Quotazioni moto&scooter

Cerca

Seguici con

Civ

CIV Vallelunga: qualifiche da record

il 10/09/2011 in Civ

Nella SBK Sandi ha conquistato una nuova pole, nella SS Dionisi primo è pronto per il titolo, in Moto2 prima affermazione di D'Annunzio. Nella STK 600 Leonov vola, nella STK 1000 stratosferico Petrucci. In 125 il leader è Fenati

CIV Vallelunga: qualifiche da record
Chiudi
Campagnano – Dura la vita dei piloti dell'Italiano costretti a confrontarsi non solo con il cronometro, ma anche con un caldo soffocante e un asfalto più scivoloso del previsto al crescere della temperatura. I più avvantaggiati sono stati i piloti delle categorie Stock che hanno sfruttato il fresco delle prime ore del mattino per fare il tempo. Nonostante queste condizioni difficili le qualifiche del settimo round del CIV hanno visto in SBK, in STK 1000 e in STK 600 crollare il record della pista.

Ancora una pole per Sandi nella SBK. Federico aveva conquistato la prima fila anche al Mugello, ma poi in gara, tradito dal calo di rendimento delle sue gomme Michelin, era stato costretto a difendersi per rimanere sul podio. Qui a Vallelunga invece è diverso: con il caldo le gomme Michelin sembrano poter reggere, come confermato dal team Althea, la concorrenza delle Pirelli anche sulla distanza. Solo domani in gara avremo la conferma.
Al fianco della Ducati del team Althea scatterà Matteo Baiocco (team Barni), capoclassifica della SBK, Flavio Gentile e un ritrovato Fabrizio Lai sulla Honda del team Echo Sport. Quinto il campione italiano Alex Polita che ha preceduto il poleman del venerdì Lorenzo Mauri sull'Aprilia e le altre due RSV4 di Federico Mandatori e Ivan Goi.
Rientrano nella top ten Saltarelli e Pedersoli. Gianluca Nannelli, alla sua prima gara sulla Ducati del team Grandi Corse, ha chiuso in dodicesima posizione alle spalle di un deluso Luca Conforti che non ha ancora risolto i problemi di assetto della sua 1198.
Per consultare i tempi, clicca qui!
Nella STK 1000 Danilo Petrucci ha demolito la concorrenza. Con uno stratosferico 1'37.192 - ottenuto con gomma morbida - ha rifilato oltre un secondo e mezzo a Michele Magnoni, primo degli inseguitori e suo diretto rivale in classifica di campionato. I 21 punti di distacco sono un bel margine e domani Danilo è seriamente intenzionato a farlo crescere.
Si mantiene in prima fila Ivan Clementi (BMW) e Fabrizio Perotti, oggi quarto, ha dimostrato di poter stare coi primi. Andrea Antonelli, vincitore al Mugello, sulla sua Honda apre la seconda linea, al suo fianco scatteranno Russo (Ducati) , La Marra (Honda) e Corradi (BMW). Chiudono la top ten Vizziello (Yamaha) e Bussolotti (Kawasaki). Al pilota del team Pedercini sono stati annullati tutti i tempi della sessione per aver ripetutamente tagliato la variante.
Per consultare i tempi, clicca qui!

In STK 600 Vladimir Leonov ha confermato la pole ottenuta nelle libere del venerdì. Il pilota russo del team Yachnich Motorsport ha sfruttato a suo favore la sfortunata sessione di Dino Lombardi che ha sofferto nel primo turno per problemi alla sua Yamaha. Nonostante un motore meno performante, Dino, attuale leader della classifica, ha fatto segnare l'ottavo tempo assoluto e domani scatterà dalla seconda fila. I suoi 25 punti di vantaggio gli imporranno, c'è da scommetterci, una condotta di gara conservativa. Tutt'altra strategia dovranno adottare il poleman e Riccardo Russo, oggi terzo, se vogliono tenere aperto il campionato. Franco Morbidelli, quarto tempo, si conferma in crescita come anche Joey Pascarella che apre la seconda fila davanti a Morrentino, Gregorini e Lombardi. Solo 12esimo Luca Vitali.
Per consultare i tempi, clicca qui!


Il turno della SS e della Moto2 che si disputa in contemporanea ha visto una nuova pole per Ilario Dionisi nelle derivate mentre nei prototipi il più incisivo è stato Federico D'Annunzio.


In SS Ilario Dionisi ha confermato di essere il più in forma. Il laziale aveva dominato le due sessioni di libere e oggi non si è fatto cogliere impreparato centrando una nuova pole nel CIV fermando il cronometro a 1'40.354. Alle sue spalle, a sorpresa, si è portato Alex Gramigni. L'ex campione della 125 dopo la squalifica rimediata a Misano era stato costretto a saltare la corsa del Mugello e qui a Vallelunga, a 42 anni suonati, ha voluto non solo riscattarsi ma far vedere che ha ancora un gran polso destro.
Roberto Tamburini, campione in carica, ha centrato la prima fila e domani punterà a ridurre le distanze da Dionisi. Alessio Palumbo, rivelazione della SS tricolore, chiude la prima linea.
In Moto2 Federico D'Annunzio ha regalato alla Ioda, la stessa moto che corre anche nel Mondiale, la prima pole. Secondo tempo per Alessandro Andreozzi che precede Diego Ciavattini e Danilo Marrancone in costante crescita sulla Bimota.
Leggermente più staccato Ferruccio Lamborghini che tornato sulla Moto2 dopo le corse nel Mondiale STK 1000 non è andato oltre il quattordicesimo tempo assoluto e soffre ancora per il dolore alla spalla.
Per consultare i tempi, clicca qui!

Nella 125 Romano Fenati ha messo in chiaro che domani è lui il pretendente alla vittoria. Dominatore delle libere Fenati si è confermato anche nei turni di qualifica. L'unico ad impensierirlo è stato Massimo Parziani che scatterà dalla seconda casella davanti a Niccolò Antonelli, vincitore al Mugello, e a Kevin Calia che, dopo aver corso come wildcard il Mondiale nella prova di Misano, qui al Civ ha una marcia in più. Passo indietro per Popov che scatterà dalla seconda linea. Miroslav ha in pratica saltato il primo turno a causa di una scivolata alla Campagnano che lo ha costretto a cercare la qualifica nel pomeriggio in condizioni più difficili, ma Popov è "animale da gara" e domani potrebbe essere proprio lui l'avversario principale di Fenati. Sesto Alessandro Giorgi. Ottima qualifica per la Rumi che con Hiroki Ono scatterà dalla settima posizione davanti a Rinaldi.
Non è sceso in pista il giapponese Toshimitsu Gondo, alle prese con un problema alla retina di un occhio, per il quale i medici gli hanno impedito di correre e di osservare assoluto riposo.
Nel trofeo Honda il più veloce è stato Matteo Ferrari, mentre nella Moto3 nuovo giro record per Armando Pontone.

Per consultare i tempi, clicca qui!

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.