Rinaldi, il nuovo che avanza!


dalla Redazione martedì, 24 ottobre 2017
Già campione italiano della 125 Michael Ruben Rinaldi ha vinto il titolo Europeo Superstock 1000. Un altro successo per la Ducati



Tre vittorie, cinque podi, una stagione da protagonista, quella di Michael Ruben Rinaldi che a Jerez  nell'ultima prova della stagione è diventato campione Europeo Superstock 1000 sulla Ducati Panigale del team Aruba.it.

Ventun'anni, già campione italiano nella Coppa Italia 125 nel 2011, Michael ora già ha nel mirino il passaggio nelle derivate già dalla prossima stagione. “Sono felicissimo per questo titolo. Nelle ultime gare abbiamo faticato a trovare il giusto feeling, ma ieri abbiamo ritrovato la strada, ha commentato Rinaldi. Siamo partiti dalla quinta fila ma sono riuscito a portarmi nel primo gruppo abbastanza in fretta. Un contatto con un altro pilota ha danneggiato il freno anteriore ed ho perso un po’ di terreno, ma siamo riusciti comunque a centrare il nostro obiettivo. Ringrazio tutta la squadra, che ha lavorato duramente dietro le quinte per mettermi nelle condizioni di vincere, e le persone che mi vogliono bene. È stata una battaglia durissima, ed emergere vincitori rappresenta una soddisfazione enorme. Il mio obiettivo è correre in Superbike nel 2018 e questa vittoria è un tassello importante per il mio futuro. Ora però voglio godermi questo momento”.


“Siamo felicissimi di aver conseguito il titolo al termine di una stagione estremamente combattuta, ha commentato Piero Guidi, il Team Manager. Ringrazio tutta la squadra, che ha lavorato davvero duramente per raggiungere questo risultato. Complimenti a Michael, che dopo aver già mostrato le sue potenzialità nel 2016 è riuscito a portare il suo talento a maturazione, e a Mike, che non si è arreso dopo le difficoltà iniziali ed ha chiuso il campionato in crescendo”.

“Dopo aver sfiorato il titolo un anno fa al nostro debutto nella categoria – ha commentato Stefano Cecconi, AD Aruba e Team Principal, non c’era modo migliore di rifarci che centrando l’obiettivo proprio qui a Jerez al termine di una stagione ricca di soddisfazioni ed emozionante fino all’ultimo metro. Grazie a Michael, Mike, e tutto il team per il grande impegno profuso, è un risultato che ci rende davvero orgogliosi!”.