Cerca

Seguici con

Sbk

Bautista in SBK al posto di Melandri sulla Ducati

il 23/08/2018 in Sbk

UFFICIALE, il pilota spagnolo, oggi in MotoGP, nella prossima stagione correrà nel Mondiale SBK sulla Panigale V4 del team team Aruba.it Racing–Ducati al fianco di Chaz Davies. Esce di scena Marco Melandri oggi il pilota più veloce dei test SBK a Portimao

Bautista in SBK al posto di Melandri sulla Ducati
Chiudi
Mentre Marco Melandri con la Panigale si prende la soddisfazione di essere il pilota più veloce al termine della prima giornata di test della SBK sul tracciato di Portimao, precedendo l'altra Ducati del team Barni di Xavi Fores e la Kawasaki di Jonathan Rea (per tutti tempi, clicca qui!) arriva l’annuncio ufficiale che il prossimo anno nel team Aruba.it Racing - Ducati in pista al suo posto a portare al debutto la Panigale V4 ci sarà lo spagnolo - ex campione della 125 nel 2006 - Alvaro Bautista oggi in MotoGP. Così recita la nota diffusa dalla squadra che riportiamo qui sotto.

Alvaro Bautista con Ducati in SBK dal 2019

Il team Aruba.it Racing - Ducati ha definito la sua formazione per il Campionato Mondiale Superbike 2019, confermando il pilota gallese Chaz Davies e decidendo di affiancargli lo spagnolo Alvaro Bautista.

Chaz Davies
, 31 anni, sta disputando la sua quinta stagione con Ducati, l'ultima con la Panigale R in attesa del debutto sul palcoscenico mondiale della Panigale V4. Il gallese ha raccolto fin qui 68 podi con la Casa di Borgo Panigale, conquistando in totale 25 primi posti e chiudendo due volte la stagione al secondo posto.

Alvaro Bautista
, 33 anni, farà invece il suo debutto nel mondiale per le derivate di serie dopo 16 stagioni a tempo pieno nel motomondiale. Una nuova ed entusiasmante sfida per il pilota di Talavera, attualmente impegnato in MotoGP con la Ducati Desmosedici GP del team Angel Nieto, che può vantare 49 podi nel motomondiale tra i quali spiccano 16 vittorie ed il titolo iridato nella categoria 125 nel 2006.

Marco Melandri esce di scena

Con la gara in Qatar del 27 ottobre prossimo si concluderà quindi l’avventura di Marco Melandri con il team Aruba.it Racing - Ducati. Nei due anni trascorsi nella struttura ufficiale, il pilota ravennate ha dimostrato sempre grande professionalità, mettendo in luce il suo talento e salendo sul podio in 19 occasioni, con 3 vittorie al suo attivo a Misano lo scorso announa splendida doppietta in Australia ad inizio stagione. Ducati e Aruba.it naturalmente si impegneranno al massimo nei restanti round del campionato per consentire a Marco di ottenere i migliori risultati possibili e desiderano ringraziarlo per l’impegno profuso fino ad oggi.

 

Il futuro (incerto) di Marco Melandri

 

Ora Marco Melandri è quindi alla ricerca di una sistemazione per il prossimo anno. La speranza è che il ravennate resti nel Mondiale SBK perchè di fatto è uno dei piloti più carismatici (oltre che mediatici) del paddock e la sua presenza resta quindi fondamentale. Certo è che con le formazioni ufficiali di Kawasaki, Yamaha e Ducati già sistemate per lui non sarà facile e al momento non è il solo top rider del Mondiale in questa situazione.

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.

  • kealro666
    melandri - MELANDRI secondo me,e' molto forte,anche se e'sempre stato un predestinato...e come ha spesso fatto nella sua carriera pensa piu'a piangersi addosso che guidare come potrebbe "almeno" fare!ora vedremo se si "impegnera'" davvero perche' ad oggi non merita il posto che ha...aveva!BAUTISTA puo' fare la sua figura con questo trattamento,ma credo che almeno ci mettera' entusiasmo ed impegno!
  • ga0102
    Un incompiuto. - Non ho mai fatto mistero del fatto che ritengo Melandri un "incompiuto". Lo passarono a viva forza dalla 125 alla 250, senza che avesse vinto in 125, e vinse, al secondo anno, un mondiale dove disponeva dell'unica Aprilia ufficiale. Poi? Nessun acuto, nessuna promessa mantenuta, risultati non eclatanti. Per la Ducati penso sia molto meglio Bautista... e io tengo per la Ducati.

Correlate

Annunci usato