Cerca

Seguici con

Motogp

MotoGP Brno: la DECIMA di Dovi

Stefano Borzacchiello, foto Ducati Corse Press, Michelin Press, MotoGP.com il 05/08/2018 in Motogp

Ducati conquista una splendida doppietta in Repubblica Ceca con Dovizioso – decimo successo in MotoGP - che tiene testa a Lorenzo. Marc Marquez con la Honda controlla e chiude terzo allungando nel Mondiale

MotoGP Brno: la DECIMA di Dovi
Chiudi

Che Ducati! In Repubblica Ceca, decima prova del Motomondiale, le Desmosedici hanno fatto la differenza. Andrea Dovizioso, scattato dalla pole, è tornato alla vittoria ritrovando quel successo che gli mancava dall'inizio della stagione in Qatar e la determinazione che nel 2017 lo fecero il primo e più temibile rivale di Marc Marquez per il Mondiale.

Troppi anni erano passati dall'ultimo successo della Ducati in Repubblica Ceca (nel 2007, vinse Casey Stoner) e Ducati qui non solo ha vinto, ma si è portata a casa una splendida doppietta con Jorge Lorenzo che, come al Mugello e a Barcellona ha dato tutto per vincere ancora, mostrando però una tattica diversa dal solito e alla fine... ci è andato vicino. Ha dovuto però fare i conti con un compagno in palla come non mai, pronto a tutto per stargli davanti.

A Borgo Panigale è festa e c'è ottimismo se si guarda alla prossima gara in Austria che nelle ultime stagioni ha visto trionfare la Rossa. “Siamo veramente contenti – ha ammesso Luigi Dall’Igna (Direttore Generale di Ducati Corse) - anche perché, a differenza del nostro rivale più diretto, noi non avevamo il vantaggio di aver provato qui a Brno e quindi fare primo e secondo è veramente un bellissimo risultato. Credo che dimostri chiaramente il grande lavoro che abbiamo fatto per dare ai nostri piloti una moto competitiva e ringrazio tutti i ragazzi di Ducati Corse, sia a Borgo Panigale che in pista. E’ stata veramente una gara bella ed emozionante, e sia Andrea che Jorge sono stati bravissimi!”.  

Il decimo sigillo

Per Andrea Dovizioso questa è la decima vittoria ottenuta proprio alla sua centesima gara sulla Ducati. Andrea è stato in testa alla gara per 18 dei 21 giri in programma, lottando prima con Rossi e poi negli ultimi giri difendendosi dagli attacchi del compagno di squadra e di Marquez. “E’ stata una vittoria incredibile! - ha commentato Dovizioso - Prima di questo weekend ero carico perché sapevo che avremmo potuto far bene, ma non mi sarei mai aspettato una vittoria così spettacolare. Sono stato molto veloce fin dal primo turno di venerdì, ieri ho fatto una qualifica esagerata, oggi in gara ho avuto una strategia perfetta, e quindi sono molto contento. Ho gestito la gara giro dopo giro, cercando di interpretare al meglio cosa stava accadendo e di capire come stavano guidando gli altri: ho guidato bene senza abusare mai della gomma posteriore e, anche se a fine della gara facevo fatica, sono comunque riuscito a contrastare Jorge e Marc, che oggi erano veramente in forma”.

La tattica di Marquez

Marc Marquez (terzo) ha provato a rovinare i piani di Dovi, ma alla fine ha dovuto piegarsi anche a Lorenzo. Nonostante tutto, finita la gara ha il morale alto anche se non ha vinto. Il suo vantaggio nel Mondiale è salito ancora, visto che il primo rivale in classifica Valentino Rossi ha chiuso quarto. Rossi ha corso all'attacco come al solito, cercando di sopperire con il suo talento ai limiti attuali della Yamaha, riuscendo anche a portarla al comando, ma è calato un po’ nella seconda parte di gara salvo però non lasciare alla Honda di Cal Crutchlow la quarta piazza.

Bene, ma senza acuti Danilo Petrucci che porta a casa un sesto posto e precede la Yamaha di Johann Zarco, la Honda di Dani Pedrosa, la Ducati di Alvaro Bautista e la Suzuki di Andrea Iannone che tiene alle spalle il compagno Alex Rins.

La delusione di Vinales, tutto rimandato in Austria

Tra i grandi delusi della domenica di Brno, Maverick Vinales. Il pilota Yamaha rimasto a terra all’inizio della gara (dopo un contatto con Stefan Bradl e Bradley Smith) ha portato a casa uno zero che lo allontana in classifica, dove viene sorpassato da Andrea Dovizioso, ora terzo. Per lui la consolazione di potersi rifare in Austria a Zeltweg sul Red Bull Ring il prossimo fine settimana.
MotoGP Brno: la DECIMA di Dovi
Chiudi

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.

  • Pollopullo
    Ducati... - Un plauso ai piloti ma soprattutto al reparto corse che gara dopo gara e' riuscito a dare una moto sempre piu' performante. Lorenzo un combattente? Sembra un po' prestino per dirlo, siamo abituati a un rendimento troppo altalenante dallo spagnolo. Yamaha e' vergognosa sempre a rincorrere e pensare che la centralina unica sulla carta doveva favorire proprio loro.
  • kealro666
    brno - ogni pilota ha il suo stile dal quale ricava vantaggi o limiti,secondo me brutta gara per colpa delle gomme,sportivamente io dico grande il missile ducati,bravo dovizioso,non una sbavatura,forse ne aveva ancora,sempre tenace mm,maestoso rossi,invece proprio per il suo "valore"e' una sconfitta x lorenzo!quasi da "buttare"vinales.
  • maxspeed69104
    si vedeva a occhio, come se li lasciava indietro - in uscita di curva... Lorenzo ha gia' mostrato quanto vale, non deve dimostrare piu' nulla
  • ga0102
    maxspeed69104 - Hai la telemetria? Come fai a dire che Dovi accelerava di piu'? Puo' essere una questione di gomme, di uscita dalla curva e di altri mille particolari! Comunque l'anno prossimo vedremo il reale valore di Lorenzo, vicino a Marquez. Per me la piu' grossa delusione resta Vinales. Penso sia stato un po' sopravvalutato.
  • maxspeed69104
    IL "QUASI" DOPPIO SORPASSO DI LORENZO - SU MARQUEZ E DOVI poteva entrare nella storia del motociclismo, e gli altri sorpassi cazzuti che ha fatto Jorge (anche nelle gare precedenti) dimostrano che e' in grado anche di combattere, non solo di fare la gara davanti in solitaria. Ottimo Dovi, anche se secondo me la sua Ducati aveva qualcosa in piu' in accelerazione, rispetto a quella numero 99

Correlate