Quotazioni moto&scooter

Cerca

Seguici con

Tutto ciò che serve per muoversi agilmente in città: dalle biciclette elettriche agli scooter, dai monopattini ai mezzi in sharing. Dueruote e Quattroruote uniscono le proprie competenze per offrire una guida alla mobilità urbana nell’era post-Covid.

Vai allo speciale
Urban Mobility

Pedalare in sicurezza di notte: come farsi vedere

Marco Boni il 09/10/2020 in Urban Mobility
Pedalare in sicurezza di notte: come farsi vedere
Chiudi

Dalle luci, ai pedali illuminati passando per l’abbigliamento e gli accessori ad alta visibilità ecco una serie di indicazioni utili per utilizzare la bici (e non solo) nelle ore serali

È capitato a tutti di fare un giro in bicicletta nelle ore serali sia per il piacere di una pedalata notturna che per tornare a casa dal lavoro nel periodo invernale. Non tutti però sanno quanto effettivamente sia pericoloso muoversi in bici di notte se sprovvisti di giuste precauzioni, soprattutto in strade molto trafficate e poco illuminate. Ecco quindi come affrontare le uscite serali in bici (o anche in monopattino) con più sicurezza. Oltre al buonsenso ecco quindi piccoli ma importanti accorgimenti che riguardano sia la bicicletta che il rider.

Pedalare in sicurezza di notte: come farsi vedere

Luci accese, pedali luminosi, strisce riflettenti e a led

La prima cosa che viene in mente quando si parla di visibilità sono sicuramente delle classiche luci. Oltre al fatto che avere una bicicletta ben visibile riduce di molto il rischio di non essere visti da un’automobile, i fanali anteriore e posteriore sono obbligatori per legge (art 68 comma 1c del Codice della strada). Per questi motivi occorre munirsi di una luce anteriore che permetta di illuminare bene la strada, può sembrare inutile nelle città ben illuminate ma spesso capita di addentrarsi in strade secondarie senza lampioni. Sempre meglio puntare su un fanale molto potente che si potrà poi regolare in altezza o in alcuni casi anche in intensità per non dare fastidio a chi viene incontro.

 

Per quanto riguarda la luce posteriore, deve essere rossa e deve dare la possibilità di essere visti da lontano. Inoltre, avere la modalità lampeggiante rende ancora più facilmente visibile la bicicletta.

Esattamente come per le automobili, la legge prevede che le luci delle biciclette debbano rimanere accese da mezz’ora dopo il tramonto fino a mezz’ora prima dell’alba. Perciò i fanali devono avere autonomia necessaria per non rimanere al buio durante la pedalata. In generale le soluzioni migliori sono i fanalini a LED ricaricabili solitamente tramite USB dotati di batterie al litio che permettono grande quantità di luce in uscita e ottima autonomia, acquistabili con poche decine di euro.

Per chi possiede un’ebike, se i fanali di serie non dovessero bastare, esistono faretti progettati per le bici a pedalata assistita. Un esempio è il Supernova M99 che ricrea quasi il fascio luminoso di un faro per automobili, con un prezzo che parte da 300 euro.

Pedalare in sicurezza di notte: come farsi vedere

Inoltre si può decidere di montare sui pedali, oltre ai classici catarifrangenti quasi sempre installati di serie, altre piccole luci a LED che muovendosi durante la pedalata si notano più facilmente dei faretti fissi. Ad esempio si trovano in commercio i “Geo City Grip Vision” di Look che hanno già installate due luci per ogni pedale con autonomia di 20 ore. Il prezzo è di 119,90 euro, il funzionamento lo vedete nell'immagine qui accanto.

Può capitare arrivando a un incrocio che le luci anteriore e posteriore non siano visibili di profilo rendendo invisibile la bicicletta agli occhi degli automobilisti, per ovviare a questo problema esistono varie soluzioni.

Le più comuni sono i catarifrangenti montati sui raggi delle ruote ma sono anche i meno visibili. Delle luci o meglio ancora le strisce a led applicate anch’esse sui raggi rendono la bicicletta più sicura non avendo bisogno di una luce proiettata. Altri piccoli gadget sono i tappi della camera d’aria illuminati che durante la rotazione creano un fascio di luce continuo oppure alcune tipologie di fanali posteriori che emanano luce anche lateralmente.

Gilet catarirfangenti, caschi e zaini con led e tutto l'abbigliamento ad alta visibilità 

Oltre alla bicicletta occorre che il rider sia visibile, sia per aumentare la visibilità complessivamente che per essere visibili nei momenti in cui si spinge la bici a piedi.

Un ciclista ha a disposizione varie tipologie di abiti catarifrangenti. Partendo dai modelli più semplici da indossare solo durante la pedalata fino ad arrivare a veri e propri abiti da indossare anche una volta scesi.

Le soluzioni più pratiche ed economiche sono i gilet catarirfangenti, da poche decine di euro, che ricordano quelli presenti nei kit di emergenza delle automobili, abbinabili a bande riflettenti da caviglia o da polso. In borsa o nello zaino non occupano neanche molto spazio.

Per chi decide invece di adottare sistemi più tecnologici esistono accessori dotati di luci a LED che rendono il ciclista completamente visibile di notte. Alcune tipologie di caschi vengono progettati con luci posteriore e anteriore integrate, (qualche esempio lo si trova sulla guida su caschi da bici) oppure anche gli zainetti integrati con bande catarifrangenti e luci a LED.

Altri metodi per aumentare la visibilità possono essere le scarpe retroilluminate oppure i calzettoni, soprattutto per le uscite fuori città. Ancora esistono delle pettorine che permettono, oltre ad illuminare bene la schiena, di segnalare le svolte oppure un pericolo tramite i LED integrati comandabili direttamente dal manubrio. Su Amazon si trovano a partire da 30 euro.

Pedalare in sicurezza di notte: come farsi vedere
Pedalare in sicurezza di notte: come farsi vedere
Pedalare in sicurezza di notte: come farsi vedere
Pedalare in sicurezza di notte: come farsi vedere
Pedalare in sicurezza di notte: come farsi vedere
Pedalare in sicurezza di notte: come farsi vedere
Pedalare in sicurezza di notte: come farsi vedere
Pedalare in sicurezza di notte: come farsi vedere
Pedalare in sicurezza di notte: come farsi vedere
Pedalare in sicurezza di notte: come farsi vedere
Pedalare in sicurezza di notte: come farsi vedere
Pedalare in sicurezza di notte: come farsi vedere
Pedalare in sicurezza di notte: come farsi vedere
Pedalare in sicurezza di notte: come farsi vedere
Pedalare in sicurezza di notte: come farsi vedere
Pedalare in sicurezza di notte: come farsi vedere
Pedalare in sicurezza di notte: come farsi vedere
Pedalare in sicurezza di notte: come farsi vedere
Pedalare in sicurezza di notte: come farsi vedere
Pedalare in sicurezza di notte: come farsi vedere

Tutto ciò che serve per muoversi agilmente in città: dalle biciclette elettriche agli scooter, dai monopattini ai mezzi in sharing. Dueruote e Quattroruote uniscono le proprie competenze per offrire una guida alla mobilità urbana nell’era post-Covid.

Torna allo speciale

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.