Quotazioni moto&scooter

Cerca

Seguici con

Attualità

Motor Bike Expo 2021: tutto quello che c’è da sapere

Redazione
dalla Redazione il 16/06/2021 in Attualità
Motor Bike Expo 2021: tutto quello che c’è da sapere
Chiudi

Il sistema fieristico nazionale riparte da Verona. Da venerdì 18 a domenica 20 giugno va in scena a Veronafiere il Motor Bike Expo 2021 Special Edition. Ecco tutte le novità in programma

La moto riparte da Motor Bike Expo. Il sistema fieristico nazionale riparte da Verona. Da venerdì 18 a domenica 20 giugno va infatti in scena a Veronafiere Motor Bike Expo 2021, la prima fiera che si tiene in Italia dopo quasi un anno e mezzo di emergenza (con conseguente fermo delle attività), dovuta alla pandemia da covid-19. E si tratta anche del primo evento espositivo dedicato al settore motociclistico: l’ultimo fu sempre Motor Bike Expo, a gennaio 2020, poco prima che il coronavirus cominciasse a mostrare i suoi disastrosi effetti. Motor Bike Expo si conferma anche riferimento internazionale: sarà la prima fiera a riaccendere i motori sul popolo dei motociclisti, gli espositori, provenienti dall’Italia e da tutto il mondo, proporranno novità, prodotti di serie e pezzi unici, in totale saranno oltre 250 le aziende presenti, di cui circa il 20% provenienti dall’estero. Fortemente voluto dagli ideatori ed organizzatori Paola Somma e Francesco Agnoletto, insieme a Veronafiere, sarà un expo in “Special Edition”. Lo spostamento dalla tradizionale collocazione invernale ad una praticamente estiva, comporta una formula fortemente orientata verso le attività “open air”, verso il turismo in moto e l’interazione con il territorio.

Naturalmente piatto forte della fiera sarà sempre l’esposizione statica che porterà, nei 4 padiglioni occupati, tutta la galassia-moto: la grande produzione di serie, le più esclusive personalizzazioni (custom e special, che da sempre costituiscono il DNA di Motor Bike Expo e rendono la manifestazione leader a livello mondiale), l’abbigliamento, l’accessoristica, il mondo dello sport, le attività dei club e delle associazioni. Nel settore delle personalizzazioni, da segnalare l’iniziativa “The Legendary Reunion Chopper & Custom show 1995 – 2021” che, a 26 anni dalla prima, rivoluzionaria rassegna organizzata da Paola Somma e Francesco Agnoletto, proporrà un’esclusiva selezione delle più belle special degli anni ‘90. Una vera e propria mostra con pezzi eccezionalmente tratti dalle più preziose collezioni.

Nelle grandi aree esterne (20.000 metri sugli oltre 60.000 mq totali) protagonisti saranno sempre i visitatori che non solo potranno parcheggiare le proprie moto in un accogliente spazio interno al quartiere fieristico e prossimo all’expo, ma potranno testare i modelli della produzione di serie messi a disposizione dalle stesse case produttrici. E Veronafiere sarà anche la base di partenza di escursioni sul territorio veneto, organizzate dalla Federazione Motociclistica Italiana.

TUTTO QUELLO CHE C’E’ DA SAPERE

Le case motociclistiche presenti: Aprilia, Benelli, BMW, Harley-Davidson, Honda, Kawasaki, Moto Guzzi, MV Agusta, Royal Enfield, SWM, Yamaha.

Non solo moto

Jeep riconferma la sua partecipazione alla fiera internazionale. Il pubblico potrà ammirare le novità della gamma 2021, in particolare il nuovo pick-up Gladiator, ma soprattutto potrà provare in prima persona le emozioni della “Jeep Experience”, sui saliscendi artificiali, a bordo dei fuoristrada più famosi del mondo; sarà un percorso in grado di esaltare le capacità di queste auto e di emozionare i partecipanti sia dentro sia fuori l’abitacolo.

I vantaggi dell’edizione di giugno

Tanti i vantaggi di un’edizione sicuramente più calda dei tradizionali weekend di gennaio, in cui gli organizzatori potranno sbizzarrirsi con attività ancora più mirate sui diversi utilizzi della moto, grazie anche alla collaborazione con Federmoto che ha pianificato una serie di eventi, tutti da vivere “in sella”. Tre le diverse tipologie di tour a cui è possibile iscriversi sul sito www.motorbikeexpo.it, uno dedicato alle maxi enduro e alle tourer, uno alle cafe racer e uno su fondo naturale per scrambler e special offroad.

Il parcheggio per chi arriva in moto è interno e gratuito

I motociclisti che raggiungeranno Verona in moto potranno entrare direttamente in moto all’evento, grazie al “MOTO PARKING” un parcheggio dedicato esclusivamente alle moto, situato nel cuore di Motor Bike Expo, dove i motociclisti, con le loro moto, saranno ancora più protagonisti. Per chi arriva in moto, l’ingresso è la “Porta C”.

Gli orari della manifestazione

I tradizioni orari di apertura al pubblico sono prolungati, il venerdì e sabato, fino alle 22.00; quindi: venerdì 18 giugno, 9.00 – 22.00; sabato 19 giugno, 9.00 – 22.00; domenica 20 giugno, 9.00 – 20.00.

Prezzo del biglietto

Per questa “edizione speciale” di MBE gli organizzatori hanno voluto proporre un “prezzo speciale”. I biglietti costeranno solo 10 Euro per tutti i visitatori (-50% rispetto alla classica edizione invernale), come simbolo di ripartenza per tutti gli appassionati delle due ruote. I biglietti sono disponibili solo online; nel rispetto delle procedure anti-covid, le biglietterie di Veronafiere non saranno aperte. Ticket disponibili su www.motorbikeexpo.it

NOVITA' DA VEDERE E DA PROVARE CON I DEMO RIDE

I grandi nomi della moto hanno confermato la partecipazione ufficiale a quello che è diventato un appuntamento irrinunciabile, anche in questa speciale collocazione nel calendario.

APRILIA & MOTO GUZZI

Le nuove Aprilia e Moto Guzzi potranno essere testate su strada partendo da Veronafiere. La Casa di Noale esporrà le RSV4 Factory e Tuono V4 Factory, oltre alle attese RS 660 e Tuono 660, disponibili per le prove. Novità anche nella gamma delle ottavo di litro, con la RS 125 e la SX 125. Moto Guzzi presenterà la V7 Stone, la V9 Bobber e la V85 TT nella speciale livrea Centenario, disponibile soltanto nel 2021 per celebrare i 100 anni del marchio. Gli stessi modelli, nelle colorazioni in gamma, saranno a disposizione per i test ride.

BMW MOTORRAD

Un nome di riferimento è BMW Motorrad, che conferma la sua partecipazione per l’ottavo anno consecutivo. Le novità saranno le cruiser R18 e R18 Classic, sviluppate sul possente motore boxer da 1.800 cc. È annunciata la presenza di una nuova concept R18, con la serie di accessori originali dedicati Option 719. Tornerà protagonista anche la gamma nineT, con i suoi modelli di successo R nineT, R nineT Pure, R nineT Scrambler e R nineT Urban G/S.

BENELLI

Benelli svelerà le sue novità del 2021. La Leoncino 800 e la Leoncino 800 Trail, ispirata allo stile scrambler, hanno stile vintage e motore bicilindrico parallelo da 754 cc omologato Euro 5. Benelli darà la possibilità di provare su strada anche gli altri modelli di gamma, tra cui la Leoncino 500 e la “regina del mercato” TRK 502 X.

HARLEY-DAVIDSON

Sempre molto attesa dai visitatori del MBE, Harley-Davidson sarà presente nell’area esterna con ben 17 modelli disponibili alla prova. Oltre alla LiveWire, la prima moto elettrica di Milwaukee, l’attenzione sarà tutta per le nuove adventure touring Pan America 1250 e Pan America 1250 Special, che aprono le porte ad un nuovo settore per Harley-Davidson.

HONDA

Fra i protagonisti del MBE più dinamico di sempre s’inserisce di diritto Honda, che proprio a Veronafiere ospiterà una tappa ufficiale dell’Honda Live Tour. È una serie di demo ride dedicati ai motociclisti che vogliono provare la loro prossima Honda, o semplicemente avvicinarsi al marchio. A loro disposizione saranno le moto e gli scooter del 2021: Africa Twin, CB1000R, CB500X, NC750X, X-ADV, Forza 750, NC750X, SH350 e Forza 350.

KAWASAKI

Kawasaki metterà a disposizione la nuovissima tourer Versys 1000 S per una prova su strada. Al suo fianco, i modelli della gamma 2021: la supertourer Ninja 1000 SX, l’eclettica Versys 650, le naked Z650 e Z900; e le classiche Z900RS e W800.

MV AGUSTA

Questo è un anno di grande vivacità per MV Agusta. Da febbraio in poi, ha presentato ogni mese una novità: Dragster e Brutale 800, Superveloce, Turismo Veloce, la nuova gamma Rosso e la Rush. E ulteriori novità non mancheranno durante l’estate. A MBE il prestigioso marchio varesino sarà presente nell’area esterna con i demo ride dei modelli 2021.

ROYAL ENFIELD

Nello stand Royal Enfield riflettori puntati sulla Meteor 350 in anteprima assoluta per l’Italia. La nuova “easy cruiser” per tutti è guidabile con patente A2 e si distingue per l’inconfondibile stile vintage. Disponibile nelle tre varianti Fireball, Stellar e Supernova, ha i suoi punti di forza nel motore monocilindrico rinnovato e nella ciclistica che assicura grande maneggevolezza.

SWM MOTORCYCLES

Attività open air anche per SWM Motorcycles, che nell’area open di VeronaFiere permetterà di conoscere le doti di maneggevolezza della gamma stradale. Potranno essere testate le classiche 125 Outlaw, Gran Milano e Ace of Spades, la Six Days 500 e la naked Varez 125. Spazio anche alle motard SM 125 R e SM 500 R. Da non perdere le nuove colorazioni della gamma 2022.

YAMAHA

Anche Yamaha sarà presente nell’area esterna di MBE 2021 con attività dinamiche di demo ride: sarà possibile provare le nuove Hypernaked MT09/SP e la MT07 oltre alle sport-touring Tracer 9 e Tracer 7. Il pubblico di Verona potrà provare anche l’esperienza della rivoluzionaria Niken per vivere l’emozione della tecnologia unica Leaning Multi Wheel (LMW) e sperimentare la guida su tre ruote.

Tutti coloro che vogliono provare i nuovi modelli delle Case devono presentarsi muniti di abbigliamento idoneo alla guida:

    • casco omologato

    • giacca

    • pantaloni lunghi

    • scarpe chiuse

    • guanti

Inoltre, ogni partecipante dell’attività di demo ride dovrà aver conseguito la patente di guida relativa al modello che desidera testare.

UN EVENTO PER RIPARTIRE IN SICUREZZA

Per accedere a MBE 2021 non c’è la necessità di essere vaccinati o essersi sottoposti a tampone. È comunque necessario mantenere delle accortezze per uno svolgimento della manifestazione nella massima sicurezza.

Di seguito le misure richieste da Veronafiere:

   • Mascherina obbligatoria: è sempre obbligatorio l’utilizzo di una mascherina all’interno del quartiere fieristico.

    • Distanziamento: all’interno della manifestazione è obbligatorio il distanziamento di sicurezza tra le persone di almeno 1 metro.

    • Rilevazione della temperatura: all’ingresso della manifestazione verrà misurata, attraverso l’utilizzo di termoscanner, la temperatura corporea. I soggetti a cui verrà rilevata la temperatura pari o superiore a 37.5° non potranno accedere all’evento.

    • Dispenser gel igienizzante: Veronafiere ha installato distributori di disinfettante posizionati in tutti i luoghi della manifestazione, bagni, corridoi, zone comuni, portineria, che invitiamo a utilizzare frequentemente.

    • Spazi più ampi: per l’edizione 2021 gli organizzatori hanno previsto corridoi e aree espositive del 20% più ampi rispetto all’anno precedente.

    • Aumento del personale addetto alle pulizie e all’igiene: vengono rafforzate le attività di pulizia ed aumentata la frequenza degli intervalli delle singole attività, con straordinarie sanificazioni degli ambienti.

    • Sanificazione degli ambienti: quotidianamente un’equipe di operatori sanifica, mediante ozono, gli ambienti della fiera cosicché all’apertura al pubblico l’intero quartiere possa accogliere i visitatori in sicurezza.

    • Tecnologie avanzate: un sistema di monitoraggio sarà in grado di contare i visitatori all’interno dei padiglioni e individuare eventuali assembramenti di persone, segnalandoli in tempo reale agli operatori che possono così intervenire.

    • Equipe medica: Veronafiere ha rafforzato i presidi di safety e security nelle aree interne al quartiere, con la presenza di equipe di medici e infermieri specializzati, a seguito di un protocollo sanitario specifico sottoscritto dagli operatori che erogano il servizio. Sono stati inoltre istituiti staff dedicati alla sicurezza, autorità di polizia, vigili del fuoco e personale paramedico presenti nelle principali aree di accesso al quartiere fieristico.

Motor Bike Expo 2021: tutto quello che c’è da sapere
Motor Bike Expo 2021: tutto quello che c’è da sapere
Motor Bike Expo 2021: tutto quello che c’è da sapere
Motor Bike Expo 2021: tutto quello che c’è da sapere
Motor Bike Expo 2021: tutto quello che c’è da sapere
Motor Bike Expo 2021: tutto quello che c’è da sapere
Motor Bike Expo 2021: tutto quello che c’è da sapere
Motor Bike Expo 2021: tutto quello che c’è da sapere
Motor Bike Expo 2021: tutto quello che c’è da sapere
Motor Bike Expo 2021: tutto quello che c’è da sapere
Motor Bike Expo 2021: tutto quello che c’è da sapere
Motor Bike Expo 2021: tutto quello che c’è da sapere
Motor Bike Expo 2021: tutto quello che c’è da sapere
Motor Bike Expo 2021: tutto quello che c’è da sapere
Motor Bike Expo 2021: tutto quello che c’è da sapere
Motor Bike Expo 2021: tutto quello che c’è da sapere
Motor Bike Expo 2021: tutto quello che c’è da sapere
Motor Bike Expo 2021: tutto quello che c’è da sapere
Motor Bike Expo 2021: tutto quello che c’è da sapere
Motor Bike Expo 2021: tutto quello che c’è da sapere
Motor Bike Expo 2021: tutto quello che c’è da sapere
Motor Bike Expo 2021: tutto quello che c’è da sapere
Motor Bike Expo 2021: tutto quello che c’è da sapere
Motor Bike Expo 2021: tutto quello che c’è da sapere
Motor Bike Expo 2021: tutto quello che c’è da sapere
Motor Bike Expo 2021: tutto quello che c’è da sapere
Motor Bike Expo 2021: tutto quello che c’è da sapere
Motor Bike Expo 2021: tutto quello che c’è da sapere
Motor Bike Expo 2021: tutto quello che c’è da sapere
Motor Bike Expo 2021: tutto quello che c’è da sapere
Motor Bike Expo 2021: tutto quello che c’è da sapere
Motor Bike Expo 2021: tutto quello che c’è da sapere
Motor Bike Expo 2021: tutto quello che c’è da sapere
Motor Bike Expo 2021: tutto quello che c’è da sapere
Motor Bike Expo 2021: tutto quello che c’è da sapere
Motor Bike Expo 2021: tutto quello che c’è da sapere
Motor Bike Expo 2021: tutto quello che c’è da sapere
Motor Bike Expo 2021: tutto quello che c’è da sapere
Motor Bike Expo 2021: tutto quello che c’è da sapere
Motor Bike Expo 2021: tutto quello che c’è da sapere
Motor Bike Expo 2021: tutto quello che c’è da sapere
Motor Bike Expo 2021: tutto quello che c’è da sapere
Motor Bike Expo 2021: tutto quello che c’è da sapere

Il mondo del Custom gode da sempre di particolare attenzione tra i padiglioni di Veronafiere. E l’edizione 2021 di Motor Bike Expo non fa eccezione: una lunga lista di customizer presenterà al pubblico il frutto di questi lunghi mesi di lavoro, cimentandosi nei bike show che, com’è ormai tradizione, tracciano le linee guida delle tendenze del mercato internazionale in fatto di motociclette customizzate.

Tra le tante, attese presenze, l’officina bergamasca PDF esporrà una racer anni Venti con motore Harley-Davidson 8 valvole del 1927 di derivazione agonistica. Il telaio è del 1921 ed è stato modificato artigianalmente un po’ come ogni componente di questa motocicletta, che richiama lo stile delle moto che correvano le gare di Hillclimbing.

Cambiando genere, da Latina Vallese Garage ha padroneggiato sin dagli esordi il settore delle Bagger, Harley-Davidson turistiche trasformate in special da sogno; poi, ha contribuito alla sua evoluzione. Ormai, l’officina che fa capo a Gianni Vallese é sinonimo di bagger anabolizzate, con propulsori performanti e soluzioni tecniche all’avanguardia, tra cui il sempre più esteso utilizzo della fibra di carbonio per le sovrastrutture e a materiali nobili quali titanio e magnesio.

Ancora in tema bagger, a Verona la Hintsteiner Carbon Solution presenterà in anteprima la nuova “Flagship”: non si sa ancora molto ma, a giudicare dal forte know-how dell’azienda austriaca in tema di materiali pregiati e fibra di carbonio, ci si aspetta una proposta tecnologica e all’avanguardia.

A proposito di tecnologia, come non ricordare che a Motor Bike Expo verrà presentata l’ultima evoluzione della 3D – Core Evolution, moto di Alvaro Dal Farra le cui parti sono state realizzate mediante la tecnica della stampa 3D.

Fra le special stradali e sportive, c’è molta attesa per l’anteprima assoluta di “The Bull”, la Yamaha XSR700 modificata, anzi concettualizzata da Officine GP Design. Come sempre, la moto è al centro di un elaborato progetto di comunicazione, che prevede una miniserie video di cinque puntate, più una sesta per la presentazione a sorpresa.

Anche se la special è ancora coperta dal massimo riserbo, Luca Pozzato, il “daydreamer” di Officine GP Design, anticipa come “The Bull” sia un progetto di moto futuristica, cyberpunk, concepito durante la pandemia. Una sintesi di equilibrio e leggerezza raggiunta attraverso una particolare lavorazione dei materiali compositi.

Nicola Martini anche quest’anno promette di sorprendere il pubblico di Motor Bike Expo ma non si sbottona (“sono in ballo con tre idee, ma si concretizzeranno solo all’ultimo minuto”). Così come non rivela quali special saranno in mostra al suo stand: “una delle special che porterò in fiera è realizzato sulla base di una Triumph Rocket da 2.300 cc: una moto che già di per sé è esagerata, noi l’abbiamo rivoluzionata nelle forme e nelle soluzioni tecniche.”

Altra rappresentanza tutta scaligera è quella di Apache Customs, che allestirà addirittura due aree espositive, di cui una dedicata al progetto “Reparto Sportivo”, specializzato nel procacciamento e nell’importazione di pezzi unici Harley-Davidson, introvabili in Italia. Nello stand firmato Apache saranno presentate al grande pubblico quattro BMW anni ’80 su base R e uno speciale restauro di una fantastica Land Rover Series III.

Tra gli altri protagonisti che sveleranno le proprie creazioni tra gli stand di Motor Bike Expo, ci saranno Bottega Bastarda, Kustom Family, Modena Moto Meccanica (per la prima volta a MBE), Moto Sport e i fratelli Chot, Mass, Boldi, Garajek e tanti altri.

Sarà il pubblico, come sempre, a premiare con la propria attenzione le realizzazioni più belle. I bike show, poi, provvederanno a consegnare alla storia le special migliori di questa edizione atipica: la tradizionale classifica “Top 20” sarà stilata domenica sera dalla rivista Lowride e premierà le migliori realizzazioni nelle varie categorie.

Gradito ritorno anche quello del bike show di Metzeler, il marchio premium nel settore dei pneumatici per motocilisti, da sempre vicino al mondo dei biker, a Verona per il quarto anno consecutivo nel padiglione 2 con un luccicante caravan Airstream. Al suo interno sarà esposta la gamma completa di pneumatici "Cruising & Heavy Tourers": il bimescola Cruisetec, presentato proprio a MBE nel 2019; il bestseller ME 888 Marathon Ultra, disponibile in oltre 70 misure e in versione White e Orange Wall; e il classico Perfect ME 77, adatto a moto d’epoca ma anche a chopper e bobber old school.

Nello stand saranno esposte una Harley-Davidson Super Glide Custom, preparata dal dealer H-D Brescia, e un’inedita bagger con carrozzeria in carbonio, realizzata dall’azienda austriaca Hintsteiner Carbon Solutions e verniciata dall’artista dell’aerografo Knud Tiroch. Il brand dell'Elefantino Blu promuoverà anche quest’anno il Metzeler Award, giunto alla sua terza edizione. Il bike show premierà con un set di gomme Cruisetec la più bella special gommata Metzeler.

Accanto alle special, a Verona anche tanti accessori, con autentiche eccellenze del made in Italy: “Abbiamo resistito bene a quest’anno tremendo” commenta Fabrizio Caoduro, patron di 70’s Helmet, “e ne usciamo con grande entusiasmo. In questi mesi non ci siamo fermati, anzi abbiamo continuato a disegnare splendide colorazioni per le special più belle d’Europa, e nel frattempo abbiamo continuato a perseguire la strada della massima qualità dei materiali, nonché della ricerca stilistica per quel che riguarda la nostra linea di caschi.”

I caschi “made in Vicenza” della 70’s Helmet, dipinti a mano e celebrati in tutto il mondo, da quest’anno sono accompagnati da una novità: “al nostro stand presenteremo una nuova partnership, quella con il brand di abbigliamento Rude Riders, un progetto di cui siamo entusiasti e che spero sarà apprezzato anche dal nostro pubblico.”

Tra i customizer stranieri che hanno scelto Verona per tornare ad incontrare il pubblico, ci sarà Stephane Grand, il preparatore svizzero che è stato inserito nella Top 10 dell’MBE Award 2020 grazie agli splendidi bobber proposti con il suo marchio T4 Motorcycles, torna

a Verona per presentare le sue nuove creazioni.

Insieme a lui, anche l’ingegnere di origine cipriota Mario Kyprianides, proprietario e gestore di Chopper Kulture con sede ad Abu Dhabi. Riconosciuto uno dei trend setter internazionali nel mondo delle special. Chopper Kulture sta attualmente lavorando a stretto contatto con alcuni dei migliori marchi e distributori del settore, mettendo insieme le ultime tendenze e progetti futuri. A Verona si attende una sua creazione che lui chiama “Ultimate Performance” V Twin, una special Clubstyle d’ispirazione tedesca!

Tra i “big” che scelgono Motor Bike Expo non mancheranno i colossi dell’aftermarket, aziende in grado di proporre accessori e ricambi per qualunque modello di Harley, dagli anni Quaranta ad oggi: il distributore olandese Zodiac International (oltre 2500 punti vendita in tutto il Vecchio Continente) proporrà la consueta sfilata di parti speciali, dedicata alla gamma H-D completa e alle Indian più recenti. Molti articoli saranno esibiti sulle special “vetrina”, motociclette completamente personalizzate che vengono assemblate annualmente dai migliori customizer per sfoggiare i pezzi forti del corposo catalogo.

Ancora in tema di accessori, Kuryakyn promette ai visitatori MBE una “avventura” completamente nuova per il 2021 con un primo sguardo esclusivo alla nuova collezione di accessori Lodestar per i modelli BMW GS (questa sarà la prima volta che il pubblico vedrà ufficialmente i nuovi prodotti dedicati al marchio bavarese) e Honda Africa Twin. Inoltre, sarà presentata in anteprima la collezione Tørke di borse a secco impermeabili al 100% che, insieme ai sistemi di portapacchi Lodestar, consentono ai piloti di creare il sistema di stoccaggio a secco per l’adventure touring. Nel vasto assortimento di prodotti V-Twin di Kuryakyn, il nuovissimo WanderBar Portable Soundbar di MTX Audio, gli accessori Phantom per Harley-Davidson e Indian, e molto altro ancora. Lo staff Kuryakyn sarà insieme agli specialisti delle selle dell’azienda Mustang, anche loro entusiasti di tornare a Verona con la loro vasta selezione per i modelli Harley-Davidson Milwaukee-Eight Softail e Touring, così come per le Indian di nuova produzione.

Il produttore polacco di accessori Deemeed presenterà al Motor Bike Expo 2021 la nuova linea di borse in pelle, le borse a rullo Special Edition e la nuova gamma abbigliamento.

The Jekill & Hyde Company, azienda specializzata nel settore degli scarichi a sonorità variabile, mostrerà al pubblico la H-D Breakout 2021 con il nuovo sistema Euro 5, più una BMW R18 personalizzata, realizzata da LMC Lang MotorCycles, che sarà sfoggiata presso lo stand.

Dalla Francia, a MBE 2021 sarà esposta una introvabile collezione di Yamaha XT 500, dalla prima del 1976 all’ultima del 1989: sarà allo stand del Salon du 2 Roues de Lyon.

The Legendary Reunion “Chopper & Custom show” 1995 – 2021

Motor Bike Expo 2021 offrirà un’opportunità unica, quella di ammirare una selezione delle più importanti Special d’autore degli anni ‘90. Dopo oltre 25 anni di attività, Paola Somma e Francesco Agnoletto riescono infatti a riunione i pezzi unici che hanno contribuito a diffondere la cultura Custom nel nostro paese, le moto che hanno trionfato nei Bike Show da loro organizzati e che sono state protagoniste delle copertine delle più importanti riviste di settore.

La Reunion di Chopper & Custom Show vedrà nuovamente insieme alcune delle special più famose dell’epopea custom italiana, insieme agli specialisti che le crearono, spesso anticipando tendenze ed inventando soluzioni tecniche che, semplicemente, non si erano mai viste prima.

Tra i customizer che parteciperanno con le loro special alla Reunion, una lunga sfilata di nomi celebri del calibro di Battistinis, HT Garage 95, Bepy Moto Service, Bike In Black, Ace Of Spades, Custombike, Special Project Custom, Motor Factory e Motoranda.

Special guest la Harley-Davidson XLRD “STP” di proprietà di Paola Somma (immortalata anche dal designer Ray Drea, a capo del reparto stilistico di Harley-Davidson Motor Company), ma anche il celebre dragster di Adriano Zanoni, in arte Taraky, scomparso nel 2017.

Un po’ di storia: era il 1995 e, a Padova, nasceva il Chopper & Custom Show: un evento dedicato alla cultura Biker italiana che destò subito l’interesse degli appassionati.

La manifestazione, pensata proprio per gli appassionati di Harley (allora ancora poche in circolazione) e custom giapponesi, rappresentò qualcosa di assolutamente nuovo, fuori dagli schemi, ed entusiasmò anche la platea di chi il custom lo faceva per lavoro: produttori di accessori, costruttori di motociclette “Special”, gente che, in un modo o nell’altro, della passione per le lunghe forcelle aveva trovato il modo di fare una professione.

Così, Chopper & Custom Show divenne presto l’evento per eccellenza, l’appuntamento invernale a cui tutti i biker volevano presenziare e al quale nessun customizer “di livello” avrebbe potuto mancare.  Maurizio Mussini (Bike Hospital), Lorenzo “Boccin” (BCC), Adriano “Taraky”, Gerry “Caronte” (Custombike), tanto per citare alcuni degli espositori della prima ora, arrivando poi alle star internazionali che, anno dopo anno, cominciarono a mettersi in fila per non mancare: da Arlen Ness a Paul Yaffe, da Jesse James a Paul Teutul Sr., e poi ancora Russell Mitchell, Cyril Huze, Jeff Decker, Indian Larry, Bob Seger, senza contare i tantissimi grandi nomi europei come Battistini, Fred Kodlin, Marcus Waltz,.

Tutti i più grandi, insomma, hanno partecipato al Chopper & Custom Show, magari portando a casa un trofeo conquistato nei bike show, che anno dopo anno sono divenuti sempre più prestigiosi.

Ruote da Sogno

Ruote da Sogno, primo player europeo di Moto d’Epoca e tra i primi in quello delle Auto Classiche e Youngtimer, esporrà 30 prestigiose moto al padiglione 4.

L’atelier motoristico reggiano, dal 2016, anno della sua nascita, ha venduto migliaia di moto d’epoca in ogni angolo del mondo e la competenza e la passione dei suoi esperti, è ormai una garanzia per ogni collezionista delle due ruote.

“Siamo alla nostra tredicesima partecipazione al Motor Bike Expo, considerando anche le nostre presenze alle precedenti edizioni di Padova” spiega Stefano Aleotti, AD e fondatore di Ruote da Sogno, “Un evento che apprezziamo moltissimo per il contatto diretto con appassionati delle due ruote abituati a pretendere sempre il meglio. La nostra presenza a Verona è stata sempre caratterizzata dall’ampiezza e dalla qualità della proposta commerciale ed anche in questa edizione speciale, abbiamo voluto premiare i visitatori presentando pezzi iconici della storia del motociclismo”.

Tra le moto che si potranno ammirare allo stand di Ruote da Sogno spiccano:

Cagiva 500 GP del 1987 – Un gioiello perfettamente conservato, con cui il francese Raymond Roche partecipò al Campionato del Mondo del 1987. Prezzo 118.000€.

MV 750S America del 1976 – Un pezzo dal grande fascino con trasmissione a cardano, assai ambita da collezionisti di tutto il mondo. Nelle aste internazionali di RM Sotheby’s, questo modello spunta spesso quotazioni da capogiro, ben oltre i 100.000€.

Kawasaki 750 H2 Mach IV del 1972 - L’accelerazione più bruciante dell’epoca e una velocità dichiarata di 220 km/h. Un carisma unico, amplificato dal sibilo inconfondibile del suo motore, ma anche tristemente nota come “bara volante”, a causa della scarsa efficienza dei suoi freni.

Kawasaki 900 del 1973 – Una purosangue di razza che superava agevolmente i 200 km/h, ponendosi ai vertici delle moto stradali dell’epoca. Una delle rivali più acerrime della Honda 750 Four, che imperversava in tutto il mondo negli anni’70.

Honda CB 750 Four del 1972 – La vera icona delle moto giapponesi, rispetto alle altre moto presenti nel panorama mondiale, sembrava arrivata dal futuro. Il suo maestoso motore a quattro cilindri e un’eleganza fino ad allora sconosciuta, furono alla base del suo successo planetario.

NSU 250 del 1974 - Una “cafè racer” da pista, che è una vera scultura, con molte parti ricostruite in alluminio grezzo, per un pezzo unico da grande fascino.

Motor Bike Expo 2021: tutto quello che c’è da sapere

MOTOR BIKE EXPO, VERONA E IL TERRITORIO

Diversamente da quanto avviene abitualmente a gennaio, l’inizio dell’estate offrirà l’opportunità di “uscire” dall’evento fieristico, trasformando Motor Bike Expo in un grande raduno che abbraccerà la città e la provincia di Verona e che lo affiancherà ad altri appuntamenti di carattere internazionale: il passaggio della Mille Miglia, la prima dell’Aida all’Arena, Operawine.

Sabato 19 farà tappa in piazza Bra la carovana della 39esima rievocazione storica della Mille Miglia. Sarà una “prima volta” da non perdere, grazie alla novità assoluta del passaggio della Corsa della Freccia Rossa accanto all’Arena.

Sfumato il rombo delle auto sportive e dei prototipi, dall’Arena si leveranno le note dell’Aida di Giuseppe Verdi. Il Maestro Riccardo Muti dirigerà l’orchestra e il coro dell’Arena di Verona nel 150° anniversario dell’opera che aprirà il Festival Lirico del 2021.

Il sabato veronese accoglierà anche OperaWine, l’evento esclusivo, organizzato da Veronafiere e Vinitaly con la rivista americana “Wine Spectator” che offre agli operatori specializzati di tutto il mondo la possibilità di conoscere i 100 migliori vini italiani.

Il Comune di Verona ha scelto Motor Bike Expo per presentare, venerdì 18, alle 11.45, presso lo stand della Regione Veneto, la propria adesione all’associazione nazionale “Città dei Motori”, organismo che, sotto l’egida dell’ANCI, riunisce territori a vocazione motoristica, a livello di produzione, sportiva e culturale. A presentare la novità sarà l’Assessore comunale Francesca Toffali che ha, tra l’altro la delega al turismo.

Per la prima volta anche l’azienda ULSS 9 Scaligera sarà presente a Motor Bike Expo per presentare il progetto “Safe Night”. Si tratta di una campagna che, su scala regionale, interviene sull’informazione riguardo l’abuso di alcolici e di sostanze stupefacenti in correlazione con gli incidenti stradali. Pietro Girardi, Direttore Generale dell’azienda sanitaria, insieme agli specialisti del Dipartimento Dipendenze, ha previsto una tre giorni di sensibilizzazione verso l’utenza supportata da un simulatore che riproduce l’effetto di sostanze sulla guida, uno strumento che consente di prendere coscienza delle alterazioni che influiscono sulla performance. Motor Bike Expo e Azienda ULSS Scaligera intraprendono dunque un percorso comune e condiviso che ha come obiettivo la sicurezza ed il benessere degli utenti della strada.

MBE COME ESPRESSIONE DI CREATIVITA’

E’ tradizione consolidata di Motor Bike Expo presentare, non solo attraverso le custom, forme di creatività, anche artistica. Per la Special Edition 2021 fanno parte del menù la proiezione dell’atteso film “Pozzis, Samarcanda”, documentario del giovane regista friulano Stefano Giacomuzzi, che ha come protagonista Cocco, un “personaggio” già molto amato e popolare nella comunità biker: un eremita 73enne con una dura e misteriosa storia alle spalle, che dal Friuli vorrebbe arrivare a Samarcanda con la sua HD del ’39 – presentazione alla presenza di protagonista e regista, sabato 19 alle ore 15.00 sul Main stage del Pad. 1.
Sarà inoltre presentato il libro “Cuore e Pistoni”, di Lorenzo Gioachini (Lory666), che nei suoi racconti scrive di una vita on the road conciliata con gli impegni di un comune lavoro, senza trascurare la famiglia. Esperienze, emozioni, ricordi, personaggi pittoreschi e dannatamente reali, situazioni divertenti ed eventi anche drammatici che lo hanno spinto a pubblicare questo libro. Presentazione domenica 20 giugno, Main stage – Pad.1.

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.