Quotazioni moto&scooter

Cerca

Seguici con

Motogp

MotoGP Lusail test Day1: Bagnaia il più veloce, bene le Aprilia

Redazione
dalla Redazione il 20/02/2024 in Motogp
MotoGP Lusail test Day1: Bagnaia il più veloce, bene le Aprilia
Chiudi

Nella prima giornata regna l'equilibrio con tre diversi marchi nelle prime quattro posizione, con il Campione del Mondo che precede Martin, Espargaro e Binder

La prima giornata di test pre campionato 2024 in Qatar si chiude con lo stesso risultato dell'ultimo giorno di test a Sepang, con Francesco Bagnaia autore del miglior tempo inseguito da Jorge Martin. La sfida tra i due promette quindi di ripetersi anche in questa stagione, ma attenzione all'ApriliaRS-GP di Aleix Espargaro, terzo, che ha brillato anche col compagno di squadra Maverick Vinales e con lo spagnolo del Team Trackhouse Racing, Raul Fernandez. A quattro millesimi da Espargaro, ha chiuso Brad Binder.

Al di là dei tempi, in casa Ducati si è lavorato ancora sul nuovo motore e sulle diverse configurazioni di carenature e scarichi. E visto che quando Bagnaia e il compagno di squadra Enea Bastianini sono scesi in pista con la completa configurazione 2024 hanno ottenuto ottimi crono, il lavoro sembra andare nella giusta direzione. Bastianini a fine giornata ha chiuso ottavo.

Ancora ottimi risultati per Fabio Di Giannantonio che dopo gli ottimi test di Sepang, ha chiuso quinto, mentre il compagno di squadra Marco Bezzecchi ha ottenuto l'11° tempo. In casa Gresini settimo tempo per Alex Marquez mentre il fratello Marc ha chiuso sedicesimo, con 58 giri all'attivo, sempre alla ricerca del miglior feeling con la nuova moto.

Come dicevamo, ottime sensazioni anche in casa Aprilia Racing, che oltre al terzo posto di Espargaro, ha visto Vinales sempre tra i primi in tutta la giornata, prima di chiudere sesto nel finale. Ad un certo punto della giornata c’erano addirittura tre RS-GP davanti a tutti, grazie al contributo di Raul Fernandez, che poi ha chiuso dodicesimo.

Veloci anche i piloti KTM, con Binder, Miller e il rookie Pedro Acosta sotto il muro dell’1:53. Acosta con 73 giri ha macinato più chilometri di chiunque altro nella prima giornata di test a Lusail. Ancora indietro Augusto Fernandez, già sottotono in Malesia e autore di una nuova caduta e rallentato anche da alcuni problemi tecnici. I piloti hanno lavorato su due nuove specifiche di motore e una serie di diversi set up aerodinamici, che hanno visto il ritorno della vecchia parte frontale della carena.

Sul fronte Honda, Johann Zarco ha ottenuto il nono tempo con l'ultima evoluzione aerodinamica, mentre tutti i piloti hanno promosso il nuovo motore e il forcellone costruito internamente.

Fabio Quartararo è entrato per un soffio in top ten, segno che in casa Yamaha c'è ancora da lavorare, soprattutto sul fronte del giro secco.

TUTTI I RICAMBI ORIGINALI E I DISEGNI TECNICI DEI MIGLIORI MARCHI SU MOTONLINE

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.

ADV