Quotazioni moto&scooter

Cerca

Seguici con

Tutto ciò che serve per muoversi agilmente in città: dalle biciclette elettriche agli scooter, dai monopattini ai mezzi in sharing. Dueruote e Quattroruote uniscono le proprie competenze per offrire una guida alla mobilità urbana nell’era post-Covid.

Vai allo speciale
Urban Mobility

Allarme monopattini: la gente li usa ma non conosce le regole

Redazione
dalla Redazione il 20/05/2022 in Urban Mobility
Allarme monopattini: la gente li usa ma non conosce le regole
Chiudi

Un'indagine condotta da ACI rivela alcuni elementi preoccupanti sull'utilizzo che viene fatto dei mezzi di micromobilità

Un'indagine approfondita (òa prima del genere in Italia) svolta su un campione di oltre 20mila persone. Chi sono gli utenti dei monopattini elettrici? Perché lo usano? E soprattutto, in che modo lo fanno? Le risposte sono interessanti e, a modo loro, allarmanti.

La maggior parte degli intervistati ha detto di sentirsi più sicuro quando circola con il monopattino su corsie, anche in promiscuo con le bici, ma separate dal traffico veicolare, rispettivamente il 78,3% e circa il 49% degli intervistati, così come per percorsi su marciapiedi, circa il 40% o meglio ancora in contesti del tutto separati dal traffico come nei parchi pubblici con circa il 68%. Come era facilmente da aspettarsi, la circolazione con il monopattino su strada senza alcun tipo di separazione dal traffico veicolare rappresenta il contesto in cui gli utenti (65%) si sentono più insicuri a circolare.

Il risparmio di tempo conseguente all’utilizzo del monopattino rispetto ai mezzi di trasporto tradizionale così come la possibilità di evitare il traffico e la ricerca del parcheggio sono considerate delle motivazioni molto importanti, con percentuali rispettivamente di circa il 56% e circa il 61% sia per la possibilità di evitare il traffico che per la ricerca del parcheggio. Risulta essere molto importante, con circa il 59%, anche la possibilità di raggiungere posti non serviti dai mezzi di trasporto pubblico. Seguono, come motivazioni a cui si attribuisce una discreta importanza, la facilità del viaggio sul monopattino (48%), l’utilizzo per svago (46%) e per motivi ambientali (45%). 

 

IN CHE OCCASIONI VIENE USATO

L’utilizzo quotidiano del monopattino per andare a lavoro o a scuola/università è di circa l’8% e aumenta a circa il 12% per un utilizzo frequente. Quasi del 50% la quota di chi non l’ha mai utilizzato per gli spostamenti casa/ lavoro e del 30% la quota di chi l’ha utilizzato poche volte (figura 6). L’utilizzo del monopattino per altre motivazioni, come lo shopping o per svolgere faccende, si attesta al 9,5% come utilizzo frequente e diventa del 43% per spostamenti occasionali. Di circa il 45% la quota di chi non l’ha mai utilizzato per questi spostamenti . L’utilizzo del monopattino per andare a trovare amici/parenti è del 36% in modo occasionale e di circa l’8% per un utilizzo frequente. Di circa il 53% la quota di chi non l’ha mai utilizzato per questa tipologia di spostamenti. L’utilizzo del monopattino per svago in modo occasionale è di circa il 61%, mentre circa l’11% dichiara di utilizzarlo spesso per svago. Più bassa la percentuale, rispetto alle altre tipologie di spostamenti precedenti, la percentuale di chi non l’ha mai utilizzato (circa il 24%).

 

SPOSTAMENTI BREVI

La ricerca evidenzia come l’utilizzo del monopattino sia soprattutto per brevi spostamenti; infatti, il 55% degli intervistati lo utilizza per spostamenti la cui durata non supera i 15 minuti e circa il 34% per spostamenti con durata compresa tra i 15 e i 30 minuti. Solo il 2% circa utilizza il monopattino per spostamenti superiori a 60 minuti.

 

MONOPATTINO ANTI-CAMMINATA

Le persone che usano il monopattino hanno dichiarato che, in precedenza, si spostavano prevalentemente a piedi (circa il 30%), in bicicletta (20,5%), con mezzi a due ruote (circa il 18%). Chi utilizzava il trasporto pubblico era circa il 12,5% (autobus e treno/tram/metro) e chi utilizzava l’auto circa il 13%.

 

SICUREZZA

Nonostante la recente introduzione dell’obbligo dell’utilizzo del casco quando si circola in monopattino riguardi chi ha un’età inferiore ai 18 anni,  circa il 24% degli utilizzatori del monopattino lo utilizza e un altro 7% dichiara di utilizzarlo occasionalmente. 

Dal punto di vista della sicurezza, il nemico naturale del monopattino si conferma l'auto: a chi utilizza il monopattino è stato chiesto di specificare con quale altre tipologie di modi di trasporto si sia trovato in situazioni di pericolo e circa il 52% ha indicato le auto, seguite dai pedoni (circa il 14%) e autobus (circa il 6%).

 

REGOLE: LE CONOSCONO IN POCHI

Preoccupante il dato che riguarda il grado di conoscenza delle norme per circolare con i monopattini elettrici: circa il 22% di coloro che hanno risposto al sondaggio afferma di conoscerle, più del 41% del totale ritiene di conoscerle, mentre circa il 37% dichiara di non conoscerle.

 

PARCHEGGIO: NO ALLA MALEDUCAZIONE

Infine è stato chiesto quanto si sia d’accordo con alcune affermazioni sull’utilizzo dei monopattini elettrici. Quasi il 50% del totale non è d’accordo sull’affermazione che i monopattini elettrici rendano la città più vivibile, mentre circa il 27% si trova d’accordo. Circa il 60% del totale non è d’accordo sulla possibilità che i monopattini elettrici promuovano un maggiore utilizzo del trasporto pubblico, il 22% è poco d’accordo mentre circa il 18% è d’accordo. Circa il 36% del totale si trova d’accordo sull’ipotesi di vietare i monopattini elettrici in città, circa il 20% poco d’accordo e più del 43% non è d’accordo. L’ipotesi di sistemare i monopattini elettrici in aree dedicate invece di lasciarli ovunque trova il consenso di circa il 77% del totale, mentre solo circa il 13% non si trova d’accordo. Infine, sull’affermazione che i monopattini creino più benefici che problemi solo circa il 31% è d’accordo, circa il 22% è d’accordo solo in parte circa il 47% non è d’accordo.

 

Tutto ciò che serve per muoversi agilmente in città: dalle biciclette elettriche agli scooter, dai monopattini ai mezzi in sharing. Dueruote e Quattroruote uniscono le proprie competenze per offrire una guida alla mobilità urbana nell’era post-Covid.

Torna allo speciale

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.