Cerca

Seguici con

Motogp

MotoGP Aragon: vince Marquez, Rossi quinto fa l'IMPRESA

Stefano Borzacchiello, foto Michelin il 25/09/2017 in Motogp

Ad Aragon in MotoGP Marc Marquez vince la gara e riprende quota nel Mondiale beffando Pedrosa e Lorenzo. Impresa per Rossi, tornato a correre dopo sole tre settimane dall’incidente, è quinto al traguardo. Settimo Andrea Dovizioso che perde terreno in classifica

MotoGP Aragon: vince Marquez, Rossi quinto fa l'IMPRESA
Chiudi

Ad Aragon in MotoGP è stato un grande Marc Marquez con la Honda a tagliare per primo il traguardo, ma la quattordicesima prova del Motomondiale verrà ricordata soprattutto per il ritorno in gara di Valentino Rossi, autore e protagonista di un recupero incredibile che lo ha riportato a guidare la sua Yamaha MotoGP appena 24 giorni dopo l'incidente in cui è incappato mentre si allenava con la moto da enduro in cui si era rotto tibia e perone.

ROSSI L’EXTRATERRESTRE
Valentino Rossi arrivato ad Aragon con l'obiettivo di capire se era in grado di guidare la sua M1, dopo un venerdì piovoso in cui era rimasto nelle retrovie, in un sabato di sole, nelle qualifiche, ha fatto qualcosa di eccezionale, strappando il terzo tempo e conquistando la prima fila, mentre il compagno Vinales centrava un’altra pole. Poteva andare già bene così, al suo palmares Rossi a 38 anni aveva aggiunto un'altra perla preziosa, ma Valentino non è uno che si accontenta e in gara, dopo un buon avvio, ha lottato senza risparmiarsi. Come se nulla fosse. Nelle fasi iniziali e per buona parte della corsa aveva lo stesso impeto mostrato un mese fa a Silverstone, l'ultima gara prima dell'incidente con l'enduro. Il podio sembrava alla sua portata, mentre là davanti un Jorge Lorenzo in gran forma e un Marc Marquez determinato a vincere, lottavano per la vittoria. Poi il ritorno di un velocissimo Dani Pedrosa, a cui si è sommato il solito degrado irrisolto del posteriore e nel finale un compagno incisivo come non mai gli hanno fatto portare a casa un quinto posto. Ma mai come questa volta la posizione in classifica conta meno di altre perché Rossi ha corso e vinto la sua gara. Quella contro il dolore in primis. E tornando a guidare senza far passare troppo tempo non ha perso i suoi preziosi automatismi. E questo più di qualsiasi altra cosa, come lui stesso ha ammesso, era un aspetto fondamentale.

MARQUEZ VINCE E ALLUNGA
Nella domenica in cui Marc Marquez e la Honda hanno fatto un balzo in avanti, Andrea Dovizioso e la sua Ducati hanno perso terreno. Arrivato in Spagna a pari punti col campione del mondo ora il distacco del Dovi da Marc è salito a 16. Adesso, quando mancano quattro gare alla fine della stagione, le cose si complicano, ma Dovizioso è pronto ad attaccare di nuovo a Motegi fra due settimane. "E’ stato un weekend complicato, ha dichiarato Dovizioso, e la mia gara è stata difficile. All’inizio ho provato a stare con il gruppo di testa, ma purtroppo non avevo molte carte da giocare: non aver potuto girare venerdì ha sicuramente complicato la situazione perché sapevamo che questa non era una pista facile per noi e avremmo avuto bisogno di più tempo per lavorare. Non credo che aver scelto la gomma posteriore morbida sia stato un errore, e il calo di prestazioni verso la fine della gara secondo me è da addebitare ad altri fattori, visto che comunque perdevo veramente tanto in alcuni punti della pista. Peccato per il settimo posto finale ma, viste le condizioni, era il massimo che potevo fare oggi. Ci sono ancora tanti punti in palio nelle prossime quattro gare e quindi cercheremo di sfruttare al meglio le prossime occasioni".

La Ducati sul podio questa volta è stata quella di Jorge Lorenzo. Uno che sta lavorando a testa bassa da inizio stagione e che fra due settimane ha un solo obiettivo in testa: vincere su una pista che adora e che ben si adatta alla Desmosedici. Gara da incorniciare per Dani Pedrosa, secondo, e di nuovo sorridente dopo la delusione di Misano. Menzione d'onore per Aleix Espargaro. L'Aprilia nelle sue mani è sempre più veloce e incisiva, la KTM con l’altro fratello Espargaro è nella top ten, mentre la Suzuki perde terreno con Andrea Iannone solo 12esimo al traguardo.

FESTA ITALIANA IN MOTO2
L'Italia monopolizza la Moto2 con Franco Morbidelli e Mattia Pasini che dopo le scivolate di Misano si sono ripresi alla grande correndo una gara magistrale, lottando fino alla bandiera a scacchi dove Morbidelli ha avuto la meglio. Completa il podio la KTM di Oliveira. Nella Moto3 ha vinto (poi penalizzato) Joan Mir, ma sul podio sono saliti i nostri Fabio Di Giannantonio e Enea Bastianini.

Ora una breve pausa. Il Motomondiale riaccenderà i motori in Giappone sulla pista di Motegi dal 13 al 15 ottobre.

MotoGP Aragon: vince Marquez, Rossi quinto fa l'IMPRESA
Chiudi

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.

  • arceviese
    Marco 56 e' inutile - Continuare se fai finta di non capire. La moto di Stoner non era quella di Rossi. Era un prototipo che andava buttato perche' non piu' al passo con le performance delle altre case. Rossi e Burgess erano convinti di trasformare un anatra in un cigno e non ci sono riusciti. Il tuo odio nei confronti di Rossi ti acceca e non ti permette di fare valutazioni oneste. Fai buona vita
  • marco 56
    a arceviese - Il ricciolino e Jeremy Burgess dissero (arrivati in Ducati) avrebbero risolto i problemi della moto in tempi brevissimi. Che senso avrebbe avuto sviluppare una moto con un progetto fallito quando la moto che utilizzava Stoner era vincente ? Gare e podi prima che andasse in Honda ne ha vinti o secondo LEI sono male informato ?
  • arceviese
    marco 56 - in ducati e' stato un flop per colpa della moto.Se ti informi saprai che la moto non era quella di Stoner e nemmeno quella di Dovizioso ma una moto con un progetto fallito sin dal principio, nonostante sia Rossi che i tecnici abbiano messo mano in ogni particolare.E POI SE UNO VIAGGIA DI FANTASIA RISPONDENDO A LUCA111 CHE NON SCRIVE MAI COSE SENSATE MA SOLO POLEMICHE STERILI PARTE MALE DALL'INIZIO
  • marco 56
    ad arceviese - ga0102 ha colto in pieno nel segno. Quando il ricciolino non correra' piu', voi massa di pecoroni non guarderete piu' il motociclismo. Come a suo tempo fu nello sci, quando smise Alberto Tomba.
  • ga0102
    arceviese - Mi sembra che LEI sia bravissimo a insultare volgarmente chi non si prostra al mito del grande Valentino. Personalmente ho sempre preferito gli sportivi ai fenomeni mediatici e ritengo che Rossi rientri fra questi ultimi. Opinione personale. Seguo il motociclismo da tantissimi anni e lo seguiro' anche dopo il ritiro del ricciolino... se mi sara' concesso farlo.
  • marco 56
    ad arcievese - Siccome dici che io sparo stronzate Dimmi che cosa ha fatto di buono in Ducati.
  • arceviese
    marco 56 tu si che ne mastichi di moto - Rossi e' arrivato in ducati con un progetto moto da buttare.Poi se sei contento a sparare stronzate travisando la realta' sono felice per te
  • marco 56
    a LUCA111 - Il vr46 a fatto solo danni in Ducati. Lasciamo perdere !!!!!
  • arceviese
    L'elettronica migliore e' della Honda - Non voglio sminuire il manico di Marquez ma e' necessario riconoscere che con quella moto possono vincere"quasi tutti" in quanto ha un elettronica che funziona bene.Ripeto, non voglio togliere meriti a Marc che e' un campione, ma con la sua guida e altra moto sarebbe caduto spesso.
  • franna
    Io la penso cosi' - Comunque,sia il miracolo c'e' stato il nostro CAMPIONE, non zoppica piu', la leggenda continua,alla prossima puntata EVVIVA.
  • Pollopullo
    mondiale ancora aperto - bella gara di Rossi da vero centauro di una volta peccato che Yamaha e Ducati non siano riuscite ad affinare la centralina unica per avere una parte finale di gara all'altezza delle due Honda. Parlando di Franco Morbidelli speriamo sia la nascita di un nuovo campione ci servirebbe proprio...
  • maxspeed69104
    GA102, LA YAMAHA NON PUO' FARE IL GIOCO - DELLA DUCATI - devo dare ragione ad Arceviese. Solo che...abbiamo visto il VR scendere dalla moto e camminare bene senza stampelle, a differenza di altri piloti fratturati. Sicuramente la frattura non era cosi' grave, i giornali hanno pompato il tutto x tenere alto il clima di leggenda. E immaginate se Van Der Mark fosse andato forte sulla moto del VR...
  • marco 56
    Ha gia' - risposto per me # 34. E per rispondere a sergio 1952 mi dispiace. Dovizioso non e' un pilota vincente. Nella sua carriera ha vinto solamente un mondiale nella 125 e poi piu' nulla. Gli manca una cosa, Il pelo nello stomaco !!!!! Cosa che Marquez ha e che anche Stoner aveva.
  • arceviese
    ga0102 sei antisportivo - Vale doveva stare a casa per non far parlare di quelle che tu definisci gesta e far guadagnare punti preziosi al Dovi?se dici ste stronzate a 70 anni immagino quante ne hai sparate da giovane. Marc a mio parere vincera' il mondiale in quanto e' il piu' forte e l'elettronica honda gli permette di fare cio' che vuole.Rossi e' un pilota che combatte e se dovi non vince la colpa e' sua non di Rossi Cazzaro!
  • franna
    Io la penso cosi' - ROSSI VALENTINO, ( L'EXSTRATERRESTE ) Il DOVI adesso deve attaccare, Marquez deve vincere il mondiale, Vinales non molla, Pedrosa c'e' e non molla , Lorenzo deve vincere, A Motegi cosa' succedera'. Tifosi mi sembra una squadra di ( pagliacci cosa ne pensi GUIDO) ciao.
  • ga0102
    Una "impresa" del tutto inutile. - Cui prodest? A chi giova quella che voi definite "impresa" e io definirei solo atto d'incoscienza? Sicuramente ai suoi sponsor e ai suoi fanatici seguaci, che possono alimentare la "leggenda". Di certo ha un valore mediatico-economico. Ma dal punto di vista sportivo? L'unico risultato e' stato far perdere ulteriori punti a Dovizioso.
  • LUCA111
    Marco - mai dire mai...la Ducati e' una buona moto.. il team e' preparato e i piloti hanno tanta esperienza. Io dico che potrebbe ancora vincere il mondiale (Non in questa stagione)... oppure potrebbero riprendere in squadra il vr46 ...se va cosi' forte con una gamba rotta,pensate cosa potrebbe fare con 2 gambe sane...mmm..
  • #34
    @marco56 - Ci puoi contare, quel mondiale e' sempre li' a ricordarci che, nelle mani giuste, la Ducati e' stata ed e' una moto vincente.
  • maxspeed69104
    DOVIZIOSO SUPERATO DALL'APRILIA... - PETRUCCI 20? a 40 secondi...a quanto pare i soldi spesi per Lorenzo non sono stati buttati nel cesso - avesse avuto una gomma decente anche in altre gare, la classifica sarebbe diversa
  • sergio1952-8947
    Ducati - Scusa marco56 volevo solo sapere se sei felice che la ducati non vincera' mai o se ti dispiace.
  • marco 56
    In Ducati - Sarebbe meglio che tengano ben LUSTRO (lucido) il World Champion 2007 che hanno affisso fuori della fabbrica . Perche' di mondiali non ne vinceranno piu'.

Correlate