Quotazioni moto&scooter

Cerca

Seguici con

Sbk

Sylvain Guintoli: “La Honda è facile da guidare”

il 03/12/2014 in Sbk

Il campione del mondo della SBK, dopo i primi test a Jerez con la Honda CBR1000RR, è rimasto colpito dalla moto e sogna di rivincere il mondiale con lei

Sylvain Guintoli: “La Honda è facile da guidare”
È tempo di fare i primi bilanci per Sylvain Guintoli. Il campione del mondo della SBK con l’Aprilia RSV4 la settimana scorsa ha infatti assaggiato a Jerez per la prima volta la sua nuova moto, la Honda CBR1000RR e nonostante le condizioni meteo e del tracciato non fossero ottimali le sue prime impressioni sono state positive.
La moto è molto facile da guidare - ha dichiarato Sylvain Guintoli in un’intervista pubblicata sul sito ufficiale del campionato - Non ho potuto girare molto sull’asciutto, quindi è difficile dire come la moto si comporta in queste condizioni, ma sul bagnato mi sono sentito subito a mio agio. Ovvio, è una moto completamente diversa dalla precedente, non solo a livello di motore. Mi dovrò abituare e capire appieno il suo comportamento, quindi ora è troppo presto per poter dare un giudizio.”
Il campione del mondo ha poi aggiunto: “L’ultima volta che Honda ha conquistato il titolo è stata nel 2007, quindi sarebbe bello riconquistarlo dopo questo lungo digiuno. Credo che il nuovo regolamento tecnico porterà ad un ulteriore livellamento delle prestazioni tra le varie moto e regalerà uno spettacolo ancora maggiore per i fan.”

Infine, Sylvain Guintoli ha concluso la chiacchierata parlando di sé: “Credo ci sia un tempo per ogni cosa… Per gran parte della mia carriera non ho avuto a disposizione una moto che mi permettesse di lottare per il titolo o vincere gare, ma allo stesso tempo neanche io ero pronto per puntare a traguardi importanti. Non ero abbastanza concentrato sull’obiettivo, puntavo soprattutto a divertirmi e non ero molto ‘compatibile’ con il motociclismo a livello professionistico. Ora invece mi piace impegnarmi a fondo e fare sacrifici per essere veloci nei weekend di gara. Credo di essere stato fortunato a rimanere comunque nel giro che conta e ora sento di essere al meglio delle mie capacità.”

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.