Quotazioni moto&scooter

Cerca

Seguici con



Eicma 2022

Moto & Scooter

MV Agusta: le novità 2023

Redazione
dalla Redazione il 08/11/2022 in Moto & Scooter
MV Agusta: le novità 2023
Chiudi

Una Superveloce 1000 Serie Oro e soprattutto il concept denominato 921S confermano il dinamismo della Casa varesina

Di MV Agusta si è parlato molto in questi giorni, per questioni che hanno più a che fare con gli affari che non con le moto. La cessione di un quarto delle quote a KTM ha tenuto banco nelle discussioni (leggi qui l'intervista a Timur Sardarov sul futuro dell'azienda), ma adesso la Casa varesina dimostra di essere in ottima salute, presentando in un evento fuorisalone due modelli inediti e il suo primo scooter elettrico. 

 

MV Agusta: le novità 2023
Chiudi

MV AGUSTA 921S

Questo concept nasce dalle matite di Brian Gillen e Stephen Zache, reinterpretando in chiave moderna gli stilemi della 750S del 1973. La dotazione tecnica è all'avanguardia, dal telaio con forcellone maggiorato alle ruote, prodotte con una combinazione di copertura in fibra di carbonio, raggi e cerchio forgiato, e dai quattro scarichi di uscita posizionati sotto il motore, al coperchio freno anteriore in alluminio, soluzione stilistica ma anche funzionale, portano aria alle pinze e permettono loro di raffreddarsi più rapidamente. Il telaio ripercorre la celebre configurazione di nuova generazione della MV Agusta, con traliccio in tubi d'acciaio saldati e fiancate in lega di alluminio. Originale la posizione del cruscotto, a sezione circolare come in passato ma con l'aggiunta di un touch screen. La sella in Alcantara è monoposto, ma con poche manovre si trasforma in biposto.

Per quanto riguarda il motore, il quattro in linea è stato ridisegnato ed eroga 115,5 CV a 7000 giri/min, con 116,5 Nm di coppia massima. Molte soluzioni tecniche si aggiungono alle prestazioni complessive, dai condotti di aspirazione rivisti a un circuito di raffreddamento a liquido più efficiente, e persino nuovi profili dell'albero a camme, progettati per offrire una risposta dell'acceleratore particolarmente progressiva.

Nella sua versione definitiva, la 951S sarà pronta il prossimo anno (quindi come model year 2024).

 

MV Agusta: le novità 2023
Chiudi

MV AGUSTA SUPERVELOCE 1000 SERIE ORO

Prodotta in serie limitata - assemblata a mano e numerata, oltre che corredata dal certificato di autenticità e da un ricco kit racing - la Superveloce 1000 Serie Oro affianca la apprezzatissima Superveloce 800, capostipite delle proposte neo rétro MV Agusta. Rispetto alla 800 l’evoluzione tecnica e stilistica è sostanziale, grazie all’imponente attività di ricerca e sviluppo tramite CFD (Computer Fluid Dynamics) e altre tecnologie di avanguardia, volta innanzitutto a ottenere risultati di rilievo sul fronte dell’aerodinamica.

Basata sulla piattaforma della naked più sportiva, la Brutale 1000 RR, la Superveloce ne utilizza il telaio, il monobraccio e naturalmente il motore quattro cilindri in linea. La moto si ispira alle leggendarie MV Agusta schierate nel Mondiale, in particolare al modello MV 500 che nel 1972, 50 anni fa, ha portato al debutto le prime ali con funzione aerodinamica. MV Agusta, infatti, è stata pioniera nell’utilizzo di appendici aerodinamiche nella zona anteriore della moto.

Sono tantissimi gli elementi della Superveloce 1000 Serie Oro che concorrono a celebrare la totale integrazione dell’aerodinamica con lo stile e il design. Ad esempio i copridischi in fibra di carbonio dei freni anteriori hanno una funzione estetica molto suggestiva, perché evocano i freni a tamburo del passato, ma contribuiscono allo stesso tempo a raffreddare le pinze. Non solo: il flusso d’aria resta contiguo alla zona dei freni e viene successivamente convogliato verso il radiatore dell’acqua e dell’olio, a beneficio del raffreddamento. Lungo la carenatura le prese d’aria più esterne e basse ospitano appendici aggiuntive rispetto a quella principale: generano deportanza sulla ruota anteriore e creano una depressione dietro il radiatore dell’olio, velocizzando l’espulsione dell’aria calda che ha appena attraversato il radiatore stesso.

È evidente la doppia funzione aerodinamica e termodinamica - forma e funzione. Sono ben 39,2 i chilogrammi di deportanza ottenuti a 320 km/h grazie all’accurata ricerca aerodinamica. La temperatura dell’olio, per via dello studio dei flussi d’aria, è ottimizzata a beneficio del rendimento del motore anche in condizioni di carico e alta temperatura esterna.

I dati di potenza e coppia sono di assoluto rilievo: 208 CV a 13000 giri/min (212 CV con kit racing) e 116,5 Nm a 11000 giri/min. La regolazione del cambio elettronico MV EAS 3.0 (Electronically Assisted Shift Up & Down) è stata personalizzata per la Superveloce 1000, come del resto sono dedicate alla nuova moto le regolazioni dell’impianto ABS Cornering Continental MK100 con RLM (Real Wheel Lift-up Mitigation). Il controllo di trazione disinseribile prevede 8 livelli di intervento, mentre il wheelie control sfrutta i dati raccolti dalla piattaforma inerziale.

Pur sfruttando la base motoristica, di sospensioni e telaio della Brutale 1000 RR, la distribuzione dei pesi della Superveloce 1000 Serie Oro è differente. Di assoluta qualità le sospensioni, che possono contare all’avantreno sulla forcella Öhlins Nix EC con trattamento superficiale TiN, completamente regolabile e con gestione elettronica di estensione e compressione; la regolazione del precarico molla è manuale. Il monoammortizzatore è anche’esso Öhlins a gestione elettronica (modello EC TTX) e, collegato al monobraccio in lega di alluminio con perno ad altezza regolabile (+/- 4 mm), garantisce un’escursione ruota di 120 mm. Anche l’ammortizzatore di sterzo Öhlins dispone della regolazione elettronica, integrabile con quella manuale. Eccezionale l’impianto frenante con pinze Brembo Stylema monoblocco radiali e dischi di 320 mm davanti, disco in acciaio di 220 mm dietro con pinza Brembo a due pistoncini. 

I cerchi ruota, in lega di alluminio forgiata, sono stati disegnati dal CRC in esclusiva per la Superveloce 1000 Serie Oro e si distinguono per l’integrazione fra differenti tecniche costruttive, con le cinque razze integrate da altrettanti raggi. E' stato oggetto di modifica l’intero impianto di scarico, che vanta gli iconici quattro terminali, la cui origine risale alla prima, indimenticabile F4. Lo scarico compreso nel kit a corredo della moto è costruito in titanio in collaborazione con Arrow, è omologato e si distingue per una tonalità particolarmente suggestiva. 

La strumentazione, incentrata sul grande pannello TFT a colori da 5,5”, è stata aggiornata per il 2023 in tutte le principali funzioni, e sfoggia una grafica dedicata. Confermati i bellissimi blocchetti elettrici multifunzione retro-illuminati, come anche la MV Ride App, che permette di gestire dallo smartphone la dotazione elettronica e il motore. La connettività - che include il collegamento al telefono, la navigazione, la registrazione dell’itinerario e il trasferimento dei dati di viaggio - è un uno dei punti di forza dell’interfaccia moto-pilota: nel segno di una costante evoluzione, al servizio di chi guida

 

MV Agusta: le novità 2023
Chiudi

MV AGUSTA AMPELIO

I piani strategici di MV Agusta prevedono uno sviluppo della gamma non esclusivamente orientato verso moto ad alte prestazioni, ma anche delle e-bike e dei monopattini elettrici vanno esattamente in questa direzione. Il prossimo passo di questo allargamento prosegue verso la mobilità urbana con un raggio d’azione più ampio, con un progetto che è perfettamente in linea con il DNA di MV Agusta. Ampelio è infatti lo scooter elettrico dall’aspetto e dai contenuti contemporanei, che trae ispirazione dallo stile dei modelli CGT e Ovunque, prodotti negli anni Cinquanta.

Il prototipo nasce dalla creatività di Maksim Ponomarev, il designer russo che prima ancora di ricevere ufficialmente l’incarico di ideare uno scooter aveva già preparato una serie di sketch caratterizzati da uno stile dalla marcata componente heritage. La passione per lo stile vintage e la possibilità di attingere a un patrimonio che offre una notevole quantità di spunti, ha spinto Maksim a reinterpretare in più varianti i modelli di 70 anni fa e a condividerli su Behance, la piattaforma di product design sulla quale gli iscritti pubblicano le loro creazioni. Quando Timur Sardarov, CEO di MV Agusta li ha visti sulla rete se ne è innamorato e lo ha invitato a continuare su questa strada.

Lo sviluppo del progetto è partito più di due anni fa, da subito concepito per un’alimentazione a emissioni zero. Quello che mancava erano tuttavia il tempo e le risorse per trasformare un’idea di stile in un veicolo da industrializzare. È così iniziata la ricerca di un partner affermato nel campo degli scooter elettrici, in grado di soddisfare gli standard qualitativi di MV Agusta. Dopo averne identificati e contattati diversi, la selezione ha portato a trovare nella Taiwanese Kymco, conosciuta per l’alta qualità dei suoi prodotti, il partner ideale per dare vita allo scooter Ampelio.

La base del modello S7, presentato un anno fa a Eicma, è stata identificata come struttura ideale per soddisfare i requisiti necessari per consentire di ottenere un modello pensato per essere inserito in un segmento di alto livello. Il prodotto di Kymco dispone infatti di una serie di elementi identificati come irrinunciabili, a cominciare dalle dimensioni “adulte”. Altre caratteristiche che hanno convinto a scegliere l’S7 sono le due batterie Ionex da 1,7 kWh, estraibili, swappabili e caricabili anche in casa, oltre all’autonomia fino a oltre 85 km.

Il motore elettrico è accreditato di una potenza di 4.1 kW, con un picco massimo a 7,2 kWh, in grado di assicurare un compromesso tra prestazioni e autonomia superiore a quello di molti modelli concorrenti. Il tutto con un peso a secco di 95 kg, che raggiunge i 121 kg in ordine di marcia con entrambe le batterie posizionate sotto la sella. La presenza degli accumulatori non compromette tuttavia la capacità di carico, che consente l’alloggiamento di un casco integrale.

 

MV Agusta: le novità 2023
MV Agusta: le novità 2023
MV Agusta: le novità 2023
MV Agusta: le novità 2023
MV Agusta: le novità 2023
MV Agusta: le novità 2023
MV Agusta: le novità 2023
MV Agusta: le novità 2023
MV Agusta: le novità 2023
MV Agusta: le novità 2023
MV Agusta: le novità 2023
MV Agusta: le novità 2023
MV Agusta: le novità 2023
MV Agusta: le novità 2023
MV Agusta: le novità 2023
MV Agusta: le novità 2023
MV Agusta: le novità 2023
MV Agusta: le novità 2023
MV Agusta: le novità 2023
MV Agusta: le novità 2023
MV Agusta: le novità 2023
MV Agusta: le novità 2023
MV Agusta: le novità 2023
MV Agusta: le novità 2023
MV Agusta: le novità 2023
MV Agusta: le novità 2023
MV Agusta: le novità 2023
MV Agusta: le novità 2023
MV Agusta: le novità 2023
MV Agusta: le novità 2023
MV Agusta: le novità 2023
MV Agusta: le novità 2023
MV Agusta: le novità 2023
MV Agusta: le novità 2023
MV Agusta: le novità 2023
MV Agusta: le novità 2023
MV Agusta: le novità 2023
MV Agusta: le novità 2023
MV Agusta: le novità 2023
MV Agusta: le novità 2023
MV Agusta: le novità 2023
MV Agusta: le novità 2023
MV Agusta: le novità 2023
MV Agusta: le novità 2023
MV Agusta: le novità 2023
MV Agusta: le novità 2023
MV Agusta: le novità 2023
MV Agusta: le novità 2023
MV Agusta: le novità 2023
MV Agusta: le novità 2023
MV Agusta: le novità 2023
MV Agusta: le novità 2023
MV Agusta: le novità 2023
MV Agusta: le novità 2023
MV Agusta: le novità 2023
MV Agusta: le novità 2023
MV Agusta: le novità 2023
MV Agusta: le novità 2023
MV Agusta: le novità 2023
MV Agusta: le novità 2023
MV Agusta: le novità 2023
MV Agusta: le novità 2023
MV Agusta: le novità 2023
MV Agusta: le novità 2023

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.

Correlate

Annunci usato