Cerca

Seguici con

Anteprime

BMW R 1250 GS

Cristian Lancellotti il 20/09/2018 in Anteprime

In diretta dalla presentazione a Faro in Portogallo appena scesi dalla nuova R 1250 GS, vi raccontiamo le nostre prime impressioni di guida della nuova crossover tedesca

BMW R 1250 GS
Chiudi

Ero certo che il GS 1200 fosse impossibile da migliorare. Ed è con questa convinzione che sono salito sul 1250. Tra l’altro anche sulla carta i numeri del cambiamento per la nuova BMW R 1250 GS non erano poi così significativi: qualche CV in più (11) e una curva di coppia appena più corposa (143 Nm a 6.250 giri, contro i 125 a 6.500 di prima). Due le versioni provate: la HP e la standard.

La prima con tassello e sospensioni Sport (quelle 20 mm più lunghe) per affrontare un centinaio di km in fuoristrada, la seconda nella veste più pura per spremerla su 150 km di tornanti e allunghi. Non mi dilungo... Ci sono riusciti, sembra uguale ma è quasi un’altra moto (le novità della nuova R 1250 GS le potete leggere qui!).

Come si guida la nuova BMW R 1250 GS

Il carattere resta più o meno lo stesso, resta il magico equilibrio, restano l'agilità e le altre doti dinamiche, ma la R 1250 GS fa meglio tutto quello che faceva prima. Più coppia già a 1.500 giri che ti permette di passeggiare con qualsiasi marcia, ma quando giri il gas fino in fondo ecco che l’albero a camme si sposta (è la fasatura variabile, la grande novità di quest’ultimo boxer) e ti spinge via in un allungo senza fine. Dai 5.000 giri in poi si avverte anche la botta dei cavalli in più, ma senza incertezze o imbarazzi. Questa nuova configurazione sposta la GS su un piano che la concorrenza per ora può solo ammirare da lontano. E a chi dice che 136 cavalli sono pochi, rispondo: “Provatela”. Non ne vorrete uno di più.

Display TFT di serie su tutte e tanti controlli elettronici che regalano anche un guida super rilassata. Di default ci sono l’Hill Start Control, l’ASC e due modalità di guida, ma andando a scorrere la lista degli optional si trovano il Dynamic Traction Control, le modalità di guida Pro e l’ABS Pro, il cambio elettroassistito, le sospensioni con controllo elettronico Dynamic ESA Next Generation... e molto altro ancora. Come per la 1200, lasciandosi prendere la mano con gli optional è un attimo volare oltre i 20.000 euro. E a proposito di prezzi, la versione costa 17.850 euro chiavi in mano. La 1250 costa di più, è vero. Ma l’aumento (900 euro per la standard) è assolutamente giustificato.

BMW R 1250 GS
Chiudi

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.

Correlate

Annunci usato