Quotazioni moto&scooter

Cerca

Seguici con

Anteprime

Yamaha XSR125: la baby heritage (per tutti)

Redazione
dalla Redazione il 08/06/2021 in Anteprime
Yamaha XSR125: la baby heritage (per tutti)
Chiudi

La nuova Yamaha XSR125 cattura per lo stile vintage, ma conquista per la sua versatilità i sedicenni e non solo. In vendita a 4.759 euro. L’abbiamo provata sulle strade di Amsterdam

Yamaha XSR125: la baby heritage (per tutti)

Yamaha XSR 125

In vendita a 4.759 euro

Presi nella tenaglia delle normative antinquinamento e della crisi economica, negli ultimi anni i costruttori hanno lasciato che gli aspetti estetici prevalessero su quelli prestazionali. Relegando questi ultimi a nicchie dove i più fanatici possono continuare a sfogare i loro pruriti, ma aprendo nuove possibilità di avvicinare un pubblico senza età, fin lì indeciso sul mondo delle due ruote. Un ottimo esempio è la Yamaha XSR 125, l'ultima nata nella famiglia Sport Heritage che chiude il cerchio con le sorelle maggiori XSR 900 e XSR 700, che avevano aperto il filone FasterSons al quale mancava ancora una vera piccola di casa. La ricetta è la stessa delle grandi: base tecnica MT (in questo caso MT-125) e look neo-rétro, con dettagli all'avanguardia come i fari circolari a LED. Un mix tra dotazioni e aspetto che rende questo modello appetibile non solo ai giovani sedicenni che con giacchetta in pelle alla James Dean mostrano il bolide in uscita da scuola, ma a tutti quelli che scelgono di avvicinarsi ai motori in punta di piedi, stremati dalle lunghe code automobilistiche in città, senza rinunciare a quello stile e cura dei dettagli in cui le 125 non sempre brillano.

Yamaha XSR125: la baby heritage (per tutti)

Un mix tra dotazioni e aspetto che rende questo modello appetibile non solo ai giovani sedicenni ma a tutti quelli che scelgono di avvicinarsi ai motori in punta di piedi, stremati dalle lunghe code automobilistiche in città, senza rinunciare a quello stile e cura dei dettagli in cui le 125 non sempre brillano

Sotto la lente

La baby Heritage di Yamaha non lascia nulla al caso: la sella orizzontale in stile vintage con i suoi 810 mm di altezza permette di appoggiare senza difficoltà i piedi per terra, il manubrio non troppo largo è comodo come posizione e il display LCD circolare è chiaro e ben visibile, mostrando tutte le info di cui si ha bisogno alla guida.

Le strade di Amsterdam si prestano benissimo alla prova di questa XSR 125. In città si dimostra fin da subito molto agile e dà confidenza anche nei cambi di traiettoria repentini; il cambio morbido e la prontezza ai bassi regimi permettono di tener testa a qualche scooter un po' troppo allegro, e nelle frenata di emergenza dovuta al gran numero di ciclisti a volte distratti la Yamaha ha mostrato di frenare subito e bene senza mandare in crisi la forcella da 37 mm a steli rovesciati.

Il fondo irregolare del centro città ha messo sotto la lente il comfort della XSR 125, che si è dimostrata sempre comoda, in grado di assorbire perfettamente le buche e gli avvallamenti oltre a saper attirare ben più di qualche sguardo, convinto magari di osservare una moto più grande, fin quando a tradirla interveniva il timbro di scarico fin troppo educato e silenzioso.

Yamaha XSR125: la baby heritage (per tutti)

Il look azzeccato, con i fari tutti circolari, gli accostamenti cromatici originali e i particolari in tinta la rendono un'ottima scelta anche per chi, con patente B, vuole spostarsi in città scegliendo un mezzo pieno di carattere facile ed intuitivo e dai consumi molto ridotti, che abbiamo stimato in oltre 40 km/l.

In città e non solo

Abbandonata la città per qualche curva, il monocilindrico Euro 5 raffreddato a liquido da 11 kW non si è tirato indietro. Il monoalbero Yamaha spinge fino agli alti a quasi 11.000 giri, con una bella elasticità aiutata dalla tecnologia VVA (Variable Valve Actuation) che gli concede maggiore coppia ai bassi senza rinunciare ad ottime performance quando si raggiungono regimi elevati, con una coppia massima di 11,5 Nm a 8.000 giri.

Se nei percorsi urbani ad andatura moderata la Yamaha ci è piaciuta per il grande comfort, sulle strade più veloci la XSR125 conferma di non esser concepita per arrivare prima alla meta, ma per godersi il viaggio in totale comodità. Guidando sportivi la XSR 125 mostra di non gradire le staccate più aggressive: la forcella affonda molto, e dopo qualche frenata “cattiva” sul disco da 267 mm l'impianto si lascia un po' andare, allungando gli spazi. L'ABS non è mai invasivo, attivandosi solo quando serve; mentre nonostante gli pneumatici abbiano un disegno a blocchi da vera Sport Heritage il grip rimane ottimo, merito anche della gommatura piuttosto generosa: 140/70-17 al posteriore ed 110/70-17 all'avantreno.

Yamaha XSR125: la baby heritage (per tutti)

Se nei percorsi urbani ad andatura moderata la Yamaha ci è piaciuta per il grande comfort, sulle strade più veloci la XSR125 conferma di non esser concepita per arrivare prima alla meta, ma per godersi il viaggio in totale comodità

Il prezzo

Il punto di forza di questa moto rimane sicuramente lo stile vintage di cui ogni XSR è dotata, anche se il telaio doppio trave la rendono un po’ “ibrida” tra gli anni Settanta e gli anni Ottanta rispetto alle sorelle maggiori. Il look è comunque azzeccato, con i fari tutti circolari, gli accostamenti cromatici originali (tre i colori disponibili: rosso Redline, nero Tech Black e giallo Impact Yellow) e i particolari in tinta che la rendono un'ottima scelta anche per chi, con patente B, vuole spostarsi in città scegliendo un mezzo pieno di carattere facile ed intuitivo e dai consumi molto ridotti, che abbiamo stimato in oltre 40 km/l. Invitante anche il prezzo di listino: a 4.759 euro, la XSR 125 è anche più economica rispetto alle compagne più sportive MT125 ed R125.

Inoltre, prima dell'acquisto con l'app Yamaha myGarage è possibile personalizzare da laptop o smartphone il modello in 3D, con tanti accessori ufficiali come cupolino, portatarga, protezioni serbatoio e molto altro. Il risultato può essere inviato direttamente al concessionario Yamaha che monterà il tutto prima del ritiro della moto.

Consumi contenuti, possibilità di rendere unico il proprio mezzo e un richiamo ai modelli classici rendono la Yamaha XSR 125 una moto capace di essere contesa da ogni membro della famiglia che voglia cimentarsi nella guida di una due ruote tutto stile e comodità.

Yamaha XSR125: la baby heritage (per tutti)
Chiudi

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.

Correlate

Annunci usato