Quotazioni moto&scooter

Cerca

Seguici con

Anteprime

Yamaha TMAX: ancora più max!

di Stefano Borzacchiello il 02/02/2015 in Anteprime

Nuovo look, forcella a steli rovesciati, sistema di avviamento Smartkey, queste le novità principali dello scooter sportivo giapponese giunto alla quinta generazione. Già in vendita a partire 10.990 euro chiavi in mano

Yamaha TMAX: ancora più max!
Chiudi


Evoluzione, non rivoluzione. Ecco, il concetto su cui Yamaha ha lavorato per dar vita alla quinta generazione del TMAX. Un percorso che ha portato a migliorare, senza stravolgerlo, il mezzo che al suo debutto nel 2001 ha creato la categoria dei maxi sportivi. Segmento di cui il my 2015 ha le carte in regola per rimanerne il riferimento.
Sul nuovo TMAX il rinnovamento parte dal design: il nuovo gruppo ottico, oltre a essere posizionato più in alto rispetto al precedente, adotta luci completamente a LED, sia quelle di posizione che i due proiettori.

Il telaio, sempre in alluminio, non è stato oggetto di modifiche, ma arriva una nuova forcella a steli rovesciati da 41 mm (la precedente era tradizionale da 43 mm) e anche l'impianto frenante è stato rivisto: adotta pinze freno anteriori ad attacco radiale con quattro pistoncini mutuate dalla MT-09. Completa il quadro il nuovo parafango anteriore ridisegnato.

Se motore e trasmissione a cinghia sono stati confermati, l'evoluzione del TMAX passa dalla funzionalità: arrivano nuovi specchi retrovisori con staffe più lunghe, scompare la chiave di avviamento e dubutta il sistema Keyless. Ogni TMAX è infatti dotato di un portachiavi con trasponder che dialoga con la centralina, basta avvicinarsi allo scooter tenendo il telecomando in tasca e il gioco è fatto. Nel blocchetto al posto della serratura ora c'è ora un doppio pulsante, che oltre ad accendere il quadro consente di aprire la sella, attivare il bloccasterzo e inserire la luce di parcheggio. Il sistema è intuitivo e se ne apprezza immediatamente la comodità.

Sul TMAX la praticità non è invece cambiata: il sottosella, sempre ampio e profondo, è in grado di ospitare un casco integrale. Nel retroscudo è confermato il cassetto laterale sul lato destro protetto da serratura, mentre sul lato sinistro è stata inserita una presa da 12 V. Comoda qualora si scelga di montare un navigatore, ma meno pratica nel momento in cui la si voglia utilizzare solo per caricare lo smartphone se non si ha un supporto a cui fissarlo.
Ogni volta che si sale su un TMAX si ha la sensazione di sentirsi parte integrante del mezzo e sul nuovo modello resta tutto invariato. Il segreto è la posizione di guida ergonomica e il bilanciamento della ciclistica che lo avvicina a una moto nella distribuzione dei pesi e in cui il motore gioca un ruolo determinante nell'accentrare le masse. Questo equilibrio, consente così di guidarlo con facilità e fa passare in secondo piano il fatto di avere a che fare con un maxi da oltre 200 kg.

Con il TMAX si guida svelti e si va forte fin da subito. La trasmissione dalla taratura fluida e progressiva e la potenza del twin (46,5 CV) sono un cocktail perfetto per rendere ogni trasferimento una goduria. L'erogazione è sempre piena e corposa, tanto che a ogni riapertura del gas si percepisce una bella spinta, mentre le vibrazioni sono pari a zero. In città, per essere un maxi se la cava con disinvoltura negli slalom e nelle operazioni di parcheggio non mette in difficoltà. Ma il meglio il TMAX lo dà nei tratti guidati: forte di una ciclistica solida, consente di mantenere un ritmo elevato con il minimo impegno psicologico. In sella, il comfort è sempre più che buono: il frontale ripara bene e le sospensioni, unite alla sella ben sostenuta, isolano il pilota dalle malformazioni.

Se le elevate prestazioni ce le aspettavamo ci ha sorpresi la frenata, grazie alle nuove pinze anteriori, ci è apparsa ancora più potente e modulabile. Il rinnovato maxi Yamaha è quindi una gradita conferma con un livello di qualità sopra la media a cui manca, per completare il pacchetto sicurezza, solo il controllo di trazione.

Infine, guardando il listino non ci sono state impennate: il prezzo del jap, resta sempre alto, ma non è stato aumentato rispetto a quello del my 2014. Si va dai 10.990 euro c.i.m. agli 11.490 euro della versione con ABS e viste le prestazioni in gioco vale la pena investire nell'antibloccaggio, sistema che nel test abbiamo apprezzato in tutte le situazioni.

Oltre ai due allestimenti Sport (396 euro) e Touring (412 euro) è inoltre disponibile anche la versione limited edition Iron Max con i seguenti dettagli (Colorazione Liquid Darkness, cerchi verniciati in nero opaco con filetti grigi metallo, forcella e dettagli pinza radiale anodizzati in color oro, sella two-tone con cuciture a vista, rivestimento delle pedane pilota in alluminio e loghi dedicati che personalizzano strumentazione e codone a 11.490 euro c.i.m. (11.990 euro c.i.m. con ABS).
Yamaha TMAX: ancora più max!
Chiudi

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.

  • superbianco
    Bello ma caro! - Mi piacerebbe molto cabiare il mio Tmax del 2005 con solo 12000 Km ma del mio mi danno poco e per il nuovo ci vogliono troppi soldi.
  • mavavaja
    tmax 2015 - La solita minestra strarimescolata e riscaldata.