Quotazioni moto&scooter

Cerca

Seguici con

Prove della redazione

Piaggio Beverly 350 i.e ABS, Piaggio X10 350 Executive

Stefano Borzacchiello il 09/07/2013 in Prove della redazione
Piaggio Beverly 350 i.e ABS, Piaggio X10 350 Executive
Piaggio Beverly 350 i.e ABS
330 cc / 24,5 kW (33,3 CV) / 1 cilindro orizz. / Euro 3
€ 5780 c.i.m.
Piaggio X10 350 Executive
330 cc l / 24,5 kW (33,3 CV) / 1 cilindro orizz. / Euro 3
€ 7100 c.i.m.

Diversi nell'aspetto e nella dotazione ma accomunati dallo stesso primato: sono i primi scooter sul mercato a vantare il controllo elettronico della trazione. E a completare il capitolo sicurezza c'è un ABS davvero efficace

I piloti della MotoGP spesso si lamentano per le pessime condizioni dell'asfalto delle piste: poveri... non riescono a guidare come vorrebbero le loro moto dotate di tantissimi controlli elettronici! Ma allora cosa dovremmo dire noi comuni scooteristi quando ci troviamo ad affrontare il nostro GP quotidiano su strade che, specie nei mesi più freddi, offrono più insidie di un viaggio all'Elefantentreffen? Magari, sui nostri scooter ci fossero un po' di quegli "aiutini" per scongiurare le scivolate. Da quest'anno però qualcosa è cambiato: la Piaggio, prima tra tutti, ha scelto di equipaggiare i suoi nuovi maxi scooter Beverly Sport Touring e X10 con il sistema ASR(Acceleration Slippery Regulation) che evita le perdite di aderenza della ruota posteriore. A questo si abbina il nuovo ed efficace impianto ABS. Optando per tali allestimenti è vero che si spende di più, ma crediamo che questi soldi più che una spesa siano da considerarsi un investimento. Ci sentiamo di metterlo nero su bianco dopo aver provato i nuovi dispositivi per chilometri e chilometri, e averne apprezzato l'efficacia, evitando più di una volta una scivolata in accelerazione o in frenata.

Due stile, un motore

Il debuttante X10 e il rinnovo Beverly ST sono due scooter molto diversi fra loro e non solo per il design. In comune però hanno il motore, il nuovo monocilindrico Piaggio da 330 cc. Un propulsore molto sofisticato che si rivela un ottimo compromesso fra prestazioni, peso e ingombri, progettato per soddisfare le esigenze di tutti: dal macinatore di chilometri su tangenziali e autostrade, allo scooterista cittadino. Tra le caratteristiche segnaliamo la distribuzione quattro valvole con bilancieri a rullo per ridurre gli attriti e migliorare il rendimento, la lubrificazione a carter secco, la frizione a dischi multipli in bagno d'olio ma soprattutto un'elettronica evoluta, finora mai applicata sul propulsore di uno scooter. Lo dimostra il fatto che sull'X10 è possibile addirittura scegliere fra due differenti mappature, "Full Power" ed "Eco", selezionabili direttamente dal manubrio. Poiché il motore è lo stesso, optare per l'X10 o per il Beverly dipende solo dalle esigenze. Scopriamo perché.

Una questione di carico

Il Beverly nella nuova versione ST ha mantenuto il look del 300, che affianca nei listini, ma ha ricevuto alcuni aggiornamenti: ha un interasse più lungo, sospensioni più sostenute, un pneumatico posteriore maggiorato; un silenziatore dal look sportivo e un efficace cupolino. Il Beverly per essere un ruote alte ha una capacità di carico più che buona: nel sottosella si possono sistemare due caschi jet, inoltre il vano retroscudo è comodo sia per lasciare in carica il cellulare, attaccandolo alla presa da 12V, che per riporvi piccoli oggetti. Anche il portapacchi, su cui si può installare il bauletto, è di serie e lo spazio sulla pedana, nonostante il tunnel centrale, è ben sfruttabile. A fianco del Beverly, l'X10 è imponente. Lo spazio sotto la sella del nuovo GT di Pontedera è da record: trovano posto due caschi integrali e un'antipioggia. Nel retroscudo poi ci sono ben tre vani, le prese da 12V e USB. A rendere unico l'X10 fra i maxi è il suo design in cui spiccano il prominente gruppo ottico con faro polielissoidale e i deflettori aerodinamici integrati nello scudo che non rovinano l'estetica e si rivelano efficienti. La plancia è una delle più complete che ci sia perché, oltre agli strumenti tradizionali, offre un ampio LCD dove si visualizzano tutte le informazioni utili, compreso il consumo istantaneo e la temperatura esterna. Fra le dotazioni innovative troviamo il freno di stazionamento integrato nel cavalletto laterale: estraendo la stampella si aziona da solo; è utile in particolare nelle soste in discesa. Intelligenti i comandi sul manubrio retroilluminati. Da sottolineare, infine, la Piaggio Multimedia Platform (optional) per connettere lo scooter allo smartphone.

Comoda la vita

Gli scooter sono fatti per coccolare chi li guida e questi Piaggio non fanno eccezione. Il Beverly ST è un maxi compatto, ma allo stesso tempo molto ospitale: in sella lo spazio per pilota e passeggero è notevole e l'ergonomia della posizione di guida è ben congegnata. La sua comodità è sopra la media dei ruote alte, grazie alla sella ben imbottita e al profilo ampio dello scudo che abbinato al cupolino devia l'aria dal busto e dalle spalle, lasciando scoperto solo il casco. Ma se siete degli aspiranti pascià, l'X10 vi sorprenderà: comunque vi mettiate, starete sempre comodi. La protezione aerodinamica è eccellente e si può guidare per ore senza accusare nessun fastidio. Sull'X10 il passeggero non solo è ben accetto ma non deve fare (come di prassi su altri maxi) i salti per salire a bordo: l'altezza della sella posteriore è alla portata anche dei più bassi di statura; pedane e maniglie sono alla giusta distanza.

Beverly: dal pavé alle tangenziali

Due curve possono bastare per capire se uno scooter è ben progettato? In questo caso sì. Con il Beverly basta affrontare poche svolte per apprezzarne la maneggevolezza negli slalom e la precisione dell'avantreno. Oltre alla ciclistica svelta, colpisce la trasmissione che, grazie alla nuova frizione in bagno d'olio, fa la differenza, specie se paragonata con quelle a secco: nelle patenze è davvero pronta, attacca in maniera molto dolce e progressiva, non stressando chi guida con fastidiosi strappi anche nei ripetuti chiudi-apri. Rispetto al vecchio 300 il nuovo propulsore è un passo avanti: ha una spinta decisa e offre un bel tiro anche ai medi regimi, inoltre vibra poco e per raggiungere la velocità massima richiede solo un breve lancio. Negli spostamenti extraurbani il Beverly dà il meglio, le sospensioni sostenute assecondano anche la guida sportiva e il grip delle gomme Michelin è rassicurante. E poi sapere che c'è l'ASR dà un'ulteriore iniezione di tranquillità. Basta, infatti, che l'aderenza del fondo stradale cambi anche di poco e, quando si riapre il gas, magari bruscamente, il controllo taglia la potenza in maniera decisa ma uniforme per poi ripristinare la trazione perduta senza creare scompensi sull'assetto. A volte però quando si affronta il pavé l'ASR innesca qualche "sussulto", ma per evitare una caduta è meglio che sia stata adottata questa taratura conservativa. E poi volendo si può sempre disinserire il sistema con il pulsante sul manubrio. La frenata è potente ma perfettamente gestibile e l'ABS è ben tarato e mai invasivo. Come per l'antipattinamento, si avverte la presenza del dispositivo antibloccaggio solo nelle frenate di emergenza.

X10: per viaggiare in prima classe

Di norma gli scooter si fanno apprezzare per la loro praticità, ma l'X10 conquista anche per la sua versatilità. Non solo è in grado di svolgere alla perfezione la funzione di commuter nel tragitto casa-ufficio, ma vi permette di viaggiare, anche a lungo sempre con il massimo comfort. Nel traffico, nonostante la mole e il lungo interasse, l'X10 si destreggia fra le auto con una disinvoltura sorprendente per la sua stazza e quando è lanciato alla massima velocità ha un rigore direzionale e una stabilità da riferimento. Se si affronta un tratto tortuoso anche aumentando il ritmo l'avantreno resta sempre preciso e le sospensioni copiano fedelmente l'asfalto. In frenata però occorre un'azione decisa sulle leve per ottenere la massima decelerazione. Sull'X10 poi l'ASR ci è parso ancora più a punto, mentre l'ABS funziona proprio come sul Beverly: si sa che c'è, ma si scopre di averlo solo nel momento del bisogno. La trasmissione poi ci ha sorpreso: nonostante l'X10 sia pesante, la frizione centrifuga ben tarata attacca subito, e permette di essere molto lesti al semaforo e in ripresa. Se finora gli scooter erano considerati solo i mezzi più facili da guidare, oggi i nuovi Piaggio con quest'elettronica così sofisticata possono vantarsi di essere anche fra i più sicuri in circolazione.

Dati Tecnici

 
Piaggio Beverly 350 Sport Touring i.e. ABS
Piaggio
Beverly 350 i.e ABS
Piaggio X10 350 Executive
Piaggio
X10 350 Executive

Motore

1 cilindro orizzontale 1 cilindro orizzontale

Cilindrata

330,0 330,0

Serbatoio (litri)

13,0 15,5

Trasmissione

automatica con frizione centrifuga multidisco in bagno d'olio automatica con frizione centrifuga multidisco in bagno d'olio

Telaio

doppia culla/acciaio doppia cullla in acciaio

Sospensione anteriore

forcella teleidraulica da 35 mm forcella teleidraulica da 35 mm

Sospensione post./regolazioni

doppio ammortizzatore/precarico doppio ammortizzatore/precarico

Pneumatico ant./post.

110/70-16 - 150/70-14 120/70-15 / 150/70-13

Interasse

1560 mm 1625 mm

Lunghezza

2215 mm 2265 mm

Larghezza

760 mm 800 mm

Altezza sella

795 mm 760 mm

Peso in ordine di marcia

177 kg 224 kg (versione Executive)

Potenza max/giri

24,5 kW (33,3 CV)/8250 24,5 kW (33,3 CV)/8250

Coppia max/giri

32,3 Nm (3,3 kgm)/6250 32,3 Nm (3,30 kgm)/6250

Freno stazionamento

no si

Pedane passeggero

retrattili fisse

Presa da 12V

si si

Cavalletti

centrale/laterale centrale e laterale

Vano sottosella

contiene 2 caschi jet o 1 integrale contiene 2 caschi integrali e qualche altro oggetto.

Vano retroscudo

1, con serratura 3, di cui 1 con serratura e 2 senza serratura

Prestazioni

Il commento del centro prove

Il Beverly è il più snello e leggero dei due e ciò lo avvantaggia in accelerazione rispetto al più protettivo X10. Il Beverly scatta con un vantaggio di 0,6 s sui 400 m, 1,1 s a 1000 m, e 1,9 s al traguardo dei 110 km/h. L’X10 si difende comunque più che onorevolmente, tra l’altro con differenze trascurabili tra le due mappe di cui è dotato, che quindi evidentemente gestiscono in modo differente soprattutto le piccole aperture del gas e in generale i transitori tipici della guida urbana. Poco significativa invece l'incidenza sui consumi rilevata nelle due mappature. Paragonando i rilevamenti del 350 a quelli del Beverly 300 il confronto è senza appello: sono ben 11 i CV in più del nuovo motore tanto che l'ST (nonostante sia più pesante di 15 kg) è più veloce di quasi 14 km/h a 1500 m, dopo aver sfiorato vantaggi di 9 km/h a 400 m e già 14 km/h a 1000 m.

Curva di accelerazione

Piaggio Beverly 350 i.e ABS, Piaggio X10 350 Executive

Condizione della prova

Cielo sereno
Vento 2 m/s
Temperatura aria 25°C
Pressione atmosferica 1010 mb
Temperatura asfalto 38°C

Rilevamenti

 
Piaggio Beverly 350 Sport Touring i.e. ABS
Piaggio
Beverly 350 i.e ABS
Piaggio X10 350 Executive
Piaggio
X10 350 Executive

RILEVAMENTI

Velocità a 1500 m con partenza da fermo (tempo) 137,5 km/h (47,1 s) 133,7 km/h (48,6 s)

ACCELERAZIONE

0-400 m 17,3 s (120,0 km/h) 17,9 s (116,4 km/h)
0-1000 m 33,9 s (135,9 km/h) 35,0 s (131,6 km/h)
0-80 km/h 6,5 s (87,5 m) 7,2 s (97,5 m)
0-110 km/h 13,1 s (264,8 m) 15,0 s (308,4 m)

PROVA SORPASSO (nella marcia più alta)

50-90 km/h 5,3 s (107,0 m) 5,9 s (121,2 m)

FRENATA (compreso tempo di reazione convenzionale pari a 1 s)

90-50 km/h 2,2 s (48,0 m) 2,2 s (49,5 m)
50-0 km/h 2,4 s (23,9 m) 2,3 s (23,3 m)

CONSUMO

Urbano 22,2 km/l 21,0 km/l
Extraurbano 25,2 km/l 24,4 km/l
Autostrada (130 km/h indicati) 24,7 km/l 23,2 km/l

PESO

In ordine di marcia e serbatoio pieno 195,0 kg 213,0 kg
Distribuzione masse senza conducente (% ant./post.) 42,0/58,0 44,5/55,5
Distribuzione masse con conducente (% ant./post.) 42,0/58,0 43,0/57,0

Pagelle

 
Piaggio Beverly 350 Sport Touring i.e. ABS
Piaggio
Beverly 350 i.e ABS
Piaggio X10 350 Executive
Piaggio
X10 350 Executive

In sella

L'X10 ha la classica impostazione da GT: si guida a schiena dritta con le braccia non troppo larghe e in più permette di distendere le gambe. Sul Beverly si ha tutto sotto controllo ma si sta più raccolti.
4.5
4.5

Comfort

La sella dell'X10 è ampia e morbida, la protezione dall’aria è superiore alla media e le vibrazioni ridotte. Il Beverly è altrettanto comodo ma ripara un po' meno.
4.0
4.5

Dotazioni

Sono entrambi ben equipaggiati: presa da 12V, computer di bordo, vano illuminato... non gli manca nulla. In più l'X10 offre anche il freno di stazionamento e la porta USB.
4.0
5.0

Qualità percepita

Il livello delle finiture, delle verniciature e degli accoppiamenti delle plastiche di questi Piaggio è da riferimento.
5.0
5.0

Capacità carico

l Beverly offre tanto spazio sotto la sella e in più ha un capiente vano anteriore. L'X10 è un vero cargo: nel sottosella ci stanno due integrali e sono addirittura tre i cassetti nel retroscudo.
4.0
5.0

Motore

Il nuovo 350 ha un bel tiro a tutti i regimi e prestazioni paragonabili a quelle di un "quattrocento" ma pesa e consuma meno. Gli intervalli di manutenzione sono ogni 20.000 km, con cambio olio e filtri ogni 10.000 km.
5.0
5.0

Trasmissione

Su entrambi è ben tarata, il variatore è a punto. Nelle partenze "attacca" bene, e ai medi regimi dà il meglio: è sempre morbida e non strappa nemmeno nei frequenti chiudi-apri.
4.5
4.5

Sospensioni

Su entrambi la forcella sostenuta asseconda anche una guida brillante. Gli ammortizzatori, dalla taratura morbida, assorbono al meglio buche e tombini.
4.0
4.0

Freni

Più modulabili e potenti quelli del Beverly. Sull'X10 le leve vanno tirate con decisione ma gli spazi di arresto sono quasi identici. Efficace il ripartitore sull'X10, a punto e poco invasivo su entrambi l'ABS.
4.5
4.0

Su strada

Il Beverly è agile, maneggevole e trasmette maggior feeling quando si viaggia spediti sulle strade extraurbane. L'X10 è meno svelto ma si prende la rivincita nei lunghi trasferimenti.
4.5
4.5

Versatilità

Su strada, il Beverly e l'X10 non conoscono limiti: sono compagni affidabili in città, così come negli spostamenti extraurbani, compresi i lunghi viaggi.
5.0
5.0

Prezzo

Come i competitor giapponesi, questi maxi italiani non sono proposti a buon mercato. Inoltre con ABS e ASR il prezzo, specie dell'X10, lievita ancora. La tecnologia si paga!
4.0
0.0

Pregi e difetti

 
Piaggio Beverly 350 Sport Touring i.e. ABS
Piaggio
Beverly 350 i.e ABS
Piaggio X10 350 Executive
Piaggio
X10 350 Executive

PREGI

Qualità costruttiva, Prestazioni, Maneggevolezza Qualità costruttiva, Design, Prestazioni

DIFETTI

Assenza freno di stazionamento Peso

Gallery

Piaggio Beverly 350 i.e ABS, Piaggio X10 350 Executive
Chiudi

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.

  • LUSINPICCOLO
    X10 350ie Exclusive - 12 mesi senza problemi. - Se si vuole la sicurezza stradale e' corretto avere l'aiuto delle nuove proposte elettroniche. Il sistema antislittamento (ASR) funziona bene sull'asfalto sia umido che bagnato. In autostrada e' stabile e in citta' si destreggia bene. Manca solo dell'optional di supporti aggiuntivi x alzare le pedane del passeggero. Ora speriamo che arrivi il motore Bicilindrico per i Maxi della Piaggio
  • tosdi
    Condivido, con precisazione - Ho avuto un Malaguti Madison 150 che mi ha lasciato a piedi 9 o 10 volte per problemi vari, specie di elettronica (che non abbondava di certo in tale scooter), ma poi un Honda Forza 250EX 1^ serie, con ABS e key-less, che in oltre 7 anni e quasi 50000 Km non mi ha lasciato a piedi una volta e ha avuto solo 2 irrilevanti malfunzionamenti (di elettronica).Dipende dalla qualita' (ora ho un SWT400)
  • BenNick
    certamente.... - la componentistica e le finiture sembrano di ottimo livello, lussuosi direi, tutto sta nella durata delle plastiche nel tempo(cosa in cui piaggio ha sempre mancato). il prezzo e' cosi' elevato, ma se consideriamo che in futuro questi congegni saranno di serie, si puo' dire che piaggio abbia fatto una scelta coraggiosa, e che in futuro probabilmente vantera' l'avanguardia in questo campo
  • s.gonzales
    x moto e scooter di fascia media meno elettronica - spendere 7000 euro per un 350 e' pura follia.se si aggiungono dispositivi elettronici o sono di qualita' destinati a durare nel tempo o e' meglio evitarli per costi e perche' aumentano le possibilita' di rimanere a piedi

Listino

Piaggio

Piaggio

Beverly 350 Sport Touring i.e. ABS

Piaggio

Piaggio

X10 350 Executive

Correlate

Annunci usato