Quotazioni moto&scooter

Cerca

Seguici con

Prove della redazione

Aprilia Tuono 1000 R Factory, Aprilia RSV 1000 R Factory

Andrea Padovani il 30/07/2012 in Prove della redazione
Aprilia Tuono 1000 R Factory, Aprilia RSV 1000 R Factory
Aprilia Tuono 1000 R Factory
997,62 cc / 102 kW (139 CV) / 2 cilindri a V di 60° / Euro 3
€ 14.190 c.i.m.
Aprilia RSV 1000 R Factory
997,62 cc / 105,2 kW (143 CV) / 2 cilindri a V di 60° / Euro 3
€ 16.590 c.i.m.

Testa a testa all'ultimo decimo tra le due bicilindriche venete per scoprire, tempi alla mano, le differenze tra un assetto standard e uno per la pista, tra una racing senza compromessi e una aggressiva naked

Nell'immaginario collettivo motociclistico la potenza se non è tutto... poco ci manca. Soprattutto quando i mezzi in questione sono di impostazione sportiva. Più CV infatti significa più velocità, più accelerazione, più ripresa. Tutto vero? In parte; non sempre infatti al fine della prestazione globale le cose stanno realmente così. La motocicletta è un mezzo molto più complesso di quel che sembra: l'aderenza è affidata a una superficie risibile di pneumatico, ogni componente ciclistico è interconnesso all'altro e il tutto si lega strettamente al carattere del propulsore, una minima modifica all'avantreno o al retrotreno significa intervenire sull'efficacia globale. Senza contare che il pilota, nell'insieme uomo-macchina, è tutt'altro che elemento passivo. Ecco quindi che la potenza è sì importante ma non è tutto; senza una buona ciclistica tanti CV servono a poco.

Esclusività svedese

Per verificare quanto detto abbiamo portato sulla nostra pista di Vairano due tra le più raffinate sportive in circolazione, la maxi RSV 1000 R e la naked Tuono 1000 R, entrambe nella versione più esclusiva Factory dotata di sospensioni Öhlins completamente regolabili. Due proposte simili nella base ma con una grande differenza, la posizione di guida: ben caricata in avanti nella carenata, rialzata grazie al largo e profilato manubrio nella nuda. Se staticamente (e a parità di regolazioni) le due moto offrono sostanzialmente la stessa distribuzione dei pesi, non altrettanto accade con il pilota a bordo che influenza sensibilmente il carico sull'avantreno e sul retrotreno. Questo è ben evidente se si tengono in considerazione due parametri importanti per la ricerca del set-up ideale: lo Static SAG e il SAG Rider. Il primo è l'abbassamento delle sospensioni per effetto della massa stessa del veicolo, il secondo è l'abbassamento delle stesse dovuto al peso del pilota in sella. Sono parametri importanti che hanno ripercussioni pesanti sulla guida. Questi valori devono infatti rimanere entro limiti ben precisi che variano a seconda della tipologia, del peso e della cilindrata del veicolo in oggetto. Le sospensioni, infatti, devono poter lavorare anche in estensione: si pensi solamente alla forcella in accelerazione e al mono in staccata. Una buona taratura statica potrebbe fare la differenza tra una moto stabile e una «ballerina»... Per arrivare al corretto SAG si lavora sulla rigidità delle molle di mono e forcella (nel caso di mezzi da gara, ovviamente), più comunemente sul registro del precarico: quest'ultimo infatti va ad incidere solo sull'altezza del veicolo e non sul comportamento della sospensione durante la guida. La costante elastica della molla, ovvero la rigidità, rimane infatti sempre la medesima. Nel caso delle sportive venete siamo partiti dall'assetto standard consigliato dalla Casa (identico per entrambi i veicoli) e in base alle nostre sensazioni abbiamo effettuato piccole modifiche per verificare da un lato a quale guadagno possa portare un buon assetto, dall'altro per comprendere – dati alla mano – la differenza tra le due impostazioni (manubrio alto e basso) a parità di ciclistica e motore.

Così uguali, così diverse

La RSV tra le due è parsa fin dai primi giri di pista quella più impegnativa ma anche quella globalmente più a punto. La posizione in sella senza compromessi, con le braccia ben caricate e le pedane alte e arretrate, è infatti studiata per offrire il massimo nella guida in pista tanto che il pilota si sente realmente parte integrante del mezzo: in cambio di un certo impegno psicofisico la maxi di Noale offre una stabilità eccellente in ogni situazione e una precisione direzionale da vera SBK. Né troppo agile né troppo dura in inserimento di curva trova automaticamente il punto di corda, seguendo la traiettoria impostata senza sgarrare di un millimetro. Questo anche con la taratura standard delle sospensioni; d'altronde il pacchetto ciclistico offerto è di chiara impostazione sportiva, con una taratura piuttosto rigida, una scelta che si fa sentire soprattutto quando si percorre un tratto sconnesso. Scendendo dalla RSV e salendo sulla Tuono il salto è notevole, nonostante si tratti sostanzialmente della stessa moto: il manubrio largo accresce il comfort di marcia (nonostante l'aerodinamica peggiori) e aumenta sensibilmente l'agilità. Nei tratti guidati la nuda di Noale si fionda nelle curve a velocità sbalorditiva e nelle esse vola da un lato all'altro con una reattività sorprendente, senza la minima sbavatura. Il manubrio largo e rialzato unito alla favorevole leva che offre gioca un ruolo fondamentale. Questo almeno fino a quando si rimane nel misto. Appena il percorso si fa veloce infatti si è portati ad «appendersi» per contrastare il muro d'aria e ciò può innescare qualche leggero ondeggiamento all'avantreno, specie se il fondo non si presenta in perfette condizioni. Ma il limite maggiore si riscontra nella non perfetta capacità di chiudere la traiettoria in uscita dai curvoni veloci, proprio a causa della diversa distribuzione dei pesi che fa «sedere» maggiormente la Tuono rispetto alla RSV. Per esaltare le caratteristiche ciclistiche delle due Aprilia siamo intervenuti quindi sul freno idraulico in compressione ed estensione tanto della forcella quanto del mono. Questi registri permettono di chiudere o aprire i passaggi dell'olio all'interno degli elementi ammortizzanti regolando la velocità di funzionamento e quindi lo smorzamento del movimento, sia quando le sospensioni vengono compresse da una sollecitazione sia quando vengono rilasciate. Particolare attenzione è stata inoltre riservata al precarico del mono che è stato aumentato di 2 giri al fine di alzare il retrotreno e quindi di ridurre l'avancorsa, il tutto al fine di ottenere un avantreno con una maggior capacità di «chiudere» la traiettoria. E il risultato, non c'è che dire, s'è visto. Le due moto, fin dal primo contatto, si sono rivelate meno facili e amichevoli ma anche più precise e ferme sulle sospensioni, sia in frenata sia in accelerazione, capaci di copiare con maggior rigore gli ordini impartiti dal pilota. Insomma, il limite si è alzato anche se questo ha comportato pure una riduzione dei margini per recuperare eventuali errori e perdite di aderenza. Tradotto in tempi sul giro, che in un prodotto sportivo è quello che interessa, queste modifiche hanno portato la Tuono a girare un secondo abbondante più veloce con benefici soprattutto nella parte veloce. Meno evidente il passo in avanti della RSV anche se quel mezzo guadagnato non è certo trascurabile: le stesse modifiche fatte alla Tuono nella carenata si sono avvertite meno, probabilmente a causa della già buona distribuzione dei pesi da ricondursi alla massa del pilota che grava maggiormente sull'avantreno.

Dati Tecnici

 
Aprilia Tuono 1000 R Factory
Aprilia
Tuono 1000 R Factory
Aprilia RSV 1000 R Factory
Aprilia
RSV 1000 R Factory

Motore

2 cilindri a V trasv. di 60° a 4T 2 cilindri a V trasv. di 60° a 4T

Raffreddamento

a liquido a liquido

Alesaggio corsa

97,0x67,5 mm 97,0x67,5 mm

Cilindrata (cc)

997,62 cc 997,62 cc

Rapporto di compressione

11,8:1 11,8:1

Distribuzione

bialbero a camme in testa con comando misto a catena-ingranaggi e 4 V per cilindro bialbero a camme in testa con comando misto a catena-ingranaggi e 4 V per cilindro

Alimentazione

a iniezione elett. a iniezione elett.

Lubrificazione

a carter secco a carter secco

Serbatoio (litri/riserva)

18 litri (di cui 4 di riserva) 18 litri

Frizione

multidisco in bagno d’olio con antisaltellamento e comando idraulico multidisco in bagno d’olio con antisaltellamento e comando idraulico

Telaio

a doppio trave diagonale a doppio trave diagonale

Materiale

alluminio alluminio

Sospensione ant/regolazioni

forcella rovesciata da 43 mm completamente regolabile forcella rovesciata da 43 mm completamente regolabile

Sospensione post/regolazioni

forcellone con mono amm. completamente regolabile forcellone con mono amm. completamente regolabile

Escursione ruota ant/post

120 mm/ 133 mm 120 mm/133 mm

Pneumatico ant/post

anteriore 120/70- ZR17, posteriore 190/50-ZR17 anteriore 120/70- ZR17, posteriore 190/50-ZR17

Freno anteriore

a doppio disco flottante in acciaio da 320 mm e pinze con attacco radiale a 4 pistoncini e 4 pastiglie a doppio disco flottante in acciaio da 320 mm e pinze con attacco radiale a 4 pistoncini e 4 pastiglie

Freno posteriore

a disco singolo in acciaio da 220 mm e pinza a 2 pistoncini a disco singolo in acciaio da 220 mm e pinza a 2 pistoncini

Lunghezza

2.025 2.035

Altezza sella

810 810

Interasse

1.41 1.418

Peso a secco

181 kg 189 kg

Potenza max/giri

102 kW-139 CV a 9.500 giri 105,24 kW-143 CV a 10.000 giri

Coppia max/giri

107 Nm- 10,9 kgm a 8.500 giri coppia 101 Nm-10,3 kgm a 8.000 giri

Prestazioni

Il commento del centro prove

Le differenze tra i due bicilindrici, sulla carta praticamente identici, sono poche; si tratta di unità sportive che danno il meglio ai regimi medio-alti mentre a quelli più bassi evidenziano un funzionamento poco rotondo. Come era immaginabile l’erogazione della RSV risulta leggermente più appuntita, al contrario quella della Tuono permette di passare prima al rapporto successivo o addirittura di percorrere la stessa curva con una marcia più lunga. In entrambi i casi, al fine della prestazione massima, è comunque sconsigliabile spingere fino al limitatore e cambiare un migliaio di giri prima. Passando ai dati rilevati emerge la notevole velocità sui 1.500 m della RSV mentre la Tuono è penalizzata da una eaerodinamica non eccellente. Sensibile il distacco in accelerazione da ricondursi alla posizione di guida della RSV più caricata in avanti. La nuda si prende la rivincita nella prova di sorpasso.

Curva di accelerazione

Aprilia Tuono 1000 R Factory, Aprilia RSV 1000 R Factory

Condizione della prova

Cielo velato
Vento 2 m/s
Temperatura aria 27°C
Pressione atmosferica 1010 mb
Temperatura asfalto 42°C

Rilevamenti

 
Aprilia Tuono 1000 R Factory
Aprilia
Tuono 1000 R Factory
Aprilia RSV 1000 R Factory
Aprilia
RSV 1000 R Factory

RILEVAMENTI

Velocità a 1500 m con partenza da fermo (tempo) 243,5 (28,6 s) 261,9 (27,3 s)

ACCELERAZIONE

0-400 m 11,5 s (202,5 km/h) 11,1 s (211,1 km/h)
0-1000 m 21,1 s (237,1 km/h) 20,3 s (251,8 km/h)
0-90 km/h 3,3 s (41,8 m) 3,1 s (40,3 m)
0-130 km/h 5,2 s (99,3 m) 4,7 s (92,1 m)

PROVA SORPASSO (nella marcia più alta)

80-130 km/h 6,1 s (178,0 m) 6,5 s (188,8 m)

FRENATA (compreso tempo di reazione convenzionale pari a 1 s)

130-80 km/h 2,3 s (74,9 m) 2,4 s (76,9 m)
50-0 km/h 2,3 s (23,0 m) 2,4 s (23,7 m)

CONSUMO

Urbano 8,4 km/l 8,5 km/l
Extraurbano 14,5 km/l 14,2 km/l
Autostrada (130 km/h indicati) 16,8 km/l 17,1 km/l

PESO

In ordine di marcia e serbatoio pieno 206,0 kg 211,0 kg
Distribuzione masse senza conducente (% ant./post.) 49,5/50,5 49,5/50,5
Distribuzione masse con conducente (% ant./post.) 45,0/55,0 46,0/54,0

Pagelle

 
Aprilia Tuono 1000 R Factory
Aprilia
Tuono 1000 R Factory
Aprilia RSV 1000 R Factory
Aprilia
RSV 1000 R Factory

In sella

Tuono 1000 R Factory: il feeling è maggiore grazie al manubrio largo.
RSV 1000 R Factory: nessun compromesso; busto avanti e braccia caricate come nelle SBK.
4.0
3.5

Comfort

Tuono 1000 R Factory: migliora nella posizione in sella, peggiora nell’aerodinamica.
RSV 1000 R Factory: sospensioni rigide e posizione di guida estrema. Non il massimo.
2.0
2.0

Dotazioni

Tuono 1000 R Factory: manca la pompa radiale del freno, per il resto è da applauso.
RSV 1000 R Factory: componentistica di prim’ordine, finiture da special. Uno schianto!
4.5
5.0

Qualità percepita

Tuono 1000 R Factory: forse non bellissima, ma le finiture non si discutono.
RSV 1000 R Factory: elevata, come la cura di ogni dettaglio e le scelte tecniche.
4.5
4.5

Capacità carico

Tuono 1000 R Factory: vedasi la gemella carenata: non rimane che indossare lo zaino.
RSV 1000 R Factory: c’è solo un piccolo vano nel codone. Per il resto si soffre.
1.5
1.5

Motore

Tuono 1000 R Factory: ai medi ha più forza e nella guida, soprattutto su strada, si avverte.
RSV 1000 R Factory: è tra i bicilindrici più performanti in circolazione e i dati lo confermano.
4.0
4.0

Trasmissione

Tuono 1000 R Factory: stesse valutazioni della gemella carenata; anche la finale è ok.
RSV 1000 R Factory: il cambio è un burro e la frizione modulabile e resistente.
4.5
4.5

Sospensioni

Tuono 1000 R Factory: di altissimo livello anche nella possibilità di regolazione.
RSV 1000 R Factory: il massimo che c’è in commercio: sensibili e perfette nel funzionamento.
5.0
5.0

Freni

Tuono 1000 R Factory: manca la pompa radiale ma su strada non se ne sente la mancanza.
RSV 1000 R Factory: efficacissimi, ma non sempre facili da sfruttare completamente.
3.5
5.0

Su strada

Tuono 1000 R Factory: una naked esplosiva che in pista fa soffrire anche le sportive carenate.
RSV 1000 R Factory: soffre lo sconnesso, per il resto è libidine allo stato puro.
4.5
4.5

Versatilità

non disponibile
0.0
0.0

Prezzo

Tuono 1000 R Factory: tra le maxi naked non teme confronti, anche a livello di prezzo.
RSV 1000 R Factory: raffinata ed efficace; la Factory vince la sfida anche nel prezzo.
4.0
5.0

Pregi e difetti

 
Aprilia Tuono 1000 R Factory
Aprilia
Tuono 1000 R Factory
Aprilia RSV 1000 R Factory
Aprilia
RSV 1000 R Factory

PREGI

Agilità, Frenata, Prestazioni Stabilità, Prestazioni, Finiture

DIFETTI

Comfort Reattività

Gallery

Aprilia Tuono 1000 R Factory, Aprilia RSV 1000 R Factory
Chiudi

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.

Listino

Aprilia

Aprilia

Tuono 1000 R Factory

Aprilia

Aprilia

RSV 1000 R Factory

Correlate

Annunci usato