Cerca

Seguici con

Moto & Scooter

Ducati Multistrada 1260 Enduro, ancora più maxi!

Ducati cambia la Multistrada Enduro: ora monta il nuovo Testrastretta 1260 da 158 CV che migliora erogazione e tiro ai medi. Ha nuove sospensioni e un’ergonomia tutta nuova, più adatta alla guida su strada

Ducati Multistrada 1260 Enduro, ancora più maxi!
Chiudi

Si è da poco concluso Intermot e EICMA si avvicina, ma Ducati non aspetta l'apertura del prossimo salone e inizia a mostrare un'altra novità 2019. Dopo la Scrambler Icon oggi è la volta della nuova Ducati Multistrada 1260 Enduro.

Debutta anche sulla versione Enduro il nuovo motore Testastretta DVT 1260, il bicilindrico che l’hanno scorso è stato utilizzato sulla versione più stradale della crossover bolognese. 1.262 cc, 158 CV di potenza massima, una curva di coppia più corposa ai bassi e un’erogazione più puntuale fin dalle prime parzializzazioni.

L’85% della coppia massima è infatti già disponibile a 3.500 giri/minuto e il vantaggio rispetto alla precedente è superiore del 18% al regime di 5.500 giri. Ducati promette maggior piacere di guida e non si è limitata ad intervenire sulla meccanica. Nonostante a livello estetico la nuova Enduro non si discosti dalla precedente se non per l’adesivo sul serbatoio, l’inedito paramotore e la finitura lucida del forcellone a doppio braccio, sono tante le novità nascoste.

Le novità della Ducati Multistrada 1260 Enduro

Per migliorare l’ergonomia sulla Ducati Multistrada 1200 Enduro il manubrio è stato abbassato di 30 mm: la posizione in sella dovrebbe quindi essere più rilassata e meno portata alla guida in piedi. Guardando i dati tecnici, infatti, la nuova Multistrada 1260 Enduro sembrerebbe più votata alla guida su asfalto che non la precedente: forcella e monoammortizzatore hanno infatti una corsa leggermente più corta (185 mm contro i 200 delle unità adottate sulla 1200) e la sella (standard) è posizionata a 860 mm di altezza. Anche la taratura del reparto sospensioni è stata modificata, a tutto vantaggio del divertimento fra le curve. Per rendere tutto più facile, non manca il sistema semiattivo Skyhook.

Elettronica al top

Nuovo anche il forcellone, dal disegno molto simile al precedente, ma più leggero, e nuova l’interfaccia della strumentazione che riprende quella della versione più stradale: muoversi attraverso i parametri dell’elettronica sarà ancora più immediato. E non manca la predisposizione per il sistema DMS (Ducati Multimedia System) che permette di gestire alcuni funzioni del proprio smartphone attraverso il ponte di comando. Ricca la dotazione di serie: fa il debutto su questa moto il cambio elettroassistito bidirezionale, e non mancano l’ABS Cornering e tutti gli aiuti alla guida presenti sulle versioni premium delle moto della Casa bolognese: controllo di trazione regolabile, controllo dell’impennata, Riding Modes, Cornering Lights e Vehicle Hold Control, che facilita le ripartenze in salita. Si può poi personalizzare la moto attraverso i quattro pacchetti di accessori: Touring Pack, Sport Pack, Enduro Pack e Urban Pack.
Ducati Multistrada 1260 Enduro, ancora più maxi!
Chiudi

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.

  • giuseppe tubi
    Per multimarco - Io riprendo cio' che hanno detto le testate: "Ora non c'e' piu' il buco nella coppia presente nella Multistrada 1200". Che il controllo di trazione possa eliminare il problema proprio no; al massimo potra' smorzarne un po' gli effetti. Non sono io che sparo a caso.
  • multimarco
    1260 - Mi aspettavo che facessero la 1260 da enduro ,anche se enduro con 250Kg be'... Non mi aspettavo che abbassasero la sella ,cosi' si dovra' cambiarla per non avere le gambe a rana :-( Riguardo al buco della 1200 ,e' stato tolto aggiornando il sotware in vari passaggi (troppo lentamente purtroppo) ,e poi basta regolare il controllo di trazione ,aggiornatevi prima di sparare a caso.
  • giuseppe tubi
    E' quello che ci vuole! - Questa e' una moto da enduro? Bene a sapersi; avevo sempre pensato che 158 cv non fossero richiesti e 250 kg non proprio l'ideale... Comunque vorrei far notare che prima che uscisse il motore 1260, della voragine della coppia tra i 4 ed i 6 mila giri del modello precedente ci si guardava bene dal parlare ed al contrario ci si sperticava in lodi per il carattere della moto.

Correlate

Annunci usato