Cerca

Seguici con

Equipaggiamento

Provato per voi: guanti riscaldati moto Capit Warmme

Marco Gentili
di Marco Gentili il 14/02/2019 in Equipaggiamento
Provato per voi: guanti riscaldati moto Capit Warmme
Chiudi

Tecnici ma al contempo comodi e funzionali: ecco come vanno i nuovi guanti riscaldati dell’azienda specializzata in termocoperte

Prendi una tecnologia che funziona e applicala ad altri ambiti. È stato questo il principio da cui è partita Capit – leader mondiale nel settore delle termocoperte – quando ha deciso di ampliare il raggio d’azione anche all’abbigliamento riscaldato da moto. Rivolgendosi così a quella fascia di pubblico che usa la moto e lo scooter per il commuting urbano o per i viaggi.

 

Provato per voi: guanti riscaldati moto Capit Warmme
Il pulsante che aziona il riscaldamento, regolabile su tre livelli

Come sono fatti

Nella gamma, ancora in fase di costruzione, spiccano i guanti Warmme. Realizzati in materiale tecnico e impermeabile, sono alimentati da batterie al litio posizionate nella zona del polso e racchiuse in taschine con zip. Dal punto di vista tecnico, il guanto ha una chiusura con velcro e un ulteriore cinturino sul polso, anch’esso regolabile col velcro. Vanta protezioni sulle nocche (ricoperte da tessuto) certificate CE di tipo 1 secondo la normativa EN 13594:2015, due alette tergivisiera situate sul dito indice ed è compatibile per l’uso con lo smartphone, perché le punte delle dita pollice e indice hanno uno speciale rivestimento che permette l'uso di dispositivi con schermo touch.

 

Provato per voi: guanti riscaldati moto Capit Warmme
Le dita hanno la compatibilità con gli schermi touchscreen

Come vanno

I guanti Capit Warmme hanno piastre riscaldanti flessibili ed ultrapiatte posizionate nei punti strategici della mano, in modo tale da garantire una diffusione uniforme del calore. Il riscaldamento è regolabile su tre livelli attraverso il pulsante easy touch collocato sul dorso di ogni guanto, azionabile senza dover togliere i guanti. Una volta acceso, il pulsante si illumina di una luce rossa, che indica il livello più elevato di riscaldamento. Con una ulteriore pressione si passa a un livello intermedio (luce arancio) e successivamente al livello più basso (luce verde). A seconda della modalità, le batterie hanno una durata dichiarata da 3 a 7,5 ore, tempi fedeli all’uso reale.

Escludendo la temperatura più bassa, poco utile con il freddo invernale, conviene regolare il guanto sull’arancione o sul rosso, che permette di conservare la mano a una temperatura decisamente confortevole. Forse si poteva fare qualcosa di più per riscaldare il pollice (che a lungo andare, con temperature di poco inferiori allo zero, accusa il freddo), ma il feeling generale è davvero ottimo: la mano infatti resta ben isolata e la sensibilità su leve e manopole non è compromessa dal guanto.

Il guanto Capit Warmme è disponibile nella sola colorazione nera nelle taglie dalla S alla XXL, a un prezzo di 239,90 euro comprensivo delle due batterie e del caricatore.

 

Provato per voi: guanti riscaldati moto Capit Warmme
Provato per voi: guanti riscaldati moto Capit Warmme
Provato per voi: guanti riscaldati moto Capit Warmme
Provato per voi: guanti riscaldati moto Capit Warmme
Provato per voi: guanti riscaldati moto Capit Warmme
Provato per voi: guanti riscaldati moto Capit Warmme
Provato per voi: guanti riscaldati moto Capit Warmme
Provato per voi: guanti riscaldati moto Capit Warmme
Provato per voi: guanti riscaldati moto Capit Warmme
Provato per voi: guanti riscaldati moto Capit Warmme
Provato per voi: guanti riscaldati moto Capit Warmme
Provato per voi: guanti riscaldati moto Capit Warmme
Provato per voi: guanti riscaldati moto Capit Warmme
Provato per voi: guanti riscaldati moto Capit Warmme
Provato per voi: guanti riscaldati moto Capit Warmme
Provato per voi: guanti riscaldati moto Capit Warmme

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.