Quotazioni moto&scooter

Cerca

Seguici con

Prove della redazione

Malaguti Centro 160 4T, Honda SH 150 I, Piaggio Carnaby 200

Stefano Borzacchiello il 11/07/2012 in Prove della redazione
Malaguti Centro 160 4T, Honda SH 150 I, Piaggio Carnaby 200
Malaguti Centro 160 4T
154,0 cc / 10,7 kW (13,7 CV) / 1 cilindro orizz. / Euro 3
€ 2.949 c.i.m.
Honda SH 150 I
153,0 cc / 11,6 kW (15,7 CV) / 1 cilindro orizz. / Euro 3
€ 3.345 c.i.m.
Piaggio Carnaby 200
198,00 cc / 15,4 kW (21,0 CV) / 1 cilindro orizz. / Euro 3
€ 3.600 c.i.m.

Maneggevoli e leggeri per muoversi nel traffico cittadino abbandonando finalmente l'auto nel box

Se la moto è una scelta dettata dalla passione, lo scooter è una necessità per muoversi nel traffico lasciando, finalmente, parcheggiata in garage l'auto e lo stress. Per tanti automobilisti però l'idea di passare alle moto vere e proprie è scartata a priori. Perché, oltre a sentirsi meno protetti, tanti non hanno intenzione di improvvisarsi motociclisti magari non più giovanissimi. Il consiglio, quindi, è di iniziare scegliendo uno scooter con le ruote alte. Quale cilindrata? Se 125 cc sono sufficienti per spostarsi nelle aree urbane, risultano però limitanti se si decide di percorrere tangenziali e brevi tratti di autostrada (a cui l'accesso è interdetto). Conviene optare per modelli con cilindrate comprese tra i 150 e i 200 cc che offrono prestazioni leggermente superiori ad un ottavo di litro e non troppo lontane da quelle di un più caro duemmezzo; non ultimo consentono dei sensibili risparmi sul premio dell'assicurazione. Nella nostra prova abbiamo scelto tre rappresentanti di questa categoria: il classico Honda SH 150i, il riferimento tra i ruote alte, da anni primatista nelle vendite e due interessanti novità italiane, il Malaguti Centro 160ie e il Piaggio Carnaby 200. Il Centro punta su una linea innovativa ed è proposto ad un prezzo d'acquisto inferiore ai diretti rivali; il Piaggio Carnaby 200 è invece un ruote alte dall'aspetto più massiccio che si rivolge anche ad un pubblico più giovane per le colorazioni più accattivanti.

Sfida nel sottosella

I tre scooter si assomigliano molto nell'impostazione: montano cerchi da 16" e motori monocilindrici quattro tempi, ad iniezione, che rientrano nella normativa Euro 3. Nella sostanza sono poche le differenze. Chi offre maggior capacità di carico? Questa sfida, da sempre punto debole per gli scooter a ruote alte, è vinta dal Carnaby con un vano sottosella in grado di contenere un casco jet e altri oggetti da stivare nelle due tasche interne ricavate ai lati. Tra l'SH e il Centro la differenza è minima: entrambi accolgono un casco demi-jet, anche se sull'Honda bisogna premere con decisione sulla sella per chiuderla; molto dipende dalla forma e dalla dimensione della calotta del casco. Il Malaguti e l'Honda offrono un vano nel retroscudo – protetto da serratura – ma le dimensioni troppo contenute ne pregiudicano la funzionalità. Risulta azzeccata la scelta della Piaggio che tra gli accessori ha previsto una pratica borsa in tessuto da agganciare nel retroscudo. La pedana è per tutti piatta, ma mentre su quella dell'Honda e del Piaggio si riesce a sistemare una valigetta senza che interferisca con i piedi, quella del Malaguti è più sacrificata. Nel retroscudo tutti offrono il gancio, ma solo sul Carnaby è sistemato ad un'altezza utile per appenderci lo zaino. La piastra portapacchi con maniglie del passeggero integrate è accessorio comune ma vale la pena di prevedere da subito l'acquisto del bauletto che tutte le Case propongono nel catalogo degli accessori dedicati. Altro aspetto delicato è il cavalletto. Qual'è quello che si aziona con meno sforzo? L'SH e il Centro non oppongono praticamente resistenza, mentre necessita di un po' più di energia il Carnaby. Peccato che su nessuno dei tre sia montata di serie la pratica stampella laterale.

Il feeling è lo stesso

Il piano seduta è posto per tutti a circa 79 cm, ma a far la differenza quando si è fermi è la conformazione della sella specie se chi guida non è uno spilungone. L'SH, in questo senso paragonabile al Centro, è il migliore per i piloti sotto al metro e 70; sul Carnaby invece questi ultimi faticano ad appoggiare completamente i piedi a terra per via della sella piuttosto larga.
Buona la sistemazione del passeggero che si trova molto vicino a chi guida e in una condizione tutt'altro che scomoda, visto che siede alla stessa altezza del pilota ed è poco esposto ai flussi d'aria. Il secondo è più comodo in sella all'SH dove può approfittare anche di pedane degne di questo nome. Grazie alla sagoma snella e alle dimensioni globali contenute nel traffico si svicola con facilità. La palma d'oro del più intuitivo va comunque all'Honda che offre una maneggevolezza superiore ai rivali; solo nello slalom più aggressivo si avverte una certa leggerezza di sterzo. Il Centro è più stabile, ma ha un avantreno più pesante da manovrare. Nulla a che vedere con il Carnaby che grazie al manubrio sistemato più in alto si guida quasi come una moto; ha dimensioni più importanti e risulta meno rapido, ma offre una maggior precisione in inserimento in curva e più stabilità in prossimità della velocità massima, poco meno di 120 km/h indicati. Rispetto agli scooter tradizionali a ruote basse, quelle da 16" filtrano meglio le asperità del fondo sconnesso delle nostre città, spesso sconnesso. In questo un valido aiuto giunge dalle sospensioni dalla taratura morbida, di compromesso, ottima tra semafori e marciapiedi, meno apprezzabile nelle curve veloci. La frenata più efficace è quella del Piaggio che, come il Malaguti, adotta un freno a disco sia all'anteriore sia al posteriore; il rovescio della medaglia emerge nei «panic-stop» quando il posteriore troppo aggressivo tende a bloccare con facilità. Più blanda la risposta del disco posteriore del Centro. La frenata dell'Honda, l'unico con sistema di integrale, offre meno mordente, ma per neofiti risulta l'impianto più sfruttabile. I tre monocilindrici complessivamente hanno prestazioni molto simili; la differenza in questi casi la fa la taratura del gruppo trasmissione. Al semaforo è l'SH a primeggiare con uno spunto deciso, mentre in allungo è il Piaggio a staccare i rivali, seguito a ruota dal Malaguti. Il Carnaby si fa così perdonare le difficoltà di avviamento che affliggono il suo monocilindrico. Vale la pena di sottolineare che questi modelli hanno prestazioni molto vicine a quelle di un 250 rispetto al quale consentono dei considerevoli risparmi di prezzo. Quindi se pensate di sfruttare lo scooter solo in città questa è la cilindrata più indicata.

Dati Tecnici

 
Malaguti Centro 160 4T
Malaguti
Centro 160 4T
Honda SH 150 I
Honda
SH 150 I
Piaggio Carnaby 200
Piaggio
Carnaby 200

Motore

1 cilindro orizzontale 1 cilindro orrizontale 1 cilindro orizzontale

Raffreddamento

liquido liquido liquido

Alesaggio corsa

58,2 x 57,8 55,8 x 57,8 72,0x48,6

Cilindrata (cc)

154 cc 153,0 198,0

Rapporto di compressione

11,4:1 11,0:1 11,5:1

Distribuzione

monoalbero monoalbero monoalbero

Alimentazione

iniezione iniezione iniezione

Lubrificazione

carter umido carter umido carter umido

Serbatoio (litri/riserva)

8,2 litri 7,5 litri 9 litri

Frizione

automatica centrifuga automatica centrifuga automatica centrifuga

Telaio

doppia culla doppio culla doppia culla

Materiale

acciaio acciaio acciaio

Sospensione ant/regolazioni

forcella da 33 mm forcella da 33 mm forcella da 35 mm

Sospensione post/regolazioni

doppio ammortizzatore doppio ammortizzatore doppio ammortizzatore

Escursione ruota ant/post

n.d. n.d. n.d.

Pneumatico ant/post

100/80-16- 120/80-16 100/80-16 - 120/80-16’’” 110/70-16- 130/70-16

Freno anteriore

disco da 245 mm disco da 220 mm disco da 260 mm

Freno posteriore

disco da 220 mm a tamburo disco da 260 mm

Lunghezza

2.060 mm 2.020 mm 2.000 mm

Altezza sella

785 mm 700 mm 790 mm

Interasse

1.360 mm 1.140 mm 1.365 mm

Peso a secco

124 kg 133,9 kg 146 kg

Potenza max/giri

13,7 CV (10,77 kW)/8.500 15,77 CV (11,6 kW)/8.500 21,0 CV (15,4 kW) 9.000

Coppia max/giri

1,36 kgm (13,4 Nm)/6.750 1,36 kgm (13.4 Nm)/7.000 1,73 kgm (17 Nm)/7.250

Prestazioni

Il commento del centro prove

La prova di accelerazione vede primeggiare il Piaggio che transita per primo sul traguardo dei 400 e dei 1000 m; l’SH si prende la rivincita alla spunto raggiungendo i 40 km/h in soli 3,1 secondi. È interessante osservare che le prestazioni di questi tre scooter, tanto in accelerazione quanto nella velocità massima, sono di poco inferiori a quelle di un ruote alte di 250 cc: non male se si pensa al risparmio nell’acquisto e nei costi di gestione. Buone le prestazioni velocistiche massime, almeno fino a che si rimane nel classico percorso casa-ufficio «via tangenziale». Appena sufficiente - almeno con l’SH - la velocità massima se invece si pensa di affrontare l’autostrada. Il più pesante è il Piaggio che «regola» il diretto inseguitore (il Centro) di ben 25 kg: non poco se si considera il suo utilizzo.

Curva di accelerazione

Malaguti Centro 160 4T, Honda SH 150 I, Piaggio Carnaby 200

Condizione della prova

Cielo sereno
Vento 2,0 m/s
Temperatura aria 30°C
Pressione atmosferica 1007 mb
Temperatura asfalto 49°C

Rilevamenti

 
Malaguti Centro 160 4T
Malaguti
Centro 160 4T
Honda SH 150 I
Honda
SH 150 I
Piaggio Carnaby 200
Piaggio
Carnaby 200

RILEVAMENTI

Velocità a 1500 m con partenza da fermo (tempo) 112,2 km/h (56,7 s) 109,8 km/h (57,6 s) 119,3 km/h (55,0 s)

ACCELERAZIONE

0-400 m 20,6 s (100,9 km/h) 20,5 s (98,2 km/h) 20,3 s (103,1 km/h)
0-1000 m 40,6 s (111,1 km/h) 41,1 s (108,7 km/h) 39,7 s (116,0 km/h)
0-40 km/h 3,4 s (20,5 m) 3,1 s (18,9 m) 3,3 s (19,9 m)
0-80 km/h 10,7 s (149,4 m) 10,8 s (156,3 m) 10,1 s (140,4 m)

PROVA SORPASSO (nella marcia più alta)

50-90 km/h 10,9 s (227,3 m) 11,3 s (220,5 m) 9,0 s (185,4 m)

FRENATA (compreso tempo di reazione convenzionale pari a 1 s)

50-0 km/h 2,6 s (25,2 m) 2,5 s (24,4 m) 2,4 s (24,1 m)

CONSUMO

Urbano 25,9 km/l 25,2 km/l 22,2 km/l
Extraurbano 26,3 km/l 26,8 km/l 20,4 km/l
Autostrada (130 km/h indicati) nr nr nr

PESO

In ordine di marcia e serbatoio pieno 140,5 kg 133,5 kg 165,5 kg
Distribuzione masse senza conducente (% ant./post.) 39,0/61,0 kg 39,5/60,5 40,0/60,0
Distribuzione masse con conducente (% ant./post.) 39,5/60,5 kg 40,0/60,0 39,0/61,0

Pagelle

 
Malaguti Centro 160 4T
Malaguti
Centro 160 4T
Honda SH 150 I
Honda
SH 150 I
Piaggio Carnaby 200
Piaggio
Carnaby 200

In sella

L’Honda ha la posizione di guida più azzeccata, raccolta, con lo sterzo vicino al pilota e la seduta più bassa. Il Malaguti ha il manubrio più alto e offre una posizione nel complesso più rialzata. Il Piaggio ha dimensioni più abbondanti e una maggior distanza tra sella e manubrio.
3.5
4.0
3.0

Comfort

L’SH assorbe bene le irregolarità del manto stradale isolando a dovere il pilota. Più secca la risposta degli ammortizzatori del Centro e del Carnaby. Nessuno monta il parabrezza e la protezione è affidata solo allo scudo: quello del Piaggio è il più largo.
3.5
4.0
3.5

Dotazioni

Tutti sullo stesso piano, anche se sull’SH c’è il freno di stazionamento sul manubrio e il sistema integrale. Il Centro offre la presa 12V nel cassetto del retroscudo per ricaricare il telefonino, anche se dipende dalla sua dimensione... Su tutti piastra portabauletto di serie, manca la stampella laterale.
3.0
3.0
3.0

Qualità percepita

La qualità generale è buona per i tre, anche se l’Honda risulta il più solido e meglio assemblato del lotto. In compenso appare molto curata l’estetica del Malaguti. Più spartano il Piaggio.
3.0
4.0
3.0

Capacità carico

Il Carnaby ha il sottosella più capiente in grado di accogliere un casco jet e altri oggetti nelle tasche interne. Sull’SH trova posto un jet con visiera corta e nel cassetto nel retroscudo un paio di guanti. Idem per il Centro che offre un sottosella un poco più spazioso. Pedana piatta per tutti, ma per essere veramente comodi ci vuole il bauletto.
3.5
3.5
4.5

Motore

I monocilindrici hanno prestazioni molto simili. L’Honda ha un leggero vantaggio nelle partenze, ma il Carnaby riprende meglio e ha un maggiore allungo grazie al monocilindrico più potente. Segue e a debita distanza il Centro.
3.0
4.0
4.5

Trasmissione

La frizione dell’SH è la più pronta al semaforo mentre il Carnaby ha buone doti di allungo frutto di un variatore ben tarato. Per tutti ottima la resistenza anche negli usi più gravosi.
3.0
3.0
4.0

Sospensioni

Il Carnaby è il più «motociclistico», la forcella è la più sostenuta e gli ammortizzatori sono piacevolmente rigidi; di contro sul pavé si soffre molto. L’SH è il più vivibile e in coppia è il più confortevole. Poco progressiva la forcella del Malaguti ma molto buona la stabilità alle alte velocità.
3.5
3.5
3.0

Freni

L’SH è l’unico con il sistema di frenata combinato che evita scompensi di assetto, ma risulta poco incisivo il tamburo posteriore. Il Carnaby e il Centro offrono un disco per ruota. Poco modulabile l’azione sul freno posteriore del Piaggio.
3.0
3.0
3.5

Su strada

Il peso contenuto gioca a favore dell’SH e del Centro che sono più facili e intuitivi. Molto maneggevole l’Honda, più stabile il Malaguti. Il Carnaby regala un feeling più sportivo forte di una «corporatura» più generosa e di una maggior impronta a terra dei pneumatici.
3.0
4.0
3.5

Versatilità

Tutti a loro agio tra pavé e rotaie ma la palma d’oro del più cittadino va all’Honda re della maneggevolezza. Stabile il Malaguti. Il Piaggio è ok per i trasferimenti in tangenziale casa-ufficio. l weekend al mare? Possibili, basta non avere fretta.
3.0
3.5
4.0

Prezzo

L’Honda è un best seller. Da anni il re del mercato e per questo si fa pagare, in più rimane alto il suo valore anche nell’usato. Piaggio e Malaguti sono due novità ma il più economico è il Centro che offre anche per un anno l’assistenza stradale ACI Global.
4.5
4.0
3.5

Pregi e difetti

 
Malaguti Centro 160 4T
Malaguti
Centro 160 4T
Honda SH 150 I
Honda
SH 150 I
Piaggio Carnaby 200
Piaggio
Carnaby 200

PREGI

Dimensioni compatte, Rapporto qualità-prezzo Erogazione fluida, Maneggevolezza Abitabilità, Prestazioni

DIFETTI

Pedane passeggero, Accoppiamenti plastiche Capacità sottosella, Freno posteriore a tamburo Rumorosità avviamento, Qualità assemblaggio

Gallery

Malaguti Centro 160 4T, Honda SH 150 I, Piaggio Carnaby 200
Chiudi

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.

Listino

Malaguti

Malaguti

Centro 160 4T

Honda

Honda

SH 150 I

Piaggio

Piaggio

Carnaby 200

Correlate

Annunci usato