Quotazioni moto&scooter

Cerca

Seguici con

Moto & Scooter

Scegliere l'usato: Yamaha TMAX

Marco Gentili
di Marco Gentili il 10/05/2021 in Moto & Scooter
Scegliere l'usato: Yamaha TMAX
Chiudi

Sulla breccia da 20 anni, il maxiscooter sportivo giapponese sfida il tempo che passa: gli esemplari di seconda mano (specie se successivi al 2014) mantengono alla grande il valore

L'IDENTIKIT

Lanciato nel 2001, il Yamaha TMAX è da sempre sinonimo di comfort e sportività. Giunto alla sesta serie, in 20 anni di vita ha visto un’evoluzione massiccia da tutti i punti di vista. Segnaliamo i “salti” nella cubatura del motore: prima 499 cc, passati poi a 530 nel 2021 fino agli attuali 562 cc dal model year 2020 a oggi. È stato un clamoroso successo commerciale nel nostro Paese: basti pensare che a oggi il parco circolante di TMAX in Italia (che comprende modelli con omologazioni da Euro0 a Euro5) ammonta a 148.610 unità, concentrate in Lombardia (19,06%) e Lazio (16,62%).

 

 

LE QUOTAZIONI

Nelle quotazioni (elaborate da Dueruote Professional) abbiamo considerato solo le più significative: quelle ante 2006 hanno un valore inferiore ai 1.500 euro
ANNO VALORE
2006 1.950
2007 2.300
2008 2.700
2009 3.100
2010 3.550
2011 4.000
2012 4.450
2013 4.950
2014 5.500
2015 6.050
2016 6.600
2017 7.100
2018 8.150
2019 9.100
2020 9.800

COSTI E BUROCRAZIA

Il semplice controllo annuale costa 110-115 euro. Occhio al chilometraggio al momento dell’acquisto: i tagliandi dei 20mila e dei 40mila km incidono ciascuno per circa 500-600 euro. Sul fronte del bollo, si può calcolare che un Euro3 da 32 kW (il gruppo più rappresentativo all’interno del circolante) paga - a seconda della Regione di residenza - 47,27 euro.

 

IL VALORE RESIDUO

Un esemplare del 2016 (quindi con 5 anni di anzianità) tiene bene il mercato, con un valore residuo del 59%; un TMAX 530 di 10 anni (immatricolato nel 2011) ha un valore residuo del 31,4%. 

 

E'UN AFFARE OPPURE NO?

Senza dubbio sì, perché tiene molto bene il valore nel tempo. Se si deve acquistare un usato, meglio puntare su un esemplare non più vecchio del 2014.

 

Quasi immutata la linea, ecco la seconda versione del TMAX lanciata nel 2004
Quasi immutata la linea, ecco la seconda versione del TMAX lanciata nel 2004
Il TMAX del 2004 sfoggia l'alimentazione elettronica al posto dei carburatori
Il TMAX del 2004 sfoggia l'alimentazione elettronica al posto dei carburatori
Nel 2004 il TMAX monta il doppio disco anteriore, e un cerchio posteriore da 15"
Nel 2004 il TMAX monta il doppio disco anteriore, e un cerchio posteriore da 15"
Nel 2008 cambia tutto: viene presentata la terza serie del TMAX con una nuova linea
Nel 2008 cambia tutto: viene presentata la terza serie del TMAX con una nuova linea
Il telaio di questo modello è in alluminio e il cerchio anteriore passa da 14" a 15"
Il telaio di questo modello è in alluminio e il cerchio anteriore passa da 14" a 15"
Nel 2012 arriva la quarta generazione del TMAX
Nel 2012 arriva la quarta generazione del TMAX
Il motore sale a 530 cc e lo stile è più sportivo e debutta la trasmissione finale a cinghia
Il motore sale a 530 cc e lo stile è più sportivo e debutta la trasmissione finale a cinghia
Siamo nel 2013 è Yamaha lancia la quinta serie del TMAX
Siamo nel 2013 è Yamaha lancia la quinta serie del TMAX
Non è una rivoluzione. Si tratta di un restyling con nuovo gruppo ottico a led e forcella a steli rovesciati
Non è una rivoluzione. Si tratta di un restyling con nuovo gruppo ottico a led e forcella a steli rovesciati
Ed eccoci ai giorni nostri con l'ultima generazione, la sesta. Il TMAX si fa in tre versioni: quella standard a sinistra, la SX più sportiva a destra e, al centro, la più esclusiva e accessoriata, la DX
Ed eccoci ai giorni nostri con l'ultima generazione, la sesta. Il TMAX si fa in tre versioni: quella standard a sinistra, la SX più sportiva a destra e, al centro, la più esclusiva e accessoriata, la DX
Sull'ultimo TMAX cambia lo stile, ora più classico, e debutta un nuovo telaio in alluminio, al pari del forcellone. Arriva anche il controllo di trazione
Sull'ultimo TMAX cambia lo stile, ora più classico, e debutta un nuovo telaio in alluminio, al pari del forcellone. Arriva anche il controllo di trazione
Il TMAX in versione DX sfoggia un allestimento top, manopole e sella riscaldate, cupolino regolabile elettricamente e due mappe motore selezionabili
Il TMAX in versione DX sfoggia un allestimento top, manopole e sella riscaldate, cupolino regolabile elettricamente e due mappe motore selezionabili
Vocazione più sportiva grazie a colorazioni e finiture dedicate per il TMAX in versione SX che ha sempre due riding mode
Vocazione più sportiva grazie a colorazioni e finiture dedicate per il TMAX in versione SX che ha sempre due riding mode
Giunto alla settima generazione il maxi di Iwata è cambiato, fuori e dentro, conservando però il suo DNA
Giunto alla settima generazione il maxi di Iwata è cambiato, fuori e dentro, conservando però il suo DNA
Grazie ad un design aggiornato e al rinnovato motore bicilindrico (cresciuto a 560 cc e omologato Euro5) il TMAX 560 è tornato ad essere aggressivo come una volta
Grazie ad un design aggiornato e al rinnovato motore bicilindrico (cresciuto a 560 cc e omologato Euro5) il TMAX 560 è tornato ad essere aggressivo come una volta
Per chi vuole di più c’è la versione super accessoriata Tech Max: la dotazione comprende parabrezza regolabile elettricamente, cruise control, manopole e sella riscaldate. Esteticamente si distingue dal TMAX per le colorazioni e per la forcella con una speciale finitura oro
Per chi vuole di più c’è la versione super accessoriata Tech Max: la dotazione comprende parabrezza regolabile elettricamente, cruise control, manopole e sella riscaldate. Esteticamente si distingue dal TMAX per le colorazioni e per la forcella con una speciale finitura oro

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.

Correlate

Annunci usato