Quotazioni moto&scooter

Cerca

Seguici con

Moto & Scooter

Anteprima: Gilera Runner 50 PureJet, 50 SP e 125 VX

il 29/07/2005 in Moto & Scooter

Presentati a Vairano i rinnovati ruote basse dei dua anelli. Nuovi nell’estetica, sfoggiano due motori a 2T da 50 cc alimentati a iniezione e carburatore, e un più vivace 125 a quattro tempi. Il tutto sotto il segno della sportività

Anteprima: Gilera Runner 50 PureJet, 50 SP e 125 VX
Il quadro strumenti analogico-digitale

Non è un caso che siano stati presentati sulla pista di Vairano di Vidigulfo. Le Gilera sono da sempre sinonimo di sportività e prestazioni: soprattutto gli scooter della famiglia dei Runner oggetto di questo servizio, il cui lancio risale addirittura al 1997.
Oggi, questa nobile stirpe si rinnova con l’introduzione di tre nuovi modelli: i più piccoli sono destinati ai quattordicenni, si tratta del Runner 50 PureJet e del 50 SP, il terzo ai sedicenni, il 125 VX.

I “cinquantini” (che costano rispettivamente 2.679 e 2.529 euro) adottano lo stesso propulsore a due tempi della serie Hi-Per2 e l’unica differenza è riscontrabile a livello di alimentazione, a iniezione elettronica nel PureJet, a carburatore nell’SP.



Il maggiore dei Runner, il 125 VX (disponibile a 3.649 euro), è invece spinto da un monocilindrico orizzontale a quattro tempi della famiglia Leader, capace di 15 CV e di prestazioni interessanti: vanta infatti la distribuzione monoalbero a quattro valvole.
Per tutti il raffreddamento è a liquido. Il denominatore comune ai tre scooter presentati è, come detto, la sportività, che traspare dalla semplice osservazione. Linee affilate e aggressive, abbinamenti cromatici azzeccati e tanti particolari che richiamano alla mente le sportive dell’ultima generazione. Il frontale, per esempio è tutto all’insegna del doppio gruppo ottico e del filante scudo. Non manca, quale segno distintivo della famiglia, il pronunciato tunnel centrale, al cui interno è alloggiato il serbatoio del carburante: una scelta che ha permesso di abbassare ulteriormente il baricentro a tutto vantaggio della maneggevolezza.


La zona posteriore è all’insegna del sellone ornato da due maniglie per il passeggero: il vano che si nasconde all’interno del codone è in grado d ospitare addirittura un casco integrale. Le comodità continuano con le pedane retrattili (sempre per l’ospite) e con la completissima strumentazione digitale composta da un elemento circolare per il contagiri e da un pannello LCD multifunzione (velocità, contachilometri, livello carburante, temperatura motore, ecc.). Scooter da vedere ma anche da guidare. La ciclistica imperniata intorno al telaio a doppia culla chiusa con rinforzi in lamiera stampata, infatti, annuncia un comportamento dinamico gustoso.

Il percorso di handling di Vairano è stato un banco di prova interessante per queste nuove proposte Gilera, soprattutto per il modello di maggior cilindrata che ben si è difeso nelle esse e nei tornanti in appoggio. Il 125 VX sfodera una frizione dolce all’attacco e uno spunto convincente soprattutto nella seconda fase quando il propulsore ha la possibilità di distendersi. L’abbrivio infatti non è particolarmente cattivo, a tutto vantaggio del relax di guida nei frequenti stop&go imposti dalle nostre città. Una volta lanciato però il guadagno in termini di velocità è notevole e le punte raggiunte sui rettilinei fanno pensare a trasferimenti tutt’altro che noiosi.

Ma è in curva che questo VX lascia un bel ricordo: la maneggevolezza è da riferimento e la fase di impostazione viene eseguita in un lampo, tanto che in qualche caso si viene colti in contropiede. Nulla da temere, però: la stabilità è ottima anche se non raggiunge ancora la perfezione. Sulle piccole asperità la forcella non sempre copia alla perfezione, trasmettendo al pilota qualche vibrazione di troppo. La precisione direzionale comunque non ne ha mai risentito. Buona la frenata, anche se ci saremmo attesi un po’ più di grinta dal freno posteriore.
Queste pregevoli caratteristiche dinamiche sono agevolate da un posizione in sella sportiva, che permette di esercitare un controllo totale sul veicolo e di mantenere elevata la sensibilità sullo sterzo: naturalmente il rovescio della medaglia è un’abitabilità non elevatissima e due pedane poggiapiedi non molto estese.



L’handling di Vairano è parso fin troppo per i due cinquanta, tanto che i freni non sono praticamente stati utilizzati. Ciò ha permesso di apprezzare le ottime doti di allungo di entrambi gli allestimenti del mono a due tempi (a carburatore e a iniezione) e quelle di stabilità in appoggio in curva, segno di una ciclistica solida e rigorosa.
La maneggevolezza è stata invece messa alla prova in un tortuoso percorso cronometrato tra i birilli: tra staccate e impossibili cambi di direzione sia il PureJet sia l’SP hanno dato vita a un balletto concitato e divertentissimo. Questo ci ha permesso di verificare la bontà dell’impianto frenante e quella del variatore, chiamato in causa in maniera tutt’altro che gentile…

VX 125
Motore
monocilindrico orizzontale a quattro tempi, raffreddamento a liquido; alesaggio per corsa 57,0x48,6 mm; cilindrata 124 cc; distribuzione monoalbero a camme in testa e 4 valvole. Alimentazione a iniezione elettronica. Capacità serbatoio carburante 8,7 litri (di cui 1,7 di riserva). Lubrificazione a carter umido.
Trasmissione Frizione automatica centrifuga. Cambio a variatore automatico CVT con asservitore di coppia.
Ciclistica Telaio a doppia culla chiusa in tubi di acciaio; sospensione anteriore a forcella da 35 mm: escursione ruota 85 mm; sospensione posteriore a motore oscillante con doppio ammortizzatore idraulico; pneumatici: anteriore 120/70-14”, posteriore 140/60-13”; freni: anteriore a disco da 240 mm, posteriore a disco da 220 mm.
Dimensioni (mm) e peso: lunghezza 1.840, larghezza 750, altezza sella 815, interasse 1.340. Peso a secco 129 kg.
Prestazioni dichiarate Potenza 11 kW (15 CV) a 9.750 giri, coppia 11,7 Nm (1,2 kgm) a 8.000 giri.

50 Pure Jet (50 SP)
Motore
monocilindrico orizzontale a due tempi, raffreddamento a liquido; alesaggio per corsa 40,0x39,3 mm; cilindrata 49,4 cc. Alimentazione a iniezione elettronica (a carburatore e valvole a lamelle nel carter). Capacità serbatoio carburante 7 litri di cui 1,7 di riserva. Lubrificazione a miscelatore automatico.
Trasmissione Frizione automatica centrifuga. Cambio a variatore automatico CVT con asservitore di coppia.
Ciclistica Telaio a doppia culla chiusa in tubi di acciaio; sospensione anteriore a forcella da 30 mm: escursione ruota 75 mm; sospensione posteriore a motore oscillante con ammortizzatore idraulico; pneumatici: anteriore 120/70-14”, posteriore 140/60-13”; freni: anteriore a disco da 220 mm, posteriore a disco da 175 mm.
Dimensioni (mm) e peso: lunghezza 1.840, larghezza 750, altezza sella 810, interasse 1.270. Peso a secco 103 kg.
Prestazioni dichiarate n.d.

Anteprima: Gilera Runner 50 PureJet, 50 SP e 125 VX
Chiudi

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.

  • gianmarco96
    davvero bello - io ho il 50 sp ed e' una bomba belleissimi agile e sopratutto potente!!

Correlate

Annunci usato