Quotazioni moto&scooter

Cerca

Seguici con

Motogp

MotoGP Losail test Day2: Bagnaia on fire, sbriciola il record

Redazione
dalla Redazione il 21/02/2024 in Motogp
MotoGP Losail test Day2: Bagnaia on fire, sbriciola il record
Chiudi

Il campione del mondo in carica, dopo essere stato il più veloce a Sepang, si ripete anche in Qatar con un tempo "monstre", davanti a Bastianini e all'Aprilia di Espargaro

Francesco Bagnaia, autore di uno stratosferico 1:50.952, è stato il pilota più veloce nella seconda gionata di test a Lusail e dopo quanto fatto vedere nello scorso test svolto in Malesia si candida a favorito al titolo anche per il 2024. Per capire il valore del tempo di Bagnaia, basti pensare che è stato otto decimi più veloce del record ufficiale della pista, 1:51.762, firmato da Luca Marini nelle qualifiche del GP del Qatar 2023. 

Solo il compagno di squadra Enea Bastianini è rimasto in scia a Bagnaia con il secondo tempo di giornata, in 1:51:072 regalando al Team Ducati ufficiale una doppietta che fa ben sperare per l'avvio della stagione. considerando anche il quarto tempo di Marc Marquez, scivolato nelle fasi finali mentre era impegnato in una simulazione di gara. Settimo, con mezzo secondo di ritardo, Jorge Martin.

Soddisfazione anche nel box Aprilia Racing, con Aleix Espargaro terzo e Maverick Vinales sesto, preceduto dalla RS-GP di Raul Fernandez. Il marchio di Noale si candida come principale antagonista della Ducati. In Qatar il meno in forma è stato Miguel Oliveira (Trackhouse Racing), che è comunque riuscito a chiudere dodicesimo.

Anche la coppia del Permatina Enduro VR46 Racing Team ha chiuso positivamente i test. Marco Bezzecchi, in difficoltà nei precedenti test in Malesia, oggi ha saputo reagire bene, mentre Fabio Di Giannantonio ha ribadito il feeling mostrato in tutta la pre season. Hanno chiuso decimo e ottavo.

Anche Brad Binder e Jack Miller con le KTM sono scesi sotto il record ufficiale, nonostante qualche problema tecnico per il sudamericano e una caduta per l’australiano. Nel box GASGAS Tech3 il debuttante Pedro Acosta ha chiuso quindicesimo.

Ancora indietro i piloti Yamaha con Fabio Quartararo quattordicesimo, due posizioni più indietro di Alex Rins. Il pilota francese ha lamentato ancora  problemi di aderenza al posteriore e ha testato uno scarico più lungo, per addolcire l’erogazione. 

Poche soddisfazioni anche in casa Honda, con Luca Marini e Joan Mir mai protagonisti in top ten. Lo spagnolo, che ha abbassato il tempo realizzato nelle qualifiche del 2023 di oltre un secondo, ha chiuso diciannovesimo davanti a Marini, preceduti dal duo LCR composto da Johann Zarco e Takaaki Nakagami.

Finiti i test, l'appuntamento è ora per il round inaugurale della stagione 2024, proprio in Qatar dall’8 al 10 marzo.

TUTTI I RICAMBI ORIGINALI E I DISEGNI TECNICI DEI MIGLIORI MARCHI SU MOTONLINE

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.