Quotazioni moto&scooter

Cerca

Seguici con

Sbk

SBK Portimao: COLPI di scena e spettacolo!

Redazione
dalla Redazione il 04/10/2021 in Sbk
SBK Portimao: COLPI di scena e spettacolo!
Chiudi

Tre gare, tre vincitori diversi. In Portogallo la Superbike fa spettacolo con gare adrenaliniche. E il Mondiale seppure sia sempre più nelle mani Toprak Razgatlioglu resta ancora aperto… Ora si andrà in Argentina?

I nostalgici della SBK fatta di emozioni e sorpassi hanno trovato quello che cercavano. In Portogallo la SBK ha regalato gare emozionanti, sorpassi, controsorpassi, adrenalina e colpi di scena come mai si era visto nelle ultime stagioni per un Mondiale che, seppure veda al comando Toprak Razgatlioglu con un vantaggio di 24 punti su Jonathan Rea, resta ancora aperto.

SBK Portimao: COLPI di scena e spettacolo!

Quella che di fatto era partita come un'altra annata nel segno di Rea si è rivelata una stagione dall’esito tutt’altro che certo e soprattutto ha mostrato la maturità e il talento di Toprak Razgatlioglu. Il pilota turco che sulla Yamaha ha fatto vedere di aver i numeri per portarsi a casa il primo titolo Mondiale, togliendo il numero uno dalla carena di quello che è stato uno fra piloti che ha creduto nel suo talento fin da quando correva nella Stk600 ma che oggi è il suo avversario, il suo rivale, a cui non risparmia nulla in pista costringendo il sei volte campione ad andare anche oltre il limite e a... sbagliare. Cosa a cui, a parte nel 2019 quando Bautista era partito alla grande con la Ducati minando con una raffica di successi le certezze di Rea nella prima parte del mondiale, non era più accaduta al campione britannico fino a questa stagione. Una stagione il cui esito resta ancora incerto e su cui pende anche la variabile della fattibilità delle gare in Argentina e in Indonesia a causa delle conseguenze del Covid-19 e dei relativi blocchi alla circolazione. Ma Dorna ha garantito 13 round, quindi nel caso non si possa andare oltre Oceano una soluzione è presumibile verrà trovata correndo ancora in Europa. 

SBK Portimao: COLPI di scena e spettacolo!

SBK Portimao: tre gare, tre vincitori diversi

Per quello che si era visto in passato, la gara di Portimao doveva essere nel segno di Rea. Sul tracciato che lo aveva visto dominare nelle precedenti stagioni però Rea non è riuscito ad invertire la rotta, anzi ha commesso due errori, con conseguenti scivolate, fra Gara1 e la Superpole Race nel tentativo di arginare Toprak che ne hanno minato il morale. Ma la formula della SBK ammette la replica, arrivata da Rea in Gara2 dove è tornato al successo con una determinazione incredibile e complice la caduta di Toprak per un problema tecnico ha recuperato terreno nel Mondiale. Il turco dalla sua dopo aver portato a casa il successo in Gara 1 tenendo a bada gli attacchi di Scott Redding e rispondendogli colpo su colpo, nella Superpole Race con la pista allagata dalla pioggia caduta ha corso anche guardando al Mondiale per tornare però all'attacco nella successiva in cui è stato tradito dalla perdita del parafango anteriore.

Se i riflettori per il titolo restano su Rea e Razgatlioglu in Portogallo ha nuovamente mostrato il suo potenziale, e quello della Ducati, Scott Redding. Il britannico seppure a fine stagione salirà sulla BMW ha portato a casa podi e soddisfazioni. Soddisfazioni che sono finalmente arrivate anche in Casa BMW dove Michael van der Mark, dopo la scivolata per il contatto con Locatelli in Gara1 a cui ha reagito molto male con uno spintone al campione della SSP, ha colto il successo, un risultato che mancava dal 2013 quando a trionfare fu Chaz Davies. Il pilota gallese che a fine stagione lascerà le gare, ancora fermo per i postumi dell'incidente, ha visto la sua Ducati, preparata dal team GOEleven, volare nelle mani di un rientrante Loris Baz capace di portarla per tre volte sul podio (una squalifica per il contatto con Bautista gli toglierà poi il terzo a fine gionata, nda), un risultato che potrebbe riaprirgli le porte del Mondiale.

In Portogallo si conferma ancora una volta in crescita Andrea Locatelli, passi in avanti per Alvaro Bautista che fa volare la Honda, protagonista anche nelle mani di Haslam, ma raccoglie poco lasciando, come il compagno nella ghiaia podi alla portata. Torna nei piani alti anche Gerloff e continuano i progressi di Axel Bassani.

SBK Portimao: COLPI di scena e spettacolo!

La sintesi delle tre gare giro dopo giro

WorldSBK Gara 2:

Scott Redding (ARUBA.IT Racing - Ducati / Ducati Panigale V4 R) dalla seconda casella si posiziona al comando di gara, seguito dalle Yamaha ufficiali di Andrea Locatelli (Pata Yamaha with BRIXX WorldSBK / Yamaha YZF R1) e Toprak Razgatlioglu (Pata Yamaha with BRIXX WorldSBK / Yamaha YZF R1), e da Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK / Kawasaki ZX-10RR), che ha la migliore partenza fra tutti ed in un solo giro passa dalla decima casella in griglia alla quarta posizione. Il campione del mondo in carica continua l’ottimo passo e dopo aver avuto la meglio sulle Yamaha in rettilineo, passa subito all’attacco su Scott Redding per la leadership di gara e ci riesce nel corso del quarto giro. Redding perde una posizione a favore di Razgatlioglu, mentre al quarto posto c’è Andrea Locatelli che chiude un compattissimo quartetto di testa. Il portacolori Ducati, in terza posizione, aumenta il passo e cerca di raggiungere il leader di campionato, che al decimo giro scivola rovinosamente sulla ghiaia a causa di un problema tecnico. Rea riesce dunque ad accumulare un vantaggio di oltre due secondi da Scott Redding, segue la battaglia per la terza posizione tra Loris Baz (Team GOELEVEN / Ducati Panigale V4 R) e Álvaro Bautista (Team HRC / Honda CBR1000 RR-R), e sarà il francese ad avere la meglio e salire ancora una volta sul podio (poi a fine gara sarà penalizzato e retrocesso di una posizione, con Locatelli che in classifica sale al terzo posto). Taglia il traguardo in seconda posizione Scott Redding, mentre Jonathan Rea risponde ai suoi rivali con una performance eccezionale e conquista la sua prima vittoria in una gara lunga dal round di Assen.

 

Classifica WorldSBK Gara 2:

 

  1. J. Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK / Kawasaki ZX-10RR)
  2. S. Redding (ARUBA.IT Racing - Ducati / Ducati Panigale V4 R)
  3. A. Locatelli (Pata Yamaha with BRIXX WorldSBK / Yamaha YZF R1)
  4. L. Baz (Team GOELEVEN / Ducati Panigale V4 R)
  5. G. Gerloff (GRT Yamaha WorldSBK Team / Yamaha YZF R1)
  6. M. van der Mark (BMW Motorrad WorldSBK Team / BMW M 1000 RR)
  7. M. Rinaldi (ARUBA.IT Racing - Ducati / Ducati Panigale V4 R)
  8. L. Haslam (Team HRC / Honda CBR1000 RR-R)
  9. A. Bassani (Motocorsa Racing / Ducati Panigale V4 R)
  10. E. Laverty (BMW Motorrad WorldSBK Team / BMW M 1000 RR)
  11. L. Mercado (MIE Racing HONDA Team / Honda CBR1000 RR-R)
  12. I. Viñales (ORELAC Racing VERDNATURA / Kawasaki ZX-10RR)
  13. K. Nozane (GRT Yamaha WorldSBK Team / Yamaha YZF R1)
  14. C. Ponsson (Gil Motor Sport-Yamaha / Yamaha YZF R1)
  15. J. Folger (Bonovo MGM Racing / BMW M 1000 RR)
  16. S. Cavalieri (Barni Racing Team / Ducati Panigale V4 R)
  • Rt.        Á. Bautista (Team HRC / Honda CBR1000 RR-R)
  • Rt.        T. Razgatlioglu (Pata Yamaha with BRIXX WorldSBK / Yamaha YZF R1)
  • Rt.        T. Rabat (Kawasaki Puccetti Racing / Kawasaki ZX-10RR)
  • Rt.        G. Ruiu (B-Max Racing Team / BMW M 1000 RR)
  • Rt.        L. Epis (OUTDO TPR Team Pedercini Racing / Kawasaki ZX-10RR)

Rt.        L. Cresson (OUTDO TPR Team Pedercini Racing / Kawasaki ZX-10RR

 

Superpole Race

A seguito della pioggia che si è abbattuta su Portimão durante le sessioni di warm up, il circuito di Algarve si è presentato in fase di asciugatura ed ha messo a dura prova le scelte dei team sul fronte pneumatici. Tutti i piloti sono scesi in griglia con pneumatici da bagnato e la WorldSBK Tissot Superpole Race ha preso il via regolarmente alle 11:00 del mattino. Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK / Kawasaki ZX-10RR) ha la migliore partenza fra tutti e prende il comando di gara, ma nel corso del primo giro scivola ed è costretto a ritirarsi. Scott Redding (ARUBA.IT Racing - Ducati / Ducati Panigale V4 R) è il nuovo leader, seguito da Michael van der Mark (BMW Motorrad WorldSBK Team / BMW M 1000 RR), Toprak Razgatlioglu (Pata Yamaha with BRIXX WorldSBK / Yamaha YZF R1) e Loris Baz (Team GOELEVEN / Ducati Panigale V4 R). L’olandese portacolori BMW nel corso della prima metà di gara mostra un passo nettamente superiore agli avversari, fa segnare il Best Lap e prende il comando di gara; al contrario Razgatlioglu non riesce a trovare il ritmo e retrocede di cinque posizioni. In seconda posizione Redding, alle sue spalle Loris Baz e Leon Haslam (Team HRC / Honda CBR1000 RR-R) si giocano il podio, mentre Andrea Locatelli (Pata Yamaha with BRIXX WorldSBK / Yamaha YZF R1) e Álvaro Bautista (Team HRC / Honda CBR1000 RR-R) si contendono la quinta posizione. Michael van der Mark non sbaglia un colpo negli ultimi giri e conquista la sua prima vittoria stagionale, la prima per la casa dell’elica dalla stagione 2012, con un vantaggio di oltre cinque secondi da Scott Redding e di oltre sette secondi da Loris Baz, che celebra il suo secondo podio in questo weekend da wild card.

Classifica Tissot Superpole Race:

 

  1. M. van der Mark (BMW Motorrad WorldSBK Team / BMW M 1000 RR)
  2. S. Redding (ARUBA.IT Racing - Ducati / Ducati Panigale V4 R)
  3. L. Baz (Team GOELEVEN / Ducati Panigale V4 R)
  4. A. Locatelli (Pata Yamaha with BRIXX WorldSBK / Yamaha YZF R1)
  5. Á. Bautista (Team HRC / Honda CBR1000 RR-R)
  6. T. Razgatlioglu (Pata Yamaha with BRIXX WorldSBK / Yamaha YZF R1)
  7. A. Bassani (Motocorsa Racing / Ducati Panigale V4 R)
  8. G. Gerloff (GRT Yamaha WorldSBK Team / Yamaha YZF R1)
  9. E. Laverty (BMW Motorrad WorldSBK Team / BMW M 1000 RR)
  10. I. Viñales (ORELAC Racing VERDNATURA / Kawasaki ZX-10RR)
  11. L. Mercado (MIE Racing HONDA Team / Honda CBR1000 RR-R)
  12. S. Cavalieri (Barni Racing Team / Ducati Panigale V4 R)
  13. J. Folger (Bonovo MGM Racing / BMW M 1000 RR)
  14. T. Rabat (Kawasaki Puccetti Racing / Kawasaki ZX-10RR)
  15. G. Ruiu (B-Max Racing Team / BMW M 1000 RR)
  16. C. Ponsson (Gil Motor Sport-Yamaha / Yamaha YZF R1)
  17. L. Epis (OUTDO TPR Team Pedercini Racing / Kawasaki ZX-10RR)
  • Rt.        M. Rinaldi (ARUBA.IT Racing - Ducati / Ducati Panigale V4 R)
  • Rt.        L. Haslam (Team HRC / Honda CBR1000 RR-R)
  • Rt.        K. Nozane (GRT Yamaha WorldSBK Team / Yamaha YZF R1)
  • Rt.        L. Cresson (OUTDO TPR Team Pedercini Racing / Kawasaki ZX-10RR)
  • Rt.        J. Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK / Kawasaki ZX-10RR)

WorldSBK Gara 1

È Toprak Razgatlioglu (Pata Yamaha with BRIXX WorldSBK / Yamaha YZF R1) ad avere la meglio in partenza e a posizionarsi in testa al gruppo, seguito dal campione del mondo in carica Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK / Kawasaki ZX-10RR), Scott Redding (ARUBA.IT Racing - Ducati / Ducati Panigale V4 R), Leon Haslam (Team HRC / Honda CBR1000 RR-R) e Michael Ruben Rinaldi (ARUBA.IT Racing - Ducati / Ducati Panigale V4 R). Non un’ottima partenza per Michael van der Mark (BMW Motorrad WorldSBK Team / BMW M 1000 RR) che viene risucchiato dal gruppo e prosegue la gara in undicesima posizione. Rea non perde tempo a tentare l’attacco per la leadership ed effettua diversi sorpassi su Razgatlioglu nel corso dei primi giri di gara, che però non sono mai decisivi, e a trarne vantaggio è il ducatista Scott Redding che al quinto giro si prende il comando di gara. L’alfiere Kawasaki scivola al sesto giro ed è costretto al ritiro dalla gara, mentre il duetto iniziale vola ed il gap con il secondo gruppo, in lotta per la posizione da podio, è di oltre cinque secondi. Sono Loris Baz (Team GOELEVEN / Ducati Panigale V4 R), Álvaro Bautista (Team HRC / Honda CBR1000 RR-R) e il suo compagno di squadra Haslam a lottare per la terza posizione, mentre il duetto di testa continua a far emozionare a suon di sorpassi e contatti. Razgatlioglu non sbaglia un colpo e si mantiene davanti a Redding fino alla bandiera a scacchi per salire sul gradino alto del podio, secondo il ducatista e terzo meritato posto per il pilota francese Loriz Baz, a Portimao in sostituzione di Chaz Davies.

Classifica WorldSBK Gara 1:

 

  1. T. Razgatlioglu (Pata Yamaha with BRIXX WorldSBK / Yamaha YZF R1)
  2. S. Redding (ARUBA.IT Racing - Ducati / Ducati Panigale V4 R)
  3. L. Baz (Team GOELEVEN / Ducati Panigale V4 R)
  4. M. Rinaldi (ARUBA.IT Racing - Ducati / Ducati Panigale V4 R)
  5. L. Haslam (Team HRC / Honda CBR1000 RR-R)
  6. G. Gerloff (GRT Yamaha WorldSBK Team / Yamaha YZF R1)
  7. A. Bassani (Motocorsa Racing / Ducati Panigale V4 R)
  8. L. Mercado (MIE Racing HONDA Team / Honda CBR1000 RR-R)
  9. E. Laverty (BMW Motorrad WorldSBK Team / BMW M 1000 RR)
  10. C. Ponsson (Gil Motor Sport-Yamaha / Yamaha YZF R1)
  11. I. Viñales (ORELAC Racing VERDNATURA / Kawasaki ZX-10RR)
  12. S. Cavalieri (Barni Racing Team / Ducati Panigale V4 R)
  13. T. Rabat (Kawasaki Puccetti Racing / Kawasaki ZX-10RR)
  14. K. Nozane (GRT Yamaha WorldSBK Team / Yamaha YZF R1)
  15. J. Folger (Bonovo MGM Racing / BMW M 1000 RR)
  16. L. Cresson (OUTDO TPR Team Pedercini Racing / Kawasaki ZX-10RR)
  • Rt.        J. Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK / Kawasaki ZX-10RR)
  • Rt.        A. Locatelli (Pata Yamaha with BRIXX WorldSBK / Yamaha YZF R1)
  • Rt.        Á. Bautista (Team HRC / Honda CBR1000 RR-R)
  • Rt.        M. van der Mark (BMW Motorrad WorldSBK Team / BMW M 1000 RR)
  • Rt.        L. Epis (OUTDO TPR Team Pedercini Racing / Kawasaki ZX-10RR)
  • Rt.        G. Ruiu (B-Max Racing Team / BMW M 1000 RR)

SBK Portimao: COLPI di scena e spettacolo!
Chiudi

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.