Quotazioni moto&scooter

Cerca

Seguici con

Scuola Guida

Tricicli a motore. Tutto ciò che occorre sapere

Redazione
dalla Redazione il 06/12/2020 in Scuola Guida
Tricicli a motore. Tutto ciò che occorre sapere
Chiudi

I tricicli a motore rappresentano un segmento storico dell'industria e della cultura italiana. Adesso il settore è rivitalizzato da tricicli come l’MP3 Piaggio o il Tricity 300 Yamaha. Facciamo chiarezza sulla loro classificazione.

COSA SONO I TRICICLI A MOTORE?

I tricicli a motore, come specifica l’articolo 47 del Codice della Strada, sono motoveicoli a 3 ruote simmetriche rispetto all’asse longitudinale mediano, hanno cilindrata maggiore di 50 cc (in caso di motore termico) e sono in grado di sviluppare una velocità superiore ai 45 km/h, qualunque sia il sistema di propulsione. Essi appartengono alla categoria L5e, possono montare motori a combustione interna,  esterna, motori ad aria precompressa, motori ibridi o elettrici. La loro massa in ordine di marcia deve essere minore o uguale di 1000 kg, e devono rispettare limiti dimensionali: lunghezza massima di 4 metri, larghezza massima di 2 metri ed un altezza massima di 2,5 m.

Triciclo a motore
Triciclo a motore

COME SI CLASSIFICANO?

Informazioni più precise vengono fornite dall’Allegato I del regolamento europeo n. 168/2013, che divide i tricicli in due sottocategorie:

veicoli L5e-A (tricicli): veicoli progettati principalmente per il trasporto passeggeri. Hanno al massimo 5 posti a sedere, compreso quello del conducente. Sono inoltre definiti in via residuale come diversi da quelli conformi ai criteri specifici della categoria L5e-B. Il Codice della Strada, sanando un vuoto legislativo dell'articolo 175, comma b, ha recentemente riconosciuto ai tricicli con al massimo due posti a sedere (compreso il conducente), destinati al trasporto di persone di poter circolare in autostrade e tangenziali, purché provvisti di un motore di cilindrata non inferiore a 250 cc (se a motore termico) e comunque di una potenza non inferiore a 15 kW.

veicoli L5e-B (tricicli commerciali): tricicli commerciali progettati esclusivamente per il trasporto di merci. Sono caratterizzati da un abitacolo chiuso per conducente e passeggero, accessibile al massimo da tre lati. Hanno al massimo 2 posti a sedere, compreso il conducente. Sono dotati di un piano di carico orizzontale.

NON FACCIAMO CONFUSIONE

I tricicli a motore non sono da confondere con i ciclomotori a tre ruote, che possono essere guidati a 14 anni  con patente AM e che hanno una cilindrata inferiore ai 50 cc, una velocità massima di 45 km/h ed una potenza inferiore a 4 kW. Essi appartengono alla categoria L2e.

Neanche i sidecar sono da considerarsi tricicli a motore: appartengono alla categoria L4e ed hanno 3 ruote, ma non sono simmetriche rispetto all’asse longitudinale mediano. Inoltre il sidecar è composto da due elementi ben distinti, collegati tra loro.

Nemmeno i veicoli a 3 ruote, ma con 2 ruote considerate gemellate, sono tricicli, secondo il regolamento comunitario. Il discriminante è la distanza fra le due ruote: se inferiore ai 46,5 cm, le ruote gemellate sono considerate come una sola, e sul libretto il veicolo viene classificato come “motociclo” (ad esempio questo è il caso della Yamaha Niken, che infatti necessita di patente A per essere guidata). Diversamente, se la distanza è maggiore, il veicolo viene classificato come “triciclo” (questo è, ad esempio, il caso del Piaggio MP3 500, che può essere condotto con patente B).

<div class='descrGalleryText'><p>Ciclomotore a tre ruote</p>
</div>

Ciclomotore a tre ruote

QUALE PATENTE OCCORRE?

La risposta giusta è: dipende.

La patente A1, conseguibile dopo il compimento del sedicesimo anno di età, abilita alla guida di tricicli a motore con potenza massima non superiore a 15 kW.

La patente A, conseguibile dopo due anni dal conseguimento della A2 o in alternativa dopo il compimento di 24 anni, abilita alla guida di tricicli anche con potenza superiore a 15 kW, ma in ogni caso solo dopo il compimento di 21 anni.

Solamente nel territorio italiano, anche la patente B, conseguibile dopo il compimento di 18 anni, abilita alla guida di tricicli di categoria L5e, con potenza superiore a 15 kW solo dopo il compimento di 21 anni.

OBBLIGHI

Come tutti i veicoli a motore, i tricicli a motore sono soggetti a revisione obbligatoria, la prima dopo 4 anni dalla prima immatricolazione e successivamente ogni 2 anni. Obbligatoria anche la sottoscrizione di una assicurazione per la responsabilità civile. Per i motocicli ed i tricicli si applicano le stesse tariffe assicurative.

Tricicli a motore. Tutto ciò che occorre sapere
Tricicli a motore. Tutto ciò che occorre sapere
Tricicli a motore. Tutto ciò che occorre sapere
Tricicli a motore. Tutto ciò che occorre sapere

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.