Quotazioni moto&scooter

Cerca

Seguici con

Anteprime

Aprilia RSV4 1100 Factory: ora danza sul velluto

Stefano Gaeta il 27/07/2020 in Anteprime
Aprilia RSV4 1100 Factory: ora danza sul velluto
Chiudi

La versione top della superbike di Noale passa alle sospensioni elettroniche, capaci di regalarle un assetto sempre perfetto e di esaltare lo straordinario potenziale di questa moto

Ci siamo incontrati spesso con la Aprilia RSV4 negli anni, e ci siamo sempre piaciuti molto. E anche il nostro ultimo tête-à-tête, nel circuito di Cremona in concomitanza con una data dei Racers Days, ci ha confermato che anziché invecchiare, lei con gli anni è migliorata fino a diventare quasi perfetta. Nato vincente, questo progetto ha la sua forza anche nel fatto di non aver mai subito radicali cambiamenti, a differenza di certe concorrenti stravolte senza trovare i risultati sperati.

Aprilia RSV4 1100 Factory: ora danza sul velluto

Aprilia RSV4 1100 Factory

26.250 euro c.i.m.

La longevità del progetto RSV4 ha dell'incredibile: la 1100 Factory tiene testa alla più recente concorrenza europea e giapponese sia sul piano delle prestazioni che, soprattutto, su quello dell'efficacia globale

Carbonio, magnesio e...

Nella sua ultima release, esteticamente caratterizzata dalle ali in fibra di carbonio ispirate dalla RS-GP, la RSV4 1100 Factory rimane invece un riferimento nel panorama delle superbike stradali, con prestazioni che tengono testa alle più recenti produzioni europee e giapponesi. Il V4 da 1.077 cc eroga 217 CV a 13.200 giri/min, con una coppia massima di 122 Nm a 11.000 giri/min. Compattissimo con la sua V di soli 65°, è anche molto leggero grazie all’utilizzo del nobile magnesio per i carter, la coppa dell’olio e le teste; il peso dichiarato in ordine di marcia è di 199 kg. 

Questo motore è nato apposta per incastonarsi nel telaio a doppia trave in alluminio, che permette di regolare la posizione del motore stesso, l’angolo del canotto di sterzo, la posizione del pivot del forcellone e l’altezza del retrotreno: finezze da vera race replica. Altra arma vincente dell’Aprilia RSV4 è da sempre la gestione elettronica che si avvale del raffinato sistema APRC – giunto alla quarta generazione – capace di gestire in maniera coordinata il controllo di trazione, il sistema anti-impennata, il launch control, il limitatore di velocità per la corsia box e il cruise control. Ognuno di questi parametri è regolabile individualmente così come il cornering ABS che può essere settato indipendentemente dal riding mode (sport, track o race) scelto dal pilota. 

Aprilia RSV4 1100 Factory: ora danza sul velluto

Un pieno di intelligenza

Ma la vera grande novità della RSV4 Factory 2020 la troviamo alla voce “sospensioni”. Al termine di due anni di sviluppo con i tecnici Öhlins, Aprilia ha finalmente deliberato l’introduzione delle sospensioni semiattive dopo l’esperienza maturata sulla Tuono V4 Factory. La centralina che contiene il sistema Smart EC 2.0 governa istante per istante la taratura idraulica di forcella, monoammortizzatore e ammortizzatore di sterzo, adattandola alle varie fasi di guida.

Una vera intelligenza artificiale che gestisce le sospensioni anche in base al riding mode: dalla guida in circuito con gomme slick e asfalto particolarmente levigato alla guida stradale, passando per l’utilizzo di gomme in mescola e asfalti più sconnessi. Esiste poi anche la possibilità di intervenire manualmente sia indicando “l’obiettivo” (sostegno in frenata, in accelerazione eccetera) sia escludendo la funzionalità semiattiva per regolarle come delle convenzionali di tipo meccanico.

Aprilia RSV4 1100 Factory: ora danza sul velluto

L'elettronica della RSV4 è sempre stata il riferimento. Sempre comunicativa, mai intrusiva e facile da settare, ad esempio con i grandi tasti "+" e "-" per modificare il traction control in movimento

Prima dentro, pit lane, go!

Siamo curiosi di testare sul campo il reale passo avanti ottenuto con questo sofisticatissimo comparto ciclistico, e prendiamo posto sull’alta sella della RSV4 che conosciamo bene. Posizione a bordo decisamente racing, con pedane arretrate e polsi giustamente caricati. Il tuono del V4 veneto, esaltato dallo scarico in titanio Akrapovič, ci regala sempre un brivido lungo la schiena, il suo timbro è inconfondibile. Dentro la prima per uscire dalla corsia box ed entriamo in pista. 

Non abbiamo bisogno dei classici due passaggi per scaldare le gomme, perché l’Apriliona ci viene consegnata appena spogliata dalle termocoperte. Quindi casco in carena e gas spalancato! Pochi giri per ritrovare tutto il feeling che conosciamo bene a questa superbike, e il particolare modo che ha di erogare le sue stratosferiche prestazioni grazie a un motore che è quanto di più gestibile si possa desiderare, pur regalando prestazioni da brivido. L’apertura completa del comando del gas, a qualsiasi regime e in qualsiasi rapporto, corrisponde ad un incremento della velocità al quale bisogna essere un po’ abituati. La connessione con la ruota posteriore è perfetta, e solo nelle tornate più strette avvertiamo un leggero on-off nella risposta dell’acceleratore in percorrenza di curva. 

Aprilia RSV4 1100 Factory: ora danza sul velluto

L'uragano sotto controllo

Quando però il tracciato ci permette di snocciolare tutte le marce del V4 di Noale, è una vera goduria. La velocità del cambio elettronico, accompagnato dal rumore di una fucilata, è così fulminea che la RSV4 non si scompone minimamente di assetto mentre aspettiamo che le luci sul cruscotto ci avvisino dell’approssimarsi del limitatore. E per quanto tutto avvenga in attimi, la magia della RSV4 è che ci rendiamo conto di non essere mai in balia delle prestazioni spaventose del 1100 veneto.

Il motore è un vero uragano ma anche fluido, spinge in maniera assurda ma costante, senza repentini cambi di carattere a mettere in difficoltà il pilota. Sembra quasi di “non fare strada”; ma ovviamente sembra, perché la RSV4 di strada ne fa, eccome. Con il piglio tipico di una vera race bike

Aprilia RSV4 1100 Factory: ora danza sul velluto

Obbedienza cieca

L’elettronica super raffinata ci permette di concentraci solo sulla guida. Fantastico poter variare la soglia di intervento del traction mentre si guida grazie a due pratici tasti sul semimanubrio sinistro, mentre la Factory fa proprio tutto quello che le chiediamo e sembra sempre disposta a fare ancora di più. Grazie anche alle ali, l’anteriore segue la linea in maniera chirurgica, arriva alla corda in un amen e mentre riprendiamo in mano il gas per prepararci ad uscire dalla curva sentiamo il gommone posteriore lottare contro i 217 cavalli per darci il giusto grip senza richiedere l’intervento del controllo di trazione.

In qualsiasi frangente della guida in pista, la RSV4 è estremamente comunicativa. Il pilota ha sempre feedback perfetti dalle gomme, e questo agevola non poco nella ricerca dei propri limiti. Perché come abbiamo detto molte volte, in sella alle superbike di oggi i limiti sono dettati dal polso del pilota, non dalle possibilità della moto.

Aprilia RSV4 1100 Factory: ora danza sul velluto

Resta stupefacente la capacità di questa Aprilia di rendere fruibile la sua abbondante cavalleria, anche se le misure ultracompatte e l'impostazione ciclistica richiedono al pilota grande precisione nei movimenti

Mezzo secondo al giro

Ma l’introduzione delle sospensioni semiattive quanto ha realmente alzato l’asticella delle prestazioni in pista della RSV4 1100 Factory 2020? Cominciamo col dire che avere una intelligenza che sorveglia autonomamente l’idraulica delle sospensioni del missile veneziano mentre noi stiamo sudando sette camicie è già di per sé un grande aiuto.

Come è di grande aiuto evitare di infilarsi in un ginepraio di click per migliorare la risposta della ciclistica, con il verosimile rischio di fare peggio. Detto questo, Aprilia quantifica il miglioramento a livello di crono permesso dalle sospensioni semiattive in poco più di mezzo secondo. Una differenza enorme per un pilota in gara; forse meno significativa per l’amatore che si gode la sua RSV4 nei track day senza l’occhio fisso al cronometro, ma che trova comunque una moto ancora più precisa.

Aprilia RSV4 1100 Factory: ora danza sul velluto
PRO/CONTRO

+
Efficacia globale
Elettronica impeccabile
Erogazione motore


Reattività della ciclistica
Progetto non freschissimo

Iper-sport, iper-reattività

A questo proposito, l’introduzione del pacchetto Smart EC 2.0 ha solo in parte mitigato la estrema reattività e sensibilità che la RSV4 mostra ai comandi del pilota. Lei desidera essere guidata in maniera “raffinata”, e ogni minimo errore di postura in sella genera subito scompensi di assetto.

La Factory 1100 è una moto che si “muove” parecchio, anche a causa delle sue misure super compatte. È sempre viva tra le gambe e necessita di un po’ di apprendistato prima di poterne sfruttarne al meglio le straordinarie prestazioni. Una vera purosangue, che come tale va trattata. Allora saprà regalare emozioni indimenticabili. In attesa del suo prossimo sviluppo, che riguarderà…

Aprilia RSV4 1100 Factory: ora danza sul velluto
Il radar
Il lato destro del radar conferma che la RSV4 1100 Factory resta una eccellenza nel panorama delle racer: meccanica e guida ai massimi livelli nel pur combattuto panorama mondiale. Solo nella elettronica cede qualcosa alla Ducati Panigale V4 S che offre il recentissimo slide control per il controllo della derapata.
 
Aprilia
RSV4 1100 Factory

Motore

4 cilindri a v longitudinale

Raffreddamento

Liquido

Alesaggio corsa

81x52,3

Cilindrata (cc)

1.077

Rapporto di compressione

13,6:1

Distribuzione

2 assi a camme in testa

Alimentazione

Iniezione

Serbatoio (litri/riserva)

18 l

Frizione

Antisaltellamento olio

Telaio

Doppio trave

Materiale

Alluminio

Sospensione ant/regolazioni

Forcella rovesciata

Sospensione post/regolazioni

Forcellone

Escursione ruota ant/post

12,5/12 mm

Pneumatico ant/post

120/70-17";200/55-17"

Freno anteriore

Doppio disco con ABS da 330 mm

Freno posteriore

Disco con ABS da 220 mm

Lunghezza

2.055 mm

Altezza sella

851 mm

Interasse

1.435 mm

Peso a secco

177 kg

Potenza max/giri

159,5 kW (216,9 CV) a 13200 giri

Coppia max/giri

122 Nm (12,4 kgm) a 11000 giri
Aprilia RSV4 1100 Factory: ora danza sul velluto
Aprilia RSV4 1100 Factory: ora danza sul velluto
Aprilia RSV4 1100 Factory: ora danza sul velluto
Aprilia RSV4 1100 Factory: ora danza sul velluto
Aprilia RSV4 1100 Factory: ora danza sul velluto
Aprilia RSV4 1100 Factory: ora danza sul velluto
Aprilia RSV4 1100 Factory: ora danza sul velluto
Aprilia RSV4 1100 Factory: ora danza sul velluto
Aprilia RSV4 1100 Factory: ora danza sul velluto
Aprilia RSV4 1100 Factory: ora danza sul velluto
Aprilia RSV4 1100 Factory: ora danza sul velluto
Aprilia RSV4 1100 Factory: ora danza sul velluto
Aprilia RSV4 1100 Factory: ora danza sul velluto
Aprilia RSV4 1100 Factory: ora danza sul velluto
Aprilia RSV4 1100 Factory: ora danza sul velluto
Aprilia RSV4 1100 Factory: ora danza sul velluto
Aprilia RSV4 1100 Factory: ora danza sul velluto
Aprilia RSV4 1100 Factory: ora danza sul velluto
Aprilia RSV4 1100 Factory: ora danza sul velluto
Aprilia RSV4 1100 Factory: ora danza sul velluto
Aprilia RSV4 1100 Factory: ora danza sul velluto
Aprilia RSV4 1100 Factory: ora danza sul velluto
Aprilia RSV4 1100 Factory: ora danza sul velluto
Aprilia RSV4 1100 Factory: ora danza sul velluto
Aprilia RSV4 1100 Factory: ora danza sul velluto
Aprilia RSV4 1100 Factory: ora danza sul velluto
Aprilia RSV4 1100 Factory: ora danza sul velluto
Aprilia RSV4 1100 Factory: ora danza sul velluto
Aprilia RSV4 1100 Factory: ora danza sul velluto
Aprilia RSV4 1100 Factory: ora danza sul velluto
Aprilia RSV4 1100 Factory: ora danza sul velluto
Aprilia RSV4 1100 Factory: ora danza sul velluto
Aprilia RSV4 1100 Factory: ora danza sul velluto
Aprilia RSV4 1100 Factory: ora danza sul velluto
Aprilia RSV4 1100 Factory: ora danza sul velluto
Aprilia RSV4 1100 Factory: ora danza sul velluto
Aprilia RSV4 1100 Factory: ora danza sul velluto
Aprilia RSV4 1100 Factory: ora danza sul velluto
Aprilia RSV4 1100 Factory: ora danza sul velluto
Aprilia RSV4 1100 Factory: ora danza sul velluto
Aprilia RSV4 1100 Factory: ora danza sul velluto
Aprilia RSV4 1100 Factory: ora danza sul velluto
Aprilia RSV4 1100 Factory: ora danza sul velluto
Aprilia RSV4 1100 Factory: ora danza sul velluto
Aprilia RSV4 1100 Factory: ora danza sul velluto
Aprilia RSV4 1100 Factory: ora danza sul velluto
Aprilia RSV4 1100 Factory: ora danza sul velluto

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.

  • multimarco
    Ah! le semiattive ,le ho sulla moto (da anni) le vorrei anche sullo scooterone.

Correlate

Annunci usato