IANNONE si sfoga: "Annata no con la Suzuki, ma risorgerò"


dalla Redazione lunedì, 2 ottobre 2017
Il pilota della Suzuki pubblica un lungo post su Instagram: "Ho sempre dato tutto me stesso, ma aspetto che sia il tempo a parlare per me. Il 2017 è stato un anno molto duro e lo sarà ancora, ma io non mollo e non smetto di crederci. Aspettiamo il prossimo campionato"



Un lungo post su Instagram che arriva dopo le delusioni, il gossip e i lunghi silenzi. Perché è indubbio che nel 2017 Andrea Iannone sia stato più “il signor Belen” che non un pilota di MotoGP. Capitato per giunta in un team come il Suzuki Ecstar che ha vissuto un’annata difficile, segnata dal cambio di project leader (via il deludente Satoru Terada, dentro Shinichi Sahara, papà dello sbarco di Suzuki in MotoGP e della stradale GSX-R1000 R).

IANNONE: “INCASSO LE CRITICHE IN SILENZIO”
“Non mi sono mai tirato indietro, non mi sono mai trattenuto, non mi sono mai risparmiato, ho sempre rischiato fino in fondo e dato tutto me stesso, sempre, ho sempre cercato di capire, ho sempre provato ad analizzare ogni cosa, sempre da punti di vista diversi, perché la ragione non sta mai solo da una parte, ho anche imparato negli anni a incassare in silenzio, piano piano, una volta ero molto più irruento, e chi mi conosce bene lo sa oggi aspetto che sia il tempo a parlare, per questo rimango zitto”, scrive Iannone.

IL PILOTA SUZUKI: “NON MOLLO E NON MI ARRENDO”
“Ma la verità è che non ho dormito per parecchio tempo, la verità è che quest’anno è stato difficile, e lo sarà ancora, veramente dura. Ho provato ad amarla dal primo momento – dice Iannone a proposito della Suzuki GSX-RR, trattandola come una donna - ho provato a farla innamorare, ho provato a sgridarla, a farla ingelosire, per momenti l’ho anche odiata, ma niente funzionava, non ho saputo come gestirla e questo mi ha mandato letteralmente fuori di testa. Ma lei è sempre lì che mi aspetta. Probabilmente dopo quasi un anno intenso di lavoro abbiamo individuato determinate problematiche che ci regalano una boccata d’aria fresca”. La rinascita dunque è dietro l’angolo, dice combattivo Iannone: “Aspettiamo il prossimo campionato con la consapevolezza che il 2018 possa regalarci le emozioni che a mio malgrado quest’anno non è stato possibile farci vivere, volevo solo farvi sapere che io non mollo, che io non mi arrendo e non smetto mai di crederci!”.