Quotazioni moto&scooter

Cerca

Seguici con

Prove della redazione

Honda SH 300 I ABS, Kymco Xciting 300i R, Sym Citycom 300 , Piaggio Vespa 300 GTS Super

Alfredo Verdicchio il 27/06/2012 in Prove della redazione
Honda SH 300 I ABS, Kymco Xciting 300i R, Sym Citycom 300 , Piaggio Vespa 300 GTS Super
Honda SH 300 I ABS
279,1 cc / 20,0 kW (27,2 CV) / 1 cilindro orizz. / Euro 3
€ 5250 c.i.m.
Kymco Xciting 300i R
270 cc / 17,5 kW (23,8 CV) / 1 cilindro orizz. / Euro 3
€ 4595 c.i.m.
Sym Citycom 300
264 cc / 16,9 kW (23 CV) / 1 cilindro orizz. / Euro 3
€ 3834 c.i.m.
Piaggio Vespa 300 GTS Super
278 cc / 15,8 kW (21,5 CV) / 1 cilindro orizz. / Euro 3
€ 4900 c.i.m.

Se cercate prestazioni più brillanti di quelle offerte da uno scooter 250, arrivano i trecento a colmare il gap. Ecco le quattro proposte più recenti

È la cilindrata dell'anno. Negli ultimi tempi ha praticamente invaso le vetrine di tutti i concessionari delle Case più importanti. Quella della neonata classe dei 300 cc rappresenta una soluzione che da un lato si propone di risolvere il «problema» inquinamento, anticipando anche i futuri limiti sulle emissioni, dall'altro di regalare allo scooterista urbano prestazioni più brillanti. Proprio tra i semafori l'Honda SH300i ABS e la Vespa GTS300ie Super sono imbattibili grazie a un'accelerazione convincente: insomma, sono Italia e Giappone a giocarsi l'oro nei «15 metri». Il Kymco Xciting 300i R e il Sym Citycom.300i seguono infatti la strada opposta: garantire buone prestazioni insieme a un'erogazione del motore più progressiva e di più immediato e facile approccio, soprattutto per i meno esperti.

Un pizzico di verve in più

Dai fratelli di minore cilindrata, il ruote alte di Tokyo riprende quelle qualità che lo hanno reso uno degli scooter più venduti di sempre, a partire dalle finiture di buona fattura. L'SH 300i monta anche plastiche robuste e ben accoppiate, una strumentazione completa e ben leggibile, e un forte senso di solidità (tranne che per le cerniere della sella e dello sportellino nel retroscudo). Meno lodevole invece il livello di comfort: anche se dotato di una sella comoda e ben imbottita, le buche si trasmettono sulla schiena a causa della risposta troppo secca della coppia di ammortizzatori. Difetto che si accentua nell'uso urbano, dove si viaggia tra sconnessioni, pavé e tombini. La taratura piuttosto rigida delle sospensioni, però, è anche il segreto della buona tenuta di strada dell'SH300. Il feeling con l'avantreno è totale: il comportamento nel misto è sempre neutro e prevedibile e anche se si esagera con la piega non si ha mai il timore di perdite di aderenza. In inserimento di curva, però, non è rapidissimo, così come nei cambi di direzione va un po' forzato. Si può invece contare su di un impianto frenante ben dosabile, potente e dotato di un ABS poco invasivo. L'introduzione del freno a disco al posteriore, al posto del tamburo delle cilindrate minori, ha giovato.

Per chi fa tanti chilometri

L'Xciting 300iR si conferma uno degli scooter più confortevoli sul mercato. Offre un posizione in sella ben studiata anche per i più alti e il passeggero dispone di pratiche pedane estraibili. Buona anche la protezione dall'aria (scarsa sull'SH e la Vespa): in autostrada solo le gambe restano in parte esposte a qualche vortice. Discrete le finiture, specie in relazione al prezzo: le plastiche sono ben accoppiate, c'è una nicchia portacellulare e - tocco racing - i freni sono a «margherita». Grazie alla maggiore cubatura il Kymco guadagna un pizzico di brio ai bassi regimi, smorzato però dal peso elevato che disturba nelle manovre da fermo e nello stretto. Nel guidato, invece, è piuttosto agile, il baricentro basso dissimula i chili di troppo e rende il Kymco svelto nei cambi di direzione. Nelle curve lente soffre per le sue misure abbondanti, mentre nei curvoni veloci perde in precisione per l'avantreno leggero. Buoni gli spazi di arresto garantiti dal sistema di frenata combinata agendo sulla leva sinistra al manubrio, in linea con quelli dell'SH. Scarsa, invece, la forza e la dosabilità del solo disco destro anteriore azionato dalla leva destra.
Il Citycom.300 coniuga la posizione di guida raccolta da città, alla confortevole protezione da «tourer»: alla lunga però la sella un po' dura e il tunnel centrale largo risultano scomodi. La qualità costruttiva delle plastiche e di alcuni componenti un po' grezzi - tra cui lo scarico e la staffa che regge il parafango posteriore - è inferiore a quella dei concorrenti. Il Sym è anche il più lento dei quattro, sia nello spunto da fermo, sia nella velocità di punta per via della apportatura lunga della trasmissione. Inoltre, ad una buona stabilità di guida sul veloce si contrappone una scarsa maneggevole tra le curve. L'avantreno è pesante e nel lento si deve forzare sul manubrio per contrastare la tendenza dello sterzo a «chiudere». L'appoggio in piega comunque è buono, così come l'efficacia dei freni, nonostante i comandi siano «spugnosi».

Livello superiore

In sella alla Vespa è come vi vere in una favola, tutto è bello e i difetti non si notano. Finiture di buon livello, linee eleganti, seduta comoda e sospensioni morbide e capaci di filtrare quasi tutti gli avvallamenti sono caratteristiche consolidate che spiegano anche un successo di vendite e di stile che si protrae ormai da decenni. La GTS300, però, non è solo apparenza. Nella guida è di una facilità disarmante, la ciclistica è intuitiva in ogni situazione anche se le sospensioni mostrano qualche limite sullo sconnesso pesante solo perché poco frenate nell'idraulica. Questo vale soprattutto per quella anteriore che offre poco sostegno nelle frenate «da panico»: l'avantreno affonda troppo e si avverte una leggera tendenza a «tirare» verso il lato del disco. Gli spazi di arresto sono più che buoni, grazie ai comandi ben dosabili, tanto da poter gestire anche la tendenza al bloccaggio del posteriore. Tra le curve è la più rapida nel prendere la corda e nei cambi di direzione è agile e precisa. Attenzione però: se si guida di forza l'avantreno si fa piuttosto nervoso.

Dati Tecnici

 
Honda SH 300 I ABS
Honda
SH 300 I ABS
Kymco Xciting 300i R
Kymco
Xciting 300i R
Sym Citycom 300
Sym
Citycom 300
Piaggio Vespa 300 GTS Super
Piaggio
Vespa 300 GTS Super

Motore

1 cilindro orizzontale 1 cilindro orizzontale 1 cilindro orizzontale 1 cilindro orizzontale

Raffreddamento

liquido liquido liquido liquido

Alesaggio corsa

72,0x68,5 72,7x65,2 73x63 75x60

Cilindrata (cc)

279,1 270 264 278

Rapporto di compressione

10,5:1 10,6:1 n.d. n.d.

Distribuzione

monoalbero a 4 valvole monoalbero a 2 valvole monoalbero a 4 valvole monoalbero a 4 valvole

Alimentazione

iniezione da 34 mm iniezione elettronica iniezione elettronica iniezione elettronica

Lubrificazione

carter umido carter umido carter umido carter umido

Serbatoio (litri/riserva)

9/nd 12,8/nd 10/nd 9/nd

Frizione

automatica centrifuga automatica centrifuga automatica centrifuga automatica centrifuga

Telaio

monoculla doppia culla doppia culla scocca portante

Materiale

acciaio acciaio acciaio acciaio

Sospensione ant/regolazioni

forcella da 35 mm/nessuna forcella da 40 mm/nessuna forcella non regolabile monobraccio/nessuna

Sospensione post/regolazioni

due ammortizzatori/precarico molla due ammortizzatori/precarico molla due ammortizzatori-precarico molla due ammortizzatori-precarico molla

Escursione ruota ant/post

102 mm/95 mm 110 mm/100 mm n.d. n.d.

Pneumatico ant/post

110/70-16 - 130/70-16 120/70-15 - 150/70-14 110/70-16 - 140/70-16 120/70-12 - 130/70-12

Freno anteriore

disco da 256 mm due disco da 260 mm disco da 260 mm disco da 220 mm

Freno posteriore

disco da 256 mm disco da 240 mm disco da 260 mm disco da 220 mm

Lunghezza

2100 mm 2255 mm 2210 mm 1930 mm

Altezza sella

785 mm n.d. 800 mm 790 mm

Interasse

1420 mm 1590 mm 1500 mm 1370 mm

Peso a secco

164,7 kg 189 kg 182 kg n.d.

Potenza max/giri

n.d. n.d. n.d. n.d.

Coppia max/giri

n.d. n.d. n.d. n.d.

Prestazioni

Il commento del centro prove

La sfida tra i quattro scooter 300 a conferma la superiorità del propulsore Honda. Nella prova di accelerazione è lo scooter giapponese a far segnare valori degni di un’auto di grossa cilindrata. Oltre a essere il più rapido nelle partenze da fermo, raggiunge una velocità di punta non troppo distante da quelle di uno scooter di 400 cc ed è anche il più prestante nella prova di sorpasso. Per la Vespa l’aumento di cilindrata si traduce più che altro in un maggiore spunto da fermo, tanto che nella prova sorpasso il più pesante Xciting fa registrare un tempo nettamente migliore. Il Sym è quello che più soffre rispetto ai concorrenti, sia in ripresa sia in accelerazione, penalizzato dalla taratura del cambio non proprio azzeccata. L’Honda vince anche la sfida in frenata, con spazi di arresto propri di una moto sportiva. Più nella norma quelli fatti registrare dagli altri tre scooter.

Curva di accelerazione

Honda SH 300 I ABS, Kymco Xciting 300i R, Sym Citycom 300 , Piaggio Vespa 300 GTS Super

Condizione della prova

Cielo sereno
Vento 1 m/s
Temperatura aria 25°C
Pressione atmosferica 1007 mb
Temperatura asfalto 43° C

Rilevamenti

 
Honda SH 300 I ABS
Honda
SH 300 I ABS
Kymco Xciting 300i R
Kymco
Xciting 300i R
Sym Citycom 300
Sym
Citycom 300
Piaggio Vespa 300 GTS Super
Piaggio
Vespa 300 GTS Super

RILEVAMENTI

Velocità a 1500 m con partenza da fermo (tempo) 138,5 (47,3 s) 127,5 (51,0 s) 117,4 (55,0 s) 122,2 (51,9 s)

ACCELERAZIONE

0-400 m 17,6 s (119,6 km/h) 18,8 s (110,0 km/h) 19,9 s (104,3 km/h) 18,7 s (109,2 km/h)
0-1000 m 34,2 s (136,8 km/h) 36,8 s (125,0 km/h) 39,4 s (113,9 km/h) 37,1 s (120,2 km/h)
0-80 km/h 6,8 s (91,5 m) 8,1 s (109,5 m) 9,7 s (133,7 m) 7,9 s (108,7 m)
0-110 km/h 13,9 s (282,3 m) 19,0 s (407,8 m) 28,5 s (655,9 m) 19,2 s (417,7 m)

PROVA SORPASSO (nella marcia più alta)

50-90 km/h 6,2 s (125,2 m) 7,1 s (146,5 m) 8,2 s (164,8 m) 7,6 s (155,6 m)

FRENATA (compreso tempo di reazione convenzionale pari a 1 s)

90-50 km/h 2,2 s (48,9 m) 2,1 s (47,0 m) 2,3 s (49,5 m) 2,4 s (51,6 m)
50-0 km/h 2,2 s (24,5 m) 2,4 s (25,0 m) 2,5 s (24,6 m) 2,6 s (25,0 m)

CONSUMO

Urbano 21,1 km/l 20,3 km/l 20,0 km/l 21,1 km/l
Extraurbano 23,1 km/l 21,6 km/l 22,8 km/l 22,3 km/l
Autostrada (130 km/h indicati) 22,3 km/l 21,0 km/l 21,4 km/l 19,0 km/

PESO

In ordine di marcia e serbatoio pieno 174,0 kg 203,0 kg 181,0 kg 160,5 kg
Distribuzione masse senza conducente (% ant./post.) 39,0/61,0 40,5/59,5 41,0/59,0 39,5/60,5
Distribuzione masse con conducente (% ant./post.) 41,5/58,5 40,0/60,0 42,0/58,0 39,0/61,0

Pagelle

 
Honda SH 300 I ABS
Honda
SH 300 I ABS
Kymco Xciting 300i R
Kymco
Xciting 300i R
Sym Citycom 300
Sym
Citycom 300
Piaggio Vespa 300 GTS Super
Piaggio
Vespa 300 GTS Super

In sella

Sugli scooter lo spazio in sella non manca, nemmeno per il passeggero. Su Honda, Sym e Vespa si sta più raccolti a conferma della loro vocazione più urbana, mentre la seduta allungata del Kymco si apprezza nelle gite fuoriporta o nelle trasferte a lungo raggio.
3.5
3.5
3.5
3.5

Comfort

La Vespa offre una sella ben imbottita e sospensioni più efficaci sulle buche, ma non convincono le pedane per il passeggero e la scarsa protezione dall’aria. L’SH ha ammortizzatori posteriori rigidi e nessun parabrezza. Buona la protezione per il Kymco e il Sym, ma sella e sospensioni fanno soffrire.
3.0
3.0
3.0
3.5

Dotazioni

I quattro scooter hanno strumentazioni complete e ben leggibili, le prese della corrente da 12V e freni a disco. L’SH compensa il sottosella piccolo con un portapacchi sfruttabile, il Sym e la Vespa hanno vani più capientiè, mentre il Kymco ha anche la luce di cortesia e l’appoggio per il cellulare.
3.0
4.0
2.5
2.0

Qualità percepita

La Vespa ha le finiture più curate ma brutte coperture in plastica nera nel retroscudo. A seguire l’Honda, ben assemblato e dalle plastiche solide. Discreta la qualità offerta dai due taiwanesi, con plastiche meno convincenti al tatto.
3.5
3.0
3.0
4.5

Capacità carico

Le ruote alte limitano parecchio lo spazio a disposizione sotto la sella dell’SH che, però, ha un discreto portapacchi. Più ampi i vani dei tre concorrenti anche se la loro scarsa profondità (specialmente del SYM) pareggia la situazione.
2.5
2.5
2.5
2.5

Motore

L’aumento di cilindrata non ha stravolto la personalità di ognuno. L’SH è pronto allo spunto e veloce, tanto da essere irraggiungibile per i rivali. La Vespa punta al comfort, è silenziosa e offre solo più spunto rispetto alla GTS250, mentre il Kymco e il Sym hanno una impostazione più turistica con un buon allungo.
4.0
3.0
3.0
3.5

Trasmissione

È quella della Vespa a convincere di più, per prontezza, resistenza alla fatica e silenziosità. A seguire l’Honda che alla lunga tende leggermente a strappare, mentre ultime (a pari merito) quelle del Kymco e del Sym che alla lunga diventano rumorose e a freddo strappano in partenza.
3.5
2.5
2.5
4.0

Sospensioni

Sulla Vespa sembra di stare su di un cuscino: nonostante una corsa minore riescono a filtrare tutto. Gli altri tre sfidanti invece hanno lo stesso difetto: gli ammortizzatori hanno le molle troppo dure e trasferiscono i colpi su schiena e collo di chi guida.
3.0
3.0
3.0
4.0

Freni

Per modulabilità e sfruttabilità su strada, l’SH e l’Xciting trasmettono sensazioni migliori, così come la Vespa che perde qualcosa per la tendenza a bloccare del posteriore. Migliorabile il feeling coi comandi sul SYM.
4.0
4.0
3.5
3.5

Su strada

I più facili e immediati risultano l’SH e la Vespa, sia nell’uso urbano dove si muovono con disinvoltura, sia nei tratti guidati per il feeling in curva. Subito dietro l’Xciting e a chiudere il Citycom.300, poco maneggevole nello stretto.
3.5
3.0
3.0
3.5

Versatilità

I due taiwanesi sono pesanti e lunghi, un limite nel traffico, ma fuori città offrono un comfort di marcia superiore per le selle più ampie e una maggiore protezione dall’aria. Honda e Vespa sono degli scooter urbani, con il primo dotato di un motore più veloce e brillante.
3.5
4.0
4.0
3.0

Prezzo

Nonostante il Sym sia il più accattivante dal punto di vista del puro costo d’acquisto, è il Kymco a convincere per il buon rapporto qualità/prezzo. La Vespa ha una qualità alta che si fa pagare, mentre l’Honda è il più caro (anche per la presenza dell’ABS) ma è prestante e ben costruito.
2.0
4.0
3.0
3.0

Gallery

Honda SH 300 I ABS, Kymco Xciting 300i R, Sym Citycom 300 , Piaggio Vespa 300 GTS Super
Chiudi

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.

  • cover87
    sh 300i 2010 - Anche io ho un sh300i del 2010 acquistato nel 2011. In un anno e mezzo ho percorso quasi 30000 km, ed ho riscontrato l'avantreno leggero solo in scia a camion durante le tratte autostradali e se utilizzato per una guida sportiva (utilizzo per il quale non ? indicato). L'unica cosa cui non trovo riposta ? la durata media del motore che lo equipaggia. Qualcuno mi pu? illuminare?
  • cughe@libero.it
    SH 300 SPORTY 2010 - POSSIEDO UN 300 SPORTY. TUTTO BENE SALVO L'AVANTRENO CHE E' TROPPO LEGGERO.

Listino

Kymco

Kymco

Xciting 300i R

Sym

Sym

Citycom 300

Piaggio

Piaggio

Vespa 300 GTS Super

Correlate

Annunci usato