Cerca

Seguici con

circuiti

I segreti del circuito di Le Mans

Stefano Borzacchiello
di Stefano Borzacchiello il 09/05/2019 in circuiti
I segreti del circuito di Le Mans
Chiudi

È una delle piste storiche del motomondiale. Costruito nel 1965, attorno al circuito della 24 ore di Le Mans, ha ospitato per la prima volta il mondiale nel 1969

Il circuito ‘Bugatti’ è stato costruito nel 1965 attorno alla pista della 24 Ore di Le Mans, alla fine degli anni sessanta il tracciato viene scelto per ospitare un Gran Premio del Motomondiale. Il tracciato si trova 5 km a sud dal centro di Le Mans e circa 200 km a sudest di Parigi. La pista nel suo sviluppo è piuttosto stretta ed è caratterizzata da curve particolari, che obbligano il pilota di qualsiasi classe a brusche frenate e improvvise accelerazioni. Il circuito ha una capienza di oltre 100.000 spettatori, e presenta cinque curve a sinistra e nove a destra.

Il circuito di Le Mans è un cosiddetto tracciato ‘stop & go’, poiché buona parte del suo layout è composta da forti accelerazioni da bassa velocità, seguite da frenate brusche. Ci sono 7 aree dove i piloti accelerano da velocità inferiori a 100 km/h. La frenata più dura si verifica all'ingresso della curva 9, nota come "Chemin aux Bœufs", dove si va da 286 a 107 km/h. I piloti impiegano 4,2 secondi per frenare a una distanza di oltre 228 metri. È il punto in cui si verificano i sorpassi e dove i corridori escono di pista di più.

La chicane alla fine della prima curva dà a Le Mans una delle partenze più difficili del campionato. Ci sono stati molte cadute anomali a causa del cambio di direzione che viene dopo la lunga curva a destra ad alta velocità.

I segreti del circuito di Le Mans

Le curiosità

La pista della leggendaria 24 Ore di Le Mans utilizza solo una piccola parte del circuito in cui le moto corrono, in particolare dal traguardo alla curva 6, chiamata La Chapelle. Da questo punto, la pista del circuito automobilistico supera i limiti della città per un totale di 13,63 km, molto più lungo dei 4,2 km di quello su cui corrono i piloti della MotoGP.
Le Mans è anche uno dei circuiti dove piove spesso.

Il Motomondiale ha corso sulla pista di Le Mans 30 volte. Nel 1969, il primo GP è stato vinto da Giacomo Agostini che vinse quella prima gara, doppiando tutti gli altri concorrenti. Nel 1985 a Le Mans, Freddie Spencer ha ottenuto l'ultima doppia vittoria in 250cc e 500cc. Da allora nessuno ha provato a ripetere un'impresa simile; oggi sarebbe impossibile perché le regole non consentono la partecipazione a due gare nello stesso giorno.
Jorge Lorenzo ha ottenuto 6 vittorie sul circuito francese, che lo rendono il pilota con il maggior numero di vittorie a Le Mans nella storia. Le sue vittorie sono: una in 250cc (2007) e cinque in MotoGP (2009, 2010, 2012, 2015 e 2016). Su questo tracciato Valentino Rossi ha ottenuto i suoi migliori risultati con la Ducati, dove ha concluso 2° nel 2011 e 3° nel 2012. Il circuito francese è stato l'unico tracciato dove è riuscito a salire sul podio nei due anni in cui ha gareggiato con la moto italiana.

Dati della pista

Lunghezza

4.185 metri

Larghezza

13 metri

Rettilineo più lungo

674 metri

Curve

5 a Sinistra, 9 a Destra

Giro più veloce

1’31”185

(J. Zarco/Yamaha-2018)

Velocità di punta

316,6 KM/H

(A. Iannone/Ducati-2015)

Record In Gara

1’32”309

(M. Vinales/Yamaha-2017)

Maggior num. vittorie

J. Lorenzo (6)

I segreti del circuito di Le Mans
I segreti del circuito di Le Mans
I segreti del circuito di Le Mans
I segreti del circuito di Le Mans
I segreti del circuito di Le Mans
I segreti del circuito di Le Mans
I segreti del circuito di Le Mans
I segreti del circuito di Le Mans
I segreti del circuito di Le Mans
I segreti del circuito di Le Mans
I segreti del circuito di Le Mans
I segreti del circuito di Le Mans

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.