Quotazioni moto&scooter

Cerca

Seguici con

Prove della redazione

Peugeot Satelis 500 Premium

Alfredo Verdicchio il 18/06/2012 in Prove della redazione
Peugeot Satelis 500 Premium
Peugeot Satelis 500 Premium
492,7 cc / 27,5 kW (37,4 CV) / 1 cilindro oriz / Euro 3
€ 6.050 c.i.m.

500 cc oggi rappresentano il top di gamma dell'antica Casa francese. C'è però in questa cilindrata un predecessore di quasi novant'anni fa: una sofisticatissima mezzo litro da Gran Premio

Rilancio di 500. La Casa del Leone piazza sul mercato il suo poker di scooter «poltrona» affiancando ai mini e midi targati Satelis, la versione 500. Come per i modelli da 400 e 250 cc, anche il nuovo mezzo litro si è lasciato sedurre dalla bontà dei prodotti Piaggio, così sotto le plastiche spunta il motore Master 500, lo stesso monocilindrico che da anni equipaggia alcuni dei suoi concorrenti, come l'Aprilia Atlantic Sprint e il Malaguti Spidermax 500 GT. In sostanza è questa la vera novità del Satelis 500: la motorizzazione, che rispetto al «400» ha portato una manciata in più di CV (3,4 per l'esattezza) e kgm di coppia. Nulla di travolgente, ma sufficiente a far scattare l'aliquota maggiorata per quanto riguarda l'assicurazione, e l'impossibilità di guida da parte dei possessori di patente A2.

Sempre lo stesso

Esteticamente e ciclisticamente, invece, il 400 e il 500 sono praticamente «gemelli»: stessa linea elegante e sportiva, stesse misure di lunghezza, interasse, peso e altezza sella. Anche nell'ergonomia del posto di seduta il «cinquecento» non si discosta di un millimetro dai suoi fratelli. Comfort e distanze ben studiate sono punti di forza di questo Peugeot che, nonostante il tunnel centrale, convince anche per lo spazio dedicato ai piedi, insieme a una protezione dall'aria più che discreta grazie al parabrezza alto e mai fastidioso. Più esposte all'aria le gambe che pagano uno scudo poco avvolgente. Poco protetto anche il passeggero che siede in alto e che è costretto a tener le gambe divaricate per via della sella ampia. Le pedane, poi, sono scomode, e alle elevate velocità i piedi sembrano «galleggiare» in mancanza di un deflettore aerodinamico e tenerli ben appoggiati richiede un maggiore sforzo. Convincenti invece i maniglioni laterali che offrono una presa immediata e sicura, mentre il poggiaschiena di serie torna comodo nei lunghi tragitti. punto di vista funzionale, utili in inverno le bocchette poste sul tunnel, mentre i tre portaoggetti disponibili sono scomodi da usare. Quello posto sul manubrio si apre a pressione ma lo sportellino tende a chiudersi; più profondo quello che si trova sotto al manubrio, che richiede l'uso della chiave; il terzo, sulla punta della sella, è impossibile da aprire con i guanti invernali.

Peso molto arretrato

In tema di prestazioni il Satelis 500 non si discosta dal 400 se non per la velocità di punta. Nello spunto infatti ci si aspetterebbe qualcosa di più, specie se lo si confronta coi concorrenti più brillanti. È anche vero però che il Peugeot pesa in media 10 kg in più di questi e che l'erogazione molto lineare smorza la verve del motore Piaggio. Dinamicamente questo scooter conferma la buona maneggevolezza nel traffico e nel lento, ma anche una tendenza dell'avantreno ad alleggerirsi quando il ritmo si fa sostenuto. Sui percorsi medio veloci il feeling non sempre è dei migliori: il frontale piuttosto importante, la forcella dall'idraulica morbida e il peso spostato parecchio verso il posteriore (i dati rilevati parlano chiaro) fanno venir meno la confidenza con la ruota anteriore. Questo sia quando si entra in curva con decisione sia quando si affrontano curve veloci, dove al manubrio si avverte qualche oscillazione. L'avantreno è sempre un po' leggerino anche sul dritto quando si sfruttano i CV a disposizione e la pressione dell'aria tende ad amplificare la sensazione di «galleggiamento». Nel misto stretto, invece, il Satelis è più sincero, con un comportamento in curva omogeneo e prevedibile. Non è forse rapidissimo in ingresso, ma a centro curva è ben piantato a terra e piuttosto preciso nel mantenere la traiettoria impostata. Non è troppo rapido nemmeno nei cambi di direzione, dove paga un baricentro piuttosto alto. La frenata è potente e la coppia di dischi anteriori fa sentire subito il suo mordente. Quello che manca, però, è la modulabilità, scarsa almeno per quanto riguarda il comando destro che aziona uno solo dei due dischi anteriori.

Dati Tecnici

 
Peugeot
Satelis 500 Premium

Motore

monocilindrico orizzontale a 4 tempi, raffreddamento a liquido; alesaggio per corsa 94,0x71,0 mm; cilindrata 492,7 cc. Distribuzione monoalbero a camme in testa con comando a catena e 4 valvole per cilindro. Alimentazione a iniezione elettronica. Capacità serbatoio carburante 14 litri. Lubrificazione a carter umido.

Trasmissione

a cinghia. Frizione automatica centrifuga, cambio a variatore automatico.

Ciclistica

telaio in tubi di acciaio; sospensione anteriore, forcella da 40 mm; sospensione posteriore, gruppo motore oscillante con braccio di rinforzo e doppio ammortizzatore regolabile nel precarico molla. Pneumatici: anteriore 120/70-ZR14, posteriore 150/70-ZR14. Freni: anteriore a doppio disco in acciaio da 260 mm (disco singolo nella versione ABS) e pinze a doppio pistoncino, posteriore a disco singolo in acciaio da 240 mm e pinza a singolo pistoncino.

Dimensioni

lunghezza 2152, larghezza 765, altezza sella 784, interasse 1500. Peso a secco 213 kg.

Prestazioni

potenza 27,5 kW (37,4 CV) a 7000 giri, coppia 42,1 Nm (4,3 kgm) a 5000 giri.

Prestazioni

Il commento del centro prove

Nella versione «500», il Peugeot Satelis mette in mostra un peso non proprio contenuto, addirittura 8 kg in più di quelli dichiarati. Ma, soprattutto, i chili sono prepotentemente caricati sul retrotreno anche per via del motore Piaggio, famoso per non essere tra i più leggeri. Così, se da una parte ne guadagna la maneggevolezza nelle manovre lente come lo zigzagare nel traffico, dall’altra si nota come lo scooter, a differenza del modello di 250 cc, nei tratti più veloci metta in mostra un avantreno leggero sul dritto, e meno comunicativo in ingresso e percorrenza di curva. Dai dati rilevati, però, si può notare come il peso non abbia compromesso le prestazioni nelle prove di accelerazione e ripresa, anzi. A parte il Gilera Nexus, qui il Satelis non è secondo a nessuno scooter motorizzato Piaggio, mentre riesce a staccare ottimi spazi di frenata nonostante la tendenza a bloccare della ruota anteriore.

Curva di accelerazione

Peugeot Satelis 500 Premium

Condizione della prova

Cielo sereno
Vento 1,0 m/s
Temperatura aria 11,7°C
Pressione atmosferica 1018 mb
Temperatura asfalto 16,7°C

Rilevamenti

 
Peugeot
Satelis 500 Premium

RILEVAMENTI

Velocità a 1500 m con partenza da fermo (tempo) 148,6 km/h (44,5 s)

ACCELERAZIONE

0-400 m 16,7 s (127,0 km/h)
0-1000 m 32,3 s (145,0 km/h)
0-90 km/h 7,3 s (108,7 m)
0-130 km/h 18,1 s (451,1 m)

PROVA SORPASSO (nella marcia più alta)

80-130 km/h 11,3 s (345,9 m)

FRENATA (compreso tempo di reazione convenzionale pari a 1 s)

130-80 km/h 2,3 s (76,0 m)
50-0 km/h 2,3 s (23,2 m)

CONSUMO

Urbano 18,5 km/l
Extraurbano 20,0 km/l
Autostrada (130 km/h indicati) 21,1 km/l

PESO

In ordine di marcia e serbatoio pieno 221,0 kg
Distribuzione masse senza conducente (% ant./post.) 40,0/60,0
Distribuzione masse con conducente (% ant./post.) 41,0/59,0

Pagelle

 
Peugeot
Satelis 500 Premium

In sella

4.0

L’ergonomia del posto di guida è ben studiata, il manubrio non è troppo lontano, la sella ben distanziata dalle pedane e i piedi liberi di muoversi.

Comfort

3.0

Lo scudo e il parabrezza proteggono bene il busto ma poco la parte esterna delle gambe. La sella è ampia e ben imbottita.

Dotazioni

4.0

Nella versione base ha tutto quel che occorre, ma il «City» usato in prova offre di serie anche l’antifurto.

Qualità percepita

2.5

L’estetica è ben curata, però le plastiche non sono sempre ben accoppiate e gli specchietti tendono ad allentarsi in fretta.

Capacità carico

3.5

Il vano sottosella contiene due caschi integrali. I tre vani posti nel retroscudo offrono altro spazio ma sono scomodi da aprire.

Motore

3.0

Il motore Piaggio è una garanzia: affidabile e dalle prestazioni più che discrete. Qui paga tre CV e qualche kg di troppo alla concorrenza.

Trasmissione

4.0

Risponde con dolcezza al comando del gas, sia nelle partenze, sia in sorpasso.

Sospensioni

3.0

La forcella morbida tende ad affondonare bruscamente quando si frena con decisione. Più progressiva la coppia di ammortizzatori.

Freni

3.0

Potenti, ma poco modulabili nella classica frenata antipanico dove la ruota anteriore tende facilmente al bloccaggio.

Su strada

2.5

Maneggevole e omogeneo nell’impostare le curve quando il ritmo è lento; meno preciso e comunicativo sul veloce.

Versatilità

3.5

Il motore di grossa cubatura dà la possibilità di utilizzare lo scooter in ogni situazione in tutta serenità, potendo contare nel traffico su un discreto spunto e in viaggio su una velocità di punta di tutto rispetto. Il vano sottosella non è molto regolare, però torna utile nel caso che si voglia affrontare un week end fuori casa.

Prezzo

2.5

È in linea con gli scooter motorizzati Piaggio. Offre finiture discrete e, nella versione City, la catena antifurto di serie.

Pregi e difetti

 
Peugeot
Satelis 500 Premium

PREGI

Erogazione morbida, Seduta confortevole, Maneggevolezza

DIFETTI

Accoppiamento plastiche, Pedane passeggero, Freni poco modulabili

Gallery

Peugeot Satelis 500 Premium
Chiudi

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.

Listino

Peugeot

Peugeot

Satelis 500 Premium

Correlate

Annunci usato