Quotazioni moto&scooter

Cerca

Seguici con

Prove della redazione

Honda SH 125 I Sport, Kymco Agility 125 R16, Suzuki Street Magic 50

Stefano Borzacchiello il 13/06/2012 in Prove della redazione
Honda SH 125 I Sport, Kymco Agility 125 R16, Suzuki Street Magic 50
Honda SH 125 I Sport
125,0 cc / 10,1 kW (13,7 CV) / 1 cilindro orizz. / Euro 3
€ 3345 c.i.m.
Kymco Agility 125 R16
125,0 cc / 7,0 kW (9,5 CV) / 1 cilindro orizz. / Euro 3
€ 1795 c.i.m.
Suzuki Street Magic 50
124,0 cc / 9,6 kW (13,0 CV) / 1 cilindro orizz. / Euro 3
€ 3195 c.i.m.

Nel regno delle ruote alte la Kymco e la Suzuki affrontano lo strapotere dell'Honda SH. La prima punta sul prezzo, la seconda sulla somiglianza al bestseller

Questa è la storia del re delle nostre città che, dopo anni di regno incontrastato, adesso vede il suo trono vacillare sotto gli attacchi di due pericolosi avversari. Il sovrano, come avrete capito, è l'Honda SH e i pretendenti sono i nuovi scooter a ruote alte (con cerchi da 16') Suzuki SIXteen e Kymco Agility R16. Il confronto tra le due novità e il bestseller della Honda si gioca su differenti campi: la Kymco punta sul prezzo concorrenziale, mentre la Suzuki con il SIXteen debutta in questo segmento ricalcando in tutto e per tutto i tratti e le soluzioni tecniche del leader del mercato, prezzo compreso.

Elisir di lunga vita

Immutato da diverse stagioni, il ruote alte della Honda in questa nuova versione Sport si differenzia da quella base per il bauletto di serie, per il resto è sempre il noto SH. Uno scooter azzeccato che offre una posizione di guida molto intuitiva ed ergonomica ai piloti di tutte le taglie, e un buon comfort di marcia anche sulle strade dissestate. Prestano il fianco alle critiche il freno posteriore a tamburo, che è invece a disco sui due rivali, e l'assenza di un pratico cavalletto laterale. Nel traffico l'SH si rivela agile e maneggevole, più immediato e preciso nell'impostare le curve rispetto ai due concorrenti. Le sospensioni sono tarate sul morbido e invitano a guidare in maniera rilassata per non compromettere l'assetto ideale. Il motore silenzioso è brillante nelle partenze e si gioca, come verificate nellla tabella dei rilevamenti nell'ultima pagina, la palma del più scattante con il Suzuki. La frenata con sistema ad azione combinata, come sul SIXteen, è poco aggressiva, ma facilmente modulabile anche dai guidatori meno esperti in ogni condizione di aderenza. In quanto a funzionalità, l'SH offre una pedana piatta più ospitale su cui trova posto uno zaino: peccato che, come sul SIXteen, il gancio portaborse sia sistemato troppo in basso per essere sfruttato. Sull'Agility invece, a fronte di una pedana più stretta, il gancio svolge correttamente la sua funzione. La capacità del sottosella è il punto debole di questi ruote alte. Se sull'Honda e sul Suzuki è minima, la situazione migliora sul Kymco che ospita un casco jet di medie dimensioni. Per ovviare a questo limite tutte le Case propongono nel catalogo degli accessori bauletti facilmente montabili sulla piastra posteriore. Del resto è anche vero che questi tre scooter nascono per «dribblare» il traffico, non per fare del turismo.

Nella cerchia delle mura

Per le strade della città il Suzuki è a livello dell'Honda; il SIXteen è però più stabile alle alte velocità e le sospensioni sono un po' più frenate rispetto all'SH. In termini di comfort è il Kymco a non reggere il confronto con l'Honda. Stando un po' in sella sul taiwanese si è portati a scivolare in avanti, dove la seduta è più dura, inoltre le sospensioni hanno una risposta più secca sulle asperità dell'asfalto e dopo un po' l'Agility si rivela stancante. Quasi esenti da vibrazioni i due giapponesi, mentre sul Kymco sono avvertibili in prossimità della velocità massima. Dal concessionario l'unico ad uscire con un piccolo parabrezza è l'Agility, gradito nei mesi estivi quando devia un po' l'aria dal busto. Per chi invece usa lo scooter tutto l'anno è consigliabile montare un plexiglass più alto.

Bastano per due

Dignitoso sui tre sfidanti lo spazio a disposizione del passeggero che siede vicino al pilota, ma un po' più in alto e può contare su comodi appigli. Le pedane estraibili sull'SH e sul SIXteen sono più funzionali mentre quelle integrate nella pedana sull'Agility sono meno ospitali.
Il Kymco, l'unico con motore raffreddato ad aria e meno CV, prende la paga dai concorrenti sia in accelerazione sia nell'allungo ma consuma meno, a fronte di un divario di prestazioni non così avvertibile nel traffico di tutti i giorni. In questo senso il motore più scattante è quello dell'Honda che, grazie ad una trasmissione più a punto, parte bene al semaforo, seguito dal Suzuki. Guidando l'Agility si avverte l'assetto più rigido e la minor maneggevolezza. Inoltre offre una frenata più pronta, ma meno modulabile e anche priva del ripartitore.

Il re, resta re... ma

In fin dei conti le differenze tra questi scooter non sono così fondamentali per la scelta. Sarà difficile per i rivali scalzare dal trono l'SH. In queste stagioni gli appassionati dello scooter Honda sono diventati così numerosi da dare vita ad un blog (www.hondash.it) che raccoglie anche consigli utili per la manutenzione. Il SIXteen si rivela un rivale all'altezza dell'SH, ma è un debuttante su cui peserà la politica di vendita della Suzuki. Al momento il prezzo quasi identico gioca a suo sfavore. Il vero sfidante diventa quindi il Kymco che si propone come il miglior interprete di una filosofia «low-cost», un prodotto analogo a quello dei concorrenti ma meno modaiolo e più economico.

Dati Tecnici

 
Honda SH 125 I Sport
Honda
SH 125 I Sport
Kymco Agility 125 R16
Kymco
Agility 125 R16
Suzuki
Street Magic 50

Motore

1 cilindro orizz. 1 cilindro orizz. 1 cilindro orizz.

Raffreddamento

liquido liquido liquido

Alesaggio corsa

52,4x57,8 52,4x57,8 53,5x55,2

Cilindrata (cc)

125,0 125,0 124,0

Rapporto di compressione

11,0:1 9,3:1 11,5:1

Distribuzione

monoalbero monoalbero monoalbero

Alimentazione

iniezione carburatore iniezione

Lubrificazione

carter umido carter umido carter umido

Serbatoio (litri/riserva)

7,5 6 8,5

Frizione

automatica centrifuga automatica centrifuga automatica centrifuga

Telaio

doppia culla doppia culla doppia culla

Materiale

acciaio acciaio acciaio

Sospensione ant/regolazioni

forcella da 33 mm forcella idraulica da 33 mm forcella idraulica

Sospensione post/regolazioni

doppio ammortizzatore doppio ammortizzatore doppio ammortizzatore

Escursione ruota ant/post

90 mm/82 mm 95 mm/75 mm n.d.

Pneumatico ant/post

100/80-16- 120/80-16 100/80-16- 120/80-16 100/80-16- 120/80-16

Freno anteriore

disco da 220 mm disco da 260 mm disco da 220 mm

Freno posteriore

tamburo da 130 mm disco da 240 mm disco da 220 mm

Lunghezza

2020 mm 2040mm 2060 mm

Altezza sella

700 mm 740 mm 800 mm

Interasse

1140 mm 1240 mm 1385 mm

Peso a secco

127 kg 119 kg 135 kg

Potenza max/giri

13,72 CV (10,1 Kw) a 9000 9,5 CV (7,0 Kw) a 7500 13,0 CV (9,6 Kw) a 9000

Coppia max/giri

1,17 kgm (11,5 Nm )a 7000 0.97 kgm (9,5 Nm) a 6500 1,17 Kgm (11,6 Nm) a 7500

Prestazioni

Il commento del centro prove

Le prestazioni dei propulsori dei due scooter giapponesi Honda e Suzuki sono abbastanza allineate, mentre il monocilindrico del Kymco, a causa della minor cavalleria, risulta sempre più lento. Nella prova di accelerazione l’SH si conferma il più rapido complice la taratura della trasmissione che offre uno spunto più brillante. Nella prova di sorpasso è invece il SIXteen a primeggiare. La frenata dell’Agility è potente e, nonostante gli spazi e i tempi di arresto siano gli stessi, il comando del freno - l’unico senza ripartitore di frenata - è decisamente aggressivo, tanto da compromettere la ciclistica se azionato con decisione. Gli impianti di Honda e Suzuki risultano più modulabili e intuitivi, anche in condizioni di scarsa aderenza. I consumi contenuti sono tra i pregi di questi scooter che consentono di fare mediamente 200 km con un pieno. Infine una nota sul peso: nessuno dei tre intimidisce per la mole e chi è alle prime armi non farà fatica a spostarli da fermo o ad issarli sul cavalletto.

Curva di accelerazione

Honda SH 125 I Sport, Kymco Agility 125 R16, Suzuki Street Magic 50

Condizione della prova

Cielo sereno
Vento 1,0 m/s
Temperatura aria 25°C
Pressione atmosferica 1068 mb
Temperatura asfalto 39°C

Rilevamenti

 
Honda SH 125 I Sport
Honda
SH 125 I Sport
Kymco Agility 125 R16
Kymco
Agility 125 R16
Suzuki
Street Magic 50

RILEVAMENTI

Velocità a 1500 m con partenza da fermo (tempo) n.r. n.r. n.r.

ACCELERAZIONE

0-400 m 22,2 s (90,3 km/h) 24,1 s (81,8 km/h) 22,8 s (86,2 km/h)
0-1000 m 44,6 s (100,6 km/h) 49,2 s (87,9 km/h) 46,7 s (93,5 km/h)
0-40 km/h 3,6 s (22,0 m) 4,2 s (26,1 m) 3,4 s (21,4 m)
0-80 km/h 14,2 s (212,0 m) 22,3 s (360,3 m) 16,7 s (257,6 m)

PROVA SORPASSO (nella marcia più alta)

50-90 km/h 15,4 s (326,1 m) 27,0 s (585,1 m) 4,7 s (307,1 m)

FRENATA (compreso tempo di reazione convenzionale pari a 1 s)

90-50 km/h 2,4 s (52,0 m) 2,4 s (53,1 m) 2,4 s (52,4 m)
50-0 km/h 2,4 s (25,8 m) 2,5 s (24,6 m) 2,5 s (24,6 m)

CONSUMO

Urbano 26,4 km/l 28,2 km/l 26,9 km/l
Extraurbano 28,1 km/l 30,1 km/l 27,8 km/l
Autostrada (130 km/h indicati) n.r. n.r. n.r.

PESO

In ordine di marcia e serbatoio pieno 134,0 kg 126,0 kg 145,5 kg
Distribuzione masse senza conducente (% ant./post.) 39,0/61,0 38,0/62,0 40,0/60,0
Distribuzione masse con conducente (% ant./post.) 40/60 kg 41,0/59,0 40,5/59,5

Pagelle

 
Honda SH 125 I Sport
Honda
SH 125 I Sport
Kymco Agility 125 R16
Kymco
Agility 125 R16
Suzuki
Street Magic 50

In sella

L’SH piace a tutti perchè offre una posizione di guida naturale che mette subito a proprio agio; il SIXteen è sullo stesso livello, ma la pedana è meno ospitale. L’Agility è più compatto e il pilota è costretto a una posizione più raccolta.
4.5
3.0
4.0

Comfort

Le sospensioni dell’SH e del SIXteen sono tarate «soft» per assorbire meglio le insidie del fondo stradale. Sull’Agility invece gli ammortizzatori sono più rigidi e sulle sconnessioni si sobbalza di più. La protezione aerodinamica è migliore sui giapponesi dotati di uno scudo più largo.
5.0
3.5
4.0

Dotazioni

Sono tre scooter essenziali che offrono solo il necessario per spostarsi in città. Il pratico cavalletto laterale è di serie solo sul Kymco, dotato anche di presa da 12V nel retroscudo.
3.0
3.5
3.0

Qualità percepita

Sono tutti ben assemblati e discretamente rifiniti, ma il livello dei dettagli di Honda e Suzuki è leggermente più elevato. Questo però non giustifica l’ampio divario di prezzo.
4.0
3.0
4.0

Capacità carico

Sono scooter a ruote alte, non dei cargo. Il sottosella più capiente è quello dell’Agility, mentre sono poco ospitali quelli del SIXteen e dell’SH. Quest’ultimo in versione Sport monta di serie il bauletto: un accessorio disponibile nel listino anche per gli altri due.
2.5
3.0
2.0

Motore

Il monocilindrico della Honda è il più pronto nelle partenze e quello che offre il maggior allungo, seguito dal Suzuki. Il Kymco è meno vivace, ma anche meno potente e consente quindi risparmi sul carburante.
4.0
3.5
4.0

Trasmissione

Lo scatto al semaforo premia la trasmissione a punto dell’SH, mentre quella del Kymco è più lenta nella risposta. Il SIXteen è sullo stesso livello del modello Honda, ma perde qualche lunghezza nelle partenze.
3.5
3.0
3.5

Sospensioni

Le ruote da 16’’ abbinate alle sospensioni dalla taratura molto morbida invitano a una guida più rilassata per evitare scompensi sull’assetto. L’Agiltiy è più rigido e ha una risposta del doppio ammortizzatore più secca.
4.0
3.5
4.0

Freni

L’impianto frenante del Kymco è quello con più mordente. Honda e Suzuki, entrambi con frenata combinata, brillano per modulabilità, ma sull’SH la risposta, specie del posteriore, è più blanda.
3.0
3.5
3.5

Su strada

L’SH è diventato in questi anni il re del mercato perchè si guida intuitivamente e richiede poco tempo per prendere confidenza, sensazioni che si ritrovano anche sul SIXteen. L’Agility è meno facile: seppur efficace è rigido e poco divertente da guidare in città.
4.5
3.5
4.0

Versatilità

Con solo 125 cc è difficile pensare di usare questi scooter fuori città, e proibito portarli sulle tangenziali. Nel caso è meglio optare per le versioni da 150 cc, motorizzazione che nei prossimi mesi arriverà anche per l’Agility.
2.0
2.0
2.0

Prezzo

Da anni in listino, l’SH è uno dei pochi scooter a mantenere alto il suo valore nel tempo. Suzuki e Kymco sono due debuttanti, ma il taiwanese si presenta con un prezzo più concorrenziale rispetto a quello del SIXteen.
4.0
5.0
3.0

Pregi e difetti

 
Honda SH 125 I Sport
Honda
SH 125 I Sport
Kymco Agility 125 R16
Kymco
Agility 125 R16
Suzuki
Street Magic 50

PREGI

Ergonomia, Comfort, Maneggevolezza Prezzo, Consumi, Capacità del sottosella Maneggevolezza, Abitabilita, Modulabilità frenata

DIFETTI

Frenata poco potente, Capacità del sottosella Sella dura, Prestazioni Originalità progetto, Capacità del sottosella

Gallery

Honda SH 125 I Sport, Kymco Agility 125 R16, Suzuki Street Magic 50
Chiudi

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.

  • pmarcop
    ma... - secondo me , l'agility , nn ? cos? male . vero per la sella, si tende a scivolre in avanti le pedane del passeggero nn sono comodissime. per il resto io nn ho notato tutte queste differenze. teniamo conto del prezzo, che ? la met?
  • naz.fio
    prova impari - sarebbe stato pi? corretto paragonare l'Agility con il Visio della Honda o l'SH con il People GTI...probabilmente non sarebbe emerso lo strapotere dell'Honda.

Listino

Honda

Honda

SH 125 I Sport

Kymco

Kymco

Agility 125 R16

Correlate

Annunci usato