Quotazioni moto&scooter

Cerca

Seguici con

Moto & Scooter

Da Morbidelli una moto V12

Il costruttore di Pesaro vuole realizzare un sogno: una moto col sibilo del V12 Ferrari. Il progetto sta già concretizzandosi: sarà un V longitudinale eccezionalmente compatto

Da Morbidelli una moto V12
La Morbidelli 850 V8

di Luigi Rivola


Giancarlo Morbidelli (al centro) fra il figlio Gianni, pilota di Formula 1 e Giancarlo Minardi

Giancarlo Morbidelli non si ferma mai. Dal nulla ha creato un gruppo industriale che nel suo genere - macchine per la lavorazione del legno - è fra i più importanti del mondo. Imprenditore ormai pienamente realizzato, ha deciso un giorno di diventare costruttore di moto da corsa e con queste moto ha vinto 7 titoli mondiali in due classi (125 e 250), poi si è lanciato nell'impresa di costruire una motocicletta V8 stradale, ed ha raggiunto anche questo obiettivo, pur rinunciando a produrla in piccola serie.

Nel frattempo ha allestito a Pesaro il Museo Morbidelli, che rappresenta attualmente la collezione di motociclette più completa, meglio organizzata e meglio documentata d'Europa.


Oggi la V8, messa a punto con cura, è la sua moto personale, ma Giancarlo Morbidelli, non pago, sta lavorando su un progetto ancor più eclatante: una motocicletta a 12 cilindri.
"Fin da ragazzo sono stato affascinato dal rombo delle macchine da corsa a 12 cilindri - spiega Giancarlo Morbidelli - è qualcosa che fin da allora mi è rimasto dentro e che oggi, che ho un po' di tempo libero a mia disposizione, mi spinge a provare a fare una moto con un simile motore".
- Ma un dodici cilindri non è forse un voler non posso su una motocicletta?
"Perché? Non ho certo intenzione di produrla in serie: mi basta realizzare un prototipo e farlo meglio che posso: è una sfida personale e naturalmente il mio obiettivo è di riuscire a realizzare un motore a 12 cilindri tanto piccolo e compatto che si possa inserire senza sembrare mostruoso su un telaio da moto. La larghezza della bancata dei cilindri è di solo 380 millimetri e ho eliminato anche i supporti di banco per... ma questo è prematuro, ne parleremo più avanti".

Il motore Morbidelli 8 cilindri a V trasversale

Il motore è un V12 di 750 cc concepito per essere disposto trasversalmente al telaio, ossia con due bancate di 6 cilindri frontemarcia. Quella anteriore avrà gli scarichi in avanti, quello posteriore sotto la sella; al centro del V di 60° l'impianto di iniezione elettronica. La larghezza dichiarata: 380 mm è quasi incredibile, basti pensare che la bancata frontemarcia del motore Honda CBX 1000 6 cilindri misurava 600 mm. Il progetto è ben più di una semplice idea: Giancarlo Morbidelli vi sta lavorando dall'ottobre scorso e si sta concretizzando molto velocemente.
"Purtroppo io non so lavorare col computer, quindi non posso realizzare modelli tridimensionali coi sistemi CAD-CAM. Mi accontento quindi di preparare un manichino come si faceva una volta. Avete presente come faceva Michelangelo? Con la creta facevano un modello, lo lavoravano, poi riportavano sul marmo in via definitiva ciò che avevano fatto con la terra. Io farò allo stesso modo".

Da Morbidelli una moto V12
La Morbidelli 850 V8

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.