Quotazioni moto&scooter

Cerca

Seguici con

Motogp

Intervista a Kevin Schwantz a 30 anni dalla vittoria del motomondiale

Marco Boni il 11/12/2023 in Motogp
Intervista a Kevin Schwantz a 30 anni dalla vittoria del motomondiale
Chiudi

In occasione del 30esimo anniversario della vittoria di Kevin Schwantz nella classe 500cc del motomondiale, Arai lancia la grafica rivista dell’iconico casco del campione. 200 esemplari prodotti e disponibili a partire da febbraio

Presentato in diretta Facebook sulla pagina di BER Racing, il nuovo Arai RX-7V Evo ha tutte le soluzioni più innovative del marchio e in più questa versione è dipinta con la famosa livrea di Kevin Schwantz rivista per dare un tocco più moderno. Aldo Drudi, designer, ha ricollocato gli elementi presenti all’epoca tra cui la bandiera a scacchi sulla parte alta del casco e il famoso flash posteriore senza stravolgere i colori.

In occasione della diretta erano presenti sia Scwhantz che Aldo Drudi che hanno potuto raccontare la storia di questa grafica e Kevin ha detto la sua riguardo il motomondiale di oggi rispondendo a qualche domanda.

 

Intervista a Kevin Schwantz a 30 anni dalla vittoria del motomondiale
Chiudi

Riguardo alla MotoGP fa riferimenti al suo periodo: “La fine degli anni ’80 e inizio ’90 sono stati gli anni migliori per il mondo della velocità a mio parere, correvamo in maniera pulita. La competitività c’era e bastava un attimo per passare dal primo al sesto posto, ma c’era anche tanto divertimento ed era bello finire la gara e parlare tra noi piloti senza che nessuno fosse arrabbiato con gli altri.

…Ciò che è cambiato oltre alle moto è anche l’allenamento dei piloti, io non mi sono mai allenato a livello fisico per andare in moto, ma di certo le moto di oggi e le prestazioni che si vogliono ottenere lo richiedono...

I nuovi piloti da moto2 e moto3 hanno più similitudini a quello che era il motomondiale un tempo ma bisogna insegnargli che una volta arrivati in MotoGP non si può continuare a fare certi azzardi con tutta quella potenza e velocità.”

Dal tuo ritiro ad oggi c’è stato un pilota che riconosci simile a te?

"In realtà è difficile paragonarsi, i piloti si sono evoluti e le moto li costringono ad adattarsi allo stile di guida. Ad oggi mi verrebbe da dire Pedro Acosta che in parte potrebbe considerarsi un pilota old school, mi sembra sempre molto concentrato prima della gara e la determinazione che ha sembra simile a quella che avevo io. Naturalmente il confronto lo faccio solo nella categoria grande."

Hai sentito quella sensazione (“Aspetto che il panico cresca, quando la paura si tramuta in visioni celestiali inizio a staccare...”) durante il sorpasso a Rainey in Germania nel ’91?

"Volevo stare davanti in quel momento e Rainey, che era di fronte a me, non mi aspettavo staccasse così presto, così mi sono attaccato ai freni sperando di fare in tempo. Non nego che mi sono spaventato di più riguardando il video del sorpasso che durante la staccata.
Quelle sono situazioni a cui non ci si può preparare, siamo piloti professionisti e impariamo ad affrontare condizioni sfavorevoli ma non sempre è facile uscirne soprattutto se imprevedibili, che questo sorpasso sia stato facile è impossibile da dire.
In generale il tuo obiettivo è stare davanti e all’epoca l’ho fatto per portare a casa il risultato ma non so se oggi mi comporterei allo stesso modo."

Cosa ne pensi dell’aggiunta dell’elettronica e di tutti i sistemi aerodinamici nuovi?

"Le moto adesso ne hanno bisogno, per tutta la potenza che hanno e alla velocità in cui girano sarebbero incontrollabili senza. Io sono cresciuto in un tempo in cui non erano presenti e mi viene da fare un po’ di romanticismo ma la considero comunque necessaria. Oggi ci aiutano a dare il meglio."

Noi ci stupiamo, ti sei ritirato da 28 anni e sei ancora nel cuore dei tifosi, qual è il segreto?

"Probabilmente il pubblico è in grado di capire che io ci mettevo tutto che potevo, i fan sono in grado di accorgersi di questo e questo penso sia il motivo per cui piaccio ancora."

TUTTI I RICAMBI ORIGINALI E I DISEGNI TECNICI DEI MIGLIORI MARCHI SU MOTONLINE

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.