la PROVA!
Anteprima mondiale: Aprilia Tuono 660, la PROVA!
Anteprima mondiale: Aprilia Tuono 660, la PROVA!
Anteprima mondiale: Aprilia Tuono 660, la PROVA!
Anteprima mondiale: Aprilia Tuono 660, la PROVA!
Anteprima mondiale: Aprilia Tuono 660, la PROVA!

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.

Correlate

Annunci usato