Quotazioni moto&scooter

Cerca

Seguici con

Motogp

KTM saluta Mike Leitner, arriva Francesco Guidotti?

Redazione
dalla Redazione il 26/11/2021 in Motogp
KTM saluta Mike Leitner, arriva Francesco Guidotti?
Chiudi

Dopo il deludente 2021 la casa austriaca ha deciso un cambio delle gerarchie in squadra. Leitner diventerà consulente,mentre sembra ormai certo arrivo dell’attuale Team Manager Ducati Pramac

Il Team Red Bull KTM Factory Racing ha ufficializzato l’uscita di scena del Team Manager MotoGP,  Mike Leitner, dopo la deludente stagione nel Campionato del Mondo 2021. L'austriaco era a capo del team della casa di Mattighofen fin dall’esordio della KTM in MotoGP, avvenuto nel 2015.

Leitner è entrato originariamente nel reparto corse di KTM e ha contribuito a costruire il team test che ha iniziato a lavorare sulla KTM RC16 nel 2015 e poi è passato al team ufficiale Red Bull KTM MotoGP, per la prima volta sullo schieramento della classe regina alla fine del 2016 a Valencia.

Dal 2017 è stato una parte importante nella gestione e nell'organizzazione delle gare di KTM in MotoGP ottenendo cinque vittorie e 13 trofei in meno di cinque anni di Gran Premio. È stato determinante nel consegnare il primo podio dell'azienda col pilota Pol Espargaro, terzo classificato al Gran Premio de la Comunitat Valenciana del 2018. Nel 2020 ha supervisionato la prima vittoria di KTM, ottenuta da Brad Binder al GP della Repubblica Ceca, così come ulteriori bottini ottenuti dal sudafricano nel 2021 e i tre trionfi segnati da Miguel Oliveira in Austria, Portogallo e Catalogna nelle ultime due stagioni.

Altre pietre miliari includono il quinto posto di Espargaro nella classifica piloti del 2020, mentre Binder si è classificato sesto alla fine della stagione 2021.

A partire dal 2022 ci sarà quindi una ristrutturazione delle gerarchie in squadra e, mentre Leitner diventerà consulente, sembra ormai certo che il suo successore possa essere Francesco Guidotti, in arrivo dal Team Ducati Pramac.

Pit Beirer, direttore di KTM Motorsports "Mike è stato una figura chiave nella missione di lottare contro i migliori nel mondo delle competizioni su pista. Insieme abbiamo creato una struttura MotoGP col giusto staff e i giusti piloti che hanno ottenuto risultati eccezionali, all'apice di questo sport. Abbiamo iniziato a costruire la nostra RC16 e l'intero piano da un pezzo di carta bianca e sotto la sua guida abbiamo messo insieme una grande squadra che ha accettato la sfida della MotoGP. Ora, dopo sette anni insieme, abbiamo deciso di riorganizzare la nostra struttura per il futuro e non lo ringrazieremo mai abbastanza per tutto il lavoro che ha fatto per contribuire alla crescita di questo progetto. Mike ha spinto duramente per portarci dal fondo della griglia alla prima fila e la sua dedizione ha avuto una parte importante nella nostra storia di successo".

 

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.