Quotazioni moto&scooter

Cerca

Seguici con

Tutto ciò che serve per muoversi agilmente in città: dalle biciclette elettriche agli scooter, dai monopattini ai mezzi in sharing. Dueruote e Quattroruote uniscono le proprie competenze per offrire una guida alla mobilità urbana nell’era post-Covid.

Vai allo speciale
Urban Mobility

Nilox K1: un bel passo avanti

Marco Gentili
di Marco Gentili il 20/02/2024 in Urban Mobility
Nilox K1: un bel passo avanti
Chiudi

Il test della nuova urban ebike con motore centrale: un prodotto più rifinito ed evoluto, con contenuti finora inediti. Ecco come va e quanto costa

In un momento di difficoltà per le vendite del mercato ebike, è sempre una buona notizia l'uscita di nuovi prodotti che possano solleticare l'interesse della potenziale clientela. Ed è così che Nilox - uno dei big del settore - spariglia le carte proponendo una city bike con caratteristiche diverse da quelle che ci potremo aspettare da una bici del genere.

La K1 infatti è una city bike piuttosto inusuale a partire dalle scelte di fondo. Come il motore centrale, mentre la quasi totalità del segmento è dominato dal motore nel mozzo posteriore. A fornire l'unità da 250 W è l'italiana OLI: l'erogazione è lineare e molto efficace, la spinta del motore è pronta e diretta. Insomma, rispetto alle vecchie Nilox con motore nella ruota, la differenza di pedalata è evidente anche al più neofita degli utilizzatori.

Più convenzionale invece la scelta del cambio, che è uno Shimano Tourney RD-TY300 a 7 velocità. Sempre Shimano sono i freni a disco, in questo caso idraulici. Pure in questo caso, il passaggio da meccanico a idraulico rappresenta un notevole passo avanti: ora la frenata è pronta ed efficace, molto modulabile e la richiesta di potenza sulle leve del freno è davvero minima.

 

IL TEST SU STRADA

Basterebbero questi due miglioramenti a dire che in fondo i 2.100 euro (vabbè, sono 2.099,95 da listino, ma in questi casi meglio arrotondare) richiesti per questa Nilox K1 valgono da soli il prezzo del biglietto. 

Senza considerare l'ottima autonomia del pacco batteria estraibile (sul quale un indicatore colorato mostra l'autonomia residua) e collocato sul trave discendente del telaio: l'alimentatore al litio da 36 V è accreditato di 80 km di autonomia, e il dato reale non si discosta di molto da quanto pubblicizzato dalla Casa madre.

Nell'uso quotidiano, la Nilox K1 si dimostra un mezzo tanto poco appariscente, quanto molto efficace. Le linee non sono così accattivanti (e questo è da sempre una pecca della Casa, almeno sulla linea urban), ma alla prova della strada tutto funziona come deve, in modo ineccepibile. Un plauso alla sella, decisamente confortevole, e alla scelta delle sospensioni, morbide quanto basta senza essere cedevoli in caso di asperità marcate del terreno. Per una ebike urban, l'adozione della forcella Zoom 141 si dimostra azzeccata. In particolare, l'abbinata con i cerchi da 28" gommate Kenda (con pneumatici da 1.95") risulta ben studiata per l'uso di tutti i giorni. Completano il quadro le luci a Led anteriori e posteriori, e un piccolo display Lcd situato sulla parte sinistra del manubrio.

In conclusione, Nilox continua il suo percorso di evoluzione: sulla K1 migliorano materiali e finiture, mentre la componentistica fa quel passo in più che permette alla ebike di essere promossa al termine del nostro test. 

 

TUTTI I RICAMBI ORIGINALI E I DISEGNI TECNICI DEI MIGLIORI MARCHI SU MOTONLINE
Nilox K1: un bel passo avanti
Nilox K1: un bel passo avanti
Nilox K1: un bel passo avanti
Nilox K1: un bel passo avanti
Nilox K1: un bel passo avanti
Nilox K1: un bel passo avanti
Nilox K1: un bel passo avanti
Nilox K1: un bel passo avanti
Nilox K1: un bel passo avanti
Nilox K1: un bel passo avanti
Nilox K1: un bel passo avanti
Nilox K1: un bel passo avanti
Nilox K1: un bel passo avanti
Nilox K1: un bel passo avanti
Nilox K1: un bel passo avanti
Nilox K1: un bel passo avanti
Nilox K1: un bel passo avanti
Nilox K1: un bel passo avanti
Nilox K1: un bel passo avanti
Nilox K1: un bel passo avanti
Nilox K1: un bel passo avanti
Nilox K1: un bel passo avanti
Nilox K1: un bel passo avanti
Nilox K1: un bel passo avanti
Nilox K1: un bel passo avanti
Nilox K1: un bel passo avanti
Nilox K1: un bel passo avanti
Nilox K1: un bel passo avanti

Tutto ciò che serve per muoversi agilmente in città: dalle biciclette elettriche agli scooter, dai monopattini ai mezzi in sharing. Dueruote e Quattroruote uniscono le proprie competenze per offrire una guida alla mobilità urbana nell’era post-Covid.

Torna allo speciale

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.

ADV