Quotazioni moto&scooter

Cerca

Seguici con

Anteprime

Piaggio MP3 2018: evoluzione di un successo

Stefano Borzacchiello il 13/07/2018 in Anteprime

Aggiornato il look, migliorate le finiture, immutata la praticità. Debutta la nuova motorizzazione 350 da oltre 30 CV che affianca nella gamma il maxi 500 profondamente rinnovato. Di serie su entrambe le versioni ABS e controllo di trazione

Piaggio MP3 2018: evoluzione di un successo
Chiudi
Immediato e intuitivo, il rinnovato Piaggio MP3 si presenta in due motorizzazioni - la nuova 350 da oltre 30 CV e la 500 HPE da 44,2 CV (+14% rispetto alla precedente unità) - e si conferma un “prendi e vai”: uno scooter facile, comodo, più protettivo grazie al nuovo plex e sempre molto maneggevole. Un mezzo che trasmette tanta sicurezza in ogni condizione di aderenza dell’asfalto, grazie a quella ruota anteriore in più che fa sempre la differenza.

Cosa cambia

Confermata in toto la ciclistica, con la sospensione anteriore a quadrilatero articolato alto che resta il fiore all’occhiello, sul nuovo MP3 il look è stato aggiornato. Spiccano nel frontale la nuova griglia del radiatore e gli indicatori di direzione a led. La qualità costruttiva è sempre elevata, al pari delle verniciature.
La strumentazione, seppure classica, offre tutte le informazioni in modo chiaro e per navigare fra le varie voci del menu c’è un comodo pulsantino sul manubrio. Resta invariata la praticità, con il sottosella ampio in cui si riescono a sistemare due caschi integrali e una tuta antipioggia, mentre sopra la strumentazione è ricavato un altro vano protetto da uno sportellino, in cui è inserita di serie la presa USB, utile per caricare lo smartphone nei trasferimenti avendolo sempre a portata di mano.
Funzionale e facile da raggiungere il freno di stazionamento sistemato al centro dello scudo, così come il tappo del serbatoio inserito in mezzo al tunnel centrale e protetto da uno sportellino che si apre ruotando la chiave nel blocchetto di avviamento: in questo modo per le operazioni di rifornimento non serve scendere dallo scooter.

Di serie la piastra portapacchi su cui si può montare il bauletto. Chicca il telecomando con sistema “Bike Finder”, che viene fornito insieme alla chiave di avviamento e permette di aprire la sella e di accendere gli indicatori direzione a distanza, un modo utile per trovarlo in un parcheggio affollato.

A bordo del rinnovato tre ruote Piaggio, grazie alla corretta triangolazione sella manubrio e pedane ci si sente subito a proprio agio. La nuova seduta è più confortevole, solo lo spazio sulle pedane per via del tunnel centrale è un po’ limitato, in particolare sulla destra dove è presente il freno a pedale che attiva la frenata integrale (obbligatoria per l’omologazione L5e che consente di guidare l’MP3 con la sola patente auto).

La prova

La protezione dell’ampio parabrezza è efficace, ripara in parte anche le mani, e la sua altezza non interferisce mai con la visuale. Aumenta il comfort per il passeggero, con una seduta più bassa e nuove maniglie a cui appigliarsi, oltre al comodo schienalino a cui appoggiarsi.

Appena partiti, sull’MP3 ci si dimentica di avere una ruota in più all’anteriore e non serve abituarsi alla guida: con il tre ruote, viene tutto naturale. Nel corso del press test sulle trafficate strade di Parigi, città che vanta la più alta percentuale di tre ruote al mondo, il nuovo MP3 350 si rivela molto equilibrato e agile. Il suo motore da 30,6 CV, grazie alla trasmissione a punto e ben accordata, offre un’erogazione molto fluida; inoltre, essendo più leggero, il 350 è più svelto nel traffico rispetto al più performante MP3 500. Questo, forte del suo monocilindrico da 44,2 CV con acceleratore elettronico “Ride by Wire” multimappa, dalla sua ha il vantaggio di offrire un maggiore allungo su tangenziali e autostrade, ma nei continui chiudi-apri imposti dalla guida in città, ha una trasmissione che si rivela un po’ più brusca nelle ripartenze.

Scendendo dal 350 e salendo sul 500 i circa 20 kg in più si sentono più che altro nelle manovre alle basse andature e nei cambi di direzione, è per questo che il “tremmezzo” è da prediligere se lo si usa principalmente in città e per brevi trasferimenti in tangenziale. Che l’asfalto sia bagnato o asciutto, guidando l’MP3 non fa molta differenza: le due ruote anteriori tengono la traiettoria impostata senza scomporre l’assetto con il risultato che si raggiungono angoli di piega esagerati con molta disinvoltura. Il divertimento raddoppia se con l’MP3 si affronta un bel tratto misto lasciandosi il traffico della città alle spalle.

Convincono su entrambi la frenata e l’ABS a punto. Inoltre, si conferma preziosa la presenza dell’antipattinamento. Il sistema ASR, che sfrutta i sensori dell’ABS per monitorare la velocità di rotazione delle ruote, quando rileva lo slittamento della posteriore taglia la potenza in maniera decisa ma omogenea, evitando le perdite di aderenza.

Volendo il traction è comunque disinseribile premendo il pulsante nel retroscudo. Si apprezza il suo funzionamento sull’asfalto bagnato o sulle strisce pedonali, se infatti una volta poteva capitare che accelerando in curva l’MP3 potesse accennare una derapata, ora è praticamente impossibile che ciò accada.

I prezzi: due motori, tre versioni

Ci vogliono 8.799 euro chiavi in mano per il midi 350, mentre per il maxi 500 si parte dai 10.499 euro c.i.m. del Business (offerto di serie con il navigatore satellitare Tom Tom VIO montato al centro del manubrio e facilmente estraibile), e si sale a 10.899 euro c.i.m. per la versione 500 Sport con dischi freno dal profilo a margherita (montati anche sul 350), pedane con inserti in alluminio e nuovi ammortizzatori posteriori Kayaba a gas.

Conclusioni

Considerando il tre ruote come un invesitimento per la sicurezza e analizzando i prezzi dell’MP3, si nota come il 350 sia un po’ più caro dei “midi” a due ruote, mentre il 500 riesca a essere competitivo anche se paragonato con gli altri maxi.

Pregi e difetti


Pregi

Fluidità trasmissione (350)
Maneggevolezza (350)
Prestazioni (500)
Dotazione (500)

Difetti
Peso

Dati tecnici dichiarati

Piaggio MP3 500 HPE (mp3 350)
Motore
1 cilindro orizzontale, 493 cc
(330 cc), 32,5 kW - 44,2 CV a 7.750 giri
(22,5 kW - 30,6 CV a 8.500 giri) ,
47,5 Nm - 4,84 kgm a 5.500 giri
(29,0 Nm - 2,9 kgm a 6250 giri);
serbatoio 12 litri
Trasmissione
automatica con frizione centrifuga
Ciclistica
Telaio in tubi, sosp. ant. quadrilatero articolato, sosp. posteriore doppio ammortizzatore;
Pneumatici (Freni)
Ant.110/70-13”(doppio disco da 258 mm)
Post. 140/70-14”(disco da 240 mm)
Dimensioni (mm)
altezza sella 790 - interasse 1.540 (1.545) -
lunghezza 2.200 - larghezza 800 - peso n.d.

Dotazioni
freno stazionamento presente,
pedane passeggero estraibili, presa USB, cavalletto centrale, vano sottosella 2 caschi integrali di medie dimensioni, vano retroscudo 1, senza serratura

Colori disponibili
500 Business: bianco, nero, grigio opaco, blu opaco; 500 Sport: nero opaco, grigio opaco, verde opaco, bianco, grigio. 350: nero opaco, grigio opaco, verde opaco, bianco, grigio

Piaggio MP3 2018: evoluzione di un successo
Chiudi

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.

Correlate

Annunci usato