Quotazioni moto&scooter

Cerca

Seguici con

Moto & Scooter

Il nuovo Yamaha TMAX 530 è... ancora più Max!

di Stefano Borzacchiello il 02/12/2011 in Moto & Scooter

Motore rinnovato, più potenza e coppia, trasmissione a cinghia e un design ancora più aggressivo. Il maxi commuter Yamaha è migliorato sotto tanti punti di vista: l'abbiamo provato a  Los Angeles per scoprirli tutti

Il nuovo Yamaha TMAX 530 è... ancora più Max!
Los Angeles (USA) - ll mondo delle due ruote è da sempre diviso in due categorie: le moto e gli scooter. Sarebbe facile liquidare così la questione se di mezzo non ci fosse quel "guastafeste" del TMax che scombina gli schemi mentali dei dueruotisti, dato che è un mezzo unico a cui le classificazioni vanno strette. Il commuter Yamaha è infatti da undici anni sul confine delle due classi e oggi al debutto della quarta generazione è ancora più difficile da incasellare nell'una o nell'altra.
Il successo del TMAX risiede nell'unicità del suo progetto: i tecnici di Iwata hanno infatti attinto dal patrimonio genetico delle moto per quanto riguarda la realizzazione del telaio e soprattutto hanno fatto sì che questo mezzo potesse regalare lo stesso divertimento e le stesse emozioni nella guida, mentre hanno attinto a piene mani dall'universo scooter per quanto riguarda il comfort, la protettività e la praticità, con un sottosella spazioso e ben dimensionato. Da questo miscuglio genetico, a nostro avviso perfettamente riuscito, è nato il TMAX: un mezzo che nel corso degli anni è diventato un vero status symbol soprattutto nel nostro Paese dove ne sono stati venduti ben 115.000 pezzi.
Il maxi di Iwata è stato profondamente rinnovato e l'insieme di tutte queste modifiche ha contribuito, come vedremo, a renderlo ancora più pratico e piacevole da guidare.
Se volete farlo vostro, sappiate che manca poco tempo al suo arrivo: il nuovo TMAX sarà nelle concessionarie da dicembre allo stesso prezzo del modello 2011, ossia 10.290 euro f.c., mentre la versione con ABS arriverà a febbraio a 10.790 euro f.c.
Il nuovo Yamaha TMAX 530 è... ancora più Max!

Vi basterà uno sguardo per accorgervi che siete di fronte a un TMax. Gli elementi del design che l'hanno reso celebre in questi anni ci sono tutti, ma ora la linea è più spigolosa e decisamente più aggressiva.
Basta osservare la forma appuntita del frontale, in cui sono incastonati i fari con lampade polielissoidali sovrastate da un piccolo faretto centrale, o guardare come punta in alto il nuovo codino in cui è montata la luce posteriore della R1 e il porta targa in alluminio, per rendervene conto. Il look del frontale è molto più sportivo e slanciato, ma la protezione aerodinamica è aumentata grazie al cupolino regolabile in altezza su due posizioni. Un'operazione da svolgere manualmente utilizzando la chiave a brugola fornita in dotazione.

Il motore bicilindrico, la cui cilindrata è passata da 500 a 530 cc, è stato completamente riprogettato, ha 3 CV in più ed è in grado di erogare il 10% di coppia in più ma ad un regime di giri inferiore. Anche l'aspirazione e lo scarico sono stai completamente rivisti, per adeguarli al nuovo motore e il collettore d'aspirazione non è più in alluminio ma in resina e infine il diametro dei corpi farfallati è salito a 34 mm.
Sul nuovo TMax è stata rivista anche la trasmissione e ora la finale è a cinghia (non più a doppia catena) una soluzione tecnica che richiede interventi di manutenzione limitatissimi, garantisce una minor dispersione della potenza e riduce il peso.
La cinghia è realizzata in kevlar un materiale noto per la sua resistenza alla trazione e ai contraccolpi, per la durata e per le caratteristiche anticorrosione.
Per quanto riguarda la ciclistica se il telaio in alluminio è rimasto pressoché invariato al posteriore troviamo un inedito forcellone sempre in alluminio, ben realizzato, che contribuisce a dare un look ancora più motociclistico al TMAX.

L'impianto frenante all'anteriore ha mantenuto gli stessi dischi della versione precedente da 267 mm, mentre al posteriore è montato un disco maggiorato da ben 282 mm sistemato a destra (prima era a sinistra) per far spazio alla trasmissione a cinghia. Il lavoro sulle sospensioni invece ha interessato solo la taratura ma i benefici nella guida sono tangibili. Nuovi anche i cerchi a cinque razze più leggeri dei precedenti, mentre resta inalterata la misura delle gomme che calzano di serie i pneumatici Bridgestone.
Il TMax sarà disponibile da febbraio anche in versione con ABS.

Dopo tutti questi interventi il peso del TMax è sceso sensibilmente: la Yamaha afferma di aver tolto quattro chili e ora il dato dichiarato è inferiore ai 200 kg a secco. Un risultato che trova riscontro anche nel nuovo bilanciamento che vede l'anteriore ancora più caricato a tutto vantaggio della guidabilità.

La capacità di carico è rimasta invariata, quindi buona grazie al vano sottosella che contiene un casco integrale e dai due vani portaoggetti nel retroscudo di cui uno profondo 20 cm e provvisto di serratura.
Per le soste c'è sempre la pratica stampella laterale, ora in alluminio, e il cavalletto centrale che non richiede le braccia di maciste per essere utilizzato. Infine va sottolineata l'eccellente qualità percepita. Il TMax è ancora il riferimento sia per le plastiche ben assemblate sia per la qualità e la cura delle rifiniture: è veramente difficile fare meglio.

Il nuovo Yamaha TMAX 530 è... ancora più Max!

Quello che da sempre ci è piaciuto del TMax in questi undici anni di carriera è stata la sua capacità di conquistare fin dai primi metri per la facilità di guida, ma soprattutto per le ottime prestazioni. Anche questa versione ha mantenuto tali caratteristiche: il feeling è immediato e grazie alla nuova posizione di guida si ha ancora più controllo sul mezzo.
Il manubrio, leggermente ruotato verso il basso e più vicino al pilota, porta infatti ad assumere una posizione di guida più sportiva e il risultato è che si riesce a controllare meglio le reazioni dell'anteriore. Lo spazio per i piedi è invece immutato, si possono avanzare o arretrare a piacimento ma resta sempre il tunnel centrale largo a limitare i movimenti.
Se il vecchio TMax era svelto a scendere in piega questo lo è ancora di più. Impostare una svolta è istintivo come non mai e l'anteriore segue la traiettoria impostata senza scomporsi ne allargare. In questo frangente si apprezza anche la taratura più sostenuta della forcella che limita i trasferimenti di carico. Anche alzando il ritmo poi la stabilità resta da riferimento e anche il mono se sollecitato non entra in crisi.

La maneggevolezza nel traffico è migliorata e ci si muove su un "bestione" da circa 200 kg con la stessa disinvoltura con cui si svicolerebbe fra le auto con uno scooter compatto. Bisogna solo far attenzione negli slalom all'ingombro dei retrovisori. L'equilibrio è notevole e lo si apprezza a tutte le andature. A fare la differenza rispetto al vecchio modello sono però le prestazioni. Stando ai dati dichiarati dalla Yamaha non ci si aspetterebbe tanto miglioramento e invece appena si ruota il gas si sente che la ripresa e l'accelerazione sono nettamente migliorate a tutti i regimi. Saranno i CV in più? Sarà la taratura della trasmissione, o la cinghia? Difficile rispondere con certezza, quello che è sicuro è che oltre che nello spunto da fermo si sente che il nuovo TMax ha più spinta e anche superati i 100 km/h il motore ha una bella verve e quindi affrontare un sorpasso anche in autostrada non è praticamente mai un problema. E poi che allungo! È facile vedere la lancetta schizzare sopra i 140 km/h in un lampo. E i dati rilevati dalla Yamaha ne sono la conferma: il miglioramento è tangibile e soprattutto percepibile.

La frenata della versione senza ABS è potente, i due dischi anteriori sono pronti e ben dosabili mentre il posteriore è modulabile e decisamente poco incline al bloccaggio. Il comfort è buono: la protezione offerta dal nuovo parabrezza è accettabile se siete sotto il metro e settanta ma se siete più alti conviene alzare il plexiglass. Le vibrazioni sono praticamente impercettibili e l'unico neo nei lunghi trasferimenti è la sella, la stessa del precedente modello, che ha un'imbottitura duretta che dopo qualche ora crea qualche indolenzimento. La posizione del passeggero è regale, chi siede dietro ha tanto spazio sulla sella due ampie maniglie a cui aggrapparsi e le pedane estraibili messe proprio nel punto in cui le si vorrebbe.

Il nuovo Yamaha TMAX 530 è... ancora più Max!

Se si parte per il weekend e serve una capacità di carico superiore, si può scegliere il bauletto da 39 litri o da 50 litri, entrambi con borse interne, da montare sul portapacchi dedicato. L'apertura e chiusura avviene con la stessa chiave d'accensione. E per chi ha bisogno di altro spazio di carico, è disponibile anche una borsa da tunnel da 22 litri. Se si viaggia spesso con il passeggero, è disponibile uno schienalino con imbottitura in tinta con le diverse selle. In opzione anche la sella two-tone con cuciture rosse e logo TMAX in rilievo, elegante e confortevole.

Un ulteriore tocco sportivo è lo schermo basso. È possibile utilizzare un GPS montandolo sull'apposito supporto. La coperta paragambe offre protezione quando piove o fa freddo, e i carter cinghia (disponibile in due colori) completano il design.

Tra gli altri accessori, il nuovo scarico completo Akrapovic in titanio personalizzato con logo TMAX, piastre pedana in alluminio, il porta targa sportivo con logo TMAX in rosso, la presa 12 volt, il kit manopole riscaldate per l'inverno ed il caricabatteria. Per i Clienti che hanno deciso che personalità dare al proprio TMAX, gli accessori sono combinabili in 2 diversi allestimenti, che come da consuetudine Yamaha offrono un risparmio del 20% sul listino degli accessori singoli.

Ecco in sintesi le caratteristiche dei due pacchetti e gli accessori che comprendono.
Allestimento Sport: Cupolino sportivo basso; Schienale passeggero completo; Piastre pedana in alluminio; Porta targa personalizzato.
Allestimento Touring: Portapacchi in alluminio; Bauletto da 50 litri in tinta e cuscino passeggero; Borsa Tunnel; Attacco GPS.

Il nuovo Yamaha TMAX 530 è... ancora più Max!
Chiudi
Il nuovo Yamaha TMAX 530 è... ancora più Max!
Chiudi

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.

  • Hellracer33
    @ Yoghi52, pero' non e' solo bianco o nero - ci sono anche le scale del grigio... ammetto che talvolta mi si chiude la vena e faccio quello che non dovrei mai su strada. ma sai certi comportamenti vengono anche dettati dal fatto che a prescindere dal limite di velocita' consentito, uno con una moto DEVE sempre superare lo scooterista. Ho la moto e vado in pista ma che gusto quando su strada incontro uno meno bravo su una moto. che ragazzaccio
  • Yoghi52
    Non mi piacciono gli scuteroni - sono delle istigazioni a delinquere. Lo scuterista in genere non e' un motociclista ma un automobilista che vuole due ruote per non fare le code (non si offendano le eccezioni) ed e' convinto che le moto nel traffico non abbiano regole. Il T-Max li trasforma in schegge impazzite. Per molti c'e' l'aggravante di voler dimostrare che lo scooter puo' superare le moto, emblematico il post di Hellracer33
  • zioboxer
    basta essere integralisti! - Sono motociclista bmw da sempre e stanco del traffico 6 anni fa ho acquistato il primo scooter della mia vita, una vespa 250 per abbandonare la macchina. Guidavo lo scooter come ho sempre guidato le 2 ruote: tiri i freni e si ferma, pieghi e curvi, apri e sorpassi.... Dopo il quarto tentativo di schianto ho provato un tmax e l'ho acquistato. Non ho piu' cambiato il mio stile di guida.
  • adrix0306
    Dipende da cosa ci devi fare..... - Io uso lo scooter per adare a lavoro tutti i giorni con oltre 100km al giorno e vi assicuro che e' molto piu' pratico e divertente di una moto, se invece ti vuoi divertire nel tempo libero la moto e' un altra cosa
  • sofigio43
    In Discesa chi li ferma - Bello Costoso Ma!!!! anche lui come tutti gli scooter anche se sportivi in discesa chi li ferma non avendo freno motore devi usare i freni in continuazione. Io ho un Burgman 400 ma sulle dolomiti quando scendevo prendeva velocita', ho finito i freni.
  • stefano.bb67@gmail.com
    Bella ma troppi soldi... - A poco a poco si assomigliano tutte,basta notare quello della BMW,le fanno assomigliare sempre piu' a delle moto,ma la verita' e che non sono moto ma plastiche .
  • vento62
    too much - per come la penso mi rifiuto di acquistare uno scooter vestito da moto (non ditemi che e' una quasi moto) a quel prezzo, con gli stessi soldi mi acquisto un 600cc. e posso scegliere tra una marea di modelli e marche. Io posseggo un maxi scooter della Malaguti lo Spider Max RS 500 che si guida come una moto, ha le ruote da 16", forcelle da moto, velocita' 173, consumi da scooter a 100...30km/l.
  • danhugo
    ESAGERATO - SEMPRE AL TOP PER COSTI E FURTI.... UNA FREGATURA
  • Hellracer33
    per achab 1956 ho riletto i commenti alcuni gg fa' - Senti; non dare tutto per scontato . io ho una k1300 r. prima avevo una ducati1098. ora senza dare via la kappa ho anche il tmax (modello 2007 abs) . se non lo hai mai portato non puoi giudicarlo. non hai idea di quanti motociclisti con endurone e nakedone come la mia mi permetto di sverniciare ad esterno curva in piega estrema... e che soddisfazione! e' uno scooter certo, ma e' (quasi) una moto...
  • pb77
    Ma gli scooter non dovevano essere... - un compromesso costo/prestazioni? Mi sembra esagerato il costo anche se le prestazioni sono da riferimento. Ma poi servono veramente tutte queste prestazioni su degli scooter? Con i limiti e le strade penose sono gia' troppo quelle delle moto! "Si guida bene nel traffico, basta fare attenzione negli slalom..." In moto non sono un santo, ma certe cose forse non bisognerebbe nemmeno incentivarle!
  • dodysilver
    BELLO ma esagerato - BELLO ma prezzo esagerato.iIL mercato offre scooter se non migliori ma con le qualita' simili a t mx vedi suzuki burgman, honda swt ,kymco myroad di cilindrata anche superiore e di prezzo decisamente piu' accessibile e di qualita' certamente non inferiore al tmx
  • achab 1956
    Non paragonate gli scooter alle moto. - Quest'anno faro' il Campionato Italiano Turismo (Circa 30.000 KM) col mio Bandit 650S che E' UNA MOTO e che moto. Se a qualcuno piace lo scooterone va benissimo ma non "contrabbandate" uno scooter per una moto. Anche il marketing per i creduloni dovrebbe avere dei limiti di decenza.
  • RINO-ADV
    emozioni - le due ruote danno Emozioni; un benzinaio mi ha detto che certo, la mia GS-adv era bella, pero' costava molto. Gli ho risposto che le moto (e il T-MAX) si comprano con il cuore e non con la testa.
  • topomexico
    meglio la macchina - sono da sempre motociclista ,ho 56 anni e vado in moto tutti i giorni,ma 10000 euro per un pezzo di plastica proprio non li spendero' mai,sara' bello quanto vogliono ma a questo prezzo mi compero una MACCHINA e scusate se e' poco,e alla faccia del momento no' delle immatricolazioni altrimenti sarebbe costato chissa' quanto.
  • luigi921
    bello e caro - sara tutto quello che volete pero e' sempre il migliore il piu bello il piu sportivo il piu rifinito e anche il piu caro . usato e' sempre ben valutato .
  • black.mars_57*
    tutti sti soldi ? ma non scherziamo !!!...... - Non possiamo di certo dire che non sia bello e che non vada bene ! ma secondo me costa troppo !! anche perche' al giorno d'oggi i soldi non sono noccioline e 10000 euro sono veramente tanti per uno scooter !! non facciamoci prendere per i fondelli ......... !! e come al solito si approfitta........ !!
  • piercarlomarini@gmail.com
    mezza delusione - abs non di serie,precarico molla al posteriore e protettivita? non ottimale.Speravo qualcosa in piu?
  • didogranito
    Esagerati! - La cosa che mi colpisce di piu' sono le ben 6 pagine del servizio!!! A me sembrano veramente troppi, se pur per un "fenomeno di massa". Sicuramente un buon prodotto ma appunto solo un...fenomeno di massa dettato dalla moda!
  • cannino
    bello bellissimo - ...e sempre carissimo
  • jjoseph0308
    la moto preferita dai delinquenti - anche in sicilia si dice mancu e cani. semplicemente inconprabile. appena ci sei sopra diventi un poco di buono.che schifo
  • maxk7
    Integra - Honda Integra !!!!! 8600 euro dct, abs ruote da 17 ,,,,
  • Kalipso
    costa come l'oro - e resta sempre un plasticone!
  • GhostHog63
    Non c'e' che dire ...e' il top... ma - Sinceramente mi aspettavo un notevole incremento della cilindrata ( non che 530 siano pochi) E' vero il prezzo e' decisamente alto, ma un conto e' dire " viaggio su un Tmax" un conto e' dire viaggio su una moto !!! Ma su una vera moto ...Tutti quei soldi per un plasticone non li spenderei mai .
  • maxk7
    Grezzoooo - Lo hanno appesantito non poco......... troppo pacchiano !!!!!!
  • maxk7
    Honda Integra... - avanti anni luce !!!! E costa pure duemila euro meno .......Abs, cambio Dct , ruote da 17 pollici, consumi bassissimi(27 km/l...).
  • loregori1963
    Adeguato - Pur non essendo un mezzo che mi interessa, trovo sterili i commenti sul prezzo. C'e' poco da fare, era e rimane il top degli scooter sportivi (anche se la definizione "scooter sportivo", da motociclista e maxiscooterista mi fa sorridere), quindi e' inutile paragonarlo ad una Punto o ad una Corsa, pensate al top di settore di una macchina (Merceds, BMW) e fate il raffronto con quelle.
  • fioald
    Fine di un MITO - Sono riusciti a trasformare un'opera d'arte in una schifezza Fortuna che io l'ho acquistato qualche mese fa (con ABS) ma adesso non lo comprerei piu'.
  • guerraq
    Il riferimento - Da anni e' il riferimento del settore, semplicemente perfetto e questo ancora meglio della vecchia versione. Si svaluta poco pero' i prezzi sono assurdi: costa piu' di una Opel Corsa o di una Fiat Punto! Li vale proprio tutti?
  • dr.gonzo
    come si dice a roma... - ...manco a li cani.

Correlate