Quotazioni moto&scooter

Cerca

Seguici con

Equipaggiamento

Navigatore moto, tanti (BUONI) motivi per comprarlo

Stefano Borzacchiello il 05/06/2018 in Equipaggiamento

Con lo smartphone oggi possiamo fare tutto o quasi, ma in moto o in scooter poter contare sulle funzioni specifiche dei navigatori satellitari progettati ad hoc è un'altra cosa. Vi spieghiamo perché

Navigatore moto, tanti (BUONI) motivi per comprarlo
Chiudi

Ognuno di noi ha quasi sempre in tasca uno smartphone a cui il navigatore non manca e anche le App dedicate alla navigazione per iOS e Android abbondano, in commercio esistono tanti supporti di qualità (anche a poco prezzo) e la maggior parte sono anche impermeabili, per poterlo montare in una posizione comoda ben visibile. Quindi la domanda sorge spontane: perché dotarsi di un altro dispositivo e spendere altri soldi? Decidere di comprare un navigatore satellitare da montare sulla propria moto, o scooter, è invece una scelta che ha senso per diverse ragioni. Ve le elenchiamo - consapevoli che l’investimento economico che per la maggior parte dei modelli in commercio è importante - poi alla fine sarete voi a decidere che per le vostre esigenze lo smartphone basta e avanza… Ricordatevi però che qualsiasi navigatore, (e in questo senso anche lo smartphone) per poter essere utilizzato al meglio necessita di dialogare con un sistema di comunicazione Bluetooth installato sul vostro casco per ricevere in sicurezza le indicazioni vocali, tutti gli avvisi e le notifiche.

La sicurezza prima di tutto

Il primo aspetto da non trascurare è la sicurezza: pensiamo a quante volte vediamo in città, e non solo, persone guidare con in mano lo smartphone per guardare le indicazioni o peggio ancora impegnate a mandare messaggi. Troppe, vero? Purtroppo, se per i messaggiatori compulsivi non si può far nulla, se non invitarli a usare il buon senso... per chi vuole arrivare a destinazione in fretta senza perdere di vista la strada l'utilizzo di un navigatore fa la differenza. E proprio per chi si sposta principalmente in ambito urbano esistono dei modelli di navigatori ultra compatti ancora più semplici da montare.

Questione di rete, ma non solo

Importante. Un navigatore satellitare ha il GPS integrato e la ricezione del segnale satellitare è garantita sempre, anche nella più remota stradina di montagna. Inoltre le mappe caricate al suo interno non richiedono nessun tipo di connessione alla rete e l’aspetto cartografico non è da trascurare.

Un navigatore pensato per la moto è studiato per essere esposto alle intemperie e spesso è realizzato con materiali resistenti che non si danneggiano nemmeno se vengono raggiunti da uno spruzzo di benzina. Il supporto con cui viene fornito è fatto apposta per sostenere proprio quel modello e quindi anche qui la robustezza e la solidità di quest’ultimo nel momento del montaggio aumentano la sicurezza.

Non ci si deve preoccupare della durata della batteria perché ogni navigatore GPS è dotato di un cablaggio permanente che consente di alimentarlo con la batteria della moto o dello scooter. Ci si deve preoccupare invece se non lo si collega alla moto, in questo caso la durata è abbastanza limitata.

Tante funzioni studiate ad hoc

Da non sottovalutare poi che quasi tutti i modelli in vendita sono dotati di funzioni specifiche pensate proprio per l’utilizzo in moto. Si va dai "memo" per le operazioni di manutenzione, al fatto di poter impostare l'autonomia concessa dal serbatoio, ma anche l'invio di notifiche in caso di incidente ma la cosa più importante è il poter pianificare il viaggio al meglio, lo si può fare anche con lo smartphone ma i software pensati e studiati ad hoc per il navigatore consentono un lavoro di preparazione più dettagliato, basti pensare che esistono dei modelli che consentono di poter individuare le migliori strade "da moto" con punti di interesse e offrono quindi veri e propri itinerari per i motociclisti.
Infine, cosa davvero preziosa per i viaggiatori preparando il tour con calma dal pc, c'è sempre la possibilità di "disegnarsi" un percorso su file GPX o simili, che si possono poi inserire facilmente nel navigatore.

La scelta

 Alla fine indiviudare il navigatore GPS più adatto alle vostre esigenze è una valutazione personale, ma se cercate un prodotto affidabile con un'ottima cartografia che duri nel tempo, sia solido e abbia un'assistenza a cui rivolgersi è meglio puntare sui prodotturi storici come Garmin e Tom Tom che hanno nei loro cataloghi modelli per ogni esigenza che possono essere montati su qualsiasi moto e scooter. 

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.

  • EasyRider_02
    GPS integrato? - Non e' chiaro cosa intendiate dire con "GPS integrato"
  • username-2164
    E le migliaia di Km con la geografia in testa....? - Vanno bene tutte le tecnologie di supporto. Ricordarsi pero' le buone basi di geografia politica e fisica non fa affatto male davanti ad una lenzuolata di carte geografiche della Michelin, del TCI o della Freytag e scegliere poi la strada che piu' ci piace....... sul posto, andando a nord a sud a est o ad ovest. Quante belle esperienze ed emozioni! E buon viaggio. er mago der cardano
  • Paolo Salvatore
    Non vedo tutta questa differenza - Le caratteristiche a favore dei navigatori le ritroviamo quasi tutte sugli smartphone ad eccezione della robustezza dei materiali, ma ci sono smartphone fatti apposta per il lavoro pesante; lo smartphone si puo' collegare ad una presa usb e tenerlo in carica, lo si puo' collegare al computer e pianificare qualunque viaggio, esistono app che lo rendono ottimo anche per l'uso con la moto.