Quotazioni moto&scooter

Cerca

Seguici con

Moto & Scooter

Peugeot Satelis 125 Compressor

il 26/06/2006 in Moto & Scooter

Il nuovo maxiscooter della Casa francese monta il propulsore con compressore volumetrico capace di offrire prestazioni da 250 anche a chi ha solo la patente B

Peugeot Satelis 125 Compressor
Il Satelis si è dimostrato molto maneggevole, e
rapido nei cambi di direzione

Douro (Portogallo) - A pochi mesi di distanza dalla presentazione del Satelis 125 la Casa francese affianca la versione “Compressor”.
Il Satelis è il primo maxi scooter a montare un propulsore con compressore volumetrico, soluzione che consente di ottenere prestazioni paragonabili ad uno scooter di cilindrata superiore.
Dal punto di vista estetico il Satelis Compressor si differenzia dal modello aspirato per via delle vistose prese d’aria laterali e per l’inedito carter motore.





La linea è molto curata e sottolinea il family feeling con le auto della Casa francese.
Il frontale è dominato dai due fanali con lampade multireflector, che integrano anche gli indicatori di direzione, e dal cupolino alto.
La pedana è divisa dal tunnel centrale che integra il serbatoio della benzina da 13,5 l. Molto curato anche il design della parte posteriore, con i due fanali che vanno ad integrarsi con le maniglie del passeggero. La sella sia del pilota che del passeggero è ampia e ben imbottita.
Girando la chiave di accensione ( o con il telecomando optional) è possibile far sollevare automaticamente la sella del passeggero, sotto cui si può sistemare un casco integrale.

Per aumentare la capacità di carico tra gli accessori è disponibile il bauletto in tinta da 29 o 46 litri.
Un altro cassetto, per altro dotato di serratura, è ricavato nel retroscudo e contiene la presa 12 volt per ricaricare il telefonino.
Sul manubrio troviamo poi un piccolo vano che può contenere gli occhiali da sole.
La strumentazione è composta da due elementi analogici e da un piccolo display LCD.
Rispetto al Satelis 125 c’è da segnalare anche un aumento di peso di circa 12 kg, peraltro non avvertibile in movimento.

Il propulsore è un monocilindrico 125 cc quattro tempi due valvole, raffreddato a liquido, con alimentazione ad iniezione elettronica, a cui è stato applicato un compressore volumetrico che permette al motore di sviluppare una potenza superiore rispetto ad un tradizionale motore aspirato di pari cilindrata. Inoltre tramite la sonda lambda inserita nello scarico rientra nella normativa Euro 3.

Le sospensioni si avvalgono di una forcella con steli da 37mm, e di una coppia di ammortizzatori regolabili su quattro posizioni al posteriore. L’impianto frenante con comando di tipo tradizionale, ma disponibile anche con sistema ad azione combinata e con ABS prevede un disco anteriore da 260 mm e un disco posteriore da 210 mm.
Nelle soste si può contare sia sul cavalletto centrale, sia su quello laterale.

Sulle strade in cui si è svolta la presentazione, che alternavano brevi rettilinei a tratti guidati, abbiamo apprezzato sia il buon comportamento della ciclistica, sia il rendimento del propulsore “compressor”.
La posizione in sella è molto naturale con il busto eretto e le braccia che assumono un’angolazione corretta per impugnare il manubrio, le gambe invece sono più sacrificate nei movimenti per via del tunnel centrale.
Nelle soste si appoggiano i piedi a terra con facilità e anche nelle inversioni da fermo il Satelis si gira senza fatica.

La protezione offerta dal cupolino e dallo scudo è buona ma disturba, per i piloti sotto il 1,70 cm, l’ultima parte del plexiglas che deforma la visuale. Ottima la visibilità offerta dai retrovisori che non vibrano anche alla massima velocità.
Le sospensioni dalla taratura morbida svolgono bene il loro compito, e garantiscono stabilità e comfort.
La frenata è decisa ma modulabile e solo tirando con forza le leve si arriva al bloccaggio delle ruote.
Nei tratti più guidati abbiamo apprezzato la stabilità dello scooter, ma anche la rapidità con cui affronta i cambi di direzione anche a velocità sostenuta.
Il Satelis che abbiamo provato era disponibile sia in versione 15 CV, sia in quella 20 CV.
Precisiamo subito che le differenze si avvertono principalmente in allungo, ma per il resto i propulsori (che si distinguono solo per una differente mappatura della centralina) hanno un comportamento abbastanza analogo.

Il monocilindrico “compressor” ha un rumore unico, quasi un sibilo e per dare il meglio di sé deve girare tra i 6.000 e i 9.000 giri. Rispetto ad un tradizionale 125 4T aspirato ha un’erogazione più scattante e piena, oltre a superiori doti di allungo, con una velocità massima prossima ai 130 km/h.
Un altro aspetto da sottolineare è il maggior freno motore, dote che si apprezza in particolare in discesa.
Dopo aver provato il Satelis Compressor per oltre 120 km e in tutte le condizioni di guida confermiamo le dichiarazioni dei tecnici Peugeot, infatti il comportamento dinamico del Satelis 125 grazie al motore “Compressor” è veramente simile a quello di uno scooter di cilindrata doppia…e va tenuto presente che per guidarlo (parliamo della versione 15 CV) è sufficiente aver conseguito la sola patente auto.



Motore:
monocilindrico orizzontale a 4tempi, raffreddamento a liquido; alesaggio per corsa 57x48,9mm; cilindrata 124,8 cc; Distribuzione monoalbero a camme in testa con comando a catena e 2 valvole per cilindro. Alimentazione a iniezione elettronica. Capacità serbatoio carburante 13,5 litri.Lubrificazione a carter umido.

Trasmissione: frizione automatica centrifuga, finale a ingranaggi. Cambio a variatore automatico centrifugo.

Ciclistica: telaio in tubi; sospensione anteriore, forcella da 37mm; sospensione posteriore a gruppo motore oscillante con braccio di rinforzo e doppio ammortizzatore regolabile su quattro posizioni. Cerchi: anteriore 14”, posteriore 13”. Pneumatici: anteriore 120/70-14, posteriore 140/60-13. Freni: anteriore a doppio a disco flottante in acciaio da 260 mm e pinze a 2 pistoncini, posteriore a disco singolo in acciaio da 210 mm e pinza a singolo pistoncino.

Dimensioni (mm) e peso: lunghezza 2.152, larghezza 765, altezza sella 784, interasse 1.500. Peso a secco 172,5 kg.

Prestazioni dichiarate: potenza 11 kW (15 CV) a 7.000 giri, coppia 16 Nm (1,63 kgm) a 6.000 giri. Potenza 15 kW (20 CV) a 9.000 giri, coppia 16,5 Nm (1,68 kgm) a 7.000 giri.

Peugeot Satelis 125 Compressor
Il Satelis si è dimostrato molto maneggevole, e
rapido nei cambi di direzione

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.

  • bruno197235
    risposta a ippolecc - ciao ippolecc : ti rispondo subito. Il satelis cosi senza modifica della mappaura della centralina sul contachilometri mi segna 130 km all'ora, ovviamente con giusta taratura !!! Per quanto riguarda i consumi la casa dichiara 300 km di autonomia ma io sinceramente e gia tanto se ne faccio 200 con un pieno poi dipende da come lo usi e da quanto ti piace tirare il gas.
  • ippolecc
    lo prenderò - ehm io lo prenderò credo per natale!! che velocità fai con il satelis compressor?? consuma molto??
  • bruno197235
    satelis compressor - Ciao mi chiamo bruno ho comperato da poco il satelis compressor e mi ritengo soddisfatto di questo maxi scooter che spinge alla grande, sia agli stop con partenze fulminee 'sia in salita che con il passeggero. Costa un po caro pero non c'e paragone. PS .Volevo sapere a chi mi devo rivolgere per passara dai 15 CV ai 20 dato che originarialmente i 125 non possono per legge avere piu di 15 cv .

Correlate

Annunci usato