Quotazioni moto&scooter

Cerca

Seguici con

Lo speciale dedicato a tutte le novità, anteprime e indiscrezioni per il 2021 dal mondo moto, scooter e accessori.

Novità 2021 Moto e Scooter

Ducati Multistrada V4: caratteristiche, dotazioni e prezzi

Christian Cavaciuti
di Christian Cavaciuti il 04/11/2020 in Novità 2021 Moto e Scooter
Ducati Multistrada V4: caratteristiche, dotazioni e prezzi
Chiudi

La Multistrada arriva alla quarta serie e cambia tutto: motore V4, niente Desmo, telaio monoscocca, ruota da 19” e abbondanza di dotazioni con l’obiettivo di alzare l’asticella del segmento crossover

A 10 anni tondi di distanza dalla prima Multistrada con motore a liquido – quella che ha inaugurato la linea con il "becco" e i riding mode – Ducati rinnova profondamente la sua crossover. Un’operazione importante e delicata per la moto più stradale, più versatile ma soprattutto più venduta di Borgo Panigale, ora costruita attorno al nuovo motore V4 Granturismo da 1.158 cc con distribuzione a levette oscillanti di cui vi abbiamo già parlato diffusamente.
 

Ducati Multistrada V4: caratteristiche, dotazioni e prezzi

Ducati Multistrada V4

Da 19.240 euro c.i.m.

Il GS nel mirino

La moto nel suo complesso, va detto, non è meno nuova del motore. Il design mantiene un forte "family feeling" con le attuali Multistrada, ma a ben vedere è tutto diverso: anche perché deve integrare la ruota anteriore da 19" – promossa dopo il grande apprezzamento sulla Multi 950 – e soprattutto il telaio monoscocca in alluminio e il forcellone bibraccio, sempre in alluminio ma con conformazione a traliccio.

Le forme sono insomma cambiate più di quanto sembri. Il becco è più corto, la coda è più snella, la parte centrale è più imponente (anche perché il serbatoio lievita da 20 a 22 litri) e in generale tutta la moto è meno raccordata, alla ricerca di un sapore più rude. La nuova Multi V4 si allontana quindi dalle forme fluide e stradali della precedente 1260 per avvicinarsi all’aspetto più "off" di una BMW R 1250 GS Adventure, per esempio: come parrebbero indicare il traliccio del telaietto reggisella a vista, la sella corta che non abbraccia più il serbatoio e le forme meno sviluppate in orizzontale e più in verticale.

Ducati Multistrada V4: caratteristiche, dotazioni e prezzi

Front Frame e ruota da 19"

Cambia anche la posizione di guida, che vede ora il pilota meno inserito a bordo e più rialzato. La seduta, regolabile su due posizioni a 840 e 860 mm (in opzione anche una sella bassa da 810 mm e una alta da 875 mm) è più in alto, ma la sagoma della moto più snella e la forma della sella aiutano a toccare a terra e nella guida in piedi – frangente in cui aiuta anche la luce a terra cresciuta a 220 mm grazie al nuovo motore con la coppa bassa e alla ruota anteriore da 19”. Per i più avventurosi sono disponibili in opzione anche le ruote a raggi.

Dal punto di vista ciclistico, il telaio "front frame" ha il cannotto appena più verticale (24,5° contro 25°) che rende la Multistrada V4 un po' più corta rispetto alla 1260 DVT (interasse 1.567 mm contro 1.585 mm), mentre il peso è sostanzialmente invariato: +6 kg dichiarati a pari allestimento. Questi ultimi saranno tre (base, S ed S Sport), più numerosi pacchetti. Tutti gli allestimenti condividono i freni Brembo con pinze radiali, mentre le sospensioni Marzocchi con forcella rovesciata da 50 mm e mono cantilever della base guadagnano sulle "S" la gestione semiattiva DSS, con gli algoritmi aggiornati e ora dotati della funzione "autoleveling" che regola in automatico l’assetto della moto in base al carico.

Ducati Multistrada V4: caratteristiche, dotazioni e prezzi

Super-navigatore e sguardo da Panigale

Sempre le S offrono anche il nuovo display TFT da 6,5" (anziché 5") e con vetro minerale come gli smartphone: mostra il settaggio delle sospensioni e la mappa del navigatore grazie all’app dedicata Sygic GPS. A controllarlo provvede una nuova interfaccia con joystick sul bracciale sinistro, mentre il telefono può essere tenuto a portata di mano e sotto carica in un vano sulla sommità del serbatoio.

Ferma restando la sportività assicurata dal V4 da 170 CV a 10.500 giri/min e dall’indiscusso know-how Ducati, la grande attenzione riservata anche a comfort e protettività emerge nel plexi, regolabile in altezza con un solo dito e associato a due deflettori laterali: il tutto affinato in galleria del vento, come pure i deflettori inferiori che allontanano il calore e riparano le gambe dagli spruzzi. La parte frontale della moto aggiunge alle luci full LED e cornering (ora con la stessa firma ottica della Panigale V4) il radar integrato del cruise control adattivo ACC, un'altra primizia di questa Multistrada V4. Un secondo radar montato posteriormente offre invece il sistema Blind Spot Detection per il controllo degli angoli ciechi e che si avvale di un brevetto depositato da Ducati con il Politecnico di Milano.

Ducati Multistrada V4: caratteristiche, dotazioni e prezzi

I prezzi

Questa quarta generazione della Multistrada si propone quindi non solo come la più potente di sempre, ma anche come la più versatile grazie alla maggior fruibilità promessa dal suo motore, dal suo comfort, dalle ricche dotazioni e anche da una aumentata capacità di affrontare le strade dove l’asfalto finisce. Grande l’interesse per questa moto, che arriverà a dicembre a prezzi chiavi in mano che partiranno da 19.240 euro la standard, 22.240 euro la S e 24.040 euro la S Sport.
 

Ducati Multistrada V4: caratteristiche, dotazioni e prezzi
Ducati Multistrada V4: caratteristiche, dotazioni e prezzi
Ducati Multistrada V4: caratteristiche, dotazioni e prezzi
Ducati Multistrada V4: caratteristiche, dotazioni e prezzi
Ducati Multistrada V4: caratteristiche, dotazioni e prezzi
Ducati Multistrada V4: caratteristiche, dotazioni e prezzi
Ducati Multistrada V4: caratteristiche, dotazioni e prezzi
Ducati Multistrada V4: caratteristiche, dotazioni e prezzi
Ducati Multistrada V4: caratteristiche, dotazioni e prezzi
Ducati Multistrada V4: caratteristiche, dotazioni e prezzi
Ducati Multistrada V4: caratteristiche, dotazioni e prezzi
Ducati Multistrada V4: caratteristiche, dotazioni e prezzi
Ducati Multistrada V4: caratteristiche, dotazioni e prezzi
Ducati Multistrada V4: caratteristiche, dotazioni e prezzi
Ducati Multistrada V4: caratteristiche, dotazioni e prezzi
Ducati Multistrada V4: caratteristiche, dotazioni e prezzi
Ducati Multistrada V4: caratteristiche, dotazioni e prezzi
Ducati Multistrada V4: caratteristiche, dotazioni e prezzi
Ducati Multistrada V4: caratteristiche, dotazioni e prezzi
Ducati Multistrada V4: caratteristiche, dotazioni e prezzi
Ducati Multistrada V4: caratteristiche, dotazioni e prezzi
Ducati Multistrada V4: caratteristiche, dotazioni e prezzi
Ducati Multistrada V4: caratteristiche, dotazioni e prezzi
Ducati Multistrada V4: caratteristiche, dotazioni e prezzi
Ducati Multistrada V4: caratteristiche, dotazioni e prezzi
Ducati Multistrada V4: caratteristiche, dotazioni e prezzi
Ducati Multistrada V4: caratteristiche, dotazioni e prezzi
Ducati Multistrada V4: caratteristiche, dotazioni e prezzi
Ducati Multistrada V4: caratteristiche, dotazioni e prezzi
Ducati Multistrada V4: caratteristiche, dotazioni e prezzi
Ducati Multistrada V4: caratteristiche, dotazioni e prezzi
Ducati Multistrada V4: caratteristiche, dotazioni e prezzi
Ducati Multistrada V4: caratteristiche, dotazioni e prezzi
Ducati Multistrada V4: caratteristiche, dotazioni e prezzi
Ducati Multistrada V4: caratteristiche, dotazioni e prezzi
Ducati Multistrada V4: caratteristiche, dotazioni e prezzi
Ducati Multistrada V4: caratteristiche, dotazioni e prezzi
Ducati Multistrada V4: caratteristiche, dotazioni e prezzi
Ducati Multistrada V4: caratteristiche, dotazioni e prezzi
Ducati Multistrada V4: caratteristiche, dotazioni e prezzi
Ducati Multistrada V4: caratteristiche, dotazioni e prezzi
Ducati Multistrada V4: caratteristiche, dotazioni e prezzi
Ducati Multistrada V4: caratteristiche, dotazioni e prezzi
Ducati Multistrada V4: caratteristiche, dotazioni e prezzi
Ducati Multistrada V4: caratteristiche, dotazioni e prezzi
Ducati Multistrada V4: caratteristiche, dotazioni e prezzi
Ducati Multistrada V4: caratteristiche, dotazioni e prezzi
Ducati Multistrada V4: caratteristiche, dotazioni e prezzi
Ducati Multistrada V4: caratteristiche, dotazioni e prezzi
Ducati Multistrada V4: caratteristiche, dotazioni e prezzi
Ducati Multistrada V4: caratteristiche, dotazioni e prezzi
Ducati Multistrada V4: caratteristiche, dotazioni e prezzi

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.

  • motard171
    Ma quanto PESA questa meravigliosa 4 cilindri da 170 CV di tecnica ed elettronica ?
  • Utente_1192678733
     |   1
    Questa multistrada V4 si potrebbe definire l'occasione mancata. Un prodotto di alta tecnologia dal costo di 20 mila euro concepita per essere una moto più tourer rispetto alle precedenti che non offre un cambio elettronico a mio parere è inconcepibile. L'utilizzo fuoristradistico di queste moto è realisticamente un dieci per cento del totale ma si è voluto seguire l'icona della Bmw GS aumentando addirittura l'altezza del motore da terra per l'eventuale uso fuoristrada...vi era quindi la possibilità di imporre una moto innovativa nel settore delle crossover capace fare pienamente concorrenza alla Bmw 1000xr che ho provato a fondo personalmente e che non ritengo così valida come presentata nelle varie prove fatte dalle riviste del settore... Forse fra due anni verrà proposta la versione aggiornata con cambio elettronico e magari con quelle modifiche tecniche necessarie richieste dalla clientela ma intanto si è delusa una parte di appassionati che attendevano una moto completa.
     Altre risposte
  • multimarco
    Da possessore di DVT1260S e di ben 5 multistrada dal 2004 ad ora ,questa attesa è stata una delusione ,l'unica cosa che mi piace è la nuova strumentazione e le Brembo Stilema.
  • Utente_2881888360
    La Multistrada è sempre stata una moto di rottura. Ricordo quando è uscita la 1.000, diciassette anni fa, con i Ducatisti che la guardavano come uno strano aggeggio con le zampe lunghe ed il cupolino sbilenco (in effetti la matita di Terblanche non aveva disegnato un anteriore particolarmente indovinato, imho). Però, poi (e nonostante la linea non particolarmente azzeccata) è stato un modello che ha portato su una moto di Borgo Panigale molti nuovi Ducatisti, ed ha portato anche molti Ducatisti di lungo corso ad apprezzare la comodità della guida alta e di un modello divertente, scanzonato, agilissimo ma anche in grado di far viaggiare una coppia. I mugugni, anche lì, ci sono sono stati con l'abbandono della frizione a secco con l'arrivo della 1100... ma i vantaggi, per chi faceva molti chilometri, in effetti poi ci sono stati, e un po' alla volta ci si è abituati anche ad una Ducati non sferragliante. Il tempo di abituarsi, quindi, alle zampe lunghe della prima Multistrada, ed ecco che nel 2010 è arrivata la 1200. Per i puristi della prima Multi, la nuova 1200 era una moto troppo grande, troppo pesante, troppo potente... in realtà, quando la provai, scesi quasi scosso: era un salto generazionale enorme. Come cavalleria, cattiveria, prestazioni. Ma anche come tipologia di moto: più confortevole, protettiva, adatta a viaggiare, pur rimanendo bella cattiva. Infatti :-) quando è arrivata la DVT, cinque anni dopo, la 1200 era già un altro successo. E che successo. Ovvio quindi che la nuova DVT scontentasse quindi sia i puristi della prima (piccola e leggera Multi di Terblanche), sia quelli della 'cattiva' 1200. Eppure la DVT mi ha fatto innamorare a prima vista. Cattiva se vuoi tirare, è estremamente facile e docile quando vuoi trotterellare godendoti il panorama. Ma è anche in grado di sopportare gli sterrati e non essere riottosa in mezzo al traffico: una vera quattro-moto-in-una. Infatti poi la DVT ha venduto moltissimo! Pochi anni fa, con la 950 Ducati ha poi, a mio avviso, fatto un altro passo avanti: la Multistrada intelligente. Fin troppo, visto che in effetti va talmente bene, è silenziosa, regolare fin da quando la metti in moto, consuma poco gomme e partiglie... che neppure ti sembra di essere su una Ducati... o almeno come erano le Ducati di una volta: riottose, un po' ignoranti, entusiasmanti ma lunatiche. Che dire di questa MultistradaV4 vista per ora solo in video? Prima di tutto che anche questa volta è una Multistrada DIROMPENTE: niente Desmo, niente telaio a traliccio (solo il telaietto reggisella, quasi una citazione), niente monobraccio e due cilindri di troppo. Certamente pare che sia stata davvero pensata e progettata per un motociclista molto esigente, che macina chilometri anche nei posti più sterrati del mondo, e che vuole farlo in comodità e sicurezza (splendido il display collegato con lo smartphone per la navigazione, o l'ARAS, così come ottimo l'intervallo manutentivo a 60.000 km per i tagliandi principali) ma che forse lascerà molto insoddisfatti i Ducatisti più legati alla tradizione sportiva... i cavalli sono tanti, ma c'è solo la versione con il 19 davanti ed un 170 dietro, anzichè 17 anteriore ed il gommone delle Multi 1200... Non so. L'estetica invece merita una vista dal vivo: l'impressione è che ci si abituerà presto a quelle linee disegnate più per la funzionalità che per l'estetica fine a sè stessa.

Correlate

Annunci usato