Quotazioni moto&scooter

Cerca

Seguici con

Sbk

SBK, Rea è pronto a superare Fogarty

di Adam Wheeler, foto Monster Energy Media il 02/05/2018 in Sbk

Con la vittoria in Gara-1 ad Assen ha eguagliato Foggy per numero di successi sul circuito olandese e mette nel mirino il record assoluto del connazionale: "Spero che tra qualche anno la gente ripenserà a questi anni ricordandoli come l'era di Rea, dopo quelle di Fogarty e Bayliss"

SBK, Rea è pronto a superare Fogarty
Chiudi
La stagione di Jonathan Rea in Superbike prosegue a suon di record. Con la vittoria in Gara-1 ad Assen, Rea ha scritto un'altra pagina significativa della sua storia sportiva. I numeri della sua carriera si avvicinano sempre di più a quelli di Carl Fogarty. Con il successo di Gara1 ad Assen, il campione del Mondo ha eguagliato Foggy per numero di successi sul circuito olandese. Rea è già diventato il primo pilota della SBK a vincere tre campionati di seguito. Ora ha bisogno di un titolo in più per balzare davanti a Fogarty ed è a sole due vittorie dal totale di 59 successi firmati da “Foggy”.

“Essere paragonato a Fogarty è molto bello” afferma Rea. “Non bado troppo ai record, ma c’era gente che parlava tanto dei tre titoli l’anno scorso ed è diventato quasi un obiettivo per me superare il numero delle sue vittorie”. I numeri di certo fanno di Rea uno dei nomi di rilievo della Superbike. Una carriera decennale con 117 podi e dal suo arrivo alla Kawasaki nel 2015 le vittorie non sono mancate.

L’era di Rea

“Le statistiche le guardo fino a un certo punto, ciò che mi motiva sono le vittorie” ammette. “Spero che, tra qualche anno, la gente ripenserà a questo periodo considerandomi come uno dei migliori della Superbike. Magari adesso ci troviamo nella mia era, come in passato ci sono state le ere di Foggy o di Bayliss. Per me, Foggy è stata una leggenda. Ho guardato tanto Bayliss. Aveva anche lui un grande carisma e ha dato tanto alla Superbike. È stato grandioso riuscire a fare meglio di lui e oggi riuscire ad arrivare al livello di Foggy sarebbe incredibile”.

Assen portafortuna

È significativo che l’ultimo traguardo di Rea sia arrivato ad Assen, un circuito in cui ha stappato finora un bel po’ di bottiglie di champagne. “Ho fatto tanti test qui, perché quando correvo con la Honda il team aveva il suo quartier generale a quaranta minuti da qui e abbiamo sfruttato questo tracciato come circuito di prova tante volte!”. Su Assen ha un solo rimpianto: “Mi sarebbe piaciuto provare la vecchia pista perché si andava più veloce e ci voleva davvero tanto coraggio”.

Occhio a Imola

La storia del Superbike può cambiare di nuovo questo fine settimana a Imola. Rea arriva in Italia con un vantaggio di 30 punti in classifica e ha nel mirino un solo obiettivo: vincere ancora!

Alla luce delle recenti, drammatiche condizioni che il coronavirus sta producendo in Italia e nel mondo, Domus sente l’esigenza di dare un segnale di presenza, interpretazione e sostegno a tutte le attività creative e produttive, italiane e straniere

Cristian Lancellotti

Vai a #BackOnTrack

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.

Correlate

Annunci usato