Quotazioni moto&scooter

Cerca

Seguici con

Civ

CIV: Pirro conquista anche il Mugello

il 07/05/2018 in Civ

Il campione italiano conquista un’altra doppietta nella SBK. Battaglie a non finire nelle altre categorie con vittorie andate a Stirpe (SS600), Bastianelli (SS300), Margarito (Premoto3 125) e Cangelosi (Premoto3 250 4T)

CIV: Pirro conquista anche il Mugello
Chiudi
Una Moto3 sempre più equilibrata e ricca di talento. Un Michele Pirro e un Barni Racing Team che continuano a stupire. E poi una SS600 da brividi e le battaglie in Premoto3 e SS300. Le gare della domenica del 2° round del CIV dal Mugello hanno messo in luce in Moto3 il talento di Riccardo Rossi. Dimostrando anche che Stefano Nepa sarà un rivale duro da battere nel corso dell’anno. Emozioni a non finire in pista, con il pilota Honda Gresini Racing Junior che, dopo la pole conquistata ieri, ha messo in mostra oggi da meta gara in poi un ritmo fortissimo, firmando il best lap (1’59.278) e andando a riprendere Nepa che aveva provato a scappare nella face centrale di gara, vincendo sul rivale al fotofinish. Nepa (KTM) ha chiuso secondo, pagando una leggera difficoltà con le gomme nel finale. Terza posizione per Kevin Zannoni, con l’alfiere TM Racing Factory 3570 MTA che conquista punti importanti in ottica campionato. Sfortuna per Nicholas Spinelli. Il campione in carica, a lungo in bagarre con Rossi e Nepa, è scivolato nelle ultime tornate, chiudendo comunque 10°. Una Moto3 ora sempre più equilibrata e ricca di talento, che vede in testa ancora Spinelli (66 p.), con Zannoni ad un punto e Rossi a 59.

SBK, Pirro non ha rivali

In SBK Michele Pirro continua a migliorare. E di conseguenza a non dare scampo ai suoi avversari. Il campione in carica ha fatto doppietta anche al Mugello, imponendo un ritmo insostenibile per tutti e vincendo con un margine di oltre 9 secondi. Oltre a lui però, conferme arrivano anche per il Barni Racing Team e per Matteo Ferrari. Il numero 11 ha conquistato un'altra seconda posizione e fin qui non è mai sceso dal secondo gradino del podio, evidenziando la sua crescita e tutta la compattezza del Team di Marco Barnabò. E preparandosi al meglio per la wild card di Imola. Terzo gradino del podio per Andrea Mantovani. L’alfiere Nuova M2 Racing ha provato a lungo a stare in scia a Matteo Ferrari, salvo arrendersi solo nel finale, mettendo però in evidenza la sua crescita e quella del team. In classifica generale Pirro è a punteggio pieno (100 p.) con Ferrari a 80 p. e Zanetti (Ducati Motocorsa) a 49 p. solo 8° in gara.

Sette piloti in lotta nella SS600

Gara infuocata in SS600, con una bagarre finale addirittura a 7 piloti. Su tutti però a trionfare al fotofinish è stato Davide Stirpe (Extreme Racing Bardahl MV Agusta). Il Campione in carica ha dimostrato ancora una volta tutta la sua grinta, restando sempre in scia con il gruppo salvo poi dare lo strattone finale, riuscendo a piegare i tentativi di sorpassi dei tanti avversari. Dietro di lui doppietta per il Gas Racing Team, con la seconda posizione conquistata da Massimo Roccoli. Il pluricampione italiano ha lottato fino all’ultimo riuscendo a rimediare alla sfortuna di ieri con un gran podio. Terza posizione per Mattia Casadei. Il poleman del Mugello è riuscito a tenere fisicamente, conquistando un meritato primo podio nella categoria dove è all’esordio in questo 2018. La volata finale ha visto arrivare nell’ordine: Marco Bussolotti (Rosso Corsa), Stefano Valtulini (Pleo Racing), Kevin Manfredi (Team Rosso e Nero) e Roberto Mercandelli (Scuderia Improve). In classifica generale Stirpe è leader con 77p. davanti a Manfredi e Bussolotti con 59 p. seguiti da Gabellini a 52 p.


Grande battaglia nella SS300. A transitare per primo sotto la bandiera a scacchi era stato Thomas Brianti (KTM) salvo poi venir squalificato per irregolarità tecnica. Ad aggiudicarsi la vittoria è stato quindi Manuel Bastianelli (Prodina Ircos Kawasaki) con Kevin Sabatucci (ProGP Racing Yamaha) secondo e Gabriele Giannini terzo (GP Project Team Kawasaki). In classifica generale è primo Sabatucci 72 pl, seguito da Bastianelli a 61 p e Brianti a 50 punti.

Nella Premoto3 250 4T a trionfare è stato Davide Cangelosi. In una gara battagliata dal primo all’ultimo metro, il pilota 3570 MTA è riuscito a tirare fino alla fine l’ultima volata, rimediando come meglio non poteva alla sfortunata caduta di ieri. Dietro di lui torna nelle posizioni che Alberto Surra (2 Wheels Polito) con Francesco Mongiardo (Kuja Racing Beon) a chiudere il podio. In classifica generale comincia ad essere consistente il vantaggio di Alberto Surra, in testa con 80 p. seguito da Mongiardo e Mastroluca entrambi a quota 53 p. con Morosi a 51 p. Nella 125 2T è ancora Manuel Margarito a trionfare. L’alfiere Honda, al debutto al Mugello, ha strappato una grande doppietta, precedendo oggi sul podio Jacopo Hosciuc (Honda), migliorato rispetto a ieri, con Filippo Bianchi (RMU) a chiudere il podio. In classifica generale Hosciuc è in testa con 81 p. seguito da Bianchi a 74 p. con Margarito ora a 50 p.

CIV: Pirro conquista anche il Mugello
Michele Pirro trionfa ancora in SBK. Stefano Nepa vince "alla Pirro" in Moto3. E poi ancora bagarre a non finire nelle altre categorie. Non sono mancate le emozioni nelle gare del sabato del 2° round del CIV al Mugello. Sono stati ancora Michele Pirro e il Team Barni a dettare legge in SBK. Dopo aver conquistato la pole con un tempo stratosferico (1'49.436), il Campione in carica ha condotto alla sua maniera, partendo subito fortissimo e andando a vincere con distacco. Siglando il best lap e dimostrando ancora tutto il suo valore. In conferenza stampa poi ha dedicato la vittoria allo sfortunato Bryan Toccaceli. Dietro di lui è stata invece lotta dura, con Matteo Ferrari e Lorenzo Zanetti (Ducati Motocorsa) che non si sono risparmiati, arrivando appaiati fin sotto la bandiera a scacchi, dove alla fine è stato Ferrari a spuntarla, ancora una volta secondo, con Zanetti 3°. Sfortuna per Alessandro Andreozzi. Il pilota Yamaha Faieta Motor by Speed Action è stato in bagarre per il podio fino all'ultimo, costretto a cedere solo per una caduta.

Nepa vince la Moto3

Non poteva esserci esordio migliore al CIV 2018 per Stefano Nepa. Il Campione CIV Premoto3 250 2014, che aveva saltato il 1° round dell'Italiano per un infortunio rimediato al Mondiale Junior, ha trionfato oggi al Mugello in Moto3 nonostante non fosse al meglio fisicamente. Prestazione davvero da incorniciare, con Nepa che ha firmato il best lap (1'58.578) andando a vincere in solitaria, distaccando di oltre 9 secondi i suoi avversari. Dietro di lui è stata bagarre a 5 fino all'ultimo metro. Una battaglia durissima che ha premiato Riccardo Fusco (Gradara Corse TM), secondo davanti a Zannoni (TM Racing Factory 3570 MTA), che ha preceduto nell'ordine Rossi (Honda Gresini Racing Junior Team), Carraro (Minimoto Portomaggiore) e Spinelli. 7° posizione per il pilota di casa Lorenzo Bartalesi (RMU VR46 Riders Academy).

Una SS600 dalle mille emozioni. E con nuovi protagonisti. In una bagarre con più piloti in lotta, a trionfare alla fine è stato Roberto Mercandelli. Il pilota Scuderia Improve/Firenze Motor Honda è stato autore di una grandissima gara, restando sempre tra i primi e riuscendo a dare quello strappo finale che gli ha permesso di portarsi a casa una meritata vittoria. Dietro di lui un altro pilota che torna nelle posizioni di vertice, perché a chiudere in seconda posizione è stato Stefano Valtulini (Pleo Racing Kawasaki) di nuovo ai suoi livelli. Terzo gradino del podio per il Campione in carica. Davide Stirpe (Extreme Racing Bardahl) ha sfoderato un'altra prestazione grintosa, facendo una gran rimonta (scattava dalla 12° posizione) e andando a conquistare un podio che vale tantissimo in ottica campionato visti i risultati di Manfredi (Team Rosso e Nero Yamaha) 8° e Bussolotti (Rosso Corsa Edard Yamaha) 4°. Sfortuna per Massimo Roccoli (Gas Racing Team Yamaha) caduto mentre cercava di recuperare. Da segnalare poi la 7° posizione per Haga e la 10° di Michel Fabrizio.
Grandi battaglie nella Premoto3, con tanti piloti a lottare e un arrivo in volata che ha premiato Alessandro Morosi nella 250 4T. Il pilota Full Moto Squadra Corse RMU è riuscito ad avere la meglio su Mattia Rato (RMU) e Filippo Palazzi, che hanno chiuso il podio di categoria. Tutto per una 250 4T dove il leader è ancora Alberto Surra (2 Wheels Polito, 6° in gara) con 60 p. con Mastroluca 2° a 42 p. (Kuja Racing Beon, 4° in gara) e Morosi 3° a 41 p. Grande prestazione di Manuel Margarito nella 125 2T. Il pilota Honda, esordiente nella categoria, è riuscito a vincere subito, in una gara dove non si è mai risparmiato, riuscendo ad avere la meglio sul poleman Mirko Gennai con Jacopo Hosciuc a chiudere il podio.

La SS300 si conferma categoria combattutissima, con un arrivo in volata che ha visto protagonisti ben 8 piloti. Ad avere la meglio alla fine è stato Thomas Brianti, con il pilota KTM che dopo l'exploit di Misano, dove vinse con distacco, ha faticato ad avere la meglio dei suoi avversari al Mugello. Seconda posizione per Kevin Sabatucci (ProGP Racing Yamaha), bravo a provarci fino all'ultimo nonostante ancora non fosse al meglio per i postumi di un infortunio. A chiudere il podio lo spagnolo Marc Luna Bayen (CM Racing Kawasaki), autore della pole e di una gara consistente.

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.