Quotazioni moto&scooter

Cerca

Seguici con

Tutto ciò che serve per muoversi agilmente in città: dalle biciclette elettriche agli scooter, dai monopattini ai mezzi in sharing. Dueruote e Quattroruote uniscono le proprie competenze per offrire una guida alla mobilità urbana nell’era post-Covid.

Vai allo speciale
Urban Mobility

Lexgo Lex R9 Pro: la prova del monopattino adatto a tutti

foto Massimo Di Trapani©, © Fabio Fagnani il 27/11/2020 in Urban Mobility
Lexgo Lex R9 Pro: la prova del monopattino adatto a tutti
Chiudi

Esteticamente accattivante, comodo, guidabile facilmente anche da utenti meno esperti. L'impianto frenante è buono, ma non in tutte le occasioni. Possiede tre modalità di velocità, fino a 25 chilometri orari. Il prezzo da MediaWorld è di 299,99 euro

Nessun mezzo è perfetto, tanto meno per quanto riguarda i monopattini elettrici che sono ancora nella loro fase uno di sviluppo. Le aziende cercano di implementare alcune novità, sia ascoltando il pubblico, sia cercando di trovare la chiave corretta per fornire maggior qualità al proprio mezzo così da vincere la sfida contro la concorrenza. Il Lexgo Lex R9 Pro, però, ha delle qualità che si avvicinano alla definizione di perfezione e concede a ogni tipologia di guidatore di sentirsi a proprio agio con i piedi sulla pedana.

 

<div class='descrGalleryTitle'>UN MONOPATTINO PER TUTTI</div><div class='descrGalleryText'><p>La grande, e principale, qualità del modello <b>R9 Pro di Lexgo</b> è la sua maneggevolezza e guidabilità. Una volta accesso riesce ad essere allo stesso <b>tempo intuitivo e molto performante</b>, per iniziare basterà spingere il monopattino con la spinta muscolare fino alla velocità di <b>5 chilometri orari </b>per poi utilizzare la leva dell’acceleratore e iniziare a viaggiare. Sali sulla pedana e via. <b>Ti senti subito a tuo agio</b>. </p>
<p>Il feeling con la pedana, con <b>un grip resistente</b> molto buono, è perfetto come quello con il manubrio che anche sulle sconnessioni dell’asfalto sprigiona una chiara sensazione di sicurezza, di praticità, di concretezza. L’asta reagisce bene alle imperfezioni della strada e anche della pista ciclabile. Forse, per chi è più alto di un metro e ottanta è leggermente bassa, ma in linea con la media del mercato. Il monopattino <b>Lex R9 Pro</b> ha un carico massimo di <b>100 chilogrammi</b>, adatto alla maggior parte dei driver. Il peso non è leggerissimo, la casa produttrice dichiara <b>14 chilogrammi</b>.</p>
</div>
UN MONOPATTINO PER TUTTI

La grande, e principale, qualità del modello R9 Pro di Lexgo è la sua maneggevolezza e guidabilità. Una volta accesso riesce ad essere allo stesso tempo intuitivo e molto performante, per iniziare basterà spingere il monopattino con la spinta muscolare fino alla velocità di 5 chilometri orari per poi utilizzare la leva dell’acceleratore e iniziare a viaggiare. Sali sulla pedana e via. Ti senti subito a tuo agio.

Il feeling con la pedana, con un grip resistente molto buono, è perfetto come quello con il manubrio che anche sulle sconnessioni dell’asfalto sprigiona una chiara sensazione di sicurezza, di praticità, di concretezza. L’asta reagisce bene alle imperfezioni della strada e anche della pista ciclabile. Forse, per chi è più alto di un metro e ottanta è leggermente bassa, ma in linea con la media del mercato. Il monopattino Lex R9 Pro ha un carico massimo di 100 chilogrammi, adatto alla maggior parte dei driver. Il peso non è leggerissimo, la casa produttrice dichiara 14 chilogrammi.

<div class='descrGalleryTitle'>SI GUIDA BENE</div><div class='descrGalleryText'><p>Lo scooter elettrico pieghevole di Lexgo possiede una batteria ricaricabile da <b>7500 mAh, 36V</b>, e viene spinto da un <b>motore brushless 350W</b> che gli permette di fornire al monopattino una velocità massima di 25 chilometri orari, capace di superare fino al 15% di inclinazione. Io ho riscontrato al massimo 24 chilometri orari di velocità (con un peso di carico di circa 85 chilogrammi) nella sua modalità “sport”. È possibile impostare la velocità anche a 20 chilometri orari oppure a 6 chilometri orari, modalità utile a guidare il monopattino nelle <b>zone pedonali</b>, come da regolamentazione. Le ruote sono da <b>8,5 pollici </b>e rendono bene su qualsiasi tipologia di terreno. Richiedono, comunque, molta attenzione sul bagnato e sulla ghiaia che spesso potete trovare in strada.</p>
</div>
SI GUIDA BENE

Lo scooter elettrico pieghevole di Lexgo possiede una batteria ricaricabile da 7500 mAh, 36V, e viene spinto da un motore brushless 350W che gli permette di fornire al monopattino una velocità massima di 25 chilometri orari, capace di superare fino al 15% di inclinazione. Io ho riscontrato al massimo 24 chilometri orari di velocità (con un peso di carico di circa 85 chilogrammi) nella sua modalità “sport”. È possibile impostare la velocità anche a 20 chilometri orari oppure a 6 chilometri orari, modalità utile a guidare il monopattino nelle zone pedonali, come da regolamentazione. Le ruote sono da 8,5 pollici e rendono bene su qualsiasi tipologia di terreno. Richiedono, comunque, molta attenzione sul bagnato e sulla ghiaia che spesso potete trovare in strada.

<div class='descrGalleryTitle'>ATTENZIONE AI FRENI</div><div class='descrGalleryText'><p>L’impianto frenante, composto solo dal <b>freno posteriore</b>, è gioia e dannazione. Ma anche qui, come dicevo all’inizio, trovare la perfezione è complicatissimo.<b> Il freno è delicato, accorto, funziona a dovere</b> e decelera ottimamente il monopattino in procinto di un ostacolo, di uno stop oppure di un semaforo. L’arresto avviene in qualche metro con molta dolcezza. E fin qui tutto bene. </p>
<p>Il vero problema dell’impianto frenante del <b>Lexgo R9 Pro</b> è che in caso di emergenza, l’unico modo per arrestare violentemente il monopattino è scendere dallo stesso. Una mossa che può funzionare, ma che non può essere la regola. La frenata d’arresto urgente è complicata dalla dolcezza del freno, anche “strizzando” fortemente la leva non è possibile fermare entro pochi metri totalmente il mezzo. Comunque, nella <b>quotidianità</b> il monopattino elettrico ha un ottimo freno, proprio per quella dolcezza che è croce e delizia del’R9 Pro.</p>
</div>
ATTENZIONE AI FRENI

L’impianto frenante, composto solo dal freno posteriore, è gioia e dannazione. Ma anche qui, come dicevo all’inizio, trovare la perfezione è complicatissimo. Il freno è delicato, accorto, funziona a dovere e decelera ottimamente il monopattino in procinto di un ostacolo, di uno stop oppure di un semaforo. L’arresto avviene in qualche metro con molta dolcezza. E fin qui tutto bene.

Il vero problema dell’impianto frenante del Lexgo R9 Pro è che in caso di emergenza, l’unico modo per arrestare violentemente il monopattino è scendere dallo stesso. Una mossa che può funzionare, ma che non può essere la regola. La frenata d’arresto urgente è complicata dalla dolcezza del freno, anche “strizzando” fortemente la leva non è possibile fermare entro pochi metri totalmente il mezzo. Comunque, nella quotidianità il monopattino elettrico ha un ottimo freno, proprio per quella dolcezza che è croce e delizia del’R9 Pro.

<div class='descrGalleryTitle'>ESTETICA: BELLO E MINIMALISTA</div><div class='descrGalleryText'><p>Gli inserti di <b>colore giallo insieme al nero</b> del monopattino di Lexgo rendono il mezzo diverso dagli altri, spesso troppo convinti che la <b>scala di grigi</b> sia l’unica strada per rendere gradevole il monopattino elettrico. </p>
<p>La pedana grigia, fornisce un contrasto con il resto del <b>modello R9 Pro</b>. Unica critica, riguarda il <b>display</b>: probabilmente Lexgo avrebbe potuto renderlo più gradevole, più leggibile, mentre la scelta di Lexgo ha seguito più una linea minimalista e <b>funzionale al progetto</b>.</p>
</div>
ESTETICA: BELLO E MINIMALISTA

Gli inserti di colore giallo insieme al nero del monopattino di Lexgo rendono il mezzo diverso dagli altri, spesso troppo convinti che la scala di grigi sia l’unica strada per rendere gradevole il monopattino elettrico.

La pedana grigia, fornisce un contrasto con il resto del modello R9 Pro. Unica critica, riguarda il display: probabilmente Lexgo avrebbe potuto renderlo più gradevole, più leggibile, mentre la scelta di Lexgo ha seguito più una linea minimalista e funzionale al progetto.

<div class='descrGalleryTitle'>PREZZO? IL MIGLIORE SUL MERCATO IN QUESTA FASCIA</div><div class='descrGalleryText'><p>Il costo del <b>Lexgo Lex R9 Pro</b> è di 349,90 euro, ma è in offerta su <b>MediaWorld </b>a <b>299,99 euro</b>. Considerando la concorrenza, le funzionalità dell’R9 Pro, la sua guidabilità e comodità davvero difficili da trovare su un monopattino in questa fascia di prezzo. L’R9 Pro potrebbe essere molto più di un semplice entry level, ma potrebbe diventare il vostro mezzo di trasporto quotidiano per molto tempo.</p>
</div>
PREZZO? IL MIGLIORE SUL MERCATO IN QUESTA FASCIA

Il costo del Lexgo Lex R9 Pro è di 349,90 euro, ma è in offerta su MediaWorld a 299,99 euro. Considerando la concorrenza, le funzionalità dell’R9 Pro, la sua guidabilità e comodità davvero difficili da trovare su un monopattino in questa fascia di prezzo. L’R9 Pro potrebbe essere molto più di un semplice entry level, ma potrebbe diventare il vostro mezzo di trasporto quotidiano per molto tempo.

Tutto ciò che serve per muoversi agilmente in città: dalle biciclette elettriche agli scooter, dai monopattini ai mezzi in sharing. Dueruote e Quattroruote uniscono le proprie competenze per offrire una guida alla mobilità urbana nell’era post-Covid.

Torna allo speciale

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.