Cerca

Seguici con

Altri sport

Addio a Joey Dunlop eroe dell'Isola di Man

Se n'è andato in sella alla sua moto, correndo nell'ennesimo circuito stradale, la sua specialità

Addio a Joey Dunlop
eroe dell'Isola di Man
Se n'è andato in sella alla sua moto, correndo nell'ennesimo circuito stradale, la sua specialità


di Roberto Pellegrino





Joey Dunlop, 48 anni, cinque volte campione di Formula TT1, leggenda dell'Isola di Man per i suoi 26 successi al Tourist Trophy, è morto domenica 2 luglio sul tracciato stradale di Tallin, in Estonia. Dunlop, dopo aver conquistato la prima posizione nella 600, è uscito di strada al 2° giro della 125 impattando contro un albero e restando ucciso sul colpo. Lascia la moglie Linda e cinque figli.
Nato nel 1952 a Ballymoney, Irlanda, aveva iniziato a correre nel 1969 ed era stato pilota ufficiale Honda negli ultimi 18 anni. Per mantenersi inizialmente aveva svolto diverse occupazioni, tra cui il camionista e il carpentiere. Nel '76 aveva partecipato per la prima volta al TT, vincendolo l'anno dopo su Yamaha nella categoria Jubilee. Nelle successive 25 edizioni del Tourist Trophy aveva accumulato un ricchissimo medagliere - 26 ori, 70 argenti e 7 bronzi - nelle categorie Formula 1, Senior, Ultra Lightweight 125, Ligtweight 250 e 350. Nel suo palmares inoltre 24 vittorie all'Ulster Grand Prix, 13 al North West 200 e 42 sul Billown Circuit south di Castletown.
Oltre che per la sua abilità e per il suo talento nelle corse, Dunlop era noto per la sua generosità. Spesso si era fatto carico della distribuzione di viveri e vestiti nei paesi dell'Est.
Nonostante i 48 anni non pensava seriamente al ritiro: "Non so ancora cosa farò quando smetterò di correre - aveva dichiarato recentemente -. E' un bel problema e confesso di essere un po' preoccupato. Adoro viaggiare e mi è molto piaciuto gareggiare negli ultimi due anni in Belgio e in Estonia". E' proprio lì che ha corso la sua ultima gara.

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.