Quotazioni moto&scooter

Cerca

Seguici con

Motogp

MotoGP, Davide Brivio: "Suzuki è pronta!”

Stefano  Borzacchiello
Stefano Borzacchiello il 28/05/2020 in Motogp
MotoGP, Davide Brivio: "Suzuki è pronta!”
Chiudi

Dalle gare virtuali, ai segreti di Rins e Mir, analizzando i punti di forza della GSX-RR e cosa comporterà il congelamento dello sviluppo… il team manager Suzuki ci spiega perché quando si tornerà a correre sono pronti per essere protagonisti

Il Motomondiale è ancora fermo per le conseguenze del Covid-19 ma all’orizzonte si sta profilando la possibilità di ripartire: la speranza è che si riesca a iniziare a luglio da Jerez, come detto già qualche tempo fa da Carmelo Ezpeleta. La situazione è in costante evoluzione e in attesa che si arrivi ad un nuovo calendario definitivo i piloti del Motomondiale per il momento aspettano. Qualcuno è tornato ad allenarsi e molti in attesa di correre sulle piste vere si sono divertiti a sfidarsi ai videogiochi (ne parliamo anche su Dueruote in edicola!). Il prossimo appuntamento sarà questa domenica sul tracciato virtuale di Silverstone. Proprio da questo tema parte la nostra chiacchierata (in una conferenza virtuale organizzata da Suzuki) con Davide Brivio, il team manager del team Suzuki, che ci racconta: “Come team noi stiamo a guardare, è più un divertimento per loro, anche se i nostri piloti in realtà non sono dei grandi appassionati. Onestamente a mio avviso queste corse virtuali son belle, ma non riescono a compensare la mancanza delle gare vere. Ai nostri piloti abbiamo dato libertà, sono liberi di decidere di prendervi parte ma sappiamo che è solo un passatempo”.  

Congelamento: meno costi, più equilibrio

Guardando avanti, una delle conseguenze che questa situazione ha portato è la scelta di congelare lo sviluppo, una decisione che Brivio analizza così: “E’ stato giusto prendere questa decisione. Siamo tutti nella stessa situazione. Ed è stato corretto fare questa scelta per due motivi: c’è stato un momento in cui le aziende italiane, pensiamo a Ducati e Aprilia, ma anche l’austriaca KTM hanno dovuto fermarsi perché la situazione era diventata difficile, mentre in Giappone si continuava a lavorare, quindi abbiamo deciso tutti in maniera unanime di prendere questa decisione per non creare dei vantaggi. L’altro motivo era il contenimento dei costi. Alla fine per quanto fatto sulla nostra moto per noi va bene, questo motore lo useremo anche il prossimo anno. Ora siamo fermi poi penseremo al motore 2022”. 

MotoGP, Davide Brivio: "Suzuki è pronta!”

La filosofia e (le scelte) di Suzuki

Facendo un passo indietro e tornando ai test Brivio non ha dubbi: il 2020 era partito bene per Suzuki e per i suoi piloti che in questi mesi, ci racconta, sono cresciuti ancora e, il livello è tale, che riescono ad essere uno stimolo uno per l’altro. La filosofia di Suzuki degli ultimi anni ha premiato il fatto di puntare sui giovani, come ci spiega Davide: “Siamo stati capaci di cogliere delle opportunità nel momento giusto. Penso prima a Maverick Vinales, poi a Rins e ora a Mir investendo sui nuovi talenti e raccogliendo i frutti”. Una filosofia vincente che oggi ha in Rins un pilota completo, lo scorso anno capace di vincere due gare e che sta bene con loro tanto che già dalla scorsa stagione era pronto per rinnovare. “Andare avanti insieme è stato un percorso naturale con entrambi i piloti; sia Alex e che Joan erano motivati a restare con noi”.

Dall’alto della sua esperienza Davide Brivio vede in questi ragazzi un approccio molto professionale e una capacità di essersi adattati alla MotoGP rapida: “Anche Mir in poco tempo è stato capace di dare delle indicazioni sulla moto interessanti, non è da tutti”. I due sono molto diversi nello stile, ma questo, ci spiega, per Suzuki può essere un vantaggio: “Alex ha uno stile pulito, molto fluido, dall’altra parte Mir è uno aggressivo con una staccata molto violenta che stressa molto le gomme, c’è proprio una differenza di approccio. Però entrambi pur avendo caratteristiche diverse arrivano allo stesso livello… e possono giocarsela, inoltre sono due ragazzi socievoli con cui è bello stare e scherzare. Fra di loro c’è quel che si dice una sana competizione! E speriamo resti tale…”.

Per questo Brivio sa che oggi il team Suzuki è una squadra forte e il bilancio dei test invernali secondo lui era positivo: sarebbero partiti per giocarsela da subito nella top five. “Eravamo e siamo messi bene, abbbiamo un pacchetto equilibrato che magari non eccelle nel motore, ma è equilibrato. Alex è molto costante. Siamo curiosi di vederlo sin dalla prima gara. Mir ha fatto il passo avanti che mi aspettavo e che avevo già visto fare alla seconda stagione con noi da Vinales e da Rins quindi è da tener d’occhio”. 

Il percorso fatto di Suzuki dal suo ritorno nella top class soddisfa Brivio che sa di essere in un team dove si respira un bel clima e in cui i risultati, si pensi alla prima vittoria di Vinales, sono arrivati prima del previsto. Lo stesso clima che ha permesso di superare momenti difficili come quelli del 2017, con Andrea Iannone che non riusciva a esprimersi per problemi tecnici e Rins fermo. L’obiettivo ora è crescere ancora e in questo senso c’era, e c’è, anche il progetto di far partire un team satellite nel 2022

MotoGP, Davide Brivio: "Suzuki è pronta!”

A Jerez farà caldo, ma siamo pronti

Guardando alla ipotesi di ripartenza del campionato, la voglia di tornare a correre è tanta. “Siamo pronti, certo a luglio a Jerez magari ci sarà molto caldo. Una situazione al limite per le gomme e per i piloti, di solito non andiamo in quel periodo e quindi questa sarà un’altra variabile, e anche per questo sarà importante essere preparati fisicamente, non dimentichiamoci poi che i piloti sono rimasti fermi per molti mesi”. L’importante oggi, ci dice Brivio, è riuscire a partire e fare quelle 10-12 gare che diano un senso ad una stagione che resterà anomala per tutto quello che è successo e per il fatto che si correrà senza pubblico… Insomma anche si correrà solo in Europa, e se l’Austria non è fra le piste preferite per la Suzuki, il sogno di Brivio, come di tutti gli appassionati, è che la situazione generale migliori e si riesca a dare il via al campionato 2020. 

MotoGP, Davide Brivio: "Suzuki è pronta!”
MotoGP, Davide Brivio: "Suzuki è pronta!”
MotoGP, Davide Brivio: "Suzuki è pronta!”
MotoGP, Davide Brivio: "Suzuki è pronta!”
MotoGP, Davide Brivio: "Suzuki è pronta!”
MotoGP, Davide Brivio: "Suzuki è pronta!”
MotoGP, Davide Brivio: "Suzuki è pronta!”
MotoGP, Davide Brivio: "Suzuki è pronta!”
MotoGP, Davide Brivio: "Suzuki è pronta!”
MotoGP, Davide Brivio: "Suzuki è pronta!”
MotoGP, Davide Brivio: "Suzuki è pronta!”
MotoGP, Davide Brivio: "Suzuki è pronta!”
MotoGP, Davide Brivio: "Suzuki è pronta!”
MotoGP, Davide Brivio: "Suzuki è pronta!”
MotoGP, Davide Brivio: "Suzuki è pronta!”
MotoGP, Davide Brivio: "Suzuki è pronta!”
MotoGP, Davide Brivio: "Suzuki è pronta!”
MotoGP, Davide Brivio: "Suzuki è pronta!”
MotoGP, Davide Brivio: "Suzuki è pronta!”
MotoGP, Davide Brivio: "Suzuki è pronta!”
MotoGP, Davide Brivio: "Suzuki è pronta!”
MotoGP, Davide Brivio: "Suzuki è pronta!”
MotoGP, Davide Brivio: "Suzuki è pronta!”
MotoGP, Davide Brivio: "Suzuki è pronta!”
MotoGP, Davide Brivio: "Suzuki è pronta!”
MotoGP, Davide Brivio: "Suzuki è pronta!”
MotoGP, Davide Brivio: "Suzuki è pronta!”
MotoGP, Davide Brivio: "Suzuki è pronta!”
MotoGP, Davide Brivio: "Suzuki è pronta!”
MotoGP, Davide Brivio: "Suzuki è pronta!”
MotoGP, Davide Brivio: "Suzuki è pronta!”
MotoGP, Davide Brivio: "Suzuki è pronta!”
MotoGP, Davide Brivio: "Suzuki è pronta!”
MotoGP, Davide Brivio: "Suzuki è pronta!”
MotoGP, Davide Brivio: "Suzuki è pronta!”
MotoGP, Davide Brivio: "Suzuki è pronta!”
MotoGP, Davide Brivio: "Suzuki è pronta!”
MotoGP, Davide Brivio: "Suzuki è pronta!”
MotoGP, Davide Brivio: "Suzuki è pronta!”
MotoGP, Davide Brivio: "Suzuki è pronta!”
MotoGP, Davide Brivio: "Suzuki è pronta!”
MotoGP, Davide Brivio: "Suzuki è pronta!”

Alla luce delle recenti, drammatiche condizioni che il coronavirus sta producendo in Italia e nel mondo, Domus sente l’esigenza di dare un segnale di presenza, interpretazione e sostegno a tutte le attività creative e produttive, italiane e straniere

Cristian Lancellotti

Vai a #BackOnTrack

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.

Correlate

Annunci usato