Su Dueruote di Gennaio, il cuore selvaggio della Corsica


di MariaVittoria Bernasconi, foto di Stefano Casati giovedì, 14 dicembre 2017
Questo mese sulle pagine di Dueruote – in edicola - vi portiamo alla scoperta del centro dell'isola francese. Un luogo magico, da scoprire lungo le strade tortuose di questo itinerario, passando da minuscoli villaggi e partendo dall'antica città di corte fino a toccare il mare di Aleria



Il vento spazza le cime spoglie di vegetazione, imbiancate da una leggera spruzzata di neve, l'ultima prima delle stagioni calde. Più in basso cespugli e poi radi boschi di pini larici e, più in basso ancora, i castagni e le querce. Certo non è questa la prima immagine che salta in testa pensando alla Corsica. Però l'isola francese ha questo suggestivo risvolto, questo cuore di rocce e montagne che superano abbondantemente i duemila metri.

Come non lasciarsi attrarre dal richiamo di sirena di quelle strade sinuose, silenziose e poco battute? Da quei villaggi di poche anime dal sorriso assolato?  Come non abbandonarsi all'interno: si incrociano escursionisti che affrontano i sentieri delle gole della Restonica o quelli, più preparati, che salgono sul monte Cinto e sul San Petrone, per poi magari unirsi ai camminatori del mitico GR20. Per il resto sono pastori, gente del posto e, in piena estate, i turisti che raggiungono Corte e la sua Cittadella fortificata. Se solo riusciste ad affrontare queste vie in maggio, in giugno, in settembre, ecco che le trovereste sgombre: tutte disponibili per voi e la vostra moto!


Curiosi di saperne di più? Il viaggio al centro della Corsica prosegue sulle pagine di Dueruote di Gennaio in edicola e subito disponibile nella Digital Edition!